Luca Annunziata

2010, l'anno di Fennec

Il browser mobile di Mozilla si appresta a fare il suo debutto ufficiale. Su un solo device: per il momento. Punto Informatico ne parla con Jay Sullivan, che guida lo sviluppo del progetto

Roma - Il successo desktop è ormai indiscutibile: è nel mobile che Mozilla fino a oggi è stata latitante. Da qualche tempo, tuttavia, si succedono sempre più ravvicinate build dopo build del suo Fennec: il fratello gemello di Shiretoko, ovvero Firefox 3.6, che si appresta a fare il suo debutto ufficiale sul Nokia N900 nel primo trimestre del prossimo anno. Ma si tratta solo di una tappa, come spiega a Punto Informatico uno dei leader del progetto Jay Sullivan, vicepresidente di Mozilla e con un'esperienza ventennale nel campo.

"Siamo agli albori dell'era dei browser mobile" spiega Jay, "Il world wide web esiste da quanto? Forse dal '94 o dal '95: Internet è ancora giovane, e in questa fase c'è una grossa competizione in corso in questo settore: Safari, a pensarci bene, è stato il primo vero browser mobile in un certo senso". Insomma, Mozilla secondo Sullivan non è in ritardo: la corsa alla navigazione in mobilità è appena iniziata, e la mamma di Firefox si sta preparando a dire la sua ad alta voce, proponendo una ricetta diversa dai suoi concorrenti.

Anche la scelta di orientarsi, per le prime release ufficiali, quasi solo sulla piattaforma Maemo del N900 di Nokia non è casuale: "Nokia fa parte ed è attiva nella nostra community da un po' ormai - racconta - e fino ad oggi si è dimostrata un ottimo partner. Quando abbiamo visto l'N900, quando abbiamo capito cosa era in grado di fare, abbiamo pensato che fosse un buon punto di partenza: è potente abbastanza da consentire l'utilizzo di Flash (e non la versione light, quella completa), da permettere di visualizzare video, di fruire di Internet nel modo che per chi proviene dal desktop è abituale".
In campo comunque ci sono anche altre piattaforme: per Windows Mobile si è già visto qualcosa, e ovviamente il prossimo obiettivo è Android - l'altra piattaforma Linux che al momento va per la maggiore tra i produttori di smartphone. "Ad un certo punto - spiega Jay - le diverse versioni inizieranno probabilmente a convergere verso una roadmap comune: alla base c'è sempre lo stesso codice di Firefox 3.6, e nel momento in cui l'engine funziona la piattaforma non è un problema". In questo modo, chiarisce a Punto Informatico, sarà possibile ipotizzare anche date di rilascio contemporanee come già accade per Firefox: ma nel 2010 la priorità sarà data a Maemo, quindi a Windows Mobile e infine, verso la fine dell'anno, ad Android.

Se in ambiente Linux, tuttavia, la concorrenza da battere è al momento quasi nulla, su Windows Mobile c'è un concorrente più che agguerrito: Opera. La versione Mini del browser nordico, tuttavia, sfrutta un'approccio profondamente diverso da quello adottato da Fennec: con le varie tecnologie proxy e Turbo, l'obiettivo è fornire agli schermi dei cellulari una versione più "semplice" del Web. "L'hardware sta migliorando rapidamente, le reti diventano sempre più veloci - obietta Sullivan - Ormai il 3G è lo standard e ci stiamo affacciando nel 4G: nel tempo, infilare un proxy nel software potrebbe non rivelarsi un beneficio per gli utenti. Sono utili i proxy, ma impediscono di utilizzare tecnologie come AJAX, tutti quei rich content service che oggi siamo abituati a utilizzare. A noi piace l'idea di costruire un browser per così dire completo".

