No ai cellulari, come alle sigarette

In una proposta di legge un parlamentare di Forza Italia chiede il divieto d'uso del telefonino quando fa male. Come già succede per il fumo

Roma - Gli italiani, accaniti utilizzatori di telefonini, presto potrebbero dover imparare che a tutto c'è un limite, anche all'uso del cellulare. Lo chiede un deputato di Forza Italia, Enrico Nan, che firma una proposta di legge per riconsiderare il ruolo dei telefonini nella società.

Secondo Nan sono molte le occasioni in cui l'uso del cellulare non solo va sconsigliato, va proprio vietato. Come lo scompartimento di un treno, dove il silenzio è d'oro e il trillo, se la proposta di Nan diverrà legge, potrebbe costare tra i 500 e 1.000 euro. L'idea è che se uno deve proprio telefonare dal treno lo può fare dal corridoio. Chissà cosa accadrà in quei convogli, quasi tutti ormai, che i corridoi proprio non ce li hanno.

L'idea di Nan, però, non è solo quella di insegnare ad usare il cellulare quando serve e non disturba ma anche di non sottovalutare i rischi per la salute. Per esempio negli ascensori, luoghi nei quali il cellulare è accusato di far male. Visto e "considerato che molti esperti del settore - spiega Nan - ritengono che una telefonata all'interno di un ascensore rivestito in alluminio possa determinare un effetto moltiplicatore elevatissimo delle onde elettromagnetiche".
Dunque attenzione al cellulare e a come si utilizza, proprio come è dovuta prudenza nell'uso delle sigarette. "Il Parlamento - spiega il deputato azzurro - ha disposto delle restrizioni alla libertà di fumare nei locali pubblici. Nella stesa direzione, si dovrebbero prevedere norme che regolino tutto ciò che arreca disturbo o danno alla persona. In quest'ottica deve essere regolamentato l'utilizzo dei telefoni cellulari"

La proposta Nan ricorda da vicino quella approvata nelle scorse settimane a New York e che sanziona con 50 dollari chi disturba gli altri con il proprio cellulare. Tempi duri per i patiti del wireless.
20 Commenti alla Notizia No ai cellulari, come alle sigarette
Ordina

  • "a disposto delle restrizioni alla libertà di fumare nei locali pubblici"

    Ma quando mai ... nessuno entra in un qualsiasi locale il sabato sera...

    Caro il nostro governo ... la legge oltre che creata andrebbe "anche" fatta rispettare......
    nop
    563
  • e coem la fai rispettare scusa la legge? ci sonoc arabinieri che girano per laocali e ospedali a fare multe. La legge si dovrebbe rispettare per civiltà, non perchè ci sono multe e chi te le fa fare. Se c'è una legge la si rispetta e stop. se tu vedi fumare in locale chiami al polizia ma non puoi pensare che la polizia batta tutti i locali sempre. Civiltà vuol dire portare grispetot per gli altri e ciò viene sempre più a mancare, vedo ragazzini che mettono i piedi con le scarpe sui sedili del treno dove poi tu ti devi sedere e se gli dici qualcosa ti mandano a cagare, se passa il controllore che li sgrida subito dopo li ritirano su, incuranti degli altri. Stiamo diventando maleducati non è la polizia però a doverci far cambiare ma noi stessi
    non+autenticato
  • > Stiamo diventando maleducati
    > non è la polizia però a doverci far cambiare
    > ma noi stessi

    Vedi tu se ogni giorno il gestore di un locale si becca una multa come da legge(molto salate)

    E' che purtroppo i vigili, le forze di polizia, i carabinieri ... il più delle volte il loro lavoro non lo fanno...
    nop
    563

  • "si dovrebbero prevedere norme che regolino tutto ciò che arreca disturbo o danno alla persona"

    Evvai forse riusciamo a liberarci di Schifani e Vito......
    non+autenticato

  • Toh un altra persona che vive fuori dal mondo...

    PI ha fatto bene a fare notare che la maggior parte dei treni non è più a scomparti ... ma tanto che vuoi che ne sappia un onorevole che viaggia in macchina blu ....

    questo mi fa capire che ci siede in parlamento non sa un c@zzo della vita del cittadino comune......

    Saluti

    PS Scusate la parolaccia ma quando ci vuole ci vuole....
    nop
    563

  • > Toh un altra persona che vive fuori dal
    > mondo...

    Non so mica sai...per me ci pigliano per il colon. In treno no, disturba, in ascensore no, fa male......MA LE ANTENNE CHE PROLIFERANO SUI PALAZZI!!!!QUELLE SONO BELLE E FANNO BENE ALLA CARIE!!!!!

    mavava.....
    biz
    non+autenticato
  • io non so se sia vera la storia dell'ascensore che moltiplica l'effetto, se lo è, è da prendere in considerazione. Le antenne sui palazzi non fanno niente di male, sono pochissimi watt, meno di molte lampadine (pensa che quando usi il phon ti spari fra i mille e i mille e quattrocento watt in testa senza alcuna schermatura...)
    non+autenticato
  • > PI ha fatto bene a fare notare che la
    > maggior parte dei treni non è più a
    > scomparti ... ma tanto che vuoi che ne
    > sappia un onorevole che viaggia in macchina
    > blu ....

    Infatti, e inoltre che senso ha vietare di parlare al cellulare?
    Una persona che parla al cellulare non fa più rumore di due persone che parlano fra di loro (a parte quelli che urlano, convinti che siccome stanno chiamando lontano devono parlare forte...), quindi seguendo questo ragionamento si dovrebbe vietare di parlare in treno...
    L'idea non è cattiva, ma è formulata male: semplicemente, obbligo levare la suoneria.
    Per quale motivo esiste la vibrazione? Per non disturbare!
    Che la gente impari a mettere la vibrazione.
    Introduciamo il divieto a tenere la suoneria, a qualsiasi volume, in cinema, teatri, treni, aerei, musei eccetera.
    Il problema è che tutti vogliono che le persone nel raggio di 100 chilometri ascoltino quant'è figa la loro suoneria di Mission Impossible...
    non+autenticato
  • ... se forse anzichè cercare di eliminarli dai luoghi pubblici si sensibilizzasse la gente? fare capire che parlare ad alta voce è fastidioso che sentire dei problemi che ha la suocera del zia dell'amica della cugina di Luca sinceramente a pochi interessa. Quando viaggio in treno (spesso) visto che son pendolare e cerco di leggermi un buon libro troppo spesso sento gente che grida al cellulare e telefonini che squillano è una tortura un fastidio mentre cerco di trovare un po' di pace in un buon libro dopo una faticosa e stressante giornata lavorativa. Lo ammetto mi chiamano anche a me per futili motivi a volte, ma la mia voce la si puo sentire solo se il treno è fermo e la puo sentire la persona che sta accanto a me ma son certo che non riuscirebbe nemmeno a capire ciò che dico, perchè io al telefono parlo civilmente cosa che la maggior parte della gente non fa!è pura ignoranza!e poi questi telefoni che squillano, io tengo il vibrocall attivo oppure guardo se lampeggia. Quindi se non si riesce a far maturare questo popolo di incivili son perfettamente in accordo con questa proposta di legge!
    Saluti
  • azz che esempio di virtù che sei...la prossima volta lasciami il tuo nome che voto te in parlamento...e già che ci siamo ti propongo pure per la beatificazione....
    sob..
    non+autenticato
  • ahhahahahahaha
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > azz che esempio di virtù che sei...la
    > prossima volta lasciami il tuo nome che voto
    > te in parlamento...e già che ci siamo ti
    > propongo pure per la beatificazione....
    > sob..

    Gia', incredibile pensare che persone cosi' possano esistere, vero ?
    Qualcuno dovrebbe abbandonare la propria mediocrita' per un attimo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > azz che esempio di virtù che sei...la
    > prossima volta lasciami il tuo nome che voto
    > te in parlamento...e già che ci siamo ti
    > propongo pure per la beatificazione....
    > sob..

    C'e' poco da prendere per il culo .. ha perfettamente ragione ..
    non+autenticato
  • Art. 660 Codice Procedura Penale

    - Molestia o disturbo alle persone -

    Chiunque, in luogo pubblico o aperto al pubblico, ovvero col mezzo del TELEFONO, per petulanza o per altro biasimevole motivo, reca a taluno molestia o disturbo è punito con l'arresto fino a sei mesi o con l'ammenda fino a lire un milione.
    --------------------------------------------------------
    Se i nostri parlamentari si informassero meglio sull'infinito numero di leggi, circolari e decreti da loro stessi promulgati probabilmente si eviterebbero queste iniziative penose tese a raggiungere una qualche discutibile forma di notorietà. Invece si assiste all'inverocondo spettacolo di una produzione continua di nuove leggi che si sovrappongono alle precedenti spesso generando confusione e difficoltà di interpretazione. Forse lo scopo segreto è proprio quello di creare una tale giungla di regole e regolamenti contradittori in maniera tale che chiunque qualunque cosa faccia commetta un qualche reato e che quindi sia sempre in soggezione nei confronti della legge e di quel potere che l'ha emanata.
    Una vicenda dal sapore kafkiano direi e pensare che il colpo proviene da uno di quei paladini ( a chiacchere) di quel partito che si propone di limitare l'invadenza e l'onnipresenza dello stato nella vita privata dei cittadini.
    Sarebbe poi veramente cosa gradita sapere in qualche modo dove il nostro eroe ha appreso che i cellulari in ascensore fanno male.
    Forse il nostro ha letto troppi articoli allarmistici di PI sull'argomento.

    Saluti scettici

    Nasoblu4
  • Probabilmente hai ragione, in quanto la legge prevede proprio molestie e disturbo in luogo pubblico (il fatto che può essere creato anche dal trillo di un telefono è opinabile, ma saranno i giudici a stabilirlo), ma il fatto che tu evidenzi la parola telefono è un errore.

    Quel comma si riferisce alle molestie telefoniche, nel senso che ti chiamo a casa 500 volte perseguitandoti, non che faccio squillare il mio cellulare su un treno.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Quel comma si riferisce alle molestie
    > telefoniche, nel senso che ti chiamo a casa
    > 500 volte perseguitandoti, non che faccio
    > squillare il mio cellulare su un treno.

    Le leggi vanno ad interpretazione.
    Secondo me un bravo avvocato avrebbe ottime chances.Sorride
    non+autenticato
  • > Le leggi vanno ad interpretazione.
    > Secondo me un bravo avvocato avrebbe ottime
    > chances.Sorride

    Probabilmente quella legge è stata scritta quando i telefoni erano solo fissi...
    Curioso come adesso potrebbe avere tutt'altra interpretazione rispetto a quello che probabilmente era lo scopo del legislatore.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)