Alessandro Del Rosso

Le app WebOS si scrivono online

Palm ha rilasciato la versione preliminare di un ambiente di sviluppo integrato per WebOS che può essere utilizzato interamente via browser

Roma - Il giovane WebOS non smentisce la sua natura di sistema operativo web-centrico neppure quando si tratta di ambienti di sviluppo. Palm ha infatti svelato un integrated development environment (IDE), chiamato Ares, che gira interamente all'interno di un web browser.

Ares include tutto ciò che serve per creare applicazioni capaci girare su WebOS e gli smartphone Pre e Pixi di Palm: i tre componenti principali sono dati dal designer di form, dal debugger e dall'editor di codice basato sul software open source Mozilla Bespin. Tra le caratteristiche più interessanti si citano la possibilità di integrare l'IDE con i version control system e di uploadare i file semplicemente trascinandoli sulla finestra del browser.

Sebbene si trovi ancora nella fase iniziale di testing, Palm ha già messo a disposizione degli sviluppatori una prima beta pubblica di Ares. Chi l'ha provata afferma che l'IDE ha ancora ampi margini di miglioramento, soprattutto sotto il profilo della reattività e del supporto al drag and drop.
Per funzionare Ares richiede un browser capace di supportare HTML5, come le più recenti versioni di Firefox, Chrome e Safari.

Palm ha altresì annunciato di essere quasi pronta a rilasciare un aggiornamento a WebOS, l'1.3.5, che secondo Palm permetterà agli utenti di scaricare e archiviare un maggior numero di applicazioni, migliorerà il supporto a WiFi e le performance delle applicazioni, estenderà la durata delle batterie e incrementerà la velocità e la reattività degli smartphone Pixi.

Palm 1.3.5 dovrebbe essere rilasciato in occasione del CES di Las Vegas, in programma dal 7 al 10 gennaio 2010.

Alessandro Del Rosso
9 Commenti alla Notizia Le app WebOS si scrivono online
Ordina
  • ...fino a che punt Chrome, opera & famiglia supportano HTML5?

    Voglio dire, funzioni avanzate di HTML5 come la possibilità di avere applicazioni "scollegate" (anche a livello di database, ovviamente) e altro non mi sembrano ancora supportate in modo corretto (forse Safari è l'unicoa farlo?).

    Qualcuno ha news su questi fronti, soprattutto per Chrome?
    non+autenticato
  • Davvero una gran bella idea...
    Forse potrebbe anche funzionare nel resto del mondo, dove i governi hanno capito che lo sviluppo delle telecomunicazioni è una cosa davvero importante per il progresso.
    Ma rendiamoci conto che qui in Italia gli utenti continuano a crescere e gli ISP non hanno intenzione di stare al passo nell'adeguare le infrastrutture. In certi momenti della giornata, e non parliamo nemmeno di picchi assoluti, una ADSL a 2 Megabit si trasforma in una scadente 56Kb, a volte non permettendo di leggere nemmeno le mail.
    Quindi "io sviluppatore software" dovrei saltare una giornata lavorativa perchè la mia applicazione si sviluppo impiega 50 minuti per caricarmi le pagine?
    Il cloud computing ha innegabili vantaggi, ma le persone si buttano sempre a capofitto nelle novità. Bisogna distinguere i campi di applicazione, certe così è giusto svilupparle in the cloud, altre no...
    non+autenticato
  • - Scritto da: DarkSoul
    > Davvero una gran bella idea...
    > Forse potrebbe anche funzionare nel resto del
    > mondo, dove i governi hanno capito che lo
    > sviluppo delle telecomunicazioni è una cosa
    > davvero importante per il
    > progresso.
    > Ma rendiamoci conto che qui in Italia gli utenti
    > continuano a crescere e gli ISP non hanno
    > intenzione di stare al passo nell'adeguare le
    > infrastrutture. In certi momenti della giornata,
    > e non parliamo nemmeno di picchi assoluti, una
    > ADSL a 2 Megabit si trasforma in una scadente
    > 56Kb, a volte non permettendo di leggere nemmeno
    > le
    > mail.
    > Quindi "io sviluppatore software" dovrei saltare
    > una giornata lavorativa perchè la mia
    > applicazione si sviluppo impiega 50 minuti per
    > caricarmi le
    > pagine?
    > Il cloud computing ha innegabili vantaggi, ma le
    > persone si buttano sempre a capofitto nelle
    > novità. Bisogna distinguere i campi di
    > applicazione, certe così è giusto svilupparle in
    > the cloud, altre
    > no...

    il cloud computing è solo una moda necessaria, come ad esempio il touch sui cellulari: inutili, controproducenti, ma di moda

    le aziende sono spesso serve delle mode, nonostante sanno cosa di fatto terrà il passo sul lungo periodo

    WebOs è totalmente inutile e ridicolo, al di la dei limiti tecnici, velocità, applicazioni, etc..

    è paradossale avviare il sistema operativo sul proprio PC per poi aprire il browser e giocare un altro desktop remoto, che si spaccia per sistema operativo

    stendiamo un velo pietoso su questa epoca di transizione
    non+autenticato
  • Già,che dire di più?
    non+autenticato
  • > stendiamo un velo pietoso su questa epoca di transizione

    Piuttosto stendiamo un velo pietoso sulla capacita' della moda di vendere il vecchio.

    Un sistema operativo cluster in un ambiente virtuale, questo ad oggi e' il cloud. Ovvero una cosa vecchia come il cucco che e' venduta come una novita' assoluta; riprendendo il touch, apple e' riuscita a sorprendere qualche anno fa con il multitouch [dichiarandolo una invenzione sua e recente] tutti quegli ingenieri che ci lavorano dal 1980 Occhiolino E questi " toh ma dai son solo 20 che ci lavoro sopra".

    Per cui non mi trovi d'accordo con questa tua affermazione, sembra che siano le parole della moda a fregare tutti ingenui e "wannabe" smaliziati.
    non+autenticato
  • > ...come ad esempio il touch sui cellulari: inutili, controproducenti, ma di moda...

    Il touch screen, togliendo tasti, massimizza la superficie disponibile per uno schermo. Rende inoltre più veloci alcune interazioni col dispositivo. Tra tutte le innovazioni (videochiamate, fotocamere, TV, radio, etc...) direi che il touch screen è l'unica di qualche utilità...
    non+autenticato
  • E si dimentica sempre che Opera è il primo e più forte sostenitore dell'HTML5

    ^__^
    non+autenticato
  • io voglio sviluppare su IE, quand'è che supporterà HTML 5 ?
    quand'è che supporterà HTML4?
    non+autenticato