Non è un caso se, tra le principali caratteristiche di Fennec, Sullivan ci tenga a segnalare gli addon, le estensioni del tutto analoghe a quelle del fratello maggiore Firefox: "Già oggi siamo in grado per primi di supportarle - racconta - e ce ne sono già una trentina in giro. Alcune sono semplici porting della versione desktop, altre sono completamente nuove e sfruttano caratteristiche peculiari dei cellulari come la gelocalizzazione". Per Jay si tratta di un pezzo importante dell'approccio di Mozilla a questo mondo, un approccio che punta a creare una piattaforma da consegnare agli sviluppatori, una piattaforma perfettamente attrezzata per le loro esigenze.

Si tratta di un argomento che ricorre spesso nel corso della chiacchierata: l'idea del browser e quindi del Web come piattaforma di sviluppo, luogo dove realizzare e far girare vere e proprie applicazioni. Ma, precisa, in competizione con altre piattaforme: e non, come si era inteso da alcune sue dichiarazioni riportate nei giorni scorsi, eliminando le altre dal gioco. Tanto più che, al momento, Mozilla non si è ancora neppure posta il problema del business model per Fennec, preferendo concentrarsi sul suo sviluppo: anche se, chiarisce, non è improbabile che anche nel mobile si segua la scia delle scelte fatte sui desktop, utilizzando le ricerche e gli accordi al riguardo come fonte di sostentamento del progetto.

Gli obiettivi di Fennec, in ogni caso, vanno oltre la semplice "demo" su un singolo device: la sua interfaccia, studiata per sfruttare al meglio le dimensioni ridotte degli schermi QVGA, è facilmente adattabile al display di altri dispositivi anche di maggiori dimensioni. È stata pensata per gli apparecchi touchscreen, già è in grado di sfruttare adeguatamente le gesture più diffuse (doppio tocco per lo zoom, pinch ecc), con lo scopo di creare un ambiente "familiare per la navigazione".

Anche le altre caratteristiche principali di Fennec, o come probabilmente impareremo a chiamarlo presto Firefox Mobile, vanno nella direzione della "familiarità": il rendering dell'HTML è volutamente e necessariamente identico a quello di Firefox, sfruttando lo stesso engine e rispettando gli stessi standard, e a bordo c'è la stessa awesome bar che si trova a bordo a partire dalla versione 3.5 del fratello maggiore. "È una caratteristica tanto più importante in uno smartphone - spiega Jay - visto che tipicamente l'interfaccia e l'interazione sono limitate rispetto all'esperienza desktop: inoltre abbiamo integrato un sistema di sincronizzazione con il PC, sia della cronologia che dell'awesome bar e persino del contenuto delle form (es: i login e le password, ndr). Volendo, alla pressione di un pulsante sarà anche possibile visualizzare le tab aperte sul proprio PC, dentro il telefonino".

È proprio su questo punto che Sullivan insiste: prevedere l'integrazione degli smartphone nell'ecosistema dei PC, senza dimenticare le loro peculiarità: "L'interfaccia è la chiave di tutto: possiamo sfruttare il feedback aptico, la geolocalizzazione, sfruttare la fotocamera e altro ancora. E nel momento in cui avrai messo tutto questo potere nelle mani degli sviluppatori - conclude - potrai iniziare a far interagire il Web con il mondo fisico: browsing the world, esplorare il mondo con la realtà aumentata può essere l'obiettivo".

