Claudio Tamburrino

Iran-USA, cyber guerra all'orizzonte?

Arriva la seconda risposta all'intervento di Hillary Clinton: secondo Teheran dietro le rivolte post elettorali e l'opposizione in Rete ci sarebbe Washington

Roma - Gli scontri seguiti alle elezioni sarebbero stati solo l'anticipo e ora la faccenda potrebbe istituzionalizzarsi e vedere l'Iran contrapposta agli Stati Uniti in Rete: a dichiararlo è lo Stato del Medioriente, che accusa gli USA di voler utilizzare Internet per attaccarli, "ma riuscendo finora a mostrare solamente la propria frustrazione".

Il discorso di Hillary Clinton incassa così la seconda dura risposta dopo quella della Cina: d'altronde il Segretario di Stato degli Stati Uniti aveva chiamato in causa questi stati insieme all'Egitto, al Vietnam, alla Tunisia e all'Uzbekistan, in un'ideale versione digitale dell'asse del male.

Il governo iraniano arriva a sostenere che gli oppositori impegnati nella rivolta post-elettorale fossero sostenuti da potenze straniere e la televisione di stato, citando l'Ayatollah Ali Khamenei, ha detto che "gli Americani affermano di aver messo a disposizione attraverso Internet 45 milioni di dollari per aiutare gli oppositori della Repubblica Islamica dell'Iran". Khamenei ha affermato che Washington avrebbe direttamente orchestrato le rivolte.
Il Senato degli Stati Uniti ha d'altra parte stanziato 50 milioni di dollari per diffondere le trasmissioni in lingua Farsi e per opporsi ai tentativi del Governo iraniani di bloccare Internet.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia Iran-USA, cyber guerra all'orizzonte?
Ordina
  • La devono finire a reputarsi i poliziotti del mondo, con scuse banali come guerre preventive, attacchi cibernetici, armi batteriologiche, si sentono liberi di attaccare i paesi che producono petrolio, morissero tutti il mondo vivrebbe meglio.!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: so sempre io
    > La devono finire a reputarsi i poliziotti del
    > mondo, con scuse banali come guerre preventive,
    > attacchi cibernetici, armi batteriologiche, si
    > sentono liberi di attaccare i paesi che producono
    > petrolio, morissero tutti il mondo vivrebbe
    > meglio.!!!

    Va beh, però certo gli altri non sono meglio....
    Forse va bene preparare un burca (se non lo porti tu)....
    Tuttavia è ovvio che con le guerre non si risolve niente, è da secoli che è così, ma non lo si vuol capire.
    Come un proverbio Valdostano cita:
    "Togliere i ricci dalla castagne, spalare neve, ammazzare la gente: sono lavori inutili"
  • - Scritto da: so sempre io
    > La devono finire a reputarsi i poliziotti del
    > mondo, con scuse banali come guerre preventive,
    > attacchi cibernetici, armi batteriologiche, si
    > sentono liberi di attaccare i paesi che producono
    > petrolio, morissero tutti il mondo vivrebbe
    > meglio.!!!

    E si, poi ti ritrovi con amazzinejak che ti dice cosa devi e cosa non devi fare. E se non lo fai ti tira un missile termonucleare sulla casa.
    Adesso ha un nuovo giocattolo e contro qualcuno lo deve pur usare il povero pazzo...
    non+autenticato