Claudio Tamburrino

Altroconsumo: alla UE per Tiv¨ ed equo compenso

Presentato ricorso alla Commissione contro le due novitÓ del mercato audiovisivo italiano. Contestati aiuti di stato illeciti e questioni di antitrust

Roma - Altroconsumo ha presentato due ricorsi al nuovo Commissario europeo per la Concorrenza, Joaquin Almunia: uno contro Tivù, il consorzio di canali costituito per il digitale terrestre, l'altro contro il decreto Bondi sull'equo compenso.

Nel primo caso l'accusa è di concentrazione e aiuti di Stato, nel secondo sempre di aiuti di stato e di abuso di posizione dominante. In entrambi i casi, afferma Altroconsumo, si tratterebbe di situazioni che privilegiano interessi di alcuni (consolidando posizioni già esistenti) a discapito del normale sviluppo del mercato tecnologico e delle telecomunicazioni.

Tivù è una joint venture tra Telecom Italia media, RTI e Rai (non notificata alla Commissione europea) che concentrerebbe ulteriormente il mercato pubblicitario televisivo bloccando eventuali competitor. A discapito, sottolinea Altroconsumo, "di programmi di qualità, innovativi, aperti al confronto e alla sperimentazione". Dannoso sarebbe, inoltre, il protocollo di codifica utilizzato, incompatibile con quello del decoder Sky. Violerebbe le regole comunitarie sulla concorrenza non permettendo ai circa 5 milioni di utenti Sky di ricevere i programmi free-to-air e del servizio pubblico, per cui oltretutto si paga il canone di abbonamento, finora ritenuto dall'UE compatibile con le norme sulla competenza proprio per la natura pubblica del servizio.
Il secondo ricorso riguarda l'equo compenso per quota privata, o meglio la sua estensione a tutti i dispositivi di archiviazione (anche in mancanza effettivamente di una copia), telefonini, decoder e console compresi, decisa con decreto dal Ministro dei beni e delle attività culturali Bondi. Il gettito che determinerà il prossimo anno nelle casse della SIAE (0,90 centesimi per ogni cellulare, 2,40 o 1,90 per ogni PC, se dotato o meno di masterizzatore) costituirebbe, secondo Altroconsumo, una tassa iniqua (anche se il ministro non vuole sentir parlare di tassa), e quindi - in concreto - aiuti di Stato alla SIAE e all'industria dell'audiovisivo, con conseguente abuso di posizione dominante.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • Diritto & InternetLa tassa sull'equo compensodi Guido Scorza - Il ministro Bondi e la SIAE dispensano precisazioni: l'equo compenso non Ŕ una prestazione patrimoniale imposta. Una prospettiva giuridica
  • AttualitàAltroconsumo: no all'equo compenso sui cellulariDiffusa una video-inchiesta nel tentativo di sensibilizzare il ministro Bondi. Il timore Ŕ che un nuovo equo compenso su cellulari e decoder possa deprimere il mercato giÓ colpito dalla crisi
  • Diritto & InternetEquo compenso?di G. Scorza - Il ministro Bondi ha firmato: SIAE dovrÓ redistribuire agli autori denari che proverranno dalla vendita di dispositivi di archiviazione di ogni tipo, telefonini compresi. Anche se non destinati alla copia privata
  • Digital LifeLa tv collassa sulla reteDecoder per lo streaming dei contenuti Internet in televisione, social networking sul teleschermo, crescente googlizzazione del search sui programmi tv: la chiamano convergenza ma Ŕ lo svecchiamento della tiv¨
28 Commenti alla Notizia Altroconsumo: alla UE per Tiv¨ ed equo compenso
Ordina
  • "Dannoso sarebbe, inoltre, il protocollo di codifica utilizzato, incompatibile con quello del decoder Sky. Violerebbe le regole comunitarie sulla concorrenza non permettendo ai circa 5 milioni di utenti Sky di ricevere i programmi free-to-air e del servizio pubblico"
    Ma a me risulta che sia il decoder sky fuori norma visto che è blindato per vedere solo canali sky.
    Strano che l'associazione consumatori non lo sappia !
    non+autenticato
  • rientra nello standard, l'altro box no
  • A me risulta che il problema di sky, non è che con il suo decoder si vede solo i canali di Sky (non sarebbe un problema, basterebbe lasciarlo nella sua scatola), ma che per vedere i canali Sky è necessario il suo decoder, perché nessun altro permette di vederli. E' questo che viola la legge sul decoder unico.
  • > A me risulta che il problema di sky, non è che
    > con il suo decoder si vede solo i canali di Sky
    > (non sarebbe un problema, basterebbe lasciarlo
    > nella sua scatola), ma che per vedere i canali
    > Sky è necessario il suo decoder, perché nessun
    > altro permette di vederli. E' questo che viola
    > la legge sul decoder unico.

