Alessandro Del Rosso

Google Chrome 4.0 punta sulle estensioni

Google ha rilasciato la prima versione stabile di Chrome 4.0 per Windows, un browser che offre ai propri utenti le tanto attese estensioni e la sincronizzazione online dei segnalibri

Roma - Google ha elevato Chrome 4.0.2xx dallo stato di beta a quello di software stabile, servendo così al grande pubblico pietanze a lungo attese come il supporto alle estensioni e la sincronizzazione online dei segnalibri.

La caratteristica senza dubbio più importante di Chrome 4.0 è il sistema delle estensioni, una tecnologia che dopo quasi un anno di test ha finalmente fatto il suo debutto pubblico, accompagnata da una galleria di oltre 1500 add-on: una quantità non comparabile a quella oggi disponibile per Firefox, ma Google prevede che da qui in avanti il numero di add-on per Chrome crescerà a ritmi molto sostenuti.

Tra le estensioni più popolari il sito di BigG elenca Google Calendar e Google Mail Checker, Evernote Web Clipper, IE Tab, AdBlock, Docs PDF/PowerPoint Viewer e Cooliris. Non sorprende che molti degli add-on attualmente disponibili per Chrome si limitino ad "agganciare" al browser servizi forniti dalla stessa società di Mountain View.
C'è chi afferma che le estensioni sono l'elemento che rende finalmente Chrome un diretto rivale di Firefox, e che più d'ogni altro potrebbe convincere certi utenti di Mozilla a migrare verso il più giovane browser. Ma la maggior parte degli osservatori è concorde nel dire che, almeno nel medio periodo, la stragrande maggioranza degli utenti di Firefox resterà fedele al proprio browser: se è vero che Chrome è mediamente più veloce di Firefox, soprattutto nell'esecuzione di codice JavaScript, è altrettanto vero che quest'ultimo vanta una maturità maggiore, uno sconfinato bacino di estensioni e un grande calderone di idee e progetti come Mozilla Labs.

Come molti dei componenti di Chrome, anche le estensioni girano in un processo indipendente, con tutti i benefici che la cosa porta con sé in termini di stabilità (se un'estensione va in crash non si porta dietro il browser), di sicurezza (se il sistema delle estensioni viene compromesso, per un cracker sarà più difficile prendere il controllo dell'intero browser) e di ottimizzazione delle risorse (la memoria RAM può essere gestita in modo più dinamico ed efficiente).

Va sottolineato che, al contrario di quanto avviene in Firefox, le estensioni di Chrome possono essere installate senza la necessità di riavviare il browser. Similmente al software di Mozilla, le estensioni possono essere configurate, disinstallate o disattivate dal menù Strumenti -> Estensioni.

Google ha attivato il supporto alle estensioni anche nelle più recenti beta di Chrome per Linux, e afferma che questa funzionalità sarà presto disponibile nelle versioni per Mac OS X.

L'altra novità più rilevante di Google 4.0 è data dalla funzione di sincronizzazione dei bookmark via Internet, che permette di avere gli stessi segnalibri su tutti i PC in cui si utilizza Chrome: la sincronizzazione dei bookmark, dice Google, avviene quasi in tempo reale. Questa funzione è simile a quella offerta da Mozilla attraverso l'estensione Weave, con la differenza che quest'ultima è in grado di sincronizzare molti altri elementi, quali la cronologia, le tab aperte, le password e le impostazioni del browser.

Per gli sviluppatori le novità di Chrome 4.0 sono principalmente rappresentate dall'aggiunta di alcune nuove API HTML5, incluse LocalStorage, Web SQL Database e WebSockets.

Nel Google Chrome Blog si cita inoltre un incremento di performance del 42% rispetto all'ultima release stabile (la 3.0) e del 400% rispetto alla versione 1.0.

L'ultima versione stabile di Google Chrome, la 4.0.249.78, può essere scaricata da qui in italiano. Chi già dispone di una precedente versione del browser deve solo attendere che questo si aggiorni automaticamente.



