Alessandro Del Rosso

Intel lancia 17 nuovi Core i7, i5 e i3

Intel ha ufficialmente introdotto sul mercato quasi una ventina di nuovi processori Core i, tutti basati sulla nuova architettura CPU+GPU Westmere

Roma - Anticipando di pochi giorni l'apertura del CES 2010 di Las Vegas, nelle scorse ore Intel ha ufficialmente lanciato le sue nuove CPU per notebook e desktop basate sull'architettura Westmere, evoluzione a 32 nanometri di Nehalem.

Come preannunciato, le nuove CPU sono 17 (più un particolare modello di Pentium) e si vanno ad inserire nelle famiglie Core i7, Core i5 e Core i3. Rispetto alle soluzioni Core i7 8xx e Core i5 7xx introdotte nel corso del 2009, i processori lanciati oggi si collocano in un segmento di mercato più basso, corteggiando soprattutto i sistemi mainstream.

Al pari della piattaforma Pine Trail per netbook rilasciata prima di Natale, i nuovi Core i7/i5/i3 integrano un controller di memoria DDR3 e un chip grafico sullo stesso package della CPU: quest'ultimo, che inaugura la nuova famiglia di IGP GMA HD, viene prodotto con una tecnologia a 45 nm. Sebbene non si tratti di un vero design monolitico, ossia capace di integrare tutti i componenti su di una singola piastrina di silicio, agli occhi dell'utente finale tale differenza è invisibile: i processori Westmere appaiono come un solo chip dove CPU e GPU condividono la stessa piedinatura e comunicano con gli altri componenti del sistema attraverso lo stesso socket.
Oltre alle caratteristiche già citate, i processori basati sull'architettura Westmere hanno in comune la compatibilità con il socket 1156 LGA e, a seconda dei modelli, le tecnologie Turbo Mode e/o HyperThreading. Va poi ricordato come Westmere introduca sette nuove istruzioni dedicate alla cifratura dei dati che, secondo Intel, possono essere sfruttate per accelerare fino a tre volte gli algoritmi impiegati dai più comuni protocolli crittografici, tra i quali l'Advanced Encryption Standard (AES).

I modelli indirizzati ai computer desktop, noti con il nome in codice Clarkdale, sono sette (v. tabelle riportate qui), di cui quattro Core i5, tre Core i3 e un Pentium. Tali chip, le cui frequenze di clock vanno da 2,8 a 3,46 GHz (fino a 3,73 GHz in modalità Turbo), condividono un'architettura dual-core, il supporto alle memorie DDR3-1333 e, nel caso dei Core, una memoria cache L3 di 4 MB e la capacità di eseguire fino a 4 thread simultaneamente. Il thermal design power (TDP) è di 73 watt ad eccezione del Core i5 661, il cui consumo massimo arriva a 87 watt. Un test di i5-650 è disponibile sulle pagine di PCTuner.

I nuovi processori per notebook, noti con il nome in codice Arrandale, sono invece 11 e comprendono cinque modelli di i7, quattro modelli di i5 e due modelli di i3. Le loro frequenze di clock partono da 2,13 GHz e raggiungono i 2,66 GHz (3,33 GHz in modalità Turbo), e i TDP vanno da 18 a 35 watt. Anch'essi basati su un'architettura dual-core capace di elaborare fino a 2 thread simultaneamente per ciascun core, i chip Arrandale possono includere 3 o 4 MB di cache L3, e supportare memorie DDR3 fino a 800 o 1066 MHz.

Presso l'imminente CES 2009, che Punto Informatico seguirà da vicino, buona parte dei principali produttori di PC presenterà laptop basati sulle nuove CPU Core i3: alcuni di questi avranno prezzi inferiori ai 700 dollari. Proprio negli scorsi giorni sono emersi i primi dettagli relativi ad alcuni di questi portatili.

