Alfonso Maruccia

Il supercomputer cinese fatto in casa

Ufficialmente presentato il nuovo progetto per scalare la classifica "Top 500" da quest'anno. Via gli AMD, entra in gioco l'ultima generazione di processori multicore sviluppati interamente nel paese asiatico

Roma - Quest'anno la Cina è decisa a cambiare marcia in ambito supercomputer, abbandonando una volta per tutte i processori AMD adottati nel 2008 con Dawning 5000A e nel 2009 con Tianhe-1, e facendo debuttare nella società tecnologica che conta il suo processore "homebrew" Godson/Loongson.

Atteso entro la metà del 2010, il supercomputer Dawning 6000 dovrebbe essere il primo sistema di classe petaFLOP cinese per di più basato su un progetto, quello di Loongson appunto, che ha sin qui conosciuto alterne fortune. Originariamente pensato come strumento autarchico di emancipazione tecnologica dai due soliti chipmaker americani che hanno in mano il mercato (AMD e Intel), questo processore a 64 bit con tendenze multicore non è mai riuscito a spiccare in quanto a potenza ed è finito a equipaggiare sistemi di basso profilo come nettop e netbook.

Loongson 3, la terza generazione del microchip cinese, rappresenta secondo i ricercatori asiatici una buona opportunità di far spiccare il balzo alla potenza industriale cinese sino a metterla in competizione diretta con quelle più avanzate. Basato sulla oramai desueta architettura MIPS, una ipotetica versione avanzata di Loongson 3 potrebbe arrivare a contenere ben 16 core permettendo la costruzione del supercomputer con soli 782 microprocessori.
Rispetto alla versione precedente, la terza generazione del china-chip porta in dote (tra le altre cose) la capacità di fare la traslazione in hardware delle istruzioni x86, una caratteristica fondamentale considerando che la piattaforma di Intel rappresenta lo standard di fatto nel settore dei supercomputer anche se non è dato sapere con che livello di prestazioni tale traslazione avviene.

La sfida che gli ingegneri cinesi hanno davanti non è di quelle facili, a ogni modo: l'utilizzo di una tecnologia derivata dall'architettura MIPS pone non poche difficoltà nell'adattamento del processore agli scenari operativi standard dei supercomputer. Intel, comunque, ha fatto sapere di voler dare "il benvenuto" al nuovo arrivato, continuando a professare sicurezza nei propri mezzi.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaSupercomputer, il giaguaro soffia al cuculoNell'ultima classifica Top500 dei supercomputer più potenti al mondo, IBM e Cray hanno guidato la prima sfida dell'era petaFLOPS. Big Blue mantiene la posizione di testa, ma l'avversaria la tallona da dietro con Jaguar
  • TecnologiaSupercomputer, il balzo del GiaguaroL'ultima edizione della classifica dei supercomputer più potenti al mondo vede il sorpasso del Jaguar di Cray nei confronti del Roadrunner di IBM. La Cina entra nelle prime cinque posizioni con un sistema CPU+GPU
  • TecnologiaLa Cina forgia la sua prima CPU multicoreEvoluzione del noto processore made in China Godson, la nuova CPU supporterà fino ad otto core e sarà utilizzata per dar vita al più potente supercalcolatore cinese
  • BusinessAcer e Dell pronti a sfidare Eee PCStando ad alcune indiscrezioni i due noti produttori di PC stanno per svelare i loro primi modelli di UMPC pensati per rivaleggiare più o meno direttamente con Eee PC e gli altri mini notebook low cost
33 Commenti alla Notizia Il supercomputer cinese fatto in casa
Ordina
  • I PETO-Flop A bocca aperta non sono tutto .

    L' efficenza energetica è e sarà sempre piu' importante.

    AMD e INTEL quanto a PETI ne sparano parecchi ma per trovare le versioni energeticamente piu' efficenti (che tra l' altro non costano tanto di piu', a volte per niente) bisogna cercare con il lanternino tra i listini!