Alessandro Del Rosso
81 Commenti alla Notizia Google Chrome 4.0 punta sulle estensioni
Ordina
  • Daccordo, Google Chrome è veloce , è sicuro, adesso ha anche le estensioni, ma non potrà mai avere una caratteristica che hanno tutti i veri progetti Open Source e cioè la comunità e il suo supporto. Si Chrome avrà anche il suo bacino di programmatori sparsi in tutto il mondo , ma saranno sempre dipendenti in qualche modo di Google.
    non+autenticato
  • Con la navigazione in incognito su Chrome non partono le estensioni, cose è un bug?? su Firefox nessun problema le estensione vanno tranquillamente perchè con Chrome no?
    non+autenticato
  • Leggendo l'articolo sembra che su OS X manco la beta supporti le estensioni. Invece sulla 4.0.302.2 dev che sto usando io funzionano.
    FDG
    10933
  • su mac os x io le uso da quando esistono. sempre e solo versione dev, che, devo dire, raramente mi ha dato problemi.
    non+autenticato
  • A mio avviso questo Chrome4 doveva restare ancora in fase di sviluppo, ma come sappiamo Google ha una strana politica dei rilasci stabili, che spesso sembrano delle beta perenni.
    In breve tempo si è passati dalla versione 1 alla 4, l'aspetto grafico è rimasto al 99% identico, il sistema delle estensioni è ancora molto indietro rispetto Firefox, sia come facilità di installazione, gestione, numero e qualità di estensioni.
    Anche sul piano delle privacy ci sarebbe da discutere, prendiamo in esempio la navigazione in incognito, salva ugualmente un quantita importante di dati cache.
    Sul piano delle perfomance è ottimo nell'avviarsi e nel Js, ma nella gestione della memoria lascia a desiderare, come caratteristica migliore in assoluto trovo la modalità protetta l'unica nel suo genere ad essere scissa dal sistema utilizzato.
  • - Scritto da: gnulinux86
    > A mio avviso questo Chrome4 doveva restare ancora
    > in fase di sviluppo, ma come sappiamo Google ha
    > una strana politica dei rilasci stabili, che
    > spesso sembrano delle beta
    > perenni.
    > In breve tempo si è passati dalla versione 1 alla
    > 4, l'aspetto grafico è rimasto al 99% identico,
    > il sistema delle estensioni è ancora molto
    > indietro rispetto Firefox, sia come facilità di
    > installazione, gestione, numero e qualità di
    > estensioni.

    Sinceramente parlando queste tue critiche mi sembrano veramente puerili ed insensate.
    Analizziamo cosa hai detto: "chrome 4 doveva restare in beta" e poi hai detto "firefox è meglio perchè ha molte più estensioni e fatte meglio".
    Allora dimmi, se chrome non inizia a rilasciare in modo stabile le estensioni, come farà il parco estensioni a crescere sia in quantità che qualità? Oltretutto stai dicendo una cosa che è di una assurdità inaudita: firefox supporta le estensioni da anni, chrome supporta le estensioni in modo "stable" da pochi giorni, trai le tue conclusioni.

    > Anche sul piano delle privacy ci sarebbe da
    > discutere, prendiamo in esempio la navigazione in
    > incognito, salva ugualmente un quantita
    > importante di dati
    > cache.

    Non mi esprimo perchè non sono sensibile all'argomento. Il browser lo uso SUL MIO PC e voglio faccia cache. In quanto alla privacy che in teoria verrebbe violata con l'invio di non so quali informazioni, credo sia l'ennesima trollata.

    > Sul piano delle perfomance è ottimo nell'avviarsi
    > e nel Js, ma nella gestione della memoria lascia
    > a desiderare, come caratteristica migliore in
    > assoluto trovo la modalità protetta l'unica nel
    > suo genere ad essere scissa dal sistema
    > utilizzato.