a cura di Luca Annunziata
Notizie collegate
  • TecnologiaOpera 10 sbarca sugli smartphoneOpera Software ha sfornato l'ennesima beta del proprio browser gratuito per smartphone. Si uniforma all'interfaccia grafica di Opera Mini 5 beta, introduce lo speed dial e la capacità di passare il test Acid3
  • TecnologiaOpera 10 innesta il TurboOpera Software ha portato la propria tecnologia di compressione delle pagine web anche sui desktop. Ecco le principali novità della nuova release del browser scandinavo
  • TecnologiaOpera Mini 5 sfodera tab e Speed DialLa beta pubblica della nuova major release del browser mobile porta con sé un'interfaccia tutta nuova, ma anche alcune funzionalità a lungo attese, quali tabbed browsing e password manager. E come chicca, lo Speed Dial
  • TecnologiaSkyfire 1.5 porta Flash 10 sugli smartphoneL'ultima versione dell'ormai noto browser mobile introduce il supporto all'ultima release del plugin Adobe e agli schermi con risoluzione VGA. Da subito disponibile per Windows Mobile e in arrivo per Nokia S60 e BlackBerry
  • AttualitàUE: da noi i browser tutti uguali L'Europa annuncia l'accordo con Microsoft. Il ballot screen arriverà in primavera, e accoglierà anche le modifiche dell'ultimo minuto. Mentre da Redmond arrivano altri segnali di interoperabilità
  • TecnologiaFennec avanza, adagio, verso Windows MobileMozilla ha rilasciato la prima alpha di Fennec per Windows Mobile, una release ancora grezza e malferma che include però già molte delle funzionalità previste per la (lontana) release finale
  • TecnologiaFennec ha un nome e una facciaCon il rilascio della quinta beta del browser per Maemo, Mozilla ha ufficialmente assegnato al suo browserino il brand Firefox. Selezionato anche il nuovo logo ufficiale - UPDATE
43 Commenti alla Notizia 2010, l'anno di Fennec
Ordina
  • Nooo, anche in Fennec l'orribile "Awful bar"! Ma la cosa peggiore è che hanno eliminato la possibilità di disabilitarla dall'"about:config" (il perché è totalmente sconosciuto.

    Fortunatamente c'è un estensione fantastica: Old Location Bar, che va alla grande! Tiè!
    https://addons.mozilla.org/en-US/firefox/addon/763...
    non+autenticato
  • scusate ma il 2010 non è l'anno di linux???
    non+autenticato
  • - Scritto da: whinny
    > scusate ma il 2010 non è l'anno di linux???

    E Android secondo te cos'è?
    non+autenticato
  • Android è destinato a una morte rapida.

    Google ha avuto la PESSIMA idea di produrre il proprio telefonino.
    Si chiamerà Nexus One, pare.

    A questo punto, se volessi Android,
    è chiaro che sceglierei un prodotto di Google,
    e le aziende che sono state utilizzate da Google come cavia
    (quelle che stanno vendendo cell android)
    questo lo capiranno.

    Mi sembra piu' convincente l'atteggiamento di Microsoft,
    che non produrrà telefonini Windows Mobile,
    e anche per questo motivo vedremo Windows Mobile ovunque.
    non+autenticato
  • come abbiamo visto lo zune HD ovunque!
    non+autenticato
  • e che c'entra?
    non+autenticato
  • no no è l'anno di windows mobile e zune hdA bocca aperta
  • Ormai i dispositivi mobili hanno caratteristiche uguali o superiori ai classici PC di diversi anni fa. Se un HTC HD2, che a parte WinMo, ha sotto il cofano dell'hardware che quasi quasi va alla pari con quello dei primi P3, e soprattutto, ha altrettanta ram, se non di più, di quanta ne avevano i desktop entry level di allora... ed il tutto limitato solo dall'assenza di una tastiera che però è vicariata da un touchscreen capacitivo, e da un display di 4.3" che però ha comunque una risoluzione quasi uguale a quei pc... perché dovremmo usare dei browser incapaci di gestire ajax, css avanzato, ed in generale tutte le funzioni di javascript?

