Claudio Tamburrino

Cina: sono solo fatti miei

Il governo di Pechino è chiaro: gli attriti con Google non dovrebbero coinvolgere i rapporti con gli Stati Uniti. Ma il discorso di Hillary Clinton potrebbe generare scintille

Roma - Il discorso di Hillary Clinton sulla libertà della Rete è rimasto indigesto a Pechino, così la vicenda nata dallo scontro tra la nazione asiatica e l'azienda statunitense Google (o ancora prima, da un cyberattacco di un cracker cinese subito da Mountain View) si arricchisce di un nuovo capitolo che conferma il timore di scintille transfrontaliere.

Clinton nel discorso riferito a Washington, pur senza riferirsi direttamente alla Cina, ha condannato inequivocabilmente i cyberattacchi e le censure applicate a Internet, chiamando in causa anche la giustizia internazionale. Ha poi espressamente chiesto alle autorità cinesi, a proposito del caso Google, indagini serie e trasparenti. Le prime reazioni sono state quelle degli utenti cinesi di Twitter, che hanno accolto con grande entusiasmo il discorso del Segretario di Stato statunitense: d'altronde per accedere al sito di microblogging, bloccato in Cina, occorre superare la Grande Muraglia digitale, quindi lo schieramento dei partecipanti al dibattito con hashtag #netfreedom (alimentati per la quasi totalità di cinguettii cinesi) era come prevedibile composto da oppositori delle misure adottate della censura cinese.

Tra questi un utente ha tempestivamente lavorato ad una traduzione in mandarino del testo del discorso poi condivisa a mezzp Google Docs. Il blogger Wen Yunchao ha invece scritto che esso rappresenta "una dichiarazione di guerra dalle nazioni libere alle autarchie", che potrebbe risultare importante tanto quando il discorso della cortina di ferro di Churchill", così come un altro blogger di fama, Lian Yue, che ha sottolineato come "spianava le contraddizioni e enfatizzava come la libertà di Internet sarebbe positiva per tutto il genere umano". Più scettico lo scrittore e blogger Yang Hengjun: "Clinton e il Governo USA hanno i loro problemi... inoltre sono anni che fanno discorsi a supporto della libertà mondiale di Internet senza combinare ancora nulla".
Evidentemente diversa la reazione dei media governativi: il Global Times nella sua versione in inglese parla di "uno spudorato tentativo di imporre i propri valori ad altre culture nel nome della democrazia", mentre la politica cinese vuole evitare di "diventare la vittima dell'imperialismo informatico". Nell'editoriale in cinese si parla invece di "libertà di Internet come arma dell'egemonia americana" descrivendo il discorso di Clinton come diretto contro il mondo islamico.

Il Ministro degli esteri ha poi affermato che il discorso è dannoso per i rapporti cino-statunitensi: sul sito del Ministero un comunicato chiede che gli Stati Uniti "smettano di utilizzare la cosiddetta libertà di Internet per indirizzare accuse ingiustificate alla Cina". Anche se l'intenzione di Pechino è continuare a mantenere disgiunto l'affaire Google dalle relazioni fra i due Stati: Mountain View deve rispettare le leggi cinesi come qualsiasi altra impresa.

