Alfonso Maruccia

Blu-ray sposa il 3D

Il gruppo di supporto dello standard high-def ha annunciato la finalizzazione delle specifiche per la visione 3D. Che sarà retrocompatibile ma richiederà molto probabilmente un nuovo lettore per essere apprezzata appieno

Roma - Facendo seguire i fatti alle promesse già fatte, la Blu-ray Disc Association ha finalmente reso nota l'avvenuta ratifica delle specifiche per la visione tridimensionale in alta definizione nel salotto di casa. Il gruppo promotore dello standard di Sony esalta le doti spettacolari del nuovo entertainment aumentato, ma nessuna rosa è senza spine: già si prospettano upgrade affatto indolori per gli appassionati di cinema e home video.

"Nel corso di quest'anno - ha dichiarato il presidente di BDA Victor Matsuda - i più assidui frequentatori di cinema hanno dimostrato una schiacciante preferenza per il 3D quando messi di fronte alla possibilità di vedere una release cinematografica in 3 o 2 dimensioni. Crediamo che questa richiesta per contenuti in 3D finirà nelle case ora che abbiamo, con il Blu-ray Disc, un mezzo in grado di portare l'esperienza Full HD in 3D di qualità nel salotto domestico".

I nuovi video-dischi codificati in 3D faranno uso del codec Multiview Video Coding (MVC), estensione del formato H.264 già utilizzato per i dischi BD "standard". In confronto a un film in 2D, la versione tridimensionale sarà caratterizzata dall'utilizzo di un 50% di banda in più. I BD in 3D potranno inoltre essere retrocompatibili con lettori e televisori sprovvisti di tale funzionalità, limitandosi in tali casi a visualizzare le immagini standard in Full HD - sempre che gli studios decidano in tal senso.
Per quanto riguarda la compatibilità delle caratteristiche 3D con i lettori Blu-ray già in commercio, però, le cose si fanno un po' più complicate e molto meno piacevoli economicamente parlando: alcuni dei lettori potrebbero divenire compatibili con un semplice aggiornamento, ma questa - dicono da BDA - sarà più l'eccezione che la regola e nella maggior parte dei casi sarà necessario acquistare un nuovo player per fruire della nuova dimensione dell'entertainment patinato in alta definizione.

Per i possessori di PS3 il problema non sussiste, visto che basterà un aggiornamento al firmware per fornirle le capacità necessarie a processare i BD 3D. La cosa comunque non farà piacere ai possessori di televisori - magari anche costosi e al passo coi tempi - incapaci di fornire immagini tridimensionali con le adeguate frequenze di refresh video (120 Hz per una stereoscopia a 60 Hz), anch'essi costretti ad acquistare un nuovo prodotto per star dietro all'evoluzione tecnologica dell'intrattenimento in formato digitale.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaSony e la TV 3DIl management della multinazionale scommette sulla proliferazione delle televisioni a tecnologia tridimensionale da qui a tre anni. Un risultato, a ben guardare, non tanto impossibile
  • TecnologiaBlu-ray sarà anche 3DIl consorzio che promuove lo standard sta lavorando ad una specifica che consentirà agli studios di distribuire, sul mercato domestico, versioni tridimensionali dei propri film. Nel frattempo Sony porterà la stereoscopia nei suoi televisori
101 Commenti alla Notizia Blu-ray sposa il 3D
Ordina
  • ho un tv samsung 46" con 3d per vedere dvd in 3d mi occorre un lettore blu-ray 3d?
    non+autenticato
  • Cinema 3D, televisioni 3d, posso capire il cinema e vi dirò anche perchè, normalmente per le prime visioni, i film che viaggiano sul p2p sono ripresi al cinema, questo non è possibile farlo con i film 3d, di conseguenza è un sistema antipirateria naturale, ma io vedo già i miei figli, che dopo i primi due o tre film 3d, si sono rotti degli occhialini e mi chiedono di vederlo in normal, pensate a casa, siete sul vostro divano comodi, dediti allo svacco, con sti cosi sulla faccia pesanti e in alcuni casi con un filo che pende, lo so che esistono diversi modelli ma quelli senza filo costano una fucilata, pensate se invitate degli amici, diciamo almeno 4 occhialini servono, per vedere cosa?...qualche immagine in 3d?

    Solito spreco di soldi inutile, ho letto un commento sopra ridicolo, questa è un'evoluzione come l'audio, hahahaha, il 3d è una panacea per bimbi minchia, la vera evoluzione saranno gli ologrammi, li ci sarà il salto, ma siamo ancora molto lontani da tutto ciò.
    non+autenticato
  • QUOTO!


