Alessandro Del Rosso

Visual Studio 2010 in ritardo

Microsoft ha annunciato che il lancio dell'IDE, fissato per l'inizio della prossima primavera, slitterà in avanti di alcune settimane a causa di alcuni problemi di performance. Esteso il periodo di beta

Roma - Microsoft ha annunciato che il lancio di Visual Studio 2010 e del relativo MS.NET Framework 4.0 subirà un ritardo di "qualche settimana". Come spiegato in questo post da Soma Somasegar, vicepresidente della Developer Division, la causa di questo contrattempo è data da alcuni problemi di performance relativi alla gestione della memoria virtuale.

Se dunque il debutto commerciale di Visual Studio 2010 era atteso per il 22 marzo 2010, ora il suo lancio dovrebbe slittare nella seconda metà di aprile. Come conseguenza, Somasegar ha detto che il periodo di beta testing della prossima versione di Visual Studio verrà esteso, e che il rilascio della prima release candidate sarà probabilmente fissato per febbraio.

Come ricorda Mary Jo Foley, all'inizio dell'anno un certo numero di osservatori del settore e di partner Microsoft pronosticavano che Visual Studio sarebbe stato pubblicato entro la fine del 2009. Lo scorso ottobre, però, BigM ha annunciato che il suo rinnovato ambiente di sviluppo vedrà la luce all'inizio della prossima primavera.
Visual Studio 2010 supporterà appieno i più recenti sistemi operativi e le più recenti piattaforme del big di Redmond, quali Windows 7, Windows Server 2008 R2, Azure, SQL Server, Office 2010 and SharePoint 2010.

Tra le principali novità di Visual Studio 2010 vi è un nuovo tool per il modeling che, secondo Microsoft, permetterà anche agli utenti non tecnici di progettare un'applicazione e definirne le funzionalità attraverso strumenti visuali. La nuova versione del designer, completamente riscritta, supporta sia il Domain Specific Language che l'Unified Modeling Language: quest'ultimo è un set standardizzato di notazioni di modellazione utilizzato come linguaggio per progettare e sviluppare applicazioni software che si sta facendo sempre più largo fra le aziende di medie e grandi dimensioni.

Il prossimo Visual Studio promette poi di migliorare le funzionalità per la collaborazione e l'application life-cycle management (ALM), consentendo a tutti i membri di un'organizzazione, indipendentemente dal loro ruolo, di partecipare al ciclo di vita del software.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaSilverlight 4, c'è già la beta In uscita a gennaio, continua la corsa forsennata del plugin di Microsoft. Che in questa release punta soprattutto nell'integrazione nella piattaforma dentro e fuori il browser, e sulle prestazioni
  • TecnologiaProgrammare il programmatore Faccia a faccia con uno dei papà di Visual Studio. Che racconta il percorso che conduce da una release alla successiva. E spiega che nella vita è più facile immaginare cosa desideri uno sviluppatore piuttosto che un avvocato
17 Commenti alla Notizia Visual Studio 2010 in ritardo
Ordina
  • - Scritto da: ruppolo
    > Che notiziona!!
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Non è un treno un prodotto software...
    Quando avranno risolto i problemi uscirà.. meglio che tardano a rilasciare piuttosto che rispettare una timeline e sentirsi piovere addosso critiche
    non+autenticato
  • Ma possibile che ogni par d'anni secondo Microsoft dobbiamo buttare tutto e ricominciare da capo?
    Se permettete un consiglio - tra l'altro ripreso da http://www.joelonsoftware.com/ - non seguite Microsoft ad ogni novita' che annuncia. Altrimenti rischiate di fare la fine di quelli che hann abboccato a LINQ, hanno perso tempo a studiarlo e fra un po' Microsoft lo ritirera' dal mercato - perche' era una boiata pazzesca, ma siccome lo aveva proposto Microsoft in pochi sono stati coraggiosi a riconoscerlo..(come le data islands, e altre cose del genere ormai dissolte)

    Un ambiente deve rimanere stabile nel tempo, lo sviluppatore deve sviluppare software, non deve perdere tempo a ritrovare i menu scomparsi e nascosti da qualche altra parte. Come i vari framework, le funzionalita' che servono sono arcinote e presenti fin dalla versione 1.0, poi ci si ingegna a inventarsi layer su layer per aggiungere cose di dubbia utilita' e di dubbissima performance. Casomai fate un bel service pack che aggiunga funzioni, ottimizzi e corregga errori, anche a pagamento, ma lasciate l'ambiente cosi' come e'.

