Alessandro Del Rosso

MS.NET, la versione Micro è open source

Il tassello più piccolo della vasta piattaforma MS.NET di Microsoft, quello dedicato ai device embedded con meno risorse hardware, è ora in gran parte disponibile sotto una licenza open

Roma - Una larga porzione del MS.NET Micro Framework (NETMF), piattaforma MS.NET concepita per i dispositivi più piccoli e con meno risorse hardware, è stata rilasciata da Microsoft sotto la licenza open source Apache 2.0. Con questa mossa il colosso di Redmond spera di formare una comunità di partner e sviluppatori che possa aiutarla nel "delineare la futura direzione del prodotto".

Va subito precisato che Microsoft non ha aperto l'intero codice di NETMF: all'appello mancano lo stack TCP/IP, di cui l'azienda non può rilasciare i sorgenti perché già concessi in licenza a terze parti, e le librerie di cifratura, che BigM non ritiene un componente essenziale della piattaforma.

The Register fa notare come l'apertura della micro-piattaforma MS.NET arrivi dopo la recente decisione, da parte di Microsoft, di cambiare il modello di business relativo a NETMF e di licenziare circa 3mila membri dello staff.
Colin Miller di Microsoft, ha spiegato che la propria azienda intende rimanere attivamente coinvolta nello sviluppo di NETMF, lavorando gomito a gomito con la comunità e guidando l'evoluzione della tecnologia. In modo particolare, il team di Microsoft farà in modo che NETMF conservi la piena integrazione e interoperabilità con le restanti implementazioni del MS.NET Framework.

NETMF affonda le sue radici nell'iniziativa SPOT (Smart Personal Objects Technology) che Microsoft annunciò con grande enfasi verso la fine del 2002, e che prevedeva il lancio di tutta una serie di piccoli dispositivi digitali net-ready, chiamati smart device, come orologi, sveglie e dispositivi per l'automazione della casa. I gadget SPOT non hanno però mai fatto presa sul mercato, come anche il relativo servizio wireless MSN Direct, la cui copertura non è mai andata oltre certe aree metropolitane degli Stati Uniti. Proprio a fine ottobre Microsoft ha annunciato che sospenderà il servizio MSN Direct a partire dal primo gennaio 2012.

In questi anni NETMF ha tuttavia trovato casa in dispositivi più seriosi, come navigatori satellitari, computer di bordo per auto, erogatori pubblici di bevande, micro-robot, terminali mobili aziendali e set-top box. Sull'home page della piattaforma si legge che i device su cui gira NETMF sono oggi un milione e mezzo.

NETMF non va confuso col MS.NET Compact Framework implementato in Windows CE: il primo ha una dimensione complessiva di appena 300 KB, mentre il secondo "pesa" circa 12 MB, rappresentando un più "grasso" sottoinsieme del MS.NET Framework. L'altra differenza è che NETMF può girare anche sul nudo hardware, senza l'ausilio di un sistema operativo, e non richiede la presenza di un'unità per la gestione della memoria.

La versione di NETMF pubblicata sotto licenza open source è la neonata versione 4.0, completata da Microsoft proprio nei giorni scorsi.

Il sito di riferimento per la comunità di sviluppatori di NETMF è netmf.com, attualmente ancora in fase di allestimento.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
66 Commenti alla Notizia MS.NET, la versione Micro è open source
Ordina
  • Raramente rimando a un mio link, in questo caso consiglio caldamente la lettura dell' articolo 'Il closed dell'open' che trovate sul mio blog, evito di postarlo tutto in quanto è molto lungo.
    Parlo proprio di questo.