    E lo sto dicendo io che ieri ho perso una giornata per impostare i CSS .mobi per il mio sito di lavoro, e nonostante tutto mi sono dovuto accontentare dei risultati...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 dicembre 2009 16.55
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: ephestione
    > Ormai i dispositivi mobili hanno caratteristiche
    > uguali o superiori ai classici PC di diversi anni
    > fa. Se un HTC HD2, che a parte WinMo, ha sotto il
    > cofano dell'hardware che quasi quasi va alla pari
    > con quello dei primi P3, e soprattutto, ha
    > altrettanta ram, se non di più, di quanta ne
    > avevano i desktop entry level di allora... ed il
    > tutto limitato solo dall'assenza di una tastiera
    > che però è vicariata da un touchscreen
    > capacitivo, e da un display di 4.3" che però ha
    > comunque una risoluzione quasi uguale a quei
    > pc... perché dovremmo usare dei browser incapaci
    > di gestire ajax, css avanzato, ed in generale
    > tutte le funzioni di
    > javascript?

    Ma di cosa parli? No ho capito!

    > E lo sto dicendo io che ieri ho perso una
    > giornata per impostare i CSS .mobi per il mio
    > sito di lavoro, e nonostante tutto mi sono dovuto
    > accontentare dei
    > risultati...

    ???
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Ma di cosa parli? No ho capito!

    Io invece non ho capito se stai trollando, ma penso più sì che no con lo scappellamento a destra brematurato.
    Comunque a scanso di equivoci, anche se secondo me non c'era nulla di difficile da capire, mi rispiego: con le specifiche hardware dei dispositivi mobili attuali, non dovrebbe più essere necessario sviluppare una "versione mobile" dei siti web.
  • Dimentichi che la risoluzione dei dispositivi mobili, come hai detto anche tu, è uguale a quella dei pc di una decina di anni fa.
    Voglio vederti navigare su internet a 800x600, ci vedi solo la home di Google.
    A questo si potrebbe ovviare creando dei css per ogni risoluzione, tanto il browser sa che risoluzione usa altrimenti shinystats come fa a fare le statistiche.
    Il problema fondamentale non sono tanto i browser mobile, ma sono tutti i produttori di fuffa dinamica (leggasi flash, leggasi javascript, leggasi quella-roba-microsoft-che-ho-visto-all'opera-solo-sul-sito-microsoft) che non la fanno per i dispositivi mobili e quindi ci si arrangia.
    In fondo vengono fuori tanti browser mobile quanti ne spuntano per desktop, con la sola differenza che se sul desktop ho millemila addin e risoluzioni grandi come un campo da calcio sul mobile ho lo schermetto piccolo che mi consente al massimo una 800x600 se va bene, altrimenti mi devo accontentare di una 320x200 e non ho i vari plugin.

    Vedila come quelli che all'inizio mettevano le immagini nei siti e molti navigavano con browser testuali tipo lynx, links o retawq.
    Non sarà mai chi fa il browser a sbattersi, sarà sempre chi disegna il sito.
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > quella-roba-microsoft-che-ho-visto-all'opera-solo-

    ...purtroppo non sta solo sul sito ms, la mappa interattiva delle destinazione ryanair, che prima era nel democraticissimo flash (è il caso di dirlo) da almeno un anno è solo in formato silverlight In lacrime Avranno ricevuto una tangente per modificare una cosa che funzionava benissimo, con un'altra che invece ti costringe ad installare un altro programma senza avere alcun beneficio.

    > mobile ho lo schermetto piccolo che mi consente
    > al massimo una 800x600 se va bene,

    al massimo 800x480 in WVGA, ma anche il mio sito usa una larghezza di 830px per i contenuti veri e propri, e se ci fai caso molti siti in genere hanno solo una colonnina di testo al centro; normalmente solo i forum sono impostati con "width:100%". Conta poi la tendenza ad usare max 960px di larghezza (una specie di numero magico) e quando gli "schermettini" da 4 pollici e mollica arriveranno alla XGA mancherà solo di comprare degli occhiali ingrandenti per vedere le normali pagine.