    l' AthlonIIee e il Phenom ee li ho dovuti ordinare su EBAY!!!!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 gennaio 2010 10.54
    -----------------------------------------------------------
  • Quello che è poco credibile è che queste CPU non vìolino nessun brevetto delle suddette AMD e Intel. Oggi per qualunque azienda di qualunque paese industrializzato e aderente ai vari accordi internazionali è praticamente impossibile inventare qualcosa senza infrangere o pagare brevetti di altri. I cinesi come se la cavano in questo ambito? Mi piacerebbe proprio vedere e confrontare questo progetto con i brevetti depositati da Intel e AMD. Chissà che risate, ma giustamente al mondo c'è chi può e chi non può fare qualcosa e ultimente la Cina PUO' anche troppo.
  • Ora che han copiato tutto l'ecosistema AMD per adattarlo al loro processore, AMD non serve più! Vorrei proprio vedere questo longhorn quanto ha di originale... poi pure se fosse le leggi dei copyright son diverse dalle nostre e posson far tutto ciò che vogliono!
    Ah ma chi ha detto che la Cina sta facendo tutto ciò per il progresso dell'umanità? Per il progresso dell'umanità io blindo il mio internet in modo che non ci sono influenze esterne? Se al mio paese non dico la verità figuriamoci al mondo intero cosa non direi! Se cammino su dei manifestanti compaesani con un carro armato figurati con cosa camminerei su degli estranei!
    Comunque siamo italiani non abbiamo libertà di parola verso i cinesi dato che stiam diventando sempre più come loro, evitiamo inutili commenti anti-cinesi! Ancora per poco possiam scrivere che abbiam un ladro-piduista-corrotto-filomafioso al governo!A bocca aperta
  • infatti non credo lo vedremo mai al di fuori della cina
    non+autenticato
  • E' fantastico... appena esce un post nella websfera con la keyword "cina", c'è pronto un troll che spunta dal nulla per difendere l'indifendibile... veramente prontissimi, complimenti!! Troll chiacchieroneTroll chiacchieroneTroll chiacchierone
  • Quando leggo cose così non posso stare zitto. Non resisto.
    I cinesi che si offendono non sono troll ma parte in causa: tutti hanno diritto alla replica se vengono sistematicamente trattati da pezze!!!
    Capisco che voi gente di destra (e magari fosse vera destra) avete la mente di un bambino di 5 anni e quindi o si è con voi o contro di voi (alias troll). E' una cosa molto brutta: lo sapevi che hanno scritto molti libri su questo argomento?
    Ti consiglio il capitolo dedicato alla Thatcher su "Personalità Egemoni" si Gardner. E ' illuminante su come ragiona la gente come voi (solo e sempre Curva Sud).
    Io sono stato in Cina tre volte e conto di tornarci ogni anno per godermi in diretta qualcosa che segnerà il millennio.
    E bada che non è uno scherzo perchè posso andarci solo nella settimana di capodanno facendomi 20.000 km tra andata e ritorno e, tra l'altro la temperatura media è sotto lo zero.
    Ma ne vale la pena. Io lì mi diverto per davvero e quello che vedo è meraviglioso.
    Non so perchè ma nei cinesi c'è qualcosa che mi commuove: dite quello che vi pare ma è gente intelligente ed operosa. Vederli in azione, a casa loro è spettacolare. Qualcosa che lascia il segno.
    Allora... sono un troll o uno che contribuisce al dibattito? Dimmelo tu.
    Per quanto mi riguarda i post dei cinesi sono sacrosanti. Prima di parlare dicendo fregnacce razziste documentatevi, date 1.000 euro ad Expedia come faccio io ed andate a vedere con i vostri occhi come stanno le cose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max Monti
    > Quando leggo cose così non posso stare zitto. Non
    > resisto.

    ...facevi meglio a stare zitto...

    > I cinesi che si offendono non sono troll ma parte
    > in causa: tutti hanno diritto alla replica se
    > vengono sistematicamente trattati da
    > pezze!!!

    Se avevi un po' di sale in zucca avresti capito che il mio commento si riferiva appunto al fatto che costui non era un cinese offeso ma, appunto un troll... magari pure pagato per farlo..

    > Capisco che voi gente di destra (e magari fosse
    > vera destra) avete la mente di un bambino di 5
    > anni e quindi o si è con voi o contro di voi
    > (alias troll). E' una cosa molto brutta: lo
    > sapevi che hanno scritto molti libri su questo
    > argomento?

    Mi sa che se c'è qualcuno che ha bisogno di leggere qualche libro sei tu, così magari capiresti che se in Italia c'è una destra tanto vergognosa dipende in gran parte da una sinistra ancora più vergognosa (che tra l'altro non studia...)

    >
    > Ti consiglio il capitolo dedicato alla Thatcher
    > su "Personalità Egemoni" si Gardner. E '
    > illuminante su come ragiona la gente come voi
    > (solo e sempre Curva
    > Sud).

    Innanzi tutto, da economista, preferisco la scuola keynesiana rispetto a quella smithiana, quindi figuriamoci cosa posso pensare della Thatcher...
    Poi non tifo più squadre di calcio credo dall'89...

    > Io sono stato in Cina tre volte e conto di
    > tornarci ogni anno per godermi in diretta
    > qualcosa che segnerà il
    > millennio.
    > E bada che non è uno scherzo perchè posso andarci
    > solo nella settimana di capodanno facendomi
    > 20.000 km tra andata e ritorno e, tra l'altro la
    > temperatura media è sotto lo
    > zero.
    > Ma ne vale la pena. Io lì mi diverto per davvero
    > e quello che vedo è meraviglioso.
    >
    ... si devi esserci stato pure nell'89, ti hanno pure fotografato mentre fermavi una colonna di carri armati....