    Ma rispondo ai commenti (quando sensati) sia sul mio blog che qui.
  • Hanno rilasciato 300KB di codice?
    Ed è un framework?
    E per descrivere il loro nuovo formato servivano quanti MB?
    E neanche lo hanno potuto rilasciare tutto, perchè l'avevano già venduto a pezzi?
    Per buttarlo e buttarlo almeno si danno un tocco di apache, giusto un neo a matita.
  • Non credo siano proprio siano 300Kb di codice, ma 300Kb saranno compilati. E per fare 300Kb di compilato ce ne vuole abbastanza (considera anche chè è a basso livello)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Emoticon e video
    > Non credo siano proprio siano 300Kb di codice, ma
    > 300Kb saranno compilati. E per fare 300Kb di
    > compilato ce ne vuole abbastanza (considera anche
    > chè è a basso
    > livello)

    Non credi o lo sai? Quindi dici è più di un floppy?
    Certo non si può dire siano partiti in quarta, a me sembra sia rimasto tutto fermo, come quando la spinta non basta a vincere l'attrito statico, c'è la spinta ma non si muove nulla.
  • Ma non sapete nemmeno di cosa state parlando, almeno abbiate la cortesia di restare zitti,
    il MicroFramework è a tutti gli effetti un kernel di sistema operativo, che deve girare su macchine con poca ram (vedi palmari e smart-device) per fare un esempio e come se vi lamentaste della grandezza di linux embedded
    http://it.wikipedia.org/wiki/Embedded_Linux

    per altro il codice è 300kb compilato ed ottimizzato per le dimensioni,
    probabilmente ottimizzandolo per velocità sarebbe 4 volte tanto Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: torvalds
    > Ma non sapete nemmeno di cosa state parlando,
    > almeno abbiate la cortesia di restare
    > zitti,
    Che sei un fanatico del silenzio? A sentir te dovremmo sentire volare le mosche.

    > il MicroFramework è a tutti gli effetti un kernel
    > di sistema operativo, che deve girare su macchine
    > con poca ram (vedi palmari e smart-device) per
    > fare un esempio e come se vi lamentaste della
    > grandezza di linux
    > embedded
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Embedded_Linux
    No, per fare un esempio è come se Belen facesse vedere una porzione di calcagno.

    >
    > per altro il codice è 300kb compilato ed
    > ottimizzato per le
    > dimensioni,
    > probabilmente ottimizzandolo per velocità sarebbe
    > 4 volte tanto
    > Sorride

    cioè è ottimizzato per la lentezza? A bocca aperta
  • - Scritto da: Africano
    > Hanno rilasciato 300KB di codice?
    > Ed è un framework?
    > E per descrivere il loro nuovo formato servivano
    > quanti
    > MB?
    > E neanche lo hanno potuto rilasciare tutto,
    > perchè l'avevano già venduto a
    > pezzi?
    > Per buttarlo e buttarlo almeno si danno un tocco
    > di apache, giusto un neo a
    > matita.

    300 kb di codice uguale a 0.10 kb di codice per programmatore

    due righe a testa ottimo Sorride

    poi dici che i programmi sono buggati a un progetto ci lavorano in 3000
    non+autenticato
  • ...e nessuno lo vuole, M$ prova la mossa di metterlo open-source.

    Ma non hanno ancora capito che .N€T (e derivati) è un aborto colossale? O forse l'hanno capito ma vogliono farlo sopravvivere per non buttare al vento anni e anni di sviluppi?

    L'impero M$ si sta sgretolando, a breve resteranno solo cenere e polvere.
    non+autenticato
  • Non mi pare proprio un aborto...
    tiriamo su applicazioni in .net abbastanza robuste in pochissimo tempo, tutto è abbastanza integrato (exchange, sharepoint, office, iexplorer, sql, wmi... anche il fw asa della cisco, i tool e le chiavi di protezione della Aladdin...), una sola passw di AD per tutti gli applicativi. Risparmio di tempo per i sistemisti che bloccano solo l'utente invece di farsi il giro degli applicativi a bloccare gli utenti e per gli utenti che non devono ricordare 200 password.
    Con il powershell vengono restituiti oggetti .NET e costruire query o script per vedere lo status dei server e dei client è veramente facilissimo, senza comprare costosissimi tool.
    Dai palmari vengono consultati i documenti, newsletter etc etc (sharepoint produce la versione mobile in automatico mentre sviluppiamo).
    Abbiamo riciclato i vecchi programmatori Vb senza mandare via nessuno o fare valanghe di corsi.
    Qualsiasi problema il supporto ce l'ha risolto velocemente.