    Ancora con questa storia della memoria...maggiore memoria occupata non significa che sia peggiore.
    E' stupido fare un paragone del genere, sopratutto sapendo che chrome utilizza un processo per ogni tab ed estensione. Quando anche firefox lo farà, allora vedrai che saranno la stessa cosa.
    Al massimo dovresti fare un test su una macchina molto vecchia, con 512 mega di ram, per vedere chi meglio la gestisce...ma sinceramente non ne vedo alcun senso. Quello che conta è che non mangia 1 giga di ram e sia più veloce di firefox, oltre che più stabile.
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: gnulinux86
    > > A mio avviso questo Chrome4 doveva restare
    > ancora
    > > in fase di sviluppo, ma come sappiamo Google ha
    > > una strana politica dei rilasci stabili, che
    > > spesso sembrano delle beta
    > > perenni.
    > > In breve tempo si è passati dalla versione 1
    > alla
    > > 4, l'aspetto grafico è rimasto al 99% identico,
    > > il sistema delle estensioni è ancora molto
    > > indietro rispetto Firefox, sia come facilità di
    > > installazione, gestione, numero e qualità di
    > > estensioni.
    >
    > Sinceramente parlando queste tue critiche mi
    > sembrano veramente puerili ed
    > insensate.

    Non sono solo critiche ma anche elogi, dovresti leggere il mio commento per intero.


    > Analizziamo cosa hai detto: "chrome 4 doveva
    > restare in beta"

    Ho criticato in generale la strana gestione delle versioni stabili dei prodotti by Google, che spesso sono delle beta perenni

    > e poi hai detto "firefox è
    > meglio perchè ha molte più estensioni e fatte
    > meglio".

    Dove avrei scritto che Fifefox sarebbe meglio con tono assolutistico!?
    Ho scritto questo " il sistema delle estensioni è ancora molto indietro rispetto Firefox, sia come facilità di installazione, gestione, numero e qualità di estensioni " ed è palese che sia vero, che in questo frangente Firefox sia decisamente meglio.


    > Allora dimmi, se chrome non inizia a rilasciare
    > in modo stabile le estensioni, come farà il parco
    > estensioni a crescere sia in quantità che
    > qualità? Oltretutto stai dicendo una cosa che è
    > di una assurdità inaudita: firefox supporta le
    > estensioni da anni, chrome supporta le estensioni
    > in modo "stable" da pochi giorni, trai le tue
    > conclusioni.

    Appunto, il sistema delle estensione di Chrome non è ancora sufficientemente pronto.

    > > Anche sul piano delle privacy ci sarebbe da
    > > discutere, prendiamo in esempio la navigazione
    > in
    > > incognito, salva ugualmente un quantita
    > > importante di dati
    > > cache.
    >
    > Non mi esprimo perchè non sono sensibile
    > all'argomento. Il browser lo uso SUL MIO PC e
    > voglio faccia cache. In quanto alla privacy che
    > in teoria verrebbe violata con l'invio di non so
    > quali informazioni, credo sia l'ennesima
    > trollata.

    Il problema è che Google vive di dati.

    > > Sul piano delle perfomance è ottimo
    > nell'avviarsi
    > > e nel Js, ma nella gestione della memoria lascia
    > > a desiderare, come caratteristica migliore in
    > > assoluto trovo la modalità protetta l'unica nel
    > > suo genere ad essere scissa dal sistema
    > > utilizzato.
    >
    > Ancora con questa storia della memoria...maggiore
    > memoria occupata non significa che sia
    > peggiore.
    > E' stupido fare un paragone del genere,
    > sopratutto sapendo che chrome utilizza un
    > processo per ogni tab ed estensione. Quando anche
    > firefox lo farà, allora vedrai che saranno la
    > stessa
    > cosa.
    > Al massimo dovresti fare un test su una macchina
    > molto vecchia, con 512 mega di ram, per vedere
    > chi meglio la gestisce...ma sinceramente non ne
    > vedo alcun senso. Quello che conta è che non
    > mangia 1 giga di ram e sia più veloce di firefox,
    > oltre che più
    > stabile.

