Claudio Tamburrino

Psystar e Apple, quasi una tregua

Raggiunto un accordo tra le aziende. Ma il clonatore della Florida, pur dovendo pagare quasi 3 milioni di danni, non demorde e gioca la carta della furbizia

Roma - Le complicate vicende legali che vedono coinvolte Apple e il produttore di cloni Mac Psystar potrebbero essere giunte a una svolta decisiva che dovrebbe condurre tutta la vicenda alla sua fine naturale: le parti hanno chiuso un accordo per cui in cambio di 2,7 milioni di dollari (di cui circa la metà per spese legali) di rimborso danni, Cupertino si impegna a far cadere tutte le accuse relative a violazione di proprietà intellettuale mosse alla società della Florida. Che in cambio rinuncia a vendere PC con Mac OS X preinstallato.

Il giudizio preliminare della Corte della California (l'ennesimo capitolo di una lunga serie di vicende legali che hanno visto le parti litigare su varie accuse e davanti giudici differenti), d'altronde, sembrava già aver messo una croce sulla questione che Psystar porta ostinatamente avanti da più di un anno, nonostante le sentenze fin qui raggiunte non siano mai state a suo favore. Aveva anche tentato il contrattacco accusando Apple di violazione di norme antitrust, per il legame che crea tramite le sue EULA tra software e hardware.

Sembra tuttavia che Psystar stia tentando di escludere dalle concessioni riconosciute a Apple la possibilità di vendere Rebel EFI, il prodotto che per mette di far girare Snow Leopard su PC non Mac. Il punto sembra essere che Psystar implicitamente riconosce l'infrazione di proprietà intellettuale e passa la palla direttamente agli utenti: non venderà più lei stessa una copia di Mac OS, ma permetterà a chi ne vorrà acquistare una di poterla farla girare su PC diversi da quelli Apple.
In questo modo si sposterebbe la responsabilità dell'infrazione agli utilizzatori finali. I quali non incapperebbero in alcun illecito dal momento che l'uso del software Apple, almeno da quanto affermato dalla stessa Pystar, da parte degli utenti "sarebbe configurabile come utilizzo per scopi interni, anche secondo gli standard articolati da Apple nelle mozioni presentate". Se un giudice riconoscesse tale tesi, la vendita da parte di Psystar del boot loader sarebbe legittimata.

Questo ennesimo cambio di strategia dovrebbe innanzitutto significare che il processo non si concluderà: l'accordo raggiunto non avrà infatti effetto fino a quando non saranno concluse tutte le questioni pendenti davanti ad una corte, e la valutazione del boot loader ribelle resterà presumibilmente ancora sul piatto della bilancia del giudice. Si tratta in ogni caso di un accordo parziale, che sembra semplicemente riconoscere la cifra finora dovuta dal clonatore Mac a Apple. E che lascia comunque ancora pendente il procedimento davanti alla corte della Florida dove Psystar sta tentando proprio di difendere il boot loader.

Nonostante l'accordo, oltretutto, Psystar sembra ancora vendere i PC insieme a Mac OS X, anche se sul sito si legge che tali prodotti non sono disponibili a magazzino. Insomma il clone vuole cambiar forma per portare avanti il medesimo modello di business: d'altronde, secondo le sue folli ottimistiche previsioni (e nonostante finora abbia venduto solamente circa 768 sistemi secondo le ricostruzioni) le cifre lieviteranno vertiginosamente nel prossimo triennio, arrivando a 470 mila apparecchi nel 2010 e addirittura 1,45 milioni nel 2011. E questo solo nella previsione della strategia conservativa: ne avrebbero anche una aggressiva che li porterebbe a vendere 12 milioni di macchine. Cupertino nel 2009 si è fermata a 10,4 milioni di Mac.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
36 Commenti alla Notizia Psystar e Apple, quasi una tregua
Ordina
  • Non so se punto informatico ne abbia già parlato in passato, ma mi risulta che un aggeggio simile esisteva già con il nome di EFI-X che tra l'altro è in preparazione la versione 2.0:

    http://art-studios.net/catalog/20

    Esiste già insommaA bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • beh, non è niente di nuovo che si fa da tanti anni con e senza rebelefi ^^
    non+autenticato
  • sia efix che rebel EFI violano i termini dell'APSL. E' boot-132 camuffato per vendere fuffa ai polli, senza alcun rilascio dei sorgenti.
    http://netkas.org/?p=310
    non+autenticato
  • ... Ma l'avevo detto!A bocca aperta