    E' chiaro che Microsoft deve campare, ma io, che ho pagato una bella versione di Microsoft 2005, me la tengo e lavoro con quella...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciliani
    > Ma possibile che ogni par d'anni secondo
    > Microsoft dobbiamo buttare tutto e ricominciare
    > da
    > capo?
    > Se permettete un consiglio - tra l'altro ripreso
    > da http://www.joelonsoftware.com/ - non seguite
    > Microsoft ad ogni novita' che annuncia.
    > Altrimenti rischiate di fare la fine di quelli
    > che hann abboccato a LINQ, hanno perso tempo a
    > studiarlo e fra un po' Microsoft lo ritirera' dal
    > mercato - perche' era una boiata pazzesca, ma
    > siccome lo aveva proposto Microsoft in pochi sono
    > stati coraggiosi a riconoscerlo..(come le data
    > islands, e altre cose del genere ormai
    > dissolte)
    Boiata Linq? Opinioni, a me ha fatto molto comodo. Dipende da se il programmatore sa evolversi o no.

    > Un ambiente deve rimanere stabile nel tempo, lo
    > sviluppatore deve sviluppare software, non deve
    > perdere tempo a ritrovare i menu scomparsi e
    > nascosti da qualche altra parte. Come i vari
    > framework, le funzionalita' che servono sono
    > arcinote e presenti fin dalla versione 1.0, poi
    > ci si ingegna a inventarsi layer su layer per
    > aggiungere cose di dubbia utilita' e di
    > dubbissima performance. Casomai fate un bel
    > service pack che aggiunga funzioni, ottimizzi e
    > corregga errori, anche a pagamento, ma lasciate
    > l'ambiente cosi' come
    > e'.
    >
    Le mie applicazioni scritte in .net framework 2.0 basate su asp.net funzionano egregiamente anche con la verisone 3.5 quindi non vedo cosa ci sia di male aggiornare un framework se i nuovi assembly sono retrocompatibili.

    > E' chiaro che Microsoft deve campare, ma io, che
    > ho pagato una bella versione di Microsoft 2005,
    > me la tengo e lavoro con
    > quella...
    E infatti nessuno ti obbliga ad aggiornarla. Io dopo anni di sviluppo in .net sto facendo un porting in php del mio cms perchè in rete non trovo hosting a basso prezzo (mi serve accesso di amministratore per ffmpeg.exe) e resto sbalordito di come sia arretrato php rispetto ad esempio a c# ( la tipizzazione è inesistente su php). Hanno pure il coraggio di chiamarla programmazione OOP!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: paolista
    > - Scritto da: ciliani
    > > Ma possibile che ogni par d'anni secondo
    > > Microsoft dobbiamo buttare tutto e ricominciare
    > > da
    > > capo?
    > > Se permettete un consiglio - tra l'altro ripreso
    > > da http://www.joelonsoftware.com/ - non seguite
    > > Microsoft ad ogni novita' che annuncia.
    > > Altrimenti rischiate di fare la fine di quelli
    > > che hann abboccato a LINQ, hanno perso tempo a
    > > studiarlo e fra un po' Microsoft lo ritirera'
    > dal
    > > mercato - perche' era una boiata pazzesca, ma
    > > siccome lo aveva proposto Microsoft in pochi
    > sono
    > > stati coraggiosi a riconoscerlo..(come le data
    > > islands, e altre cose del genere ormai
    > > dissolte)
    > Boiata Linq? Opinioni, a me ha fatto molto
    > comodo. Dipende da se il programmatore sa
    > evolversi o
    > no.
    >
    > > Un ambiente deve rimanere stabile nel tempo, lo
    > > sviluppatore deve sviluppare software, non deve
    > > perdere tempo a ritrovare i menu scomparsi e
    > > nascosti da qualche altra parte. Come i vari
    > > framework, le funzionalita' che servono sono
    > > arcinote e presenti fin dalla versione 1.0, poi
    > > ci si ingegna a inventarsi layer su layer per
    > > aggiungere cose di dubbia utilita' e di
    > > dubbissima performance. Casomai fate un bel
    > > service pack che aggiunga funzioni, ottimizzi e
    > > corregga errori, anche a pagamento, ma lasciate
    > > l'ambiente cosi' come
    > > e'.
    > >
    > Le mie applicazioni scritte in .net framework 2.0
    > basate su asp.net funzionano egregiamente anche
    > con la verisone 3.5 quindi non vedo cosa ci sia
    > di male aggiornare un framework se i nuovi
    > assembly sono
    > retrocompatibili.
    >
    > > E' chiaro che Microsoft deve campare, ma io, che
    > > ho pagato una bella versione di Microsoft 2005,
    > > me la tengo e lavoro con
    > > quella...
    > E infatti nessuno ti obbliga ad aggiornarla. Io
    > dopo anni di sviluppo in .net sto facendo un
    > porting in php del mio cms perchè in rete non
    > trovo hosting a basso prezzo (mi serve accesso di
    > amministratore per ffmpeg.exe) e resto sbalordito
    > di come sia arretrato php rispetto ad esempio a
    > c# ( la tipizzazione è inesistente su php). Hanno
    > pure il coraggio di chiamarla programmazione
    > OOP!!!