Microsoft, Yahoo! e Google hanno espresso apprezzamento per le parole di Clinton e ribadito l'importanza della libertà di Internet. A proposito della decisione di BigG di abbandonare il più grande mercato di Internet, il CEO di Google Eric Schmidt ha poi riferito che, per quanto le intenzioni sarebbero di rimanere in Cina, Mountain View non può più scendere a compromessi con la censura sui risultati chiesta dal governo cinese al motore di ricerca.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
33 Commenti alla Notizia Cina: sono solo fatti miei
Ordina
  • in Cina usano BAIDU, in Russia usano solo Yandex ... google è sinonimo di occidente, non è affatto detto che sopravviva.
    non+autenticato
  • E' un brocardo che trovate scritto su qualsiasi manuale di diritto internazionale. Sarebbe l'ABC ma la Clinton fa finta di non saperlo.
    Traduco per chi non conosce la lingua ufficiale del Vaticano (e proprio per questo che c'è la propinano ancora nei Licei): a casa mia TU RISPETTI le mie leggi per giuste o sbagliate che siano.
    Detto questo qualcuno si è accorto che qualche anno fa in Cina c'è stata una rivoluzione comunista dove Mao ha vinto e la controparte (finanziata dagli americani) è andata in esilio a Taiwan?
    E qualcuno si ricorda che le guerre di COREA e del VIETNAM (barbarica oltre ogni limite) avevano come antagonista "ufficioso" proprio la Cina comunista? E nell'800 le due guerre dell'oppio non avevano come antagonisti proprio gli anglosassoni?
    E si!!! Loro si combattono da due secoli ma adesso la guerra "fredda" è diventata criogenica. Ora niente napalm... si usano i social network in modo da fomentare disordini e scontri di piazza che mettano in imbarazzo l'avversario.
    Io ho visto la gioventù urbana cinese (modaiola come e più di quella che vedo a Ginza) e mi sembra che se ne fotta alla grande sia di Tien An Men che del Tibet alla pari della nostra che non mi sembra proprio che si strappi le vesti per Marzabotto o Piazza Fontana.
    La Cina ha 56 etnie/nazioni differenti. Se butti benzina sul fuoco ti ritrovi con una Cecenia cinese prima ancora di aver finito il post sul tuo blog finanziato dalla CIA.
    Se tu fossi il governo cinese che cosa faresti per difenderti dalle astute strategie del tuo storico avversario ed evitare morti innocenti nelle piazze?
    Da parte mia non ci vedo niente di strano se un regime nato da una rivoluzione continua ad andare dritto verso gli obiettivi che si è proposto senza stare troppo a sottilizzare sui dettagli... del resto non ho mai visto rivoluzioni fatte con l'uncinetto ed il punto croce e non avete idea di cosa bisognerebbe combinare qui in Italia per rimettere le cose a posto...
    Un po' calma e pazienza zen: 15 anni e la Cina ci insegnerà il vero significato della parola democrazia...altro che Silvio, la De Filippi ed i TG1 con il "panino" farcito con le chiacchiere dei portavoce di partito.
    Detto questo (a Dio piacendo) continuerò ad andarci ogni anno per godermi l'evento del millennio in diretta ed essere sicuro che quando scrivo della Cina non sto dicendo fregnacce.
    E comunque per come ci informa certa gente amica delle multinazionali USA meglio fare da se...

    P.S. USA vergognatevi: avete ancora la pena di morte ed avete formato nelle vostre scuole di tortura la polizia di mezzo Sud America.
    Non parlate di diritti umani che ancora mi ricordo della morte eroica di Salvador Allende fatto assassinare da Kissinger su commissione delle multinazionali del rame.
    P.P.S. andate in Cina e vedrete grattacieli alti centinaia di metri zeppi di manager di tutto il mondo, Italia compresa. E tutti a 90 gradi per fare business da quelle parti... poi torno in Italia e vedo dibattiti fiume su queste scemenze: quanta ipocrisia!
    non+autenticato
  • [CUT]
    > E nell'800 le due guerre dell'oppio
    > non avevano come antagonisti proprio gli
    > anglosassoni?

    Gli anglosassoni sono in UK, non in USA.

    [CUT]
    > Io ho visto la gioventù urbana cinese (modaiola
    > come e più di quella che vedo a Ginza) e mi
    > sembra che se ne fotta alla grande sia di Tien An
    > Men che del Tibet alla pari della nostra che non
    > mi sembra proprio che si strappi le vesti per
    > Marzabotto o Piazza Fontana.
    >
    > La Cina ha 56 etnie/nazioni differenti. Se butti
    > benzina sul fuoco ti ritrovi con una Cecenia
    > cinese prima ancora di aver finito il post sul
    > tuo blog finanziato dalla CIA.

    Prima dici che se ne strafottono, poi che sono un fuoco. Non capisco.

    [CUT]
  • - Scritto da: Fiamel
    > [CUT]
    > > E nell'800 le due guerre dell'oppio
    > > non avevano come antagonisti proprio gli
    > > anglosassoni?
    >
    > Gli anglosassoni sono in UK, non in USA.

    NO! I WASP sono negli USA. Leggiti le classifiche di Forbes o guarda i tratti somatici di azionisti e management delle Fortune 500 e poi dimmi quanti neri ed asiatici ci stanno. La maggioranza è WASP alias White Anglo Saxon Protestant... come Bush!!!
    UK ed USA sono legati da molti fili... Segui l'andamento del cambio di dollaro e sterlina e poi dimmi.
    A proposito di banconote te ne dico una divertente: guarda la piramide con sopra l'occhio (il più noto dei molti simboli massonici) sulle banconote da un dollaro e poi vai sull'ultima riga di questo link di Wikipedia che parla dell'inglesissimo Duca di Kent:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Duca_di_Kent

    Inteso il concetto?