Per finire, si segnalano le recensioni del Core i5 661 pubblicate da PC Tuner e Dinox PC.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
46 Commenti alla Notizia Intel lancia 17 nuovi Core i7, i5 e i3
Ordina
  • guardate qua http://www.osnews.com/story/22693/New_Amiga_Sports...

    dopo 25 anni, Amiga ricompare sulla scena con un'innovazione molto interessante

    parlo del chip Xmos ovviamente, il resto è un banale power dual core

    ecco, è questo il genere di cose che ci si aspetterebbe da un monopolista come IntelA bocca aperta
  • per la serie a volte ritornano, e quando ritornano, solo per una questione di potere, non fanno il botto. pekkatoTriste
    non+autenticato
  • a me sembra un buon progetto

    oltretutto xmos è basato sull'architettura transputer e quindi la scalabilità è ottima, oltre al fatto che il nuovo amiga sarà estensibile con un numero arbitrario di questi coprocessori
  • > ecco, è questo il genere di cose che ci si
    > aspetterebbe da un monopolista come Intel

    Intel ha già obbligato Apple a cestinare PowerPC
    e Sony a cestinare Cell.

    AMD sopravvive perché Intel glielo permette,
    capisci come Intel non possa produrre soluzioni
    innovative per ammazzare definitivamente la concorrenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MAH
    > Intel ha già obbligato Apple a cestinare PowerPC
    > e Sony a cestinare Cell.
    >

    intel ha obbligato sony? ma quando?A bocca aperta

    per quanto riguarda apple è solo che jobs voleva portare windows sui mac per renderli appetibili alla massa e c'è riuscito in pieno

    inoltre apple non voleva dover progettare processori insieme a ibm e freescale e nell'ottica del ridurre i costi a tutti i costi ( anche producendo imac col monitor che si rompe )

    hai mai programmato un power? altro che processori x86

    > AMD sopravvive perché Intel glielo permette,
    > capisci come Intel non possa produrre soluzioni
    > innovative per ammazzare definitivamente la
    > concorrenza.

    amd cosa? ti ricordo che intel si è salvata grazie all'architettura core, ai tempi dei prescott e soci faceva pena...processori lenti, buggati e che riscaldavano come stufe oltre a costare un botto

    amd è ancora oggi preferita ad intel da molti appassionati del settore per via del rapporto prezzo/prestazioni
  • - Scritto da: pabloski
    > per quanto riguarda apple è solo che jobs voleva
    > portare windows sui mac per renderli appetibili
    > alla massa e c'è riuscito in
    > pieno
    >

    Sono pienamente d'accordo su questa definizione...altro che IBM, PowerPC e compagnia bella...
    Da quando sono passati ad intel si è avuto il botto dei mac, perchè la gente lo tiene con bootcamp assieme a windows.

    Potrei sbagliarmi, ma sicuramente non è una considerazione da poco conto.
  • > amd cosa? ti ricordo che intel si è salvata
    > grazie all'architettura core, ai tempi dei
    > prescott e soci faceva pena...processori lenti,
    > buggati e che riscaldavano come stufe oltre a
    > costare un
    > botto
    Eheh, questa è bella. Sei una persona preparata, però forse parli senza conoscere minimamente AMD. Hai mai avuto tra le mani un Athlon Barton?
    Te lo dico io, all'epoca del prescott, era un disastro proprio per la temperatura che hai citato tu. In estate lo dovevo spegnere il pc, superati i 107░ si resettava, tutto ciò con un ventolone cooler master che faceva un rumore da restare svegli in tutt ala casa

    > amd è ancora oggi preferita ad intel da molti
    > appassionati del settore per via del rapporto
    > prezzo/prestazioni
    non+autenticato
  • - Scritto da: paolista

    > Eheh, questa è bella. Sei una persona preparata,
    > però forse parli senza conoscere minimamente AMD.
    > Hai mai avuto tra le mani un Athlon
    > Barton?

    certo, portatile compaq presario comprato ad ottobre 2001, portato in riparazione 5 mesi dopo perchè il processore s'era letteralmente bruciato

    però ammetterai che intel ha cincischiato con un'architettura a mò di stufa per parecchio tempo, mentre amd incassata la mazzata ha capito che bisognava cambiare strada e in fretta

    poi all'epoca ricordo anche che amd produceva processori con un memory bandwidth da far impallidire intel...intel ha recuperato con i nehalem questo gap

    > citato tu. In estate lo dovevo spegnere il pc,
    > superati i 107░ si resettava, tutto ciò con un

    beh non so da te, ma io d'estate i pc li devo spegnere ancoraA bocca aperta

    p.s. ho solo macchine intelOcchiolino
  • Dalla'articolo: Roma - Anticipando di pochi giorni l'apertura del CES 2009 di Las Vegas [...]

    Forse il CES 2010? Occhiolino
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione

    > No. Intendeva scrivere "In ritardo di quasi un
    > anno rispetto all'apertura del CES
    > 2009..."

