Alfonso Maruccia

La Russia dichiara guerra all'asteroide assassino

I Russi promettono: a deflettere Apophis nel 2036 ci pensiamo noi. Intanto le agenzie spaziali di tutto il mondo pensano alle missioni future, a Venere, a Marte e alle colonie lunari

Roma - Contro la morte che arriva dal cielo, la Russia si dice pronta a sguinzagliare tutto il suo arsenale scientifico per trovare una soluzione efficace al problema. Senza ordigni nucleari, però, banditi dai trattati internazionali e, a conti fatti, inutili. Lo promette il dirigente di Roscosmos Anatoly Perminov, che cita "un certo scienziato" e lamenta l'attendismo dei colleghi internazionali contro una minaccia che la Russia (direttamente interessata dall'impatto nelle simulazioni) pare prendere parecchio sul serio.

La minaccia, naturalmente, è Apophis, l'asteroide che potrebbe impattare con la Terra nel 2036 (dopo un passaggio ravvicinato nel 2029) con una probabilità su 250mila. Apophis ha sin qui generato grandi quantità di divulgazione semiseria da parte degli esperti di settore e tanto umorismo geek, ma nessun piano concreto circa l'eventuale contrasto a un incidente cosmico che appare largamente improbabile ai più.

Nell'opinione di Perminov, invece, "è in gioco la vita" di "centinaia di migliaia di persone" e la Russia e le altre nazioni dovrebbero investire "miliardi" (di dollari) per "costruire un sistema che ci permetta di prevenire una collisione, piuttosto che stare qui ad aspettare che l'evento si verifichi". Il sistema evocato da Perminov escluderebbe gli ordigni nucleari, essendo presumibilmente basato sull'invio di un veicolo in grado di deflettere l'asteroide dalla sua corsa fatale contro il Pianeta Azzurro.
Se per Apophis non c'è unanimità nemmeno sui giudizi preliminari all'interno della comunità scientifica, molti meno dubbi emergono quando si considera il futuro delle esplorazioni spaziali in ambito internazionale. Al cosmo insomma ci pensano tutti, anche se con progetti, idee e soluzioni più o meno differenti in relazione alle finalità specifiche di ciascuno.

Per rimanere in territorio russo, l'obiettivo è Marte e il mezzo per raggiungerlo è uno strano equipaggio composto da una scimmia e un robot. Discussioni preliminari starebbero infatti valutando la possibilità di simulare una missione di "confinamento" di una scimmia-cosmonauta in una capsula per 120 giorni (il tempo di percorrere il tragitto fra la Terra e Marte con l'attuale tecnologia di propulsione), in vista della missione vera e propria in cui il primate-eroe verrebbe accompagnato da un robot che si occuperebbe di lui e delle sue necessità alimentari.

NASA pensa invece a esplorazioni meno distanti e ambiziose, ancorché maggiormente focalizzate dal punto di vista scientifico: mentre ragiona sul da farsi con il rover Spirit permanentemente bloccato nel terreno sabbioso di Marte, l'agenzia spaziale statunitense è impegnata a scegliere quale delle tre missioni candidate nel programma New Frontiers vedrà effettivamente la luce tra l'esplorazione dell'atmosfera e la crosta di Venere, il prelievo di un "pezzetto" di asteroide vicino alla Terra e l'invio di una sonda robotica sulla Luna per la raccolta di nuovo materiale roccioso da recapitare indietro al "mittente".