    >
    > [CUT]
    > > Io ho visto la gioventù urbana cinese (modaiola
    > > come e più di quella che vedo a Ginza) e mi
    > > sembra che se ne fotta alla grande sia di Tien
    > An
    > > Men che del Tibet alla pari della nostra che non
    > > mi sembra proprio che si strappi le vesti per
    > > Marzabotto o Piazza Fontana.
    > >
    > > La Cina ha 56 etnie/nazioni differenti. Se butti
    > > benzina sul fuoco ti ritrovi con una Cecenia
    > > cinese prima ancora di aver finito il post sul
    > > tuo blog finanziato dalla CIA.
    >
    > Prima dici che se ne strafottono, poi che sono un
    > fuoco. Non
    > capisco.
    >
    > [CUT]

    I giovani cinesi metropolitiani se ne strafottono alla pari dei nostri, questo te lo posso assicurare. Parlo della maggioranza, anche da noi ci sono i grillini (splendidi) ma forse sono di più (purtroppo) i fan di Maria (si... la De Filippi).
    Per le regioni autonome tipo Tibet o le etnie non buddiste ma magari indù o musulmane il discorso cambia in maniera drammatica, ci sono dieci Cecenie potenziali. Magari non sei abbonato a Limes ma forse ci puoi arrivare da solo...
    non+autenticato
  • > NO! I WASP sono negli USA. Leggiti le classifiche
    > di Forbes o guarda i tratti somatici di azionisti
    > e management delle Fortune 500 e poi dimmi quanti
    > neri ed asiatici ci stanno. La maggioranza è WASP
    > alias White Anglo Saxon Protestant... come
    > Bush!!!

    Ah, non l'avevo intesa in questo modo, ma strettamente sulla definizione di anglo-sassone. Negli USA, durante i secoli ci sono andati anche parecchi bianchi di origine diversa, dall'europa continentale ed anche dalla Gran Bretagna e dall'Irlanda, dove ci sono celti (Irlanda - ed é per questo che in USA parlano tenendo un sassolino in equilibrio sulla lingua -, ma anche Galles e parte della Scozia), fiamminghi (pochi), pitti (mi pare), poi parte degli inglesi discende dagli antichi norvegesi, non dagli anglo-sassoni. Ma del resto mi sto allontanando da quello che volevi dire tu: WASP é piú una questione mentale/culturale, quindi, SI' credo di aver capito il concetto del WASP.

    > UK ed USA sono legati da molti fili... Segui
    > l'andamento del cambio di dollaro e sterlina e
    > poi
    > dimmi.

    L'ho seguito parecchio negli ultimi anni, ma la crisi ha falsato un po' il rapporto fra dollaro e sterlina. La sterlina é partita qualche anno fa dal cambio di 2$ o 1.5€ ed é scesa fino ad 1.5$ (se ricordo bene) ed 1€, per poi riprendere un poco.
    Piuttosto direi che sono i fatti della crisi a dimostrare che USA e UK sono legati a doppio filo via finanza internazionale, in cui é crollato prima lo UK che il resto dell'Europa. Tante compagnie hanno punti vendita, sedi ed altro in USA ed UK, piuttosto che resto d'Europa.

    > A proposito di banconote te ne dico una
    > divertente: guarda la piramide con sopra l'occhio
    > (il più noto dei molti simboli massonici) sulle
    > banconote da un dollaro e poi vai sull'ultima
    > riga di questo link di Wikipedia che parla
    > dell'inglesissimo Duca di
    > Kent:
    >
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Duca_di_Kent
    >
    > Inteso il concetto?

    Questa me la guardo. Dovrei avere un dollaro di carta, a casa.
    Grazie.

    > I giovani cinesi metropolitiani se ne strafottono
    > alla pari dei nostri, questo te lo posso
    > assicurare. Parlo della maggioranza, anche da noi
    > ci sono i grillini (splendidi) ma forse sono di
    > più (purtroppo) i fan di Maria (si... la De
    > Filippi).
    > Per le regioni autonome tipo Tibet o le etnie non
    > buddiste ma magari indù o musulmane il discorso
    > cambia in maniera drammatica, ci sono dieci
    > Cecenie potenziali. Magari non sei abbonato a
    > Limes ma forse ci puoi arrivare da
    > solo...