    - Scritto da: so sempre io
    > Cinema 3D, televisioni 3d, posso capire il cinema
    > e vi dirò anche perchè, normalmente per le prime
    > visioni, i film che viaggiano sul p2p sono
    > ripresi al cinema, questo non è possibile farlo
    > con i film 3d, di conseguenza è un sistema
    > antipirateria naturale, ma io vedo già i miei
    > figli, che dopo i primi due o tre film 3d, si
    > sono rotti degli occhialini e mi chiedono di
    > vederlo in normal, pensate a casa, siete sul
    > vostro divano comodi, dediti allo svacco, con sti
    > cosi sulla faccia pesanti e in alcuni casi con un
    > filo che pende, lo so che esistono diversi
    > modelli ma quelli senza filo costano una
    > fucilata, pensate se invitate degli amici,
    > diciamo almeno 4 occhialini servono, per vedere
    > cosa?...qualche immagine in
    > 3d?
    >
    > Solito spreco di soldi inutile, ho letto un
    > commento sopra ridicolo, questa è un'evoluzione
    > come l'audio, hahahaha, il 3d è una panacea per
    > bimbi minchia, la vera evoluzione saranno gli
    > ologrammi, li ci sarà il salto, ma siamo ancora
    > molto lontani da tutto
    > ciò.
    MeX
    16902
  • Infatti; e poi quante volte capita di mettere un film mediocre, e di seguirlo solo a metà (un po' guardi il film, un po' chiacchieri con gli amici). Se hai messo il film solo come "sottofondo", che fai? tieni gli occhiali? E se ti addormenti davanti alla tv che fai?
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > Infatti; e poi quante volte capita di mettere un
    > film mediocre, e di seguirlo solo a metà (un po'
    > guardi il film, un po' chiacchieri con gli
    > amici). Se hai messo il film solo come
    > "sottofondo", che fai? tieni gli occhiali? E se
    > ti addormenti davanti alla tv che
    > fai?


    Ma lol, se ti addormenti con gli occhiali, ti svegli con un ologramma degli stessi in bassoriglievo sulla fronte, li si che sarai innovativo!!!

    hahahaha.
    non+autenticato
  • > Se hai messo il film solo come
    > "sottofondo", che fai? tieni gli occhiali? E se
    > ti addormenti davanti alla tv che fai?

    Addormentarsi con gli occhiali?

    Pericolosissimo!!! A bocca aperta
    non+autenticato
  • Se hai quelli col filo, ti giri nel sonno e tiri giù lettore bluray e tutto; buon divertimento.
    non+autenticato
  • > Se hai quelli col filo, ti giri nel sonno e tiri
    > giù lettore bluray e tutto; buon
    > divertimento.

    Il filo si usava anni fa. Ora c'è un ricevitore a infrarossi.

    Quindi nessun pericolo.
    non+autenticato
  • > Il filo si usava anni fa.

    E anni prima c' erano le lenti polarizzate, molto più leggere e senza bisogno del filo, nè di batterie.

    > Ora c'è un ricevitore a
    > infrarossi.

    Provato sulle cuffie audio, un disastro: basta il minimo movimento e perdi il segnale.

    > Quindi nessun pericolo.
    Finchè dura la batteria;
    non+autenticato
  • >> Il filo si usava anni fa.

    > E anni prima c'erano le lenti polarizzate, molto
    > più leggere e senza bisogno del filo, nè di batterie.

    Si usano ancora adesso.
    http://www.zalman.com/ENG/product/CategorySecond_P...

    >> Ora c'è un ricevitore a infrarossi.

    > Provato sulle cuffie audio, un disastro: basta il
    > minimo movimento e perdi il segnale.

    Ma stiamo parlando di un'onda quadra a 60 Hz.

    Un segnale audio è tutta un'altra cosa.

    >> Quindi nessun pericolo.

    > Finché dura la batteria

    Perché, poi esplodono? Sorride
    non+autenticato
  • > Ma stiamo parlando di un'onda quadra a 60 Hz.
    >
    > Un segnale audio è tutta un'altra cosa.

    I ricevitori però sono uguali (e con le cuffie, la ricezione era del tipo "tutto-o-nulla", quindi non so quanto influisse la complessità del segnale)

    >
    > >> Quindi nessun pericolo.
    >
    > > Finché dura la batteria
    >
    > Perché, poi esplodono? Sorride

    Mi immagino la scena:
    -Aspetta, i miei occhiali non funzionano
    -Cosa hanno? Fai vedere?
    -Mi sta venendo la nausea...ogni tanto vedo doppio
    -Hai la batteria scarica, basta cambiarla
    -Ok, prendine una
    -Dove caxxo l' ho messa... qui non c' è... deve essere nel cassetto...