    Non credo; ha corretto e, per giunta, manco ha ringraziato.
  • Là dove la scelta è veramente libera, si preferiscono processori RISC:
    http://punto-informatico.it/2780121/PI/News/una-cp...

    Come noto, la critica rivolta più frequentemente alla PS3 dagli sviluppatori di giochi è quella di essere difficile da programmare, ciò soprattutto a causa della complessa e poco familiare architettura del suo processore. Tale rimostranza, insieme agli elevati costi di produzione del chip, avrebbe convinto Sony ad abbandonare Cell in favore di una architettura multi-core più tradizionale, come ad esempio quella PowerPC alla base della CPU Triton di Xbox 360.

    Sempre stando alle indiscrezioni, inizialmente Sony avrebbe in un primo momento pensato di affiancare Cell ad una GPU Larrabee di Intel, che basandosi su un'architettura x86-compatibile promette di essere particolarmente semplice da programmare. Le fonti asiatiche sostengono però che il gigante nipponico avrebbe già accantonato l'idea per via delle inadeguate performance fornite da questa soluzione.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Là dove la scelta è veramente libera, si
    > preferiscono processori
    > RISC:
    > http://punto-informatico.it/2780121/PI/News/una-cp

    Sono d'accordo, Apple ha veramente toppato
    http://en.wikipedia.org/wiki/Apple%E2%80%93Intel_t...
    non+autenticato
  • - Apple ha TOPPATO !

    Da quando usa x86 non la CAGO più, più nobile Amiga che ha preferito sprofondare nell'oblio piuttosto di cedere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guugle
    > - Apple ha TOPPATO !
    >
    > Da quando usa x86 non la CAGO più,

    Pure io .. ultimo mac G5, dopo il mac è morto è diventato un case

    > più nobile
    > Amiga che ha preferito sprofondare nell'oblio
    > piuttosto di
    > cedere.

    Non esageriamoA bocca aperta Amiga è nell'oblio per mille altri motivi fra cui anche cause giudiziarie, apple avrebbe campato a lungo cmq
    non+autenticato
  • - Scritto da: MAH
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Là dove la scelta è veramente libera, si
    > > preferiscono processori
    > > RISC:
    > >
    > http://punto-informatico.it/2780121/PI/News/una-cp
    >
    > Sono d'accordo, Apple ha veramente toppato
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Apple%E2%80%93Intel_t

    Non poteva fare diversamente.
    Purtroppo questo ha riportato indietro i portatili Apple, ai livelli dei corrispondenti PC, con autonomie ridicole. Solo nel 2009, ma solo perché la batteria occupa metà dello spazio del portatile e sacrificando la removibilità, l'autonomia è tornata alle 6 ore del PowerPC del 2001.
    Anni buttati nel cesso.
    ruppolo
    33147
  • Quel *azz* di IBM voleva fare come *azz* gli pareva, usando Apple come piattaforma di lancio dei suoi G5...

    Che vogliamo fare? Purtroppo Freescale non è stata mai all'altezza, ma Apple, secondo me (ignorando altri motivi commerciali), avrebbe potuto indirizzarsi ad AMD.
  • AMD o no, stiamo sempre parlando dell'architettura x86, ormai fanalino di coda.
    La questione è solo e squisitamente commerciale, nessuno avrebbe vietato ad apple di usare Cell piuttosto che ARM (non gli mancano certo i soldi per comprare una licenza ARM, come non gli manca di certo la conoscenza per sviluppare un sistema operativo adatto a queste piattaforme). Intel piuttosto di piazzarsi su tutti gli hardware di questo pianeta ti vende anche il culo, e questo è noto. Ed evidentemente, fa comodo anche ad apple per i suoi Computer.
    non+autenticato
  • > Quel *azz* di IBM voleva fare come *azz* gli
    > pareva, usando Apple come piattaforma di lancio
    > dei suoi
    > G5...

    Che doveva fare IBM fare quel cazzo che voleva Apple?

    IBM fa gli interessi di IBM e cmq ha sempre seguito Apple nelle sue richiesta dato che fu il principale clienti di PowerPC.

    Jobs dall'avvento di OS X ha sempre avuto in mente di passare a intel G4, G5 o G6 che sia ... tant'è che già dai primi panther uscivano i primi rumors, i primi porting artigianali.

