Alfonso Maruccia

BitTorrent è tutto pirata

Un'indagine sui contenuti correntemente scambiati sul network di P2P più usato rivela un quadro totalizzante. Quasi tutto quello che si trova su BT è illegale, soprattutto se protetto da DRM

Roma - I network di file sharing, si dice, non sono altro che ricettacoli di contenuti (musica, film, video) scambiati senza autorizzazione e all'insaputa dei proprietari dei diritti d'autore. Stando ai dati raccolti dal ricercatore della Princeton University Sauhard Sahi, almeno nel caso di BitTorrent il "si dice" corrisponde, per il 99 per cento del totale, alla realtà quotidiana del P2P.

Sahi ha scelto di lavorare sulla Distributed Hash Table implementata nel client BitTorrent ufficiale, una tecnologia che è stata recentemente eletta dal più grande (ex-)tracker BT del mondo a modalità di condivisione principale su network BitTorrent. Il ricercatore ha selezionato 1021 file casuali classificandoli per tipo, lingua e status del copyright. I risultati della ricerca, neanche a dirlo, non faranno molto piacere alle associazioni di categoria dell'industria multimediale.

Per quanto riguarda il numero di file classificati per categorie di appartenenza, il 46 per cento corrisponde a film e show televisivi non pornografici. A seguire c'è il porno con il 14 per cento, il software e i videogame (ancora 14 per cento), la musica con il 10 e i libri elettronici con l'1 per cento. Passando ad analizzare lo status del diritto d'autore, Sahi ha scoperto (e la cosa non stupisce) che il 99 per cento dei file studiati era riconducibile a qualche infrazione di copyright.
Le gradazioni di "illegalità" variano da categoria a categoria (dal 100 per cento dei file video e musicali ai 7 file "legittimi" su 148 nel caso di software e videogame), ma il risultato complessivo non cambia: al di là degli usi accademici o di content delivery descritto dai programmatori del client ufficiale, BitTorrent è un network composto per la sostanziale totalità da bit che in rete non dovrebbero proprio circolare.

Una delle considerazioni più interessanti dello studio - da prendere tutte con le molle, avverte il suo autore - è l'apparente rapporto di proporzionalità esistente fra la blindatura dei contenuti legittimi e la loro popolarità sul P2P: la musica, checché ne dicano le grandi etichette con le loro geremiadi periodiche, è diventata una fetta minore del file sharing non autorizzato di pari passo con il proliferare delle offerte legali libere da DRM; il cinema e la TV, al contrario, continuano a fare affidamento su pesanti restrizioni alla copia e all'esperienza utente alimentando di conseguenza un desiderio del proibito che funge da richiamo irresistibile per chi è abituato a scambiare contenuti sul file sharing.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàSe il file sharing è desertificazionePubblicato l'ultimo rapporto dell'industria del disco sull'andamento del mercato della musica digitale nel 2009. Nazioni come la Spagna rischierebbero un vuoto creativo per colpa di legislatori negligenti
  • AttualitàThe Pirate Bay: addio trackerFinisce un'era. E forse ne comincia un'altra. Cade il punto di riferimento di una delle più ferventi community del P2P: si reincarnerà in una realtà serverless e virtualmente inafferrabile
94 Commenti alla Notizia BitTorrent è tutto pirata
Ordina
  • E che davvero attraverso i Torrent il 99.9% del material scaricato sia coperto da copyright.

    E quindi?

    Vuol dire solo che è diventato questo il modo di distribuzione e fruizione dei contenuti multimediali in generale.
    La major e chi per loro si adeguino.

    Se due persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" gli fai la multa, se venti persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" chiedi loro di spostarsi, se duecento persone fumano sotto il cartello "divieto di fumare" togli il cartello. (Winston Churchill)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 04 febbraio 2010 11.38
    -----------------------------------------------------------
  • Allora togliamo i cartelli stradali col limite di velocità.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Allora togliamo i cartelli stradali col limite di
    > velocità.
    O sostituiamolo con limiti + credibili, infatti.

    Ps. D'accordo contestare me, ma Churchill?
  • - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Allora togliamo i cartelli stradali col limite
    > di
    > > velocità.
    > O sostituiamolo con limiti + credibili, infatti.
    >
    > Ps. D'accordo contestare me, ma Churchill?
    per che da li a dire: "libera installazione di soft sui mac/iphone" e' un attimo. Ed a Ruppolo, non gli andrebbe giu' (ok ok, Ruppolo, non ho resistito Sorride )
    non+autenticato
  • - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Allora togliamo i cartelli stradali col limite
    > di
    > > velocità.
    > O sostituiamolo con limiti + credibili, infatti.
    >
    > Ps. D'accordo contestare me, ma Churchill?

    Forse il signor Churchill non aveva in mente azioni criminali, quando disse quelle parole...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > Allora togliamo i cartelli stradali col limite
    > > di
    > > > velocità.
    > > O sostituiamolo con limiti + credibili,
    > infatti.
    > >
    > > Ps. D'accordo contestare me, ma Churchill?
    >
    > Forse il signor Churchill non aveva in mente
    > azioni criminali, quando disse quelle
    > parole...

    Eppure adesso e' illegale, almeno nei locali pubblici...
    Quindi ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > Allora togliamo i cartelli stradali col limite
    > > di
    > > > velocità.
    > > O sostituiamolo con limiti + credibili,
    > infatti.
    > >
    > > Ps. D'accordo contestare me, ma Churchill?
    >
    > Forse il signor Churchill non aveva in mente
    > azioni criminali, quando disse quelle
    > parole...