    Linq una boiata???
    Linq cosa??
    Linq to SQL oppure Linq to Entity oppure Linq to XML oppure Linq to Collection...Entity Framework oppure Linq basate su Lambda expression??
    Neghi che i costrutti basati su linq o lambda dimagriscono il codice,rendendo piu produttivo il lavoro?

    >Un ambiente deve rimanere stabile nel tempo, lo sviluppatore deve >sviluppare software, non deve perdere tempo a ritrovare i menu scomparsi >e nascosti da qualche altra parte

    Continua a sviluppare in Cobol che è bello maturo!!!

    Il fatto che con visual studio 2010 permette di lavorare veramente su xaml permette di fare unit test,disegno architetturale, integrazione con il db è una pecca vero???
    non+autenticato
  • Boiata LINQ? Guarda, torna pure a zappare la terra che è meglio...

    >>fra un po' Microsoft lo ritirera' dal mercato

    ahahahahahah si si come no
    non+autenticato
  • permetterà anche agli utenti non tecnici di progettare un'applicazione e definirne le funzionalità attraverso strumenti visuali


    che gioia.

    così finalmente anche il capo potrà pacioccare sull'applicazione


    ___________________        ____________________



                 ___________________________


    ps. c'era anche un'altra app con lo stesso obiettivo...
    dreamweaver


    devo aggiungere altro? Perplesso^2
    non+autenticato
  • - Scritto da: pay the Bill
    > permetterà anche agli utenti non tecnici di
    > progettare un'applicazione e definirne le
    > funzionalità attraverso strumenti
    > visuali

    >
    >
    > che gioia.
    >
    > così finalmente anche il capo potrà pacioccare
    > sull'applicazione
    >
    >
    > ___________________        ____________________
    >
    >
    >
    >               ___________________________
    >
    >
    > ps. c'era anche un'altra app con lo stesso
    > obiettivo...
    > dreamweaver
    >
    >
    > devo aggiungere altro? Perplesso^2


    Magari gli strumenti visuali sono i class diagramm, uml,sequence diagramm...
    non penso che il tuo capo sappia cosa sono..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Davide
    >
    > Magari gli strumenti visuali sono i class
    > diagramm, uml,sequence
    > diagramm...
    > non penso che il tuo capo sappia cosa sono...

    Emh, il markettaro Microsoft ha confermato l'integrazione di un Tool di modellazione UML, ovviamente compatibile con lo standard, ma non aderente, saranno presenti alcuni moduli proprietari.
    Il lupo perde il pelo...
  • "Il lupo perde il pelo..." ti riferivi certamente a chi come te non perde l'occasione per sparare a zero su qualsiasi prodotto sia contrassegnato col marchio Microsoft.