    Processori PPC nell'era del G5 venivano prodotti anche da PA semi con base PPC970 con l'obiettivo laptop ... quindi in breve tempo ci poteva essere un G5 multicore per portatili, un pretesto con il quale si diceva addio PPC

    Se proprio il PPC puro aveva rotto, c'era il Cell con le sue diverse potenzialità che applicate al campo della produzione audio video foto, tanto cari ad apple, avrebbe fatto faville.

    La verità è che al MediaWorld la scritta Intel vende, PowerPC no. La testimonianza è l'insolita crescita di mercato di apple, guarda caso quando ha fatto il cambio di processore. E il motivo della crescita apple è solo questo perché OS X era bello prima quanto oggi, nulla più nulla meno ... solo che gli utonti hanno letto intel e comprano aumentando considerevolmente il parco dementi dei fanboy della mela.

    > Che vogliamo fare? Purtroppo Freescale non è
    > stata mai all'altezza

    i G4 marchiati Motorola/ Freescale sono ottimi processori e molto all'avanguardia, la prima generazione di G5 gli teneva ancora testa ... certo Freescale non è stata in grado di passare al livello successivo ... ma ce ne vuole a dire MAI stata all'altezza

    > ma Apple, secondo me
    > (ignorando altri motivi commerciali), avrebbe
    > potuto indirizzarsi ad
    > AMD.

    Intel venderebbe anche il c*lo per vendere 1 processoreA bocca aperta avrà fatto una proposta che apple non poteva rifiutare
    non+autenticato
  • :|DelusoDeluso
    Ti senti bene?

    Un commento equilibrato e pienamente condivisibile su Apple!
  • Si anche io ci son rimasto male ... son commosso dall'onestà di quel commento
    non+autenticato
  • > Non poteva fare diversamente.

    Poteva usare Cell e lanciarsi nel futuro.
    non+autenticato
  • eh si perche e' stata condannata a pagare 1.25 MILIARDI di dollari ad AMD per pratiche scorrette....

    Signor intel?
    La mia prossima cpu sara' un phenom 2 965 BE, e tanti saluti a i5, i7 o quello che e': a fronte di migliori prestazioni e costi paurosi (intel) preferisco premiare il suo concorrente (AMD) che, non sara' un santo, ma almeno a questo giro ha la mia preferenza quale PUNIZIONE per le sue pratiche commerciali scorrette.
    Distinti saluti.
    non+autenticato
  • io invece punirò AMD perché non fa
    driver decenti delle Radeon per Linux
    non+autenticato
  • Io prenderò intel i9 visto che AMD non ha niente nemmeno per
    schiacciare l'i7.....Rotola dal ridere

    Parliamo di Potenza Bruta......
    non+autenticato
  • - Scritto da: MAH
    > io invece punirò AMD perché non fa
    > driver decenti delle Radeon per Linux

    ok, tu parli di GPU, io di CPU.
    Anche per me la schelta e' CPU->AMD, GPU->NVIDIA (aspettando fermi, quando arrivera'....credo aprile 2010)
    non+autenticato
  • a che ti servono? ci sono i driver open che funzionano perfettamente fino alla r600 ( r700 e r800 sono a pochi mesi di distanza )

    amd ha aperto le specifiche delle radeon proprio per evitare di dover star dietro ai driver per linux
  • Son 2 cose diverse, se con il PC ci vivo prenderò Intel + nVidia
    Se lo uso per fare cose generiche e giocare va alla grande AMD + ATI.

    Se si è Fanboy inutile nemmeno parlare, preferisco la Playstation 3 perchè è trendy e l'xBox 360 perchè e più Cool.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guugle
    > Son 2 cose diverse, se con il PC ci vivo prenderò
    > Intel +
    > nVidia
    > Se lo uso per fare cose generiche e giocare va
    > alla grande AMD +
    > ATI.

    da dove arriva questa differenza? A me pare di leggere la stessa cosa con soluzioni diverse, puoi spiegare?

    Se con il PC ci vivi che vuol dire? che fai cose generiche e giochi?
    Se il PC lo usi per fare cose generiche e giocare che vuol dire? che ci vivi?

    > Se si è Fanboy inutile nemmeno parlare,

    eheheh giusto
    non+autenticato
  • Possono far uscire quanti i7 i5 i3 vogliono, l'i9 è realtà e si aspetta quello, altro che reciclare roba vecchia.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)