Alfonso Maruccia

UE, ecce ACTA

Emergono nuovi dettagli sul famigerato piano segreto per estendere la difesa del copyright in tutto il mondo. L'Europa si allarma e accusa l'amministrazione Obama: volete regole a senso unico

Roma - Più se ne parla e più crescono le preoccupazioni per il livello di enforcement della difesa del copyright previsto da ACTA, il trattato segreto che gli Stati Uniti stanno "cucinando" con un nutrito gruppo di paesi con l'obiettivo finale di inasprire ed estendere un certo tipo di misure a tutela del diritto d'autore.

L'ultima rivelazione su ACTA arriva dall'analisi del trattato fatta dalla Commissione Europea, un'analisi finita online grazie al partito politico tedesco Die Linke e che secondo commentatori esperti del settore come il canadese Michael Geist conferma le peggiori prospettive legali sin qui ipotizzate.

Dalle poche pagine dell'analisi della UE, dice Geist, si apprende come il trattato miri al semplice obiettivo di introdurre ai quattro angoli del globo misure come la risposta graduale per la cancellazione del diritto alla rete in caso di infrazione reiterata e senza il minimo bisogno di passare prima per i tribunali. Ma non è tutto: il mondo intero dovrebbe adeguarsi alle norme statunitensi sul copyright come il Digital Millennium Copyright Act (DMCA), con la stringente proibizione di violare le tecnologie di protezione dei contenuti, l'estensione di concetti come "l'incitamento" all'infrazione del copyright e l'attribuzione della responsabilità a soggetti terzi in legislazioni che ne sono attualmente sprovviste.
Si tratta, nota Geist, nota la UE e notano un po' tutti quanti, di misure restrittive senza precedenti che in Europa (così come in Canada e altrove) andrebbero largamente oltre le attuali normative e garanzie di equilibrio tra tutela dei consumatori, del bene comune e dell'industria dei contenuti.

Parallelamente alla pubblicazione del lavoro di analisi della UE su ACTA, poi, non manca chi sottolinea ancora una volta la fallacità delle misure coercitive che il trattato vorrebbe estendere ovunque nel mondo, una totale incapacità a raggiungere l'obiettivo dato (cioè la lotta alla "pirateria" digitale) che ha come spiacevole effetto collaterale la regressione dello sviluppo di Internet e la creazione di anomale distorsioni sul piano sociale ed economico.

E quanto alla presunta validità delle indagini tra i tracker BitTorrent e le reti di P2P, che l'industria vorrebbe far assurgere a prova e strumento incontestabile di denunzia e cancellazione del diritto alla connessione, il professor Mike Freedman della Princeton University prova con dovizia di documentazione che le agenzie investigative vecchie e nuove sono sin troppo sbrigative nel tracciare, individuare indirizzi IP un tanto al chilo e far partire minacce legali un po' alla rinfusa.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàCassandra Crossing/ Frutti di un albero malato di Marco Calamari - LibertÓ Ŕ non perdere di vista i propri diritti, e non accettare di vederli depauperati. LibertÓ Ŕ conoscere i propri diritti, e quanto li minaccia. LibertÓ Ŕ ricordarsi di difendere i propri diritti, in ogni situazione
  • Diritto & InternetAlea ACTA est?Nessuna voce ufficiale, ma le indiscrezioni sul negoziato internazionale sul trattato contro la contraffazione scuotono la Rete
  • AttualitàACTA è segreto per proteggere gli USAGli Stati Uniti non rilasceranno i documenti relativi alla negoziazione del patto anticontraffazione. Mostrarli ai cittadini attenterebbe alla sicurezza nazionale
  • AttualitàL'Europa svelerà ACTAIl Parlamento chiede trasparenza alla Commissione. DovrÓ rendere pubblici tutti i documenti emessi nel corso della negoziazione segreta del trattato anticontraffazione. Cittadini e intermediari potranno sapere
45 Commenti alla Notizia UE, ecce ACTA
Ordina
  • Non capisco perche' scaldarsi tanto, se ci si infervora immagino sia perche' si scarica abitualmente materiale illegale. Ed e' proprio questo comportamento che danneggia tutti quanti: le piccole realta' muoiono mentre i grandi hanno capito che l'unico modo di fare soldi non sono i DRM, bensi' "togliere i computer dalle mani degli utenti" fornendo solo servizi in clouds, dove anche la vostra lista della spesa risiede su *loro* server in India.