    Limes non la conosco, ma magari con qualche sforzo "ci posso arrivare" A bocca storta
  • Ma quale libertà vogliono gli USA: ovviamente quello di entrare nel mercato cinese, nient'altro.

    Si sa che in Cina si sfrutta pure la mano d'opera minorile, e comunque si continua a importare merce da li.

    Poi gli americani hanno tutte queste leggi cosi avanzate e cosi liberali come la Patriot Act, e la possibilità di usare crittografia.

    Io comunque non difendo ne la Cina ne gli USA, ne l'Italia che ha il miglior primo ministro che abbia avuto in 150 anni
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Ma quale libertà vogliono gli USA: ovviamente
    > quello di entrare nel mercato cinese,
    > nient'altro.
    >
    > Si sa che in Cina si sfrutta pure la mano d'opera
    > minorile, e comunque si continua a importare
    > merce da
    > li.

    in cina la monodopera minrile è sfruttata tanto dai cinesi quanto dalle imprese occidentali (italiane comprese)...

    > Poi gli americani hanno tutte queste leggi cosi
    > avanzate e cosi liberali come la Patriot Act, e
    > la possibilità di usare
    > crittografia.

    gli USA criticano (a parole) gli altri... ma fanno pure di peggio:
    coca-cola in colombia ecc ...
    mc-donalds...
    union carbide in india (bhopal) ...
    industrie ict USA in messico...
    ecc.....................
    (elenco praticamente infinito)


    >
    > Io comunque non difendo ne la Cina ne gli USA, ne
    > l'Italia che ha il miglior primo ministro che
    > abbia avuto in 150
    > anni
    non+autenticato
  • - Scritto da: CCC
    > gli USA criticano (a parole) gli altri... ma
    > fanno pure di
    > peggio:
    > coca-cola in colombia ecc ...
    > mc-donalds...
    > union carbide in india (bhopal) ...
    > industrie ict USA in messico...
    > ecc.....................
    > (elenco praticamente infinito)

    Guarda che quelle che hai elencato sono aziende americane, non organismi del governo USA. Non mi sembra che le due cose coincidano.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 gennaio 2010 09.43
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: pokeroso
    > - Scritto da: CCC
    > > gli USA criticano (a parole) gli altri... ma
    > > fanno pure di
    > > peggio:
    > > coca-cola in colombia ecc ...
    > > mc-donalds...
    > > union carbide in india (bhopal) ...
    > > industrie ict USA in messico...
    > > ecc.....................
    > > (elenco praticamente infinito)
    >
    > Guarda che quelle che hai elencato sono aziende
    > americane, non organismi del governo USA. Non mi
    > sembra che le due cose
    > coincidano.

    infatti... in USA (come in tutte le "democrazie" occidentali e capitalistiche) i governi contano meno del due di briscola...
    gli azionisti delle multinazionali decidono... gli "eletti" a "governare" eseguono...
    non+autenticato
  • Da come l'avevi scritto sembrava che la Clinton ( o altri membri del governo ) dovesse rispondere del comportamento delle aziende statunitensi.

    - Scritto da: CCC
    > infatti... in USA (come in tutte le "democrazie"
    > occidentali e capitalistiche) i governi contano
    > meno del due di briscola...
    >
    > gli azionisti delle multinazionali decidono...
    > gli "eletti" a "governare"
    > eseguono...

    E' una visione un po' semplicistica, secondo me.
  • e adesso vedremo se i governanti europei hanno le palle. Chi si allineerà con la Clinton?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > e adesso vedremo se i governanti europei hanno le
    > palle. Chi si allineerà con la
    > Clinton?

    probabilmente in tanti...

    poi, con la clinton, andranno in cina a fare affari con i cinesi che hanno "criticato" e da cui sono stati "criticati"...