    Su questo punto riporto quanto scritto dell'utente Vault Dweller:

    "Chrome inizializza 1 Thread a tab, e suddivide ciascun thread in n processi per accelerare il rendering spingendo, con un sufficente numero di tab aperte la CPU al collasso.

    Firefox inizializza 1 thread a sessione in cui girano veri processi per le varie schede; rendendo si più lento il rendering delle pagine, tuttavia risultando più leggero dal punto di vista computazionale e di gestione della memoria si presta maggiormente a essere usato su computer che eseguono altri task in contemporanea, senza collassare memoria e cpu. "
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 gennaio 2010 12.18
    -----------------------------------------------------------
  • Guarda per me le critiche stanno a zero.

    Č un prodotto talmente nuovo che volerlo già perfetto e completo è una cosa senza senso. Valutando che per lo più è anche gratuito.

    Quel che c'è funziona bene ed io su Linux gli sto dando qualche chance affiancato a Firefox, e finora mi ci sono trovato bene, lo sto usando anche adesso per scriverti.

    Io voglio assolutamente dare fiducia a questo prodotto, perché è un prodotto in più ben supportato e che crescerà per togliere a Micro$soft quel monopolio che ha lasciato nell'era preistorica del web dipendente da IE, troppo a lungo.

    Firefox e gecko, KHTML, Opera, e ora Chrome, sono più aderenti agli standard W3C di IE, e quando IE avrà fatto il botto o si sarà adattato inizieremo veramente a vederne delle belle sul web con HTML5 SVG, Ogg e Theora integrati nei container senza flash ecc. ecc.
    non+autenticato
  • Io a differenza di altri sto muovendo una critica costruttiva, metto in risalto nella mia personale analisi pregi e difetti.

    Chrome lo sto utilizzando su tutte e tre le piattaforme.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 gennaio 2010 15.37
    -----------------------------------------------------------
  • > Firefox e gecko, KHTML, Opera, e ora Chrome, sono
    > più aderenti agli standard W3C di IE, e quando IE
    > avrà fatto il botto o si sarà adattato inizieremo
    > veramente a vederne delle belle sul web con HTML5
    > SVG, Ogg e Theora integrati nei container senza
    > flash ecc.
    > ecc.
    Passeranno anni prima che ci leveremo flash dalle scatole ed inizieremo ad usare il javascript in maniera intensiva, ie 6 e 7 saranno tra le scatole per un bel po e solo un pazzo farebbe siti che possono esser visti solo sul 60-70% dei client, forse Mozilla ha ragione a non aver così tanta fretta nello sviluppare un motore di javascript ultraveloce, quando sarà il momento arriverà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnulinux86
    > Dove avrei scritto che Fifefox sarebbe meglio con
    > tono
    > assolutistico!?
    > Ho scritto questo " il sistema delle estensioni è
    > ancora molto indietro rispetto Firefox, sia come
    > facilità di installazione, gestione, numero e
    > qualità di estensioni " ed è palese che sia vero,
    > che in questo frangente Firefox sia decisamente
    > meglio.
    >

    Non fare retorica con me, non funziona.
    Leggiti il titolo che hai messo al tuo commento e poi dici che le tue non erano critiche, INSENSATE.
    E' ovvio che le estensione di chrome siano di meno e fatte meno bene, quelle di firefox sono disponibili da anni. Dire che chrome ha ancora tanta strada da fare per via di questo è insensato.


    > Su questo punto riporto quanto scritto
    > dell'utente Vault
    > Dweller:
    >

    Quello che ha scritto Vault Dweller è una esagerazione non veritiera. Affermare che la gestione dei tab/thread di chrome porti a saturare l'uso di memoria e di cpu è una vera e propria trollata di bassissima lega.
    Che utilizzi più memoria è sicuramente vero, potrebbe anche usare un pò (UN PO') di CPU in più, ma dire che la satura....
    Inoltre, devo spiegarti i benefici nell'ultilizzo di più thread su sistemi multicore, oppure ci arrivi da solo?
  • - Scritto da: DarkOne


    > Non fare retorica con me, non funziona.
    > Leggiti il titolo che hai messo al tuo commento e
    > poi dici che le tue non erano critiche,
    > INSENSATE.
    > E' ovvio che le estensione di chrome siano di
    > meno e fatte meno bene, quelle di firefox sono
    > disponibili da anni. Dire che chrome ha ancora
    > tanta strada da fare per via di questo è
    > insensato.