    Non me ne vogliano i programmatori java...Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: skylab
    > Non mi pare proprio un aborto...
    Per dei gestionali medio-piccoli va bene, per il resto no.

    > tiriamo su applicazioni in .net abbastanza
    > robuste in pochissimo tempo, tutto è abbastanza
    > integrato (exchange, sharepoint, office,
    > iexplorer, sql, wmi... anche il fw asa della
    > cisco, i tool e le chiavi di protezione della
    > Aladdin...),
    In informatica l'abbastanza non basta. E poi, senza offesa, hai nominato il peggio degli applicativi in circolazione, tolti Cisco e Aladdin ovviamente Occhiolino

    > una sola passw di AD per tutti gli
    > applicativi. Risparmio di tempo per i sistemisti
    > che bloccano solo l'utente invece di farsi il
    > giro degli applicativi a bloccare gli utenti e
    > per gli utenti che non devono ricordare 200
    > password.
    LDAP per collegarsi ad un server di dominio si può tranquillamente usare anche da Java, C++ e altri linguaggi.

    > Con il powershell vengono restituiti oggetti .NET
    > e costruire query o script per vedere lo status
    > dei server e dei client è veramente facilissimo,
    > senza comprare costosissimi
    > tool.
    Mai usato i comandi della bash?

    > Dai palmari vengono consultati i documenti,
    > newsletter etc etc (sharepoint produce la
    > versione mobile in automatico mentre
    > sviluppiamo).
    Dai palmari (pochi) con WinC€.

    > Abbiamo riciclato i vecchi programmatori Vb senza
    > mandare via nessuno o fare valanghe di
    > corsi.
    Senza offesa, ma queste "improvvisazioni" sono la causa dello "spaghetti code".

    > Qualsiasi problema il supporto ce l'ha risolto
    > velocemente.
    Meno male.

    > Non me ne vogliano i programmatori java...Sorride
    Ci mancherebbeOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Profeta
    > - Scritto da: skylab
    > > Non mi pare proprio un aborto...
    > Per dei gestionali medio-piccoli va bene, per il
    > resto
    > no.
    >
    > > tiriamo su applicazioni in .net
    > abbastanza
    > > robuste in pochissimo tempo, tutto è
    > abbastanza
    > > integrato (exchange, sharepoint, office,
    > > iexplorer, sql, wmi... anche il fw asa della
    > > cisco, i tool e le chiavi di protezione della
    > > Aladdin...),
    > In informatica l'abbastanza non basta. E
    > poi, senza offesa, hai nominato il peggio degli
    > applicativi in circolazione, tolti Cisco e
    > Aladdin ovviamente
    >Occhiolino
    >
    > > una sola passw di AD per tutti gli
    > > applicativi. Risparmio di tempo per i sistemisti
    > > che bloccano solo l'utente invece di farsi il
    > > giro degli applicativi a bloccare gli utenti e
    > > per gli utenti che non devono ricordare 200
    > > password.
    > LDAP per collegarsi ad un server di dominio si
    > può tranquillamente usare anche da Java, C++ e
    > altri
    > linguaggi.
    >
    > > Con il powershell vengono restituiti oggetti
    > .NET
    > > e costruire query o script per vedere lo status
    > > dei server e dei client è veramente facilissimo,
    > > senza comprare costosissimi
    > > tool.
    > Mai usato i comandi della bash?
    >
    > > Dai palmari vengono consultati i documenti,
    > > newsletter etc etc (sharepoint produce la
    > > versione mobile in automatico mentre
    > > sviluppiamo).
    > Dai palmari (pochi) con WinC€.
    >
    > > Abbiamo riciclato i vecchi programmatori Vb
    > senza
    > > mandare via nessuno o fare valanghe di
    > > corsi.
    > Senza offesa, ma queste "improvvisazioni" sono la
    > causa dello "spaghetti
    > code".
    >
    > > Qualsiasi problema il supporto ce l'ha risolto
    > > velocemente.
    > Meno male.
    >
    > > Non me ne vogliano i programmatori java...Sorride
    > Ci mancherebbeOcchiolino