E per quanto riguarda i piani di ritorno sulla Luna entro la prossima decade, NASA potrebbe prestare ascolto a quanto ha da dire un team di scienziati internazionale sui lava tube, grossi buchi presenti sulla crosta lunare che potrebbero proteggere le installazioni e le vite dei primi coloni umani fuori dal pianeta Terra dagli effetti delle radiazioni solari e da altri pericoli "cosmici". Il team avrebbe in particolare individuato uno di questi tube, un buco largo 65 metri e profondo quasi 80 presente nella regione vulcanica nota come Marius Hills.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàNASA bombarda la LunaL'agenzia spaziale USA conclude la sua ultima missione lunare con un vero e proprio "botto", utile a verificare la presenza d'acqua sul satellite terrestre. Intanto gli asteroidi fanno meno paura e a Saturno cresce un anello
  • AttualitàNASA, un occhio al cielo e uno al portafogliIl governo USA potrebbe versare un ulteriore contributo alla sua agenzia spaziale. Che prosegue nella sua attività sperando in un sì definitivo alle ambizioni future
  • TecnologiaPer deviare Apophis basta impacchettarloUn'idea che per la studentessa ideatrice del metodo ha significato la vincita di un premio internazionale: una particolare vela solare che sfrutta la luce per scongiurare l'impatto con la Terra
  • TecnologiaC'è da spostare un asteroideIn previsione di possibili impatti futuri con la Terra, si tenta di trovare soluzioni volte a deviarne la traiettoria utilizzando al meglio l'unico e vero vantaggio: il tempo a disposizione
49 Commenti alla Notizia La Russia dichiara guerra all'asteroide assassino
Ordina
  • è piccolo, male che vada distruggerà un paio di paesini sulla transiberiana e farà un bel polverone
    qual'è il problema? ;D
    non+autenticato
  • Tanto la russia sprofonderà nel 2012, li ci sarà solo acqua, di conseguenza un bel ammaraggio per il nostro asteroide!!!!
    non+autenticato
  • Bella sfida, finalmente tutti uniti contro un pericolo comune. Probabilmente la tecnologia necessaria ci verrà fornita da forme extra terrestri una volta tanto non per scopi bellici...
    non+autenticato
  • se non possiamo spostare l'asteroide!
    Nessuno ci aveva mai pensato, geniale!
    Sono da nobel, lo so A bocca aperta
    non+autenticato
  • o possiamo usare la Luna come racchetta
    MeX
    16902
  • però prima dovremo appiattirla e tendere immensi cavi !!
    non+autenticato
  • no, non dobbiamo farla diventare una racchetta, dobbiamo semplicemente usarla COME una racchetta
    MeX
    16902
  • ...allora si gioca a bocce?
    non+autenticato
  • sperando che alla fine il boccino (asteroide) non mandi la boccia (Luna) in rotta di collissioneSorride

    Oh... quello si che sarebbe un bel botto!A bocca aperta
    MeX
    16902
  • sarebbe uno spettacolo grandioso! oltre che un sedere così
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > se non possiamo spostare l'asteroide!
    > Nessuno ci aveva mai pensato, geniale!

    I Dalek ci hanno gia pensato, e l'hanno pure fatto...
    Poi e' arrivato the Doctah e l'ha riportata indietro!
    L'unico modo per salvarci e' che compaia lui insieme al suo TARDIS
    Con la lingua fuori
  • un'altra cosa che nessuno ha ancora pensato: ma hanno calcolato le probabilità di impatto dell'asteroide con altri corpi celesti(tipo altri pianeti)?
  • estremamente difficile...
    come del resto pure che colpisca la Terra

    La sua orbita lambisce l' orbita di Venere "meno" di quanto intersechi l' orbita terrestre.

    è più facile che colpisca la Luna (impossibile)
  • Colonizzare Marte? La Luna? Abbiamo già un pianeta ma ce ne stiamo sbattendo altamente per interessi legati ai soldi. Se l'umanità si estinguesse oggi l'unica sua traccia che sopravvivrebbe tra mille anni sarebbe l'immensa quantità di spazzatura che abbiamo prodotto: questo siamo, non la statua della libertà o i grattacieli o le opere grandiose.
    L'asteroide ce lo meritiamo.
  • siamo più di sei miliardi!
    o iniziamo a estinguerci e quindi sistemiamo tutti i problemi annessi (inquinamento, esaurimento delle risorse idriche, esaurimento delle risorse alimentari, epidemie, guerre...)
    oppure siamo destinati a cercare una via d' uscita lontano dalla Terra.