    Non è retorica, è la verità, il sistema delle estensioni di Chrome non è ancora maturo, la mia critica non era solo su questo punto, ma se leggi il mio commento iniziale per intero, troverai altro, " si è passati dalla versione 1 alla 4, l'aspetto grafico è rimasto al 99% identico " - " sul piano delle privacy ci sarebbe da discutere, prendiamo in esempio la navigazione in incognito, salva ugualmente un quantita importante di dati cache. " nella gestione della memoria lascia a desiderare".

    Ma ho scritto anche delle lodi a Chrome, come la velocità nell'avviarsi, il motore js ottimo, una modalità protetta scissa dal sistema.



    > > Su questo punto riporto quanto scritto
    > > dell'utente Vault
    > > Dweller:
    > >
    >
    > Quello che ha scritto Vault Dweller è una
    > esagerazione non veritiera. Affermare che la
    > gestione dei tab/thread di chrome porti a
    > saturare l'uso di memoria e di cpu è una vera e
    > propria trollata di bassissima
    > lega.
    > Che utilizzi più memoria è sicuramente vero,
    > potrebbe anche usare un pò (UN PO') di CPU in
    > più, ma dire che la
    > satura....
    > Inoltre, devo spiegarti i benefici nell'ultilizzo
    > di più thread su sistemi multicore, oppure ci
    > arrivi da
    > solo?

    Il punto è questo Firefox è il browser che gestisce meglio la memoria, mentre Chrome sembra essere avido in questo frangente:

    http://dotnetperls.com/chrome-memory

    Sul web trovi tantissimi benchmark che confermano quello che ho scritto.

    Conosco i benefici dell'ultilizzo di più thread su sistemi multicore, ma come vedi ci sono anche dei lati negativi.


    La mia personale analisi riguarda gli aspetti negativi e positivi di Chrome.
  • > In breve tempo si è passati dalla versione 1 alla
    > 4, l'aspetto grafico è rimasto al 99% identico,
    > il sistema delle estensioni è ancora molto
    > indietro rispetto Firefox, sia come facilità di
    > installazione, gestione, numero e qualità di
    > estensioni.

    Scusa ma questa mi sembra davvero una critica gratuita: mi verrebbe da pensare che tu non l'abbia provato... Le estensioni si installano con un clic del mouse senza nemmeno riavviare il browser (al contrario di quanto succede in Firefox), e il sistema di gestione delle estensioni è identico a quello di Firefox. Per quanto riguarda il numero di estensioni, mancherà ancora qualcosa, ma 1500 non mi sembrano proprio poche... e tra pochi mesi questo numero raddoppierà come minimo...
    non+autenticato
  • Le estensioni su Chrome sono un casino, ad esempio le estensioni non compaiono se navigo in modalità anonima, installo adblock ed devo installare un estensione a parte per avere il pulsante di adblock, roba da matti.
    non+autenticato
  • Quello ha un motivo, a Google non piace che si blocchino di Ad.

    Prova altre estensioni simili che funzionano meglio. Prima o poi vedrai che anche con le estensioni tipo AdBlock avremo tante alternative efficaci.

    Mr. Google ti può rendere macchinoso mettere su adblock, ma non può impedirtelo.
    non+autenticato
  • Io veramente sto usando la versione 4.0.249.43 *su Linux* e sto allegramente sperimentando le estensioni
    non+autenticato
  • Dalla notizia...
    "Google ha attivato il supporto alle estensioni anche nelle più recenti beta di Chrome per Linux"

    Occhiolino

    - Scritto da: panax
    > Io veramente sto usando la versione 4.0.249.43
    > *su Linux* e sto allegramente sperimentando le
    > estensioni
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)