    Scherzi a parte, facendo così non sarebbe più psystar a violare la proprietà di Apple, ma i singoli utenti.
    Da qui si capisce benissimo che sarà impossibile ad Apple rincorrerli tutti uno ad uno.
    O riusciranno legalmente a bloccare la mossa di Psystar, o cercheranno in tuti i modi di escludere i cloni dal macOS.

    Io a questo punto non mi fiderei a comprare RebelEFI in ogni caso... Voi?
  • io non lo compro perchè ci sono altre soluzioni gratuite ugualmente funzionanti (preciso che ho ANCHE un mac vero)
    escludere i cloni via software è impossibile. e se anche lo facessero cè chi lo 'craccherebbe' (bella parola è !) in 2 giorni.
    non saprei dire se con quella mossa la cosa diventi legale per psystar e illegale per i singoli utenti (impossibili da prendere come giustamente dici), forse la soluzione potrebbe essere quella di introdurre un WGA come lo ha windows, ma anche li, in 2 giorni verrebbe corrotto tranquillamente.
    Apple forse la spunta con psystar, ma con hackint0sh può giusto stare a casa sua.
    non+autenticato
  • - Scritto da: LuNa
    > io non lo compro perchè ci sono altre soluzioni
    > gratuite ugualmente funzionanti (preciso che ho
    > ANCHE un mac vero)
    >

    Io non lo prenderei sia per questo sia perché se devo lottare con eventuali incompatibilità o protezioni allora meglio Linux o Windows.
    MacOSX va bene sugli Apple, su li è nato e su li lo lascerei, anche se tecnicamente potrebbe girare altrove.

    > escludere i cloni via software è impossibile. e
    > se anche lo facessero cè chi lo 'craccherebbe'
    > (bella parola è !) in 2
    > giorni.

    Non saprei se sia impossibile, non conosco il funzionamento del componente in questione.
    Ma anche ammesso fosse così, perché rischiare incompatibilità e problemi dovuti ad aggiornamenti? (vedi il recente supporto atom sparito)

    > non saprei dire se con quella mossa la cosa
    > diventi legale per psystar e illegale per i
    > singoli utenti (impossibili da prendere come
    > giustamente dici), forse la soluzione potrebbe
    > essere quella di introdurre un WGA come lo ha
    > windows, ma anche li, in 2 giorni verrebbe
    > corrotto
    > tranquillamente.

    Spero di no, Apple non l'ha mai fatto anche perché sa che è controproducente: Più problemi per gli utenti, e crack che minano la sicurezza del SO in circolazione.

    > Apple forse la spunta con psystar, ma con
    > hackint0sh può giusto stare a casa
    > sua.

    Non penso le interessi, hackintosh fa un buon lavoro, testando periferiche e sopratutto esplorando a fondo OSX, senza scopo di lucro.
    Sicuramente Apple potrebbe intervenire, ma penso che non le dia fastidio.
    Chi usa un hackintosh non è comunque disposto a comprare un mac, altrimenti lo avrebbe già comprato.
  • l'hanno scorso sul mio vecchio PC ho messo l'osx hackintosh, ho da poco preso un iMac 21 e devo ammettere che è molto meglio, sul PC avevo sempre paura che qualcosa andasse storto, sul imac da tutto molta più fiducia.