    > Non sarà mai chi fa il browser a sbattersi, sarà
    > sempre chi disegna il sito.

    presente!
  • > Il problema fondamentale non sono tanto i browser
    > mobile, ma sono tutti i produttori di fuffa
    > dinamica (leggasi flash, leggasi javascript,
    > leggasi
    > quella-roba-microsoft-che-ho-visto-all'opera-solo-

    E alla RAI !
    Comunque hai ragione, ma ho due eccezioni :

    1 - Non è pensabile con l'uso che si fa oggi di un browser di rinunciare alla parte dinamica.
    2 - Non mi puoi paragonare JavaScript a Flash e Silverlight.

    Secondo me il Browser ha diritto di essere dinamico col suo bel AJAX, senza l'uso dei plugins e questo mi fa pensare ad un browser in grado di passarsi il suo bel ACID3 (come per esempio Safari su IPHONE o immagino Chrome su ANDROID) mentre il mio Nokia che dichiara di essere WEBKIT non inizia nemmeno l'ACID3, nonostante sia un modello business e abbia un processore di tutto rispetto.

    Se parliamo della parte VIDEO o AUDIO il discorso è diverso perché purtroppo lì siamo in una selva oscura anche con HTML5, visto che THEORA e VORBIS saranno un po` difficili da adottare come codec di qualità per la "narrow band" e gli altri sono sotto licenza.

    Un bello standard e non ci dovrebbero essere problemi di compatibilità, sempre che ovviamente chi sviluppa i siti WEB come dici tu non li faccia leggibili solo a 1600x1200.
    non+autenticato
  • Bhe ti dico, hai ragione sul fatto che almeno il javascript dovrebbe essere presente nelle versioni mobile dei browser.
    E sono completamente d'accordo con te sul fatto che i browser mobile dovrebbero rispettare gli standard così come quelli desktop.
    Stavo usando Opera Mobile ieri sera per visitare il sito di Vodafone cercando informazioni sul mio piano telefonico, mi era quasi impossibile perfino effettuare il login, perchè a parte il fatto che il sito è fatto a pene di segugio, mezzi controlli erano sovrapposti anche con visualizzazione desktop e quindi senza riscalare la pagina.
    Purtroppo questa è l'eredità che ci lasciano browser quali Internet Explorer 1-7, Firefox, Webkit, tutti con un'interpretazione diversa degli standard.
    E per risolvere questo problema bisogna scrivere millemila CSS o trick assurdi per attivare certe righe a seconda del browser usato.
    Il problema sta nel fatto che non ci sono 4 browser, semmai 400, e la gente si stufa di scrivere CSS (io in primis).
    Wolf01
    3342
  • Con prossimi processori sempre piu veloci e con supporto flash html5 schermi con risoluzioni e misure sempre piu adeguati il web entra finalmente nel mondo mobile senza mezzi termini
    non+autenticato
  • Ma figurati!
    Con tutti quei siti flash-schifo e tag non standard, dubito che nell'immediato Internet entri nei nostri cellulari.

    Anzi ti dirò spero che implementino il lato sicurezza di un cell, dato che è un dispositivo altamente critico, ovvero: se lo perdi puoi dire "ciao ciao" ai tuoi dati personali (e son sicuro che molti accedono ai propri dati personali con il cellulare)
    non+autenticato
  • - Scritto da: ifox
    > Ma figurati!
    > Con tutti quei siti flash-schifo e tag non
    > standard, dubito che nell'immediato Internet
    > entri nei nostri cellulari.

    ma tu hai almeno provato a navigare con il browser di N900 (è basato su firefox) o anche con un iPhone?
    Internet ci entra eccome nei cellulari... con N900 poi vai _ovunque_ (per citare alcuni siti pesanti: facebook, youtube, film su megavideo, ecc. ecc.)
    non+autenticato
  • adobe ci sta lavorandoOcchiolino

    e poi hai notato che processori montano ultimamente i cellulari?

    il nexus one di google aprirà la strada ai cellularoni con processori da pcA bocca aperta
  • - Scritto da: Valentin
    > Con prossimi processori sempre piu veloci e con
    > supporto flash html5 schermi con risoluzioni e
    > misure sempre piu adeguati il web entra
    > finalmente nel mondo mobile senza mezzi
    > termini