    L'ACTA e' solo una piccola cosa (con qualche punto da chiarire).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dani
    > Non capisco perche' scaldarsi tanto, se ci si
    > infervora immagino sia perche' si scarica
    > abitualmente materiale illegale.

    Esatto.

    > Ed e' proprio
    > questo comportamento che danneggia tutti quanti:

    ESATTO!!!

    Ma togliere lo scarico di musica e film gratis è come togliere le sigarette ad un fumatore.
    ruppolo
    33146
  • Trollallero trollallà
    guast
    1319
  • personalmente sono d'accordo sul fatto che i proprietari dei diritti economici sulle opere dell'ingegno facciano ciò che vogliono con i propri prodotti

    sono anche uno che ha da sempre affermato che se lor signori si comportano male non bisogna scaricare "aggratis" ma boicottarli

    riguardo l'acta, però, è il più eclatante esempio di non democrazia che mostra chiaramente chi è che comanda veramente il mondo alla faccia dei governi, dei parlamenti, delle elezioni e dei sudditi/cittadini
  • > sono anche uno che ha da sempre affermato che se
    > lor signori si comportano male non bisogna
    > scaricare "aggratis" ma boicottarli

    non posso far altro che concordare.
    pippuz
    1260
  • - Scritto da: pabloski
    > personalmente sono d'accordo sul fatto che i
    > proprietari dei diritti economici sulle opere
    > dell'ingegno facciano ciò che vogliono con i
    > propri
    > prodotti

    Si ma...il problema, secondo me, è che i proprietari dei diritti economici dovrebbero essere i diretti interessati, leggasi artisti, software house...e non i distributori e le major che fanno soldi a palate in barba a chi davvero s'è fatto il mazzo quadrato per cacciare fuori un'opera.
  • Sono talmente cretini che non si rendono conto che quello che propongono è un buon metodo per far tornare la gente ai VHS
    non+autenticato
  • verso le comunicazioni cifrate.
    Eppure MI5 e MI6 hanno fatto presente che i sistemi di protezione delle telecomunicazioni si stanno diffondendo.

    Quando si parla di utenti della rete si parla di persone che, in molti casi sono competenti e preparate, e in molti altri pronte ad imparare.
    Ok, poi ci sono i cretini, ma anche loro sono sempre piu' abili delle misure prese per impedire loro di nuocere (cit).

    La presenza di una minaccia non fa altro che stimolare lo sviluppo di una (o piu') contromisure adeguate.

    GT
  • Io confido molto in una presa di posizione degli ISP.
    Se passano le norme e gli ISP non fanno una cippa per contrastarli, buona parte degli utenti passano al primo piano meno costoso con Facebook flat che verrà offerto.
    Alcuni altri passeranno alle darknet ma io non ci conto troppo: hanno svantaggi non indifferenti.
    Di sicuro che proporrà un decente P2P cifrato farà un botto di adesioni.
  • - Scritto da: Guybrush
    > La presenza di una minaccia non fa altro che
    > stimolare lo sviluppo di una (o piu')
    > contromisure
    > adeguate.
    >
    > GT
    E tu pensi di vincere la guerra contro il potere così?
    ruppolo
    33146
  • sarebbe ora che gli stati uniti come potenza cadessero, e magari si trascinassero dietro anche israele... ne abbiamo piene le palle del loro imperialismo! buffoni
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jack
    > sarebbe ora che gli stati uniti come potenza
    > cadessero, e magari si trascinassero dietro anche
    > israele... ne abbiamo piene le palle del loro
    > imperialismo!
    > buffoni