    (20 minuti dopo)

    -Non le trovo, devo comprarne di nuove
    -Alle 11 di sera, dove le vuoi comprare
    -Senti, per adesso guardalo così
    -Ma così fa schifo, prenditi tu questi occhiali
    -Ma sei stato tu che hai dimenticato di cambiare la pila
    -Guardiamolo in 2d, allora
    (altro spettatore) -senti, è da mezz' ora che discutete, lo vediamo o no 'sto film in 3d? Domani devo lavorare
    -Ma lui ha gli occhiali che non vanno
    -E dagliene degli altri
    -E dove li prendo?

    E così via...
    non+autenticato
  • >> Ma stiamo parlando di un'onda quadra a 60 Hz.

    >> Un segnale audio è tutta un'altra cosa.

    > I ricevitori però sono uguali (e con le cuffie,
    > la ricezione era del tipo "tutto-o-nulla", quindi
    > non so quanto influisse la complessità del segnale)

    Stiamo parlando di una tecnologia che esiste da anni e che funzione. Probabilmente erano le cuffie a fare schifo.

    >>>> Quindi nessun pericolo.
    >>> Finché dura la batteria
    >> Perché, poi esplodono?
    > -Aspetta, i miei occhiali non funzionano

    Capita (e soltanto se sono lcd glass), come ogni tanto capita che non funzioni il telecomando.

    Ogni volta descrivi scene apocalittiche al cui confronto le leggi di Murphy sono niente Sorride
    non+autenticato
  • Se non ricordo male già 30 frames al secondo danno un'immagine fluida per il cervello umano, perché qui ne servono necessariamente 60 per occhio?
    non+autenticato
  • Non ne conosco scientificamente i motivi, ma più aumenti la frequenza di aggiornamento d'immagine e più l'immagine sembra fluida.

    Prova a guardare una TV a tubo catodico (anche a 100Hz) con un occhio chiuso e poi mi dici in quanti nanosecondi ti viene il mal di testa.
  • - Scritto da: Momento di inerzia
    > Non ne conosco scientificamente i motivi, ma più
    > aumenti la frequenza di aggiornamento d'immagine
    > e più l'immagine sembra fluida.
    Scientificamente parlando e' stato dimostrato (negli anni 20) che a 24 fps il cervello viene gia' ingannato. Aumentare i frame al secondo e' una cosa abbastanza inutile, tant'e' che il cinema analogico e' ancora a 24fps e nessuno si e' mai lamentato. Il cervello di alcuni animali (ad es. cani o uccelli) sono molto piu' specializzati e per loro la tv o il cinema non e' altro che una serie di scatti, uno slide show. Per ingannare il loro cervello sono necessari piu' di 100 frame al secondo.

    Per fornire un senso di profondita' 24-25 fps non sono sufficienti, perche' bisogna ingannare molte piu' parti del cervello, tra cui il controllo della convergenza oculare e via discorrendo.


    > Prova a guardare una TV a tubo catodico (anche a
    > 100Hz) con un occhio chiuso e poi mi dici in
    > quanti nanosecondi ti viene il mal di
    > testa.

    864.000.000.000 nanosecondi. Posso guardare con un occhio solo per tutto il pomeriggio senza problemi (a parte prendere sonno). Non vedo perche' dovrebbe venire il mal di testa.
    non+autenticato
  • > Scientificamente parlando e' stato dimostrato
    > (negli anni 20) che a 24 fps il cervello viene
    > gia' ingannato.

    Si, viene ingannato, ma percepisce ancora l'immagine come non perfettamente fluida (difatti nei cinema, per aumentare la fluidità, ogni singolo fotogramma viene proiettato 3 volte http://it.wikipedia.org/wiki/Proiettore#Lampi_di_l...).

    Vari studi hanno evidenziato i 90Hz come limite oltre al quale il sistema visivo umano percepisce l'immagine come perfettamente fluida.

    Quindi, per la stereoscopia basata su lcd glass, basterebbero display da 180Hz.
    non+autenticato
  • Praticamente e' quello che succede sulle TV a 100Hz ... le trasmissioni sono sempre a 25fps (PAL) ma un singolo fotogramma viene rinfrescato piu' volte.
    non+autenticato
  • Non me ne intendo molto e quindi potrei sbagliare. Ma mi sento di dire che bisogna fare distinzione tra il numero dei fotogrammi (fps) e quanto gli stessi vengano aggiornati (Hz). Ad esempio sui monitor crt io che sono molto sensibile percepisco in maniera evidente se il refresh video è troppo basso, diciamo 60Hz (dipende anche dal tempo di decadimento dei fosfori impostato dal produttore a tavolino). Vedo con chiarezza i passaggi del pennello elettronico sullo schermo, alla stessa maniera di quando si vedono in televisione delle riprese fatte con delle telecamere che inquadrano dei video cioè a striscie chiare a scure. Ciò nonostante posso dire che le scene rappresentate mi appaiono fluide a 24/25 fps. Nel link suggerito infatti è spiegato il motivo per cui si aggiorna con un frequenza doppia. Lo si fa perchè la retina non percepisca il brusco calo di luce che avviene al cambio di fotogramma.
  • Infatti, la frequenza di aggiornamento del quadro video serve a dare all'immagine una migliore stabilità, mentre la cadenza dei fotogrammi serve a dare una maggiore fluidità.
    E sebbene il cervello sia ingannato già a 24 fps, aumentare questo valore aumenta la fluidità dell'azione; basta vedere un qualunque videogioco per rendersene conto.