    Come diceva l' agente Smith, l' uomo è come un cancro per la terra...
    siamo sempre di più e sempre più stupidi...
    superficiali e inconcludenti...

    Per amore di quanto l' uomo ha rappresentato, non solo nel male, è da augurarsi che certe iniziative arrivino a qualche risultato...
    malgrado quello che credono certe persone, l' umanità merita di conservarsi... siamo sotto tutti i punti di vista molto più importanti del dodo, della tigre della Tasmania e di qualunque corallo che nostro malgrado si è estinto!
  • > siamo sotto
    > tutti i punti di vista molto più importanti del
    > dodo, della tigre della Tasmania e di qualunque
    > corallo che nostro malgrado si è
    > estinto!

    piú che sotto tutti i punti di vista, mi sembra il punto di vista di un essere umanoOcchiolino e mi sembra un concetto abbastanza arroganto il tuo.

    Noi non siamo piú importanto del dodo e del corallo, noi siamo, come il dodo e il corallo, parte di un ecosistema che ci sostiene e mantiene, se rompiamo gli equilibri che ci garantiscono la vita sul pianeta occideremo noi e il pianeta stesso.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 gennaio 2010 08.27
    -----------------------------------------------------------
    MeX
    16902
  • - "arroganto il tuo." Arroganto è simile a Piccanto ?

    - Noi non siamo più importanti del dodo, ma le major che creano tanti bei contenuti si, e vanno difese... LOL !!!

    - Se Aphofis ci becca altro che migliaia di persone,nemmeno l'erba crescerà più, la sua massa è alla streguadella sterilizzazione totale, capace di innescare tuttol'ossigeno presente sulla terra, non è il "Sassetto" che
    ci ha colpiti 65.000.000 di anni fa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guugle
    > - "arroganto il tuo." Arroganto è simile a
    > Piccanto
    > ?

    il tuo cervello binario non comprende una parola per un misstype?Occhiolino

    > - Noi non siamo più importanti del dodo, ma le
    > major che creano tanti bei contenuti si, e vanno
    > difese... LOL
    > !!!

    la major? non hanno certo bisogno di essere difese, io difendo il diritto d'autore

    > - Se Aphofis ci becca altro che migliaia di
    > persone,nemmeno l'erba crescerà più, la sua massa
    > è alla streguadella sterilizzazione totale,
    > capace di innescare tuttol'ossigeno presente
    > sulla terra, non è il "Sassetto"
    > che
    > ci ha colpiti 65.000.000 di anni fa.

    ho scritto che é un sassetto insignificante? non mi risulta.
    MeX
    16902
  • >
    > - Noi non siamo più importanti del dodo, ma le
    > major che creano tanti bei contenuti si, e vanno
    > difese... LOL
    > !!!

    Per quelle altro che asteroide ci vuoleA bocca aperta

    > - Se Aphofis ci becca altro che migliaia di
    > persone,nemmeno l'erba crescerà più, la sua massa
    > è alla streguadella sterilizzazione totale,
    > capace di innescare tuttol'ossigeno presente
    > sulla terra, non è il "Sassetto"
    > che
    > ci ha colpiti 65.000.000 di anni fa.

    E' tutto il contrario, sono 350 metri contro una dimensione stimata di circa 10 km del "sassetto".
    Funz
    13021
  • ...sono un uomo! e tu?

    per me gli altri animali sono interessanti oggetti di studio, se vogliamo parlare degli ecosistemi, oppure cibo, come la bistecca di cervo che ho consumato ieri sera!

