Alessandro Del Rosso

Asus lavora all'EeeBot androide

In collaborazione con il Governo taiwanese, Asus sta sviluppando un robot che, pur essendo espressamente dedicato ai più piccoli, sembra avere grandi potenzialità. Il suo sistema operativo sarà Android

Roma - Un robot accoppiato con Android. No, non si tratta di un impudico racconto di sesso fantascientifico, ma di un progetto di Asus finanziato nientemeno che dal governo taiwanese. Volete sapere cosa possa mai scaturire dall'unione tra un robot e un androide? È presto detto: un EeeBot.

L'obiettivo del progetto EeeBot è quello di costruire un piccolo robot "in grado di interagire con i bambini". Ma se la parola bambini può far pensare ad un giocattolo, meglio ricredersi subito: stando alla bozza del progetto, EeeBot sarà un robot piuttosto sofisticato, dotato di sintetizzatore vocale, telecamere, riconoscimento della voce, sensori di movimento e posizione, sistema di navigazione locale, capacità di apprendere sequenze di comandi e tutta una serie di strumenti con cui potrà trasmettere al bambino le proprie "emozioni" (se così vogliamo chiamarle).

Sebbene il governo taiwanese sia interessato a EeeBoot soprattutto per la sperimentazione di nuove modalità di interazione uomo-macchina, Asus intende fare del suo robot un prodotto commerciale di massa: da qui la scelta di abbinare il suo bot all'ormai popolarissimo brand Eee. Per riuscirci dovrà però contenere il prezzo di EeeBot, finanziando i costi di produzione con altre fonti di reddito. Asus ha così pensato di utilizzare il suo robot per veicolare tutta una serie di servizi e contenuti a pagamento o sponsorizzati da terze parti.
I dettagli dei piani di Asus non sono ancora noti, ma è possibile immaginare che EeeBot potrà ad esempio interfacciarsi, via Internet, a giochi, software e contenuti digitali espressamente dedicati ai bambini e all'apprendimento.

Come si è detto, il sistema operativo che girerà su EeeBot sarà Android o, per la precisione, una sua versione appositamente modificata. È lecito attendersi che questa scelta si accompagnerà al rilascio di un SDK aperto e gratuito, che permetta a chiunque di sviluppare programmi per il robot dalla tripla e.

Ma EeeBot non è esattamente dietro l'angolo: Asus prevede di avviarne la produzione in quantità limitate tra circa un paio d'anni.

Alessandro Del Rosso
21 Commenti alla Notizia Asus lavora all'EeeBot androide
Ordina