    non sono l'unico che dopo un hackintosh se comprato un vero Mac
    non+autenticato
  • io invece l'ho comprato proprio perchè l'ho provato primaSorride e me ne sono innamorato. non ostante questo, continuo a usare il mio bell'hackint0sh (oltre al mac apple) sul mio quad core, e ne sono soddisfatissimo. chiaramente tutto bello vanilla, aggiornamenti ufficiali eccetera ecceteraSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: AtariLover
    > ... Ma l'avevo detto!A bocca aperta
    >
    > Scherzi a parte, facendo così non sarebbe più
    > psystar a violare la proprietà di Apple, ma i
    > singoli
    > utenti.
    > Da qui si capisce benissimo che sarà impossibile
    > ad Apple rincorrerli tutti uno ad
    > uno.
    > O riusciranno legalmente a bloccare la mossa di
    > Psystar, o cercheranno in tuti i modi di
    > escludere i cloni dal
    > macOS.
    >
    > Io a questo punto non mi fiderei a comprare
    > RebelEFI in ogni caso...
    > Voi?
    Noi? Io comprerei un pc qualsiasi e ci metterei Ubuntu.
    non+autenticato
  • Eheh è la scelta che ho fatto anche io, ma senza UbuntuA bocca aperta
  • il punto é appunto che Psystar vendeva una soluzione out of the box, competitiva con il target di utente che avrebbe comprato un mac per avere OSX.

    Chi é abbastanza smanettone da saper fare da se non é "perseguibile" la Apple mica puˇ permettersi di fare causa a tutti quelli che hanno fatto un hackintosh!

    Perˇ, farsi rubare mercato da un'azienda che vende cassoni solo grazie ad OSX preinstallato... beh é un'altra storia!

    Nel momento in cui Psystar non vende soluzioni out of the box smette di essere una cosa preoccupante
    MeX
    16897
  • - Scritto da: AtariLover
    > ... Ma l'avevo detto!A bocca aperta
    >
    > Scherzi a parte, facendo così non sarebbe più
    > psystar a violare la proprietà di Apple, ma i
    > singoli
    > utenti.
    > Da qui si capisce benissimo che sarà impossibile
    > ad Apple rincorrerli tutti uno ad
    > uno.
    > O riusciranno legalmente a bloccare la mossa di
    > Psystar, o cercheranno in tuti i modi di
    > escludere i cloni dal
    > macOS.
    >
    > Io a questo punto non mi fiderei a comprare
    > RebelEFI in ogni caso...
    > Voi?

    In tutta onestà, guardando il sito psystar questo RebelEFI sembra un falso. Nel senso che non ci sono informazioni dettagliate a riguardo, non dice come funziona...sembrano tanto le trovate pubblicitarie di un noto premier.

    Ad ogni modo la penso come te: osx è nato su mac ed è pensato per girare su mac, quindi lì deve rimanere. Certo, mi piacerebbe poterlo installare per provarlo per qualche settimana, magari prima di compiere il salto al mac...ma da qui a comprare RebelEFI...
  • - Scritto da: DarkOne
    > Certo, mi piacerebbe poterlo installare
    > per provarlo per qualche settimana, magari prima
    > di compiere il salto al mac...

    Vai in fiduciaOcchiolino
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: DarkOne
    > > Certo, mi piacerebbe poterlo installare
    > > per provarlo per qualche settimana, magari prima
    > > di compiere il salto al mac...
    >
    > Vai in fiduciaOcchiolino

    Ripongo fiducia solo in me stesso, e a volte nemmeno!Con la lingua fuori
  • 1 gli utenti che dovessero acquistare "Rebel EFI", imho, infrangerebbero la clausola di Os X che prevede che questo possa essere installato solo su macchine Apple.

    2 gli utenti che dovessero acquistare "Rebel EFI" sarebbero dei pirla, perché soluzioni equivalenti sono liberamente scaricabili da internet.

