Alessandro Del Rosso

Microsoft Kodu, programmazione per infanti

Microsoft Labs ha rilasciato una prima versione pubblica di Kodu per PC, un ambiente di sviluppo visuale appositamente concepito per la creazione di videogame da parte dei più piccoli. Nato su Xbox 360, Kodu sbarca ora sui PC Windows

Roma - Dopo quasi due anni di sviluppo, un piccolo team di ricercatori di Microsoft ha partorito un'anteprima pubblica di Kodu per PC, un ambiente di sviluppo che permette di creare videogiochi in modo completamente visuale.

Microsoft KoduL'interfaccia e il linguaggio di programmazione alla base di Kodu sono stati appositamente concepiti per essere utilizzati da bambini, ragazzi e, più in generale, da chi non ha alcuna base di programmazione convenzionale. Microsoft afferma che Kodu include tutto il necessario per progettare, creare e giocare i propri videogame: dall'editor interattivo con cui creare mondi virtuali 3D, alle primitive per gestire collisioni, colori e visuali.

"Il linguaggio di Kodu è stato espressamente concepito per lo sviluppo dei giochi, e fornisce primitive specializzate progettate sulla base dei più comuni scenari di gioco", spiega Microsoft sul sito ufficiale di Kodu. "I programmi vengono descritti in termini fisici, utilizzando concetti quali visione, udito e tempo per controllare il comportamento dei personaggi. Sebbene non sia altrettanto general-purpose dei classici linguaggi di programmazione, Kodu può esprimere concetti di gioco avanzati in un modo semplice, diretto e intuitivo".
La peculiarità più interessante dell'interfaccia di Kodu è quella di poter essere completamente controllata attraverso il gamepad di Xbox 360: ciò consente ai più piccoli di sviluppare un videogioco usando la periferica di input a loro più familiare, e senza necessariamente accedere al PC del papà.

Kodu girerà sia su Xbox 360 che su PC, ma l'attuale Technical Preview è specificamente indirizzata a quest'ultima piattaforma, e riadattata per l'uso con i canonici mouse e tastiera. La versione di Kudo per Xbox 360 era già stata ufficialmente presentata dal CEO di BigM, Steve Ballmer, presso il CES 2009, e ad oggi è già stata fornita a centinaia di scuole.

Microsoft KoduMatt MacLaurin, l'ideatore di Kodu (ex Boku), afferma che la versione per PC del suo ambiente di sviluppo visuale è stato espressamente richiesto dagli istituti scolastici: l'uso di un semplice computer consente alle scuole di risparmiare denaro nell'acquisto di Xbox 360 (con grande rammarico - si può immaginare - da parte degli alunni).

Restando in tema di piattaforme di sviluppo, negli scorsi giorni Microsoft ha fatto sapere che il più volte posticipato Visual Studio 2010 e il relativo MS.NET Framework 4.0 saranno ufficialmente rilasciati il prossimo 12 aprile.

L'ultima volta che Microsoft ha rimandato la data di rilascio di Visual Studio 2010 è stato lo scorso dicembre, quando spiegò di essere impegnata a risolvere alcuni problemi di performance relativi all'uso della memoria virtuale.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
55 Commenti alla Notizia Microsoft Kodu, programmazione per infanti
Ordina
  • Vogliamo parlare del TOOL per eccellenza?
    non+autenticato
  • RPG Maker è un TOOL di eccellenza solo se devi fare RPG. Hai mai provato a creare uno sparatutto? Io sì, e ancora non ci sono riuscito senza sudare 7 camicie e lavorare per settimane. E te lo dice uno che con RPGM ci programma dalla versione 2000.
  • In pratica è un Little big planet potenziato... Non mi sembra niente di così innovativo...
    Bisognerà vedere cosa spingerà i ragazzi a passare ore e ore per creare un videogioco personalizzato. Altra cosa ad esempio è App Store dove chi crea un'applicazione poi la rivende.

    http://alastio.net
    non+autenticato
  • La stessa cosa che spinge i bambini a usare i lego invece di comprare le macchinine già pronte.
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Alastio
    >
    > > Bisognerà vedere cosa spingerà i ragazzi a
    > > passare ore e ore per creare un videogioco
    > > personalizzato.
    >
    > ROTFL
    > Laureato in psicologia, eh?

    Con indirizzo psicopedagogico, mi pare di intuire!
  • Tu non hai idea di cosa ci sia dietro Little Big Planet, engine e l'editor.

    - Scritto da: Alastio
    > In pratica è un Little big planet potenziato...
    non+autenticato
  • E il mitico Klick&play? E 3d RAD? (tra l' altro, ora sono entrambi freeware)
    non+autenticato
  • IoSorride
    Cosa non sono riusciti a fare con quell'aggeggino (il C-64).
    Oggi sarebbe da gridare al miracolo.
    non+autenticato
  • malformed video id
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: fustigatore
    > IoSorride
    > Cosa non sono riusciti a fare con quell'aggeggino
    > (il
    > C-64).
    > Oggi sarebbe da gridare al miracolo.

