Alfonso Maruccia

Ma MySQL ce la farà?

La storica acquisizione di Sun da parte di Oracle continua a far discutere. C'è chi continua a considerarla una sorta di patto con il diavolo che ucciderà il popolare database FOSS, e chi invece dice che in fondo tanto male non farà

Roma - Dopo lunghe, accese polemiche e lo scrutinio attento da parte delle organizzazioni antitrust di qua e al di là dell'Atlantico, la fusione tra Sun e Oracle si avvia verso la finalizzazione quando tra pochi giorni l'Unione Europea avrà sciolto le sue ultime riserve dando il via libera all'operazione. Ma la discussione sulla validità dell'acquisizione (o la sua legittimità) continua con il contributo di due tra i principali protagonisti dell'avventura MySQL.

Sulle sorti del formato di database MySQL c'è insomma ancora confusione, qualcuno prova ad approfittarne approntando utilità per la migrazione facile e indolore a standard diversi e Michael Widenius, il "papà" di MySQL rincara la dose cercando la sponda delle autorità antitrust russe e cinesi. Widenius, che in un'intervista a Punto Informatico ha ribadito tutta la sua contrarietà al passaggio di mani del database, dice che se l'UE è intenzionata a non mettersi di traverso lo stesso potrebbero non fare le organizzazioni che operano a est.

Secondo Widenius, Russia e Cina sono "paesi forti, sicuri di sé e amichevoli nei confronti dell'open source e hanno tutto il diritto e l'opportunità di fare un lavoro migliore della UE su questa cosa". Il creatore di MySQL non molla e continua a considerare Oracle come il diavolo con cui non si può scendere a patti, mentre un altro ex-founder della società MySQL AB, David Axmark, descrive uno scenario non altrettanto drastico e senza speranza.
Axmark è convinto del fatto che Oracle non abbia "alcuna ragione evidente per supportare MySQL", perché la minima competizione che c'era tra i due interessi contrapposti stava crescendo e a Oracle di certo non converrebbe continuare su questa strada. Subito dopo Axmark aggiunge che, nonostante questa consapevolezza, dubita fortemente che Oracle si arrischierà a fare a pezzi MySQL facendo morire il progetto.

"Lo venderanno aggressivamente ad aziende a cui anche Oracle può vendere? Mai - continua Axmark - Danneggeranno gli attuali clienti MySQL? Probabilmente no. Non c'è molto denaro da ricavarci. Oracle otterrebbe un guadagno minimo spingendo gli attuali clienti MySQL verso prodotti più costosi. Bloccare il downgrade volontario dei clienti a un qualsiasi database open source costerebbe molto". Per Axmark MySQL e l'RDBMS di Oracle possono coesistere senza problemi perché si rivolgono a mercati differenti, e se fosse nei panni del management della società californiana lui spingerebbe ancora di più sull'adozione di MySQL da parte del web "dove Oracle non propone davvero nulla". Più utenti, maggior sviluppo e perdite zero sui guadagni, vaticina l'ex-founder di MySQL AB.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
21 Commenti alla Notizia Ma MySQL ce la farà?
Ordina
  • Cerchiamo una prospettiva...perche' Oracle avrebbe dovuto acquisire Sun, se non per azzerare la crescente concorrenza a livello enterprise di MySql? Oracle e' vecchio e costoso. MySql giovane, e Open Source. Indecente la decisione della corte europea, chissa' perche'...
    non+autenticato
  • Sinceramente spero che MySQL non finisca nell'oblio dei soliti squali.
    Sinceramente credo molto più in MySQL che in molte altre "soluzioni" open source, come linux.
    Sinceramente se MySQL dovesse morire, non credo che aprirò più un sito web.
    Una volta tanto la community open source dovrebbe alzare la voce e proporre almeno un eventuale fork.

    Io, nella mia ignoranza, non posso collaborare, ma solo sperare in questi volenterosi.
    Quindi lancio un monito (e anche un monitor CRT da 21 pollici, in testa) a quelli che criticano sempre l'open:
    esso è oggetto di speculazioni, meriterebbe più appoggio da parte di tutti, essere difeso.

    Detto questo, auguro un immenso in bocca al lupo a MySQL, a tutti i suoi contributors e a tutti quelli che si occupano di open in generale.

    Grazie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dune mosse
    > Sinceramente spero che MySQL non finisca
    > nell'oblio dei soliti
    > squali.

    squali che per avere MySQL hanno scucito un po' di palanche, e che se hanno acquisito MySQL è stato anche perché qualcuno l'ha voluto vendere alla SUN.

    > Sinceramente se MySQL dovesse morire, non credo
    > che aprirò più un sito
    > web.

    da questo si capisce che si tratta di siti web amatoriali e non di siti usati per far affari e/o importanti per l'azienda. Siti per i quali la vendita di spazio e/o servizi da parte dei provider è considerata attività marginale.