    3 i creatori del firmware che permette di installare Os X su macchine non Apple non avevano accusato Psystar di utilizzare indebitamente il loro lavoro?

    4 di cosa si fanno gli amministratori di Psystar per fare così mirabolanti previsioni?

    5 considerazione più importante: visto che Psystar non ha un soldo, come pagherebbe i $ 3mln ad Apple? in un altro articolo si diceva che Psystar ha asset per $50k, la disponibilità di $ 3 mln non permetterebbe di scoprire chi sta dietro a quest'azienda?

    ps: i flame non sono graditi
    pippuz
    1260
  • - Scritto da: pippuz
    > 1 gli utenti che dovessero acquistare "Rebel
    > EFI", imho, infrangerebbero la clausola di Os X
    > che prevede che questo possa essere installato
    > solo su macchine
    > Apple.
    >
    > 2 gli utenti che dovessero acquistare "Rebel EFI"
    > sarebbero dei pirla, perché soluzioni equivalenti
    > sono liberamente scaricabili da
    > internet.
    >
    > 3 i creatori del firmware che permette di
    > installare Os X su macchine non Apple non avevano
    > accusato Psystar di utilizzare indebitamente il
    > loro
    > lavoro?
    >
    > 4 di cosa si fanno gli amministratori di Psystar
    > per fare così mirabolanti
    > previsioni?
    >
    > 5 considerazione più importante: visto che
    > Psystar non ha un soldo, come pagherebbe i $ 3mln
    > ad Apple? in un altro articolo si diceva che
    > Psystar ha asset per $50k, la disponibilità di $
    > 3 mln non permetterebbe di scoprire chi sta
    > dietro a
    > quest'azienda?
    >
    > ps: i flame non sono graditi


    Effettivamente secondo me si tratta di un bagno di sangue giudiziario per Apple, vedrai che pystar sparirà rapidamente dal mercato e che risorgerà prontamente un'altro venditore di cloni con un'altra ragione sociale, Apple sta sbagliando a perseguire realtà così marginali, rischia di fare una caccia ai fantasmi con il pericolo che dai vari giudizi possa uscirne qualcuno che possa indebbolire le sue posizioni...
  • ma apple non perseguita tutte le realtà marginali, ma per adesso solo chi vuole lucrarci sopra. i vari progetti hackintosh non sono stati ancora toccati e spero che non lo facciano, perchè portano vantaggi a loro sicuramente.
  • Parliamone... gli Hackintosh violano la proprietà intellettuale esattamente come sta facendo psystar, con una unica eccezione:
    NON CI FANNO SOLDI!
    non+autenticato
  • esatto e soprattutto provano molto hw e documentano i risultati.
    è una cosa che fa molto comodo direi e non ha senso bloccarla.
  • eccezione non da poco se consideri che l'unica cosa che interessa apple sono i $
    non+autenticato
  • - Scritto da: rippone
    > eccezione non da poco se consideri che l'unica
    > cosa che interessa apple sono i
    > $

    Non solo quelli...
  • - Scritto da: soulista
    > - Scritto da: rippone
    > > eccezione non da poco se consideri che l'unica
    > > cosa che interessa apple sono i
    > > $
    >
    > Non solo quelli...

    Mi sa che mi sono perso il momento in cui Apple è diventata una ONLUS...
    non+autenticato
  • o una banca
  • Senti, io capisco che la scritta "i flame non sono graditi" abbia attirato subito la tua attenzione e ti abbia fatto rispondere al mio post giusto per smentirla, ma ti ho ripetutamente chiesto di evitare di rispondere ai miei post. Avrai anche idee giuste, convincenti, tutto quello che vuoi, ma so che un confronto fra me e te non è possibile e che molto difficilmente può portare a qualcosa di buono. Ti rinnovo l'invito a non rispondere ai miei post.
    pippuz
    1260
  • uno risponde a chi vuole ... e tu puoi decidere di non leggerlo

    cos'è tutta sta para mentale ?
    non+autenticato