    Non erano miracoli quelli! Quello era modo corretto di usare le macchine.

    Sono bestemmie quelle che si fanno oggi!
  • Come dimenticarlo ... c'era una Sys per ricominciare con vite infinite sui giochi creati con questo tool di sviluppo !
  • Ciao MAH !

    > Chi se lo ricorda?
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Shoot'Em-Up_Construct

    MITICO !
    All' epoca ci smanettai di brutto, e per certi versi la versione C64 era pure migliore di quella Amiga !
    Ricordo che inviai anche un gioco alla rivista Zzap! per farlo recensire nella apposita rubrica ... non lo recensirono ... In lacrime
    Poi passato al PC mi "buttai" sul 3D Construction Kit della Domark ...

    Che figata se questo Kit potesse rinverdire quei fasti !
    :)
  • la poagina wikipedia e vuota non si legge niente ma sto shootemup construciotn kit funziava? si costruivano giochi in poco tempo?
    non+autenticato
  • ....quando sta per uscire Vi$ua£ $tudio 2010 che, con le sue belle wizardine colorate e tutti gli oggettini già belli pronti, è adatto sia ai sedicenti "programmatori" sia ai bambini dai 5 anni in su?
    non+autenticato
  • sei un linaroFan Linux fanboy
    Troll di tutti i colori
    non+autenticato
  • Informati meglio prima di parlare di cose che non conosci.
    Torna a programmare in C con il blocco noteSorride
    Oppure sei uno di quei pazzi che nel 2010 che usa ancora Java con quella schifezza di Eclipse, triste clone di Visual studio? Magari le Applet ahahahahaA bocca aperta
    non+autenticato
  • obvius troll is obvious
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sandro
    > Informati meglio prima di parlare di cose che non
    > conosci.
    > Torna a programmare in C con il blocco noteSorride
    > Oppure sei uno di quei pazzi che nel 2010 che usa
    > ancora Java con quella schifezza di Eclipse,
    > triste clone di Visual studio? Magari le Applet
    > ahahahaha
    >A bocca aperta

    il C quello si che era un linguaggio di programmazione che ti faceva capire cosa significasse veramente programmare ed ottimizzare il codice
    non+autenticato
  • Che il C sia valido (poi dipende che ambito) non ci piove.

    Ma il "saper ottimizzare" è tutto un altro campo.

    E di solito si fa DOPO che si è costruita una base (e bisogna anche pianificare bene cosa si fa).

    Ne ho visto parecchio di codice C scadente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stein Franken
    > Che il C sia valido (poi dipende che ambito) non
    > ci
    > piove.

    Anche il correre ti fa capire cosa vuol dire percorrere distanze. Ma ti verrebbe mai in mente di ridicolizzare chi usa l'auto?

    Vista l'infiltrazione e la complessità dell'informatica e il suo basso costo, e' giusto che sia accessibile a tutti fare dei piccoli programmi. Non ha nessun senso ridicolizzare cose semplici perche' solo i veri uomini riescono a programmare in blocco note.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 gennaio 2010 11.47
    -----------------------------------------------------------
    harvey
    1481
  • - Scritto da: harvey
    > - Scritto da: Stein Franken
    > > Che il C sia valido (poi dipende che ambito) non
    > > ci
    > > piove.
    >
    > Anche il correre ti fa capire cosa vuol dire
    > percorrere distanze. Ma ti verrebbe mai in mente
    > di ridicolizzare chi usa
    > l'auto?
    >
    > Vista l'infiltrazione e la complessità
    > dell'informatica e il suo basso costo, e' giusto
    > che sia accessibile a tutti fare dei piccoli
    > programmi. Non ha nessun senso ridicolizzare cose
    > semplici perche' solo i veri uomini riescono a
    > programmare in blocco
    > note.
    Sbagliato ... i veri uomini aprono una shell dos e digitano il comando:
    copy con programma.exe
    e poi giù di esadecimale Sorride
    alla fine un bel ctrl Z e chiudi ...
    O site troppo giovani per ricordarvene Sorride ?
  • - Scritto da: Fragy
    > Sbagliato ... i veri uomini aprono una shell dos
    > e digitano il
    > comando:
    > copy con programma.exe
    > e poi giù di esadecimale Sorride
    > alla fine un bel ctrl Z e chiudi ...
    > O site troppo giovani per ricordarvene Sorride ?
    Nonché Veri Programmatori, mica mangiatori di quicheA bocca aperta
    non+autenticato
  • Il Vero Programmatore rilascia tutti i suoi programmi come pubblico dominio, ma sono programmi così specifici che in tutto il mondo serviranno solo ad altre otto persone oltre a lui.
    non+autenticato
  • mancano i ":"
    copy con: ...
    A bocca apertaDDD
    non+autenticato