    Bisogna solo capire cosa farsene... tutto questo lavoro per permettere a tutti di aggiornare facebook seduti sul cesso sembra un po' sprecato.
    non+autenticato
  • Serve a incrementare il traffico, ovviamente a favore degli operatori e, ovviamente, a sfavore dei bimbimikia con l'ultimo modello di smartphone A bocca aperta
    non+autenticato
  • ...io ho Windows Mobile e non ho intenzione nei prossimi anni di passare ne ai Nokia ne a un cellulare Android quindi finché non tireranno fuori una versione per WM ho molte valide alternative quali Opera e Skyfire a cui appoggiarmi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Star
    > ...io ho Windows Mobile e non ho intenzione nei
    > prossimi anni di passare ne ai Nokia ne a un
    > cellulare Android quindi finché non tireranno
    > fuori una versione per WM ho molte valide
    > alternative quali Opera e Skyfire a cui
    > appoggiarmi.

    Mi permetto di riderti in faccia... windows mobile...
    non+autenticato
  • Risus abundat in ore stultorum
    non+autenticato
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: Star
    > > ...io ho Windows Mobile e non ho intenzione nei
    > > prossimi anni di passare ne ai Nokia ne a un
    > > cellulare Android quindi finché non tireranno
    > > fuori una versione per WM ho molte valide
    > > alternative quali Opera e Skyfire a cui
    > > appoggiarmi.
    >
    > Mi permetto di riderti in faccia... windows
    > mobile...

    Sarà lo schifo dei telefonini ma intanto gira..Questo è quello che mi interessa che giri, il resto vien dopo
    non+autenticato
  • - Scritto da: ifox
    > - Scritto da: Funz
    > > - Scritto da: Star
    > > > ...io ho Windows Mobile e non ho intenzione
    > nei
    > > > prossimi anni di passare ne ai Nokia ne a un
    > > > cellulare Android quindi finché non tireranno
    > > > fuori una versione per WM ho molte valide
    > > > alternative quali Opera e Skyfire a cui
    > > > appoggiarmi.
    > >
    > > Mi permetto di riderti in faccia... windows
    > > mobile...
    >
    > Sarà lo schifo dei telefonini ma intanto
    > gira..Questo è quello che mi interessa che giri,
    > il resto vien
    > dopo

    Guarda che quello che ti sta girando è altro, non win mohohohbile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Funz
    > Mi permetto di riderti in faccia... windows
    > mobile...

    Mi permetto di associarmi... windows mobile...

    BWHUAUAHUAUAUAHUA!!!!!
    non+autenticato
  • Guarda che lo faranno piu in la e prima di android
    non+autenticato
  • - Scritto da: Star
    > ...io ho Windows Mobile e non ho intenzione nei
    > prossimi anni di passare ne ai Nokia ne a un
    > cellulare Android quindi finché non tireranno
    > fuori una versione per WM ho molte valide
    > alternative quali Opera e Skyfire a cui
    > appoggiarmi.

    Ah beh... windows mobile... certo un grande SO Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Che per quello che serve va più che bene.
    Il resto è solo per chi non sa la differenza tra un pc ed un cellulare
    non+autenticato
  • - Scritto da: ifox
    > Che per quello che serve va più che bene.
    > Il resto è solo per chi non sa la differenza tra
    > un pc ed un
    > cellulare

    Infatti tu la sai: credi sia il browser.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: Star
    > ...io ho Windows Mobile e non ho intenzione nei
    > prossimi anni di passare ne ai Nokia ne a un
    > cellulare Android quindi finché non tireranno
    > fuori una versione per WM ho molte valide
    > alternative quali Opera e Skyfire a cui
    > appoggiarmi.

    Un giorno scoprirai cosa vuol dire navigare col cellulare.
    ruppolo
    33147
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)