    > Una volta tanto la community open source dovrebbe
    > alzare la voce e proporre almeno un eventuale
    > fork.
    >
    se ne vede la convenienza a farlo, proprio come decidono le aziende private, altrimenti potrebbe decidere di passare a PostgreSQL

    > Io, nella mia ignoranza, non posso collaborare,
    > ma solo sperare in questi
    > volenterosi.

    alla fine non vedo cosa ci sia di tanto diverso con chi sperava che lo zio bill non staccasse la spina a Win98 o a Win2000.

    > Quindi lancio un monito (e anche un monitor CRT
    > da 21 pollici, in testa) a quelli che criticano
    > sempre
    > l'open:
    > esso è oggetto di speculazioni, meriterebbe più
    > appoggio da parte di tutti, essere
    > difeso.

    Nessuno regala niente, affidarsi solo a mitiche community di buoni samaritani e basarci un business sopra è un purissimo suicidio.
    La community porterà avanti un fork solo se ne avrà la convenienza, anche se questo non sarà ne semplice e neppure economico ovvero ci sarà un fork usabile se e solo se ci sarà una base di utenti pronta a pagare chi porterà avanti il fork per avere il mantenimento ed il miglioramento del software.
    Altrimenti morirà oppure verrà portato avanti semplicemente come progetto hobbistico.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 gennaio 2010 07.43
    -----------------------------------------------------------
  • I am not able rightly to apprehend the kind of confusion of ideas that could provoke such a post.
    non+autenticato
  • - Scritto da: shevathas
    > La community porterà avanti un fork solo se ne
    > avrà la convenienza, anche se questo non sarà ne
    > semplice e neppure economico ovvero ci sarà un
    > fork usabile se e solo se ci sarà una base di
    > utenti pronta a pagare chi porterà avanti il fork
    > per avere il mantenimento ed il miglioramento del
    > software.
    > Altrimenti morirà oppure verrà portato avanti
    > semplicemente come progetto
    > hobbistico.

    Il fork non e' ipotetico perche' esiste gia' da tempo MariaDB che e' il fork di 5.1 sotto l'egida dello stesso Widenius. Chiaramente lui spinge
    anche per far crescere tale fork, ma mi chiederei perche' lui stesso ha venduto a Sun, visto che gli sviluppi erano ampiamente prevedibili. Lamentarsi dopo e' troppo comodo, avrebbe potuto continuare con MySQL AB invece di farsi comodamente e lucrativamente farsi fagocitare da Sun.
    non+autenticato
  • Tutti i principali progetti sun non moriranno mai, per il semplice motivo che non sono progetti di nicchia e quindi non credo che le numerose aziende/istituzioni che ne fanno uso si possano permettere di abbandonarli. La licenza GPL permetterà ad un sottoinsieme degli attuali enti che ne fanno uso di continuarne lo sviluppo anche nel caso che Sun lo termini.
  • ci si scorda che la quasi totalità dei web provider danno tutti almeno un database MySQL, pochi PostGreSQL...eliminiare MySQL vorrebbe dire costringere tutti questi provider a cambiare offerta con spese magari enormi?
    MySQL ormai è un affare, chi se lo compra si assicura il controllo quasi totale del web, questa è la verità...quindi non credo proprio che morirà anzi continuerà eccome a vivere proprio perchè ormai non credo proprio che i web provider siano disposti a cambiare, anzi, dovranno ubbidire alle regole imposte dai nuovi padroni di MySQL!
  • Sono d'accordo...
    Tanto più che mysql è legato in modo molto stretto a php, anche se php supporta altri db.
    Se è vero che Oracle non ha alternative sul web avrà tutto l'interesse a rafforzare la sua posizione attraverso MySql
  • la risposta è: fork, nella peggiore delle ipotesi.
    Chi lo fa? Se non lo fa la community, credo proprio che molti hoster si adopereranno in qualche maniera, altrimenti vedranno calare di brutto le loro vendite di host.

    Ma c'è sempre mamma M$ sempre pronta con i suoi toolz di conversione.
    Bisognerà però vedere se questi toolz saranno in grado anche di cambiare le query all'interno del codice ASP, PHP o quant'altro.
    Altrimenti è solo aria fritta.
    E da M$ non ci si può aspettare molto di più.

    La parola va a ballmerd.
    non+autenticato
  • Se anche PostgreSQL in futuro fosse venduto (qualora la sua licenza lo permetta), non esisterà più nessun database serio libero?
    O sbaglio?
    non+autenticato
  • PostgreSQL non appartiene a una società commerciale come apparteneva MySQL.

    In ogni caso c'è Firebird SQL, anche se per qualche strano motivo pare non avere molto successo.
    non+autenticato
  • La differenza fondamentale e' che MySql e' da sempre stato sviluppato (quasi interamente) da *una* societa', mentre PostreSQL e' da sempre stato sviluppato (quasi interamente) dalla community (dal 1985...). Quindi puoi considerarlo gia' venduto (da sempreOcchiolino ). Se a questo aggiungi addirittura che PostgreSQL ha da sempre licenza BSD, non ci vuole molto a capire quale cavallo tira di piu'.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)