    VIOLAVA, volevi dire. La legge è stata abrogata
    con un comma della finanziaria dello scorso anno,
    se non ricordo male ...
    non+autenticato
  • Ah beh, bel modo per rientrare nella legalità. Cancellando i reati.
  • A me invece risulta che il decoder sky non va bene per vedere il digitale terrestre PERCHE' E' TUTT'ALTRA COSA !!!

    LOL

    E' un decoder per il digitale satellitare !!!!

    E poi mika vendono la chiavetta per vedere il digitale terrestre direttamente dal decoder sky con il loro menu\interfaccia grafica\epg ???

    Quindi mi sa tanto di cagata quanto detto o sparata da altroconsumo o inventata da punto informatico.

    I programmi del digitale terrestre sono standard altrimenti nn li vedrei cn chiavetta usb straniera\standard !!




    Non so proprio che dire... forse è vero il contrario ma in tutt'altro campo... forse il decoder sky non permette di vedere altri pacchetti digitali satellitari cryptati diversi da sky (per fare un esempio col modem di alice posso connettermi a tiscali infostrada o chi per esso invece)

    E\O

    Il pacchetto sky è visibile solo col decoder di sky (per mantenere l'esempio per connettermi ad alice posso usare un modem non telecom\pirelli ad esempio asus belkin dlink ecc...)... uno no potrebbe prendersi un decoder suo e fare l'abbonamento a sky e questo forse è motivo di denuncia non che col decoder del satellite nn si vede il terrestre


    HO UN TOSTAPANE... NON RIESCO A FRULLARCI LE UOVA !!! Confido che l' UE faccia qualkosa perchè mi sa che le uova non rispettino lo standard...



    SEMMAI la cosa che preoccupa è il cartello telecom\raiset (RTI+RAI=MEDIASET+RAI=RAISET) che alla fine altro non è che il solito cartello Berlusconi che a parte il caso emblematico di Berlusconi è una tradizione tutta Italica che ci tiene saldi al medioevo quello di sotituire un monopolio con un cartello e un cartello con un altro per evitare la libera ocncorrenza !!!!!

    Perchè PI scrive RTI e non Mediaset ???
    Péaura di dire le cose come stanno ???
    http://it.wikipedia.org/wiki/R.T.I.



    PER L'EQUO COMPENSO... CHE DIRE... GRAN CAGATA TIPICAMENTE ITALICA... RISOLVO COMPRANDO SOLO MEMORIE ALL'ESTERO NESSUN PROBLEMA GIA' LO FACEVO
    ALTRO CHE MEDIAWORLD

    http://my.opera.com/aid85/blog/benvenuti-in-merdaw...

    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Economi...
    non+autenticato
  • > A me invece risulta che il decoder sky non va
    > bene per vedere il digitale terrestre PERCHE' E'
    > TUTT'ALTRA COSA !!!

    Il consorzio Tivù fa vedere I PROGRAMMI del digitale terrestre tramite satellite. Ha bisogno di un decoder apposito, che implementa una codifica diversa da quella di Sky (per forza, dato che la tecnologia usata da Sky è proprietaria e non concessa in licenza a nessuno se non ai produttori di decoder Sky) e una apposita smart card.
    non+autenticato
  • ah ok ho capito è "Tivù SAT"

    si sn daccordo anke io sn a favore degli standard... però il fatto che sia mediaset a lamnetarsi fa un pò ridere...
    non+autenticato
  • mi stupisce che nel pacchetto vi sia anke euronews... pericolosa tv che trasmette notizie anche in italiano (l'unico oltre a skytg24 che trasmette anke in chiaro sul web)
    non+autenticato
  • Dal momento che esiste la Class Action sarebbe il caso di utilizzarla contro chi invece di ripartire i diritti sulla proprietà intellettuale agli aventi diritti ne spende il 75% per gli stipendi del personale di un baraccone statale degno di un paese del Patto di Varsavia....

    [...] Le lamentele di cantanti e società parrebbero trovare conferma nell'indagine eseguita non molti mesi fa, secondo la quale il 76% del bilancio Siae serve a coprire i costi del personale: la Società, nel suo complesso, costa 193 milioni di euro all'anno [...]

    http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=1...
    non+autenticato
  • Concordo pienamente, inoltre segnalo anche questo:

    http://www.guidoscorza.it/?p=1512

    "In tutto il mondo, nel 2008, secondo CISAC sono stati, infatti, raccolti oltre 7 miliardi di euro di diritti dĺautore.

    Oltre 1 miliardo di euro nella sola Europa del sud (Israele