    > Non so perchè ma nei cinesi c'è qualcosa che mi
    > commuove: dite quello che vi pare ma è gente
    > intelligente ed operosa. Vederli in azione, a
    > casa loro è spettacolare. Qualcosa che lascia il
    > segno.
    > Allora... sono un troll o uno che contribuisce al
    > dibattito? Dimmelo
    > tu.

    ...si mi, commuovono quando, vengono repressi nel sangue...

    > Per quanto mi riguarda i post dei cinesi sono
    > sacrosanti. Prima di parlare dicendo fregnacce
    > razziste documentatevi, date 1.000 euro ad
    > Expedia come faccio io ed andate a vedere con i
    > vostri occhi come stanno le
    > cose.

    Io sono ben documentato, ho vissuto per anni in P.Sarpi a Milano e ho molti amici cinesi. Tra l'altro sono sposato con una donna extracomunitaria, caro amico dei troll.
    Il razzismo c'è in Cina e non sicuramente in Italia che non è un paese imperialista.
    Studia prima cosa è il razzismo così la pianti di fare propaganda pietosa.
    Un po' di rispetto per i cittadini cinesi che soffrono per l'oppressione del governo... magari informati su cosa è wikileaks....
    Oppure hanno pagato pure te per dir scemenze?


    ...
  • Economista? Mah...

    > Il razzismo c'è in Cina e non sicuramente in
    > Italia che non è un paese imperialista.

    Solite scemenze da leghista in camicia verde...
    e allora godiamoci questo doc sull'Italietta imperialista di Mussolini
    e sulle infinite violazioni dei diritti umani da noi commesse nei Paesi occupati. Altro che italiani brava gente!

    http://www.youtube.com/watch?v=nQGpkFUj6eQ&feature...

    http://www.youtube.com/watch?v=hfOStoE0A1g&feature...

    E visto che siamo stati dei gran paraventi ruffiani degli americani non abbiamo avuto neanche una condanna per crimini di guerra...
    non+autenticato
  • La Cina comincia a dimostrare che sa fare, da sola anche la sua tecnologia, non che copia come gli occidentali dicono.
    Questo mi fa piacere così gli occidentali capiscono cosa sa poter fare la Cina che non è solo copiare!!Sorride
    non+autenticato
  • Infatti. Bella cosa, mi fa piacere. Chissà che non diventi un Giappone grande come la Cina.
    non+autenticato
  • l'accostamento col giappone che fai e' adatto perche' appunto il giappone nel dopoguerra era accusato di saper solo copiare.
    tanto che nel famoso racconto di dick (la svastica sul sole) in cui i giapponesi hanno vinto la guerra, tra le altre "inversioni" storiche c'erano i raffinati intellettuali giapponesi che ritenevano che gli sconfitti americani sapessero lavorare bene ma solo copiare..
    ..
    non+autenticato
  • ma se in cina si sta così bene......perchè c...o siete tutti quì a Prato?????
    non+autenticato
  • Si, iniziano dopo che l'occidente ha esportato tutto il know-how possibile!
    dopo aver studiato i metodi occidentali solo ora riuscite a fare qualche cosa!
    Prima cosa eravate? Solo uno Stato feudale che non sapeva nemmeno fare grandi progetti (se non tramite l'aiuto occidentale)
  • L'atomica se la sono fatta da soli.
    I Sovietici li aiutarono solo nelle fasi iniziali, al momento della rottura erano ancora in alto mare.
    Tra l'altro in meno di tre anni (16 Ottobre 1964 - 17 Giugno 1967) dal primo test atomico sono riusciti a costruire un'arma termonucleare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fox82i
    > Si, iniziano dopo che l'occidente ha esportato
    > tutto il know-how
    > possibile!
    > dopo aver studiato i metodi occidentali solo ora
    > riuscite a fare qualche
    > cosa!
    > Prima cosa eravate? Solo uno Stato feudale che
    > non sapeva nemmeno fare grandi progetti (se non
    > tramite l'aiuto
    > occidentale)

    E infatti l'invenzione della stampa, della carta moneta, della polvere da sparo, di sistemi etici e politici non basati sulla religione, dell'irrigazione scientifica, della canalizzazione delle acque, ecc ecc in Cina sono stati fatti "con l'aiuto occidentale".

    Ripassati un po' di storia prima di scrivere.
    non+autenticato
  • quoto! E aggiungerei la seta, l'astronomia ecc..
    non+autenticato
  • Cavolo, i cinesi hanno inventato tutto. Magari hanno anche scoperto l'America.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)