    Probabilmente la confusione nel thread è colpa del mio uso disattento del termine "frequenza di aggiornamento d'immagine".
  • - Scritto da: . .
    > Posso guardare con
    > un occhio solo per tutto il pomeriggio senza
    > problemi (a parte prendere sonno). Non vedo
    > perche' dovrebbe venire il mal di
    > testa.

    Buon per te.
    Io ho provato qualche volta che avevo l'occhio ferito e quindi inutilizzabile e non resistevo più di 10 secondi.
    Mi sono informato e a quanto pare la mia è la reazione normale.
  • Ti sei informato? Dove? Quindi io sono anormale?
    Da che medico mi consigli di andare?
    non+autenticato
  • Io non andrei da un medico per curare quello che a tutti gli effetti è un vantaggio.

    Ma se proprio vuoi, allora un buon oculista potrebbe essere tentato di violare il giuramento di Ippocrate e peggiorare la tua condizione attuale con un bel paio di occhiali correttivi.

    P.S. il sarcasmo lascialo a casa quando parli con gente che non conosci.
  • 25/30 fps bastano se anche le sorgenti sono girate a quella frequenza... mi spiego meglio:
    se giri con pellicola a 30 fps e impressioni una scena in movimento ogni frame avrà la "scia" del movimento. Se metti tutto insieme vedi tutto fluido.
    Con un videogame o un film 3d questa cosa non funziona perché ogni fotogramma è perfettamente definito e per ingannare l'occhio servono più fotogrammi per interpolare gli oggetti da uno stato all'altro!

    Ciao
    non+autenticato
  • NON CI POSSO CREDERE!!!! Hanno veramente usato occhiali con otturatore LCD sincronizzato???????
    Buon mal di testa a tutti!!!!!!!!!

    L'unica soluzione poco dolorosa ed invasiva sarebbe stata proprio quella a luce polarizzata con occhiali filtro!

    Ora scommetto che riempiranno il mercato di TV 3D ready con fastidiosi occhiali LCD, per poi passare alle Full 3d a luce polarizzata (Come nei cinema più moderni) solo tra un paio di anni! Olé!!! Che bello il marketing!
    Ma la vaselina la danno in dotazione?
  • Ho visto film in 3D con entrambe le tecnologie ed entrambe danno il mal di testa.

    L'unica differenza l'ho notata nelle scene di azione, con panning molto veloci in cui le immagini realizzate con la tecnologia scelta per i BD sembrano "destrutturarsi" e perdersi in un mare di linee.

    Ma non so se questo accada anche per la tecnologia a polarizzazione semplicemente perché non ho visto filmati in cui c'erano scene d'azione.
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > La mia PS3 è salvaA bocca aperta

    Già, sono curioso di sapere cosa ha la PS3 in più dei lettore Blu Ray da casaOcchiolino
  • - Scritto da: albertobs88
    > - Scritto da: Francesco_Holy87
    > > La mia PS3 è salvaA bocca aperta
    >
    > Già, sono curioso di sapere cosa ha la PS3 in più
    > dei lettore Blu Ray da casa
    >Occhiolino
    che dispone di molte alternative integrate per spillarti soldi senza cambiare niente =)
    non+autenticato
  • Oltre a giochi di ultima generazione, lettura di praticamente ogni formato audio e video, browser internet per collegarsi seduto in poltrona, aggregatore di RSS, chat, videochiamata, informazioni meteo in tempo reale ecc...?
  • e li usi per davvero o ci giochi soltanto?
    MeX
    16902
  • Vabbè ci gioco soprattutto, ma vedo spesso film e ascolto musica sulla PS3. La uso come un media-center.
  • ok... quest infatti sono fuffettate markettareOcchiolino
    "browser internet per collegarsi seduto in poltrona, aggregatore di RSS, chat, videochiamata, informazioni meteo in tempo reale"
    MeX
    16902
  • > Già, sono curioso di sapere cosa ha la PS3 in più
    > dei lettore Blu Ray da casa
    >Occhiolino
    Sta scritto nell'articolo. Rileggitelo, comunque la PS3 sara' sicuramente compatibile con i BD-3D (al contrario dei comuni lettori BD).
    non+autenticato
  • Il fatto che non si deve comprare un altro lettore?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)