    nel teatrino, a parole va bene tutto... poi però contano i soldi (tanti e a pochi)
    non+autenticato
  • ..se il mondo occidentale la smettesse con l'ipocrisia del "business" a qualsiasi costo, e non scendesse a compromesso dando un prezzo ai valori ed all'etica, allora staremmo tutti meglio!
    Perché è permesso importare merci fabbricate in luoghi dove la vita umana ha un prezzo?
    Perché non obbligare i Governanti di nazioni che soffrono al rispetto della libertà e della vita dei cittadini?
    Siamo proprio noi che con il nostro silenzio diamo il permesso a questi scellerati di darci un prezzo, sia che noi compriamo o che loro vendano merci con dentro la libertà tolta a quei poveretti che sono da loro amministrati.
    Possiamo decidere a chi dare i nostri soldi, smettiamo di comprare cinese, cosicché lo capiranno.
  • dovresti prima uccidere tutti i capitalisti europei e americani, sono loro gli scellerati e crapuloni che pur di fare soldi venderebbero le loro madri ai puttanieri di pattaya
    non+autenticato
  • io lo faccio già, per me cioè che è fabbricato in cina è tabù. Purtroppo anche la tastiera da cui sto scrivendo è stata fabbricata in cina...e sono molti gli errori a cui bisogna rimediare.
  • piuttosto difficile ormai, tutto ciò che ci circonda viene prodotto in Cina, e se è prodotto in Italia i componenti sono cinesi
    non+autenticato
  • - Scritto da: vistamare
    > ..se il mondo occidentale la smettesse con
    > l'ipocrisia del "business" a qualsiasi costo, e
    > non scendesse a compromesso dando un prezzo ai
    > valori ed all'etica, allora staremmo tutti
    > meglio!
    > Perché è permesso importare merci fabbricate in
    > luoghi dove la vita umana ha un
    > prezzo?

    tipo calabria / italia?
    o tipo cina / imprese USA+EU (italia in primis) delocalizzate?
    o tipo messico / imprese USA delocalizzate?
    e così via...

    > Perché non obbligare i Governanti di nazioni che
    > soffrono al rispetto della libertà e della vita
    > dei
    > cittadini?

    governi/governanti sono solo "funzionari" delle multinazionali...

    chi li dovrebbe obbligare? non certo le multinazionali... le popolazioni occidentali? no... non hanno tempo... sono tutti impegnati a guardare la tv o ad aggiornare i profili su facebook...

    mmm... siamo messi male eh...

    > Siamo proprio noi che con il nostro silenzio
    > diamo il permesso a questi scellerati di darci un
    > prezzo, sia che noi compriamo o che loro vendano
    > merci con dentro la libertà tolta a quei
    > poveretti che sono da loro
    > amministrati.

    concordo

    > Possiamo decidere a chi dare i nostri soldi,
    > smettiamo di comprare cinese, cosicché lo
    > capiranno.

    no... non serve a nulla: cina = USA = EU ...

    smettiamo piuttosto di comprare! punto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: vistamare

    > Siamo proprio noi che con il nostro silenzio
    > diamo il permesso a questi scellerati di darci un
    > prezzo, sia che noi compriamo o che loro vendano
    > merci con dentro la libertà tolta a quei
    > poveretti che sono da loro
    > amministrati.
    > Possiamo decidere a chi dare i nostri soldi,
    > smettiamo di comprare cinese, cosicché lo
    > capiranno.
    Però c'è da dire che compra cinese, cioè specialmente prodotti a basso costo, il povero dell'occidente, quello che più sente i morsi della fame
    dalle nostre parti. E poi cosa gli darebbero da mangiare i nostri
    governanti, visto che il lavoro glielo hanno già tolto in
    larga misura per farlo fare ai poveri dell'oriente?
    In fondo un ministro che va a vendere il nostrro debito pubblico ai cinesi è un pò
    come se dicesse a quelli: io sono incapace di gestire
    le mie finanze, fatelo voi con le vostre dure regole (che poi
    si paleseranno quando loro vorranno i soldi indietro o ci
    imporranno le loro regole di governo qunado vorremo che continuino
    a finaziarci).
    non+autenticato
  • mah finché ci saranno persone disposte a spendere 300 euro per un paio di scarpe fatte in cina, ma con una scritta sopra, le cose non cambieranno, anzi, peggioreranno e di molto
    ma infondo voi siete convinti che le vostre scarpe super-firmate da 300 euro sono diverse da quelle non firmate da 15, io mi domando perché vi lamentateSorride
    il mondo ha ciò che si merita, la situazione non può che peggiorare
    perché a parlare sono buoni tutti, ma il 90% della gente (il restante 10% sono i monaci buddisti) pensa solo al proprio torna conto personale, sai, siamo animali, la competizione è tutto
    questi sono discorsi ipocriti
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)