    L' uomo, inteso come colui che distrugge gli ecosistemi, non può che pensare alla propria conservazione... proprio perché siamo degli animali

    Visto che non c'è verso di risolvere, usando un po' di buon senso, i problemi che le società sviluppate o in via di sviluppo causano all' intero pianeta è giusto trovare vie d' uscita...fare qualche passo avanti

    I discorsetti sul fatto che siamo patetici o che stiamo distruggendo il più bel pianeta dell' universo sono... patetici!
    so anch' io che potremmo accontentarci...
    potremmo spendere più risorse per la conservazione dell' ambiante e della bio diversità...
    potremmo rispettare ogni singolo elemento del "sistema terra"
    ma non viene fatto!
    e non dirmi che tutto inizia dal basso e che se tutti ci impegnassimo riusciremmo a risolvere il problema...
    è come sperare di svuotare il mare con un secchiello, il massimo che posso fare io è girare con una prius, fare un po' di attenzione a lampade e elettrodomestici in standby, avere rispetto del cibo e consumare solo quello di cui ho bisogno, ecc.

    cose che se avessi un figlio sarei ben lieto di insegnargli...

    ma
    non
    basta!

    siamo sempre di più, sempre più mal governati, perché siamo sempre più ignoranti, e stiamo correndo a capofitto verso l' annichilazione!
    verso il collasso ambientale
  • concordo su tutto, tranne sul fatto che la nostra sopravvivenza é piú importante della sopravvivenza del dodo.

    La nostra via d'uscita, prima della colonizzazione della Luna e di Marte, e un utilizzo piú sensato delle risorse che abbiamo a disposizione.

    Per sfruttare al meglio l'ecosistema che ci mantiene in vita non dobbiamo "abusarlo" ma dobbiamo capire come sfruttarlo al meglio senza distruggerlo.

    Non per "etica" ambientalista, ma per mera sopravvivenza.
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > concordo su tutto, tranne sul fatto che la nostra
    > sopravvivenza é piú importante della
    > sopravvivenza del
    > dodo.
    >
    > La nostra via d'uscita, prima della
    > colonizzazione della Luna e di Marte, e un
    > utilizzo piú sensato delle risorse che abbiamo a
    > disposizione.
    >
    > Per sfruttare al meglio l'ecosistema che ci
    > mantiene in vita non dobbiamo "abusarlo" ma
    > dobbiamo capire come sfruttarlo al meglio senza
    > distruggerlo.
    >
    > Non per "etica" ambientalista, ma per mera
    > sopravvivenza.


    queste sono le parole giuste,
    prima ho parlato del dodo solo perché mi serviva un iperbole!
    io vivo in montagna e da noi la natura è una cosa importante.
    ma tra il sarebbe e il faranno...

    intendo dire che l' unica soluzione potrebbe partire dall' alto!
    ong e entusiasti non sposteranno mai di una virgola le posizioni dei centri di potere (non so come definirli senza sembrare un fanatico)
    e fino a quando non diventerà un buon business non succederà nulla!

    adesso sono andato troppo fuori tema...

    colpa del povero dodo e del tilacino!
  • concordo anche io che le azioni devono essere coordinate dall'alto.

    Se io risparmio acqua a casa mia, va bene per la mia coscienza, ma non risolve certo il problema di acquedotti inefficienti.

    Se vado a piedi e non uso la macchina, lo faccio per me, ma perhcé le cose cambino, deve cambiare "tutta l'organizzazione" della societá

    A cosa puó servire la spinta "dal basso" al limite é far capire a chi é "in alto" che prenderá tanti voti se inizia a occuparsi seriamente dell'ambiente.
    MeX
    16902
  • Zeitgeist! the Movie
    ...certo, questo documento è molto contraddittorio!
    (consiglio anche "Giuliano" di Gore Vidal)

    aiuta però ad avvicinarsi alla realtà della finanza e della politica...dalla parte degli scettici, di chi si sente un po' preso in giro...
    di chi ha capito che da qualche parte c'è qualcuno che ci sta mentendo e che forse non sono proprio i governi a decidere tutto quanto accade attorno a noi!
    per citare ancora Matrix "È la domanda il nostro chiodo fisso"