    Davide ha dimenticato la modellazione dei workflow di WWF e degli XAML di WPF, per citarne solamente un paio. Come vedi non era un markettaro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > "Il lupo perde il pelo..." ti riferivi certamente
    > a chi come te non perde l'occasione per sparare a
    > zero su qualsiasi prodotto sia contrassegnato col
    > marchio
    > Microsoft.
    >
    > Davide ha dimenticato la modellazione dei
    > workflow di WWF e degli XAML di WPF, per citarne
    > solamente un paio. Come vedi non era un
    > markettaro.

    Infatti il markettaro non è Davide, ma la persona di MS che è venuta ad illustrarci le caratterisciche di VS2010 qualche mese fa.
    IO non ce l'ho con i prodotti MS, ma un tool di modellazione come quello DEVE essere assolutamente aderente allo standard o non ha ragione di esistere. Il vizio di Microsoft di derivare ed estendere gli standard è attualemente uno dei più grandi problemi dell'informatica, è questo che contesto!
    Tra l'altro VS2010 dovrebbe essere un ottimo prodotto, ultimo standard C++, integrazione del bug tracking con riferimenti agli unit test, alle differenti versioni del Source Safe, possibilità di creare macchine virtuali a partire da un errore per poter avere un ambiente replicato per il test. Un IDE sicurmanete ottimo per lo sviluppatore.
  • - Scritto da: DarkSchneider
    > - Scritto da: Nome e cognome
    > > "Il lupo perde il pelo..." ti riferivi
    > certamente
    > > a chi come te non perde l'occasione per sparare
    > a
    > > zero su qualsiasi prodotto sia contrassegnato
    > col
    > > marchio
    > > Microsoft.
    > >
    > > Davide ha dimenticato la modellazione dei
    > > workflow di WWF e degli XAML di WPF, per citarne
    > > solamente un paio. Come vedi non era un
    > > markettaro.
    >
    > Infatti il markettaro non è Davide, ma la persona
    > di MS che è venuta ad illustrarci le
    > caratterisciche di VS2010 qualche mese
    > fa.
    > IO non ce l'ho con i prodotti MS, ma un tool di
    > modellazione come quello DEVE essere
    > assolutamente aderente allo standard o non ha
    > ragione di esistere. Il vizio di Microsoft di
    > derivare ed estendere gli standard è attualemente
    > uno dei più grandi problemi dell'informatica, è
    > questo che
    > contesto!
    > Tra l'altro VS2010 dovrebbe essere un ottimo
    > prodotto, ultimo standard C++, integrazione del
    > bug tracking con riferimenti agli unit test, alle
    > differenti versioni del Source Safe, possibilità
    > di creare macchine virtuali a partire da un
    > errore per poter avere un ambiente replicato per
    > il test. Un IDE sicurmanete ottimo per lo
    > sviluppatore.

    Guarda Visual Studio è un ottimo strumento, abbinato a Team Foundation Server, e a Expression Blend, crea un'ambiente di lavoro virtuoso e produttivo...!!! Produttivo = meno giorni uomo per creare applicazioni.
    Se ha delle facility grafiche non significa che significa che è un trampolino di lancio per il software scadente...
    Non è la tecnologia ad essere scadente..sono le PERSONE che utilizzano quello strumento ad essere inadeguate.
    Sulla parola Standard...se ne può parlare all'infinito..sarebbe bello già che in italia i sedicendi dev.. chiudessero connessioni al DB disponessero gli oggetti o semplicemente conoscessero la differenza tra value type e referer type...
    Altro che UML, ormai neanche nell PA è un prerequisito per il software che si va ad implementare!
    non+autenticato
  • Bene, mentre il rilascio di Visual Studio 2010, è possibile provare di RAD Studio 2010 -> http://etnaweb04.embarcadero.com/rad-studio-2010/
    non+autenticato
  • peccato che mancheranno il rip shader ed il compressor debugger in questa versione di visual studio
    non+autenticato
  • Scusa l'ignoranza, ma cosa sono il rip shader e il compressor debugger?
    non+autenticato
  • - Scritto da: slim shady
    > peccato che mancheranno il rip shader ed il
    > compressor debugger in questa versione di visual
    > studio
    Sono add-on per il procto-logic enhancer, che invece e' compreso in tutti i prodotti Microsoft
    non+autenticato
  • Triste per questo ritardo...
    Spero almeno che per il 22 marzo sia pronto.
    non+autenticato