    Fumare dove è vietato è illegale tanto quanto scaricare materiale coperto da copyright.

    "criminale" è invece un concetto diverso da illegale.
    Quando lo capirete sarà troppo tardi.
  • o meglio, perche' si infrange una legge?

    Semplice, perche' la si ritiene stupida/irragionevole/ingiusta.

    Mutano i tempi, mutano usi e costumi.
    E' ragionevole arrestare una perche' in spiaggia sta in topples? no. O meglio, non nel 2010 ma 100 anni fa si.
    Tempi diversi, "comune sentire" diverso.

    E' ragionevole estendere i diritti di autore fino al 75esimo anno dalla morte dell'ultimo coautore? io non credo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > o meglio, perche' si infrange una legge?
    >
    > Semplice, perche' la si ritiene
    > stupida/irragionevole/ingiusta.
    >
    > Mutano i tempi, mutano usi e costumi.
    > E' ragionevole arrestare una perche' in spiaggia
    > sta in topples? no. O meglio, non nel 2010 ma 100
    > anni fa
    > si.
    > Tempi diversi, "comune sentire" diverso.
    >
    > E' ragionevole estendere i diritti di autore fino
    > al 75esimo anno dalla morte dell'ultimo coautore?
    > io non
    > credo.

    Quotone: tra l'altro, chi continua ad invocare il copyright in genere non è neanche l'autore: sono le major ed altri inutili parassiti che continuano a dire che il copyright è necessario: sì, è necessario per loro, perchè altrimenti dovrebbero andare a lavorare...
    non+autenticato
  • Se la pirateria danneggia le Mayor e i lavoratori del settore, allora come mai il 2009 è stato chiusa dalle suddette con profitto dell'ordine di miliardi di dollaroni e profitti alle stelle?
    I film, si vanno a vedere nelle sale (per la grandezza dello schermo e il suoni)
    i libri, per il piacere di avere il libro e "sentire " le pagine
    le canzoni si comprano anche in originale e si va ai concerti
    e così via, forse tutto questo trambusto è per colpire la libertà di espressione e mettere il guinzaglio della dittatura a tutti noi.
    Un popolo ignorante è gestibile, un popolo con cultura e informazione è LIBERO, e fà tanta paura ai politici
    non+autenticato
  • bene, vedo che hai capito

    gli itagliani sono un mucchio di zoticoni, grassi e pelati che si eccitano guardando un gruppo di mutandoni in tv che guadagnano miliardi prendendo a calci una palla

    ovviamente ci sono anche persone positive ma sono troppo poche e hanno poco potere
    non+autenticato
  • Se si vuole, per forza, far passare il messaggio: chiudiamo lo scambio torrent o P2P perché i contenuti sono illegali, lo si faccia pure.
    - il 99% di quello che viene scambiato con qualunque mezzo su internet rientra nella categoria film e spettacoli, giochi, musica e applicativi copiati illegalmente.
    CHIUDIAMO GLI ACCESSI ALLA RETE
    - il 99% di quello che sta in un pc di comuni utilizzatori, compreso il SO è spesso detenuto illegalmente. SMETTIAMO DI VENDERE PC
    - il 99% dei contenuti multimediali di un lettore mp3 o un hard disk multimediale sono illegali. SMETTIAMO DI VENDERE LETTORI MULTIMEDIALI
    E così supporti di memorizzazione CD/DVD, hard disk, memorie SD e USB.
    La pirateria è l'altra faccia del progresso e ha aspetti negativi ma anche positivi sufficientemente forti da trainare i mercati. INTEL, AMD, ma anche tutte le case produttrici di sw e hw USA e asiatiche non conterebbero nulla senza la pirateria. Microsoft sarebbe Picosoft senza la pirateria. Ovviamente c'è chi fa quasi esclusivamente le spese di questo fenomeno, ma paradossalmente non sono le case discografiche o cinematografiche. Sono gli utenti onesti costretti a sottostare a vincoli e limitazioni legali e materiali come DRM e protezioni, pagando il prodotto a prezzo pieno. Mentre i furbi hanno spesso un prodotto ancora più aperto e fruibile oltreche gratuito o quasi.
  • Non hai capito... qui c'è puzza di nuovo balzello SIAE ....
    non+autenticato
  • - Scritto da: AdessoBasta
    > - il 99% di quello che sta in un pc di comuni
    > utilizzatori, compreso il SO è spesso detenuto
    > illegalmente. SMETTIAMO DI VENDERE
    > PC

    È esattamente quello che succederà, a partire da quest'anno.
    ruppolo
    33147
  • Non ti sembra esagerata, come trollata?

    Magari i fanboy Apple smetteranno di comprare pc e passeranno all'ipad, ma stai tranquillo che finchè ci sono in vendita computer (anche netbook o nettop, per il P2P vanno più che bene) che costano molto meno, e permettono di piratare, venderli sarà un affare molto redditizio.

    Non a caso i computer che hanno avuto più successo sono sempre stati quelli che permettevano di piratare di più (commodore 64 e pc in cima alla lista)
    non+autenticato
  • Ho scaricato un file a caso ed era illegale.

    (Si, sono ironico)
    Enok
    245
  • ... e pure sardonico ...Occhiolino
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)