    MEDIO PICCOLI???
    Banche,PA,Sanità,Televisioni..tutto medio piccolo?
    Applicazioni Web da milioni di visitatori al giorno...
    medio piccolo??
    Cosa intendi per applicazioni medio-grandi?
    non+autenticato
  • In banca .NET fa solo la reportistica e poco altro.
    Windows sta su Linux con VmWare e viene riavviato da remoto quando fa il botto.
    E sta anche dentro DMZ per proteggerlo da se stesso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > In banca .NET fa solo la reportistica e poco
    > altro.
    > Windows sta su Linux con VmWare e viene riavviato
    > da remoto quando fa il
    > botto.
    > E sta anche dentro DMZ per proteggerlo da se
    > stesso.

    In San Paolo-Intesa a Torino non è come dici tu..
    Ci sono macchine server Windows con Sql Server installato sopra..
    nessun VmWare!
    E non si occupa di soli report..
    In reale mutua/Toro/RAI hanno il sistema informativo scritto in .Net cosi come anche Fiat/Iveco/Ferrero/Coca cola tutti scenari in cui .Net fà da padrone.
    BancaReale Mutua ha la gestione titoli e operazioni bancare su applicazioni asp.net...basta andare a visitare..
    Gli scenari reali smentiscono le cose che scrivi!
    Il sito della casa bianca come molti siti istituzionali americani sono scritti in Asp.net... Ed in quanto a "protezione" (cosa vuol dire??) come dici te.. non hanno problemi a quanto pare..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Davide

    > In San Paolo-Intesa a Torino non è come dici tu..
    > Ci sono macchine server Windows con Sql Server
    > installato
    > sopra..
    > nessun VmWare!
    > E non si occupa di soli report..
    > In reale mutua/Toro/RAI hanno il sistema
    > informativo scritto in .Net cosi come anche
    > Fiat/Iveco/Ferrero/Coca cola tutti scenari in cui
    > .Net fà da
    > padrone.
    > BancaReale Mutua ha la gestione titoli e
    > operazioni bancare su applicazioni
    > asp.net...basta andare a
    > visitare..
    > Gli scenari reali smentiscono le cose che scrivi!
    > Il sito della casa bianca come molti siti
    > istituzionali americani sono scritti in
    > Asp.net... Ed in quanto a "protezione" (cosa vuol
    > dire??) come dici te.. non hanno problemi a
    > quanto
    > pare..

    Dimmi un pò... ma in queste realtà è stato scelto .N€T perchè ha dei reali vantaggi sulle tecnologie Java o perchè qualche commerciale M$ incravattato ha stipulato qualche accordo? Occhiolino

    Se è stata fatta una scelta consapevole, quali vantaggi concreti fornisce .N€T?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Davide
    > In reale mutua/Toro/RAI hanno il sistema
    > informativo scritto in .Net cosi come anche
    > Fiat/Iveco/Ferrero/Coca cola tutti scenari in cui
    > .Net fà da padrone.

    Il sito della FIAT utilizza JSP.
    I siti della Coca cola e Ferrero utilizzano flash.

    > Gli scenari reali smentiscono le cose che scrivi!

    Infatti. Smentiscono te però.

    > Il sito della casa bianca come molti siti
    > istituzionali americani sono scritti in
    > Asp.net...

    Sbagliato. Hanno da poco scelto Drupal (PHP).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eretico
    > - Scritto da: Davide
    > > In reale mutua/Toro/RAI hanno il sistema
    > > informativo scritto in .Net cosi come anche
    > > Fiat/Iveco/Ferrero/Coca cola tutti scenari in
    > cui
    > > .Net fà da padrone.
    >
    > Il sito della FIAT utilizza JSP.
    > I siti della Coca cola e Ferrero utilizzano flash.
    >
    > > Gli scenari reali smentiscono le cose che
    > scrivi!
    >
    > Infatti. Smentiscono te però.
    >
    > > Il sito della casa bianca come molti siti
    > > istituzionali americani sono scritti in
    > > Asp.net...
    >
    > Sbagliato. Hanno da poco scelto Drupal (PHP).

    FIAT,Coca Cola e Ferrero cosi come Iveco e Rai hanno sistemi informativi scritti in .Net ho sbagliato a non chiarire questo punto, non mi riferivo solo ai siti di presentazione aziendale, intendevo che .net è la tecnologia usata durante i processi produttivi. Coca Cola ha la gestione dei magazzini scritto tutto in .net..
    Non ho problemi a parlare di questi scenari
    non+autenticato
  • - Scritto da: Davide

    > FIAT,Coca Cola e Ferrero cosi come Iveco e Rai
    > hanno sistemi informativi scritti in .Net ho
    > sbagliato a non chiarire questo punto, non mi
    > riferivo solo ai siti di presentazione aziendale,
    > intendevo che .net è la tecnologia usata durante
    > i processi produttivi. Coca Cola ha la gestione
    > dei magazzini scritto tutto in .net..
    >
    > Non ho problemi a parlare di questi scenari

    Come previsto .N€T viene utilizzato in ambiti non critici. I siti visibili all'esterno da clienti e fornitori usano tecnologie molto più stabili/veloci.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il Profeta
    > - Scritto da: Davide
    >
    > > FIAT,Coca Cola e Ferrero cosi come Iveco e Rai
    > > hanno sistemi informativi scritti in .Net ho
    > > sbagliato a non chiarire questo punto, non mi
    > > riferivo solo ai siti di presentazione
    > aziendale,
    > > intendevo che .net è la tecnologia usata durante
    > > i processi produttivi. Coca Cola ha la gestione
    > > dei magazzini scritto tutto in .net..
    > >
    > > Non ho problemi a parlare di questi scenari
    >
    > Come previsto .N€T viene utilizzato in ambiti non
    > critici. I siti visibili all'esterno da clienti e
    > fornitori usano tecnologie molto più
    > stabili/veloci.

    Ovvio gestire processi produttivi non è critico..invece un bel sito di presentazione aziendale è il tipico scenario di ambiente critico dove serve velocità e stabilità
    Amen
    non+autenticato
  • Cioe'?!? Potrebbe sostituire il framework3.5 in windows embedded??
    non+autenticato
  • TCP/IP per questioni di licenza e contratti con terze parti, cifratura perché leggasi: "non è importante, e tanto non ci sarebbe niente di interessante da vedere".

    La dice tutta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gino Pilotino
    > TCP/IP per questioni di licenza e contratti con
    > terze parti, cifratura perché leggasi: "non è
    > importante, e tanto non ci sarebbe niente di
    > interessante da
    > vedere".
    >
    > La dice tutta.

    Se aprissero il codice della cifratura, la gente si accorgerebbe che e' basata sul ROT13!
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Se aprissero il codice della cifratura, la gente
    > si accorgerebbe che e' basata sul
    > ROT13!

    ROT-FL Rotola dal ridere

    ora si spiegano molte cose
    non+autenticato
  • minkia sono dei grandi madonna graqsse risate dopo questa risposta

    "noi vendiamo esperienza"
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)