    Bello, ma cosa centra con l'acta?
    Forse nei comenti avete perso di vista il topic.
    L'alternativa sono le darknet.
    Alla fine internet se continua cosi' collassera' sotto tutte le loro cazzate, e sorgeranno darknet un po' ovunque...
    non+autenticato
  • quoto abbastanza. la internet 'pubblica' dove tutti possono scrivere quel che cavolo gli pare sparirà e si tornerà al caro e vecchio -sottobanco- stile carboneria. la scure della futura censura globale ci colpirà tutti. scenario apocalittico ? forse, ma forse no. come si dice, chi vivrà, vedràOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: bfdm
    > - Scritto da: Jack
    > > sarebbe ora che gli stati uniti come potenza
    > > cadessero, e magari si trascinassero dietro
    > anche
    > > israele... ne abbiamo piene le palle del loro
    > > imperialismo!
    > > buffoni
    >
    > Bello, ma cosa centra con l'acta?
    > Forse nei comenti avete perso di vista il topic.
    > L'alternativa sono le darknet.
    > Alla fine internet se continua cosi' collassera'
    > sotto tutte le loro cazzate, e sorgeranno darknet
    > un po'
    > ovunque...
    E quando ne troveranno una prenderanno i loro adepti e li giustizieranno sul posto.
    ruppolo
    33146
  • Mai visto "V for Vendetta"? No, eh? Anche le guardie monarchiche francesi giustiziavano, poi però la ghigliottina ha iniziato a funzionare al contrario. Il bello è che Re Luigi XVI aveva anche consigliato una lama ricurva invece che piatta. Funzionò benissimo su di lui appena nove mesi dopo.A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Polemik
    > Mai visto "V for Vendetta"? No, eh? Anche le
    > guardie monarchiche francesi giustiziavano, poi
    > però la ghigliottina ha iniziato a funzionare al
    > contrario. Il bello è che Re Luigi XVI aveva
    > anche consigliato una lama ricurva invece che
    > piatta. Funzionò benissimo su di lui appena nove
    > mesi dopo.
    >A bocca aperta

    E poi funzionò altrettanto bene su Robespierre, un anno e sette mesi dopo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jack
    > sarebbe ora che gli stati uniti come potenza
    > cadessero, e magari si trascinassero dietro anche
    > israele... ne abbiamo piene le palle del loro
    > imperialismo!
    > buffoni

    Mancava all'appello il solito antisemita, eccolo Indiavolato
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mossad

    > Mancava all'appello il solito antisemita, eccolo
    >Indiavolato

    fammi capire... quindi se uno parla male, che so, del governo Berlusconi questo significa che disprezza gli italiani come razza?
    non+autenticato
  • - Scritto da: il signor rossi
    > - Scritto da: Mossad
    >
    > > Mancava all'appello il solito antisemita,
    > eccolo
    >
    > >Indiavolato
    >
    > fammi capire... quindi se uno parla male, che so,
    > del governo Berlusconi questo significa che
    > disprezza gli italiani come
    > razza?

    No, ma in questo caso: che c'entra Israele con gli USA?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pianetino
    > - Scritto da: il signor rossi
    > > - Scritto da: Mossad
    > >
    > > > Mancava all'appello il solito antisemita,
    > > eccolo
    > >
    > > >Indiavolato
    > >
    > > fammi capire... quindi se uno parla male, che
    > so,
    > > del governo Berlusconi questo significa che
    > > disprezza gli italiani come
    > > razza?
    >
    > No, ma in questo caso: che c'entra Israele con
    > gli
    > USA?

    Infatti.
    Si portasse via invece la mafia ebraica di Wall Street.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jack
    > sarebbe ora che gli stati uniti come potenza
    > cadessero,

    Stiamo giustappunto avendo un assaggio di un piccolissimo crollo... vorresti dargli un'altra spallatina? Così torniamo al medioevo nel giro di un paio di mesi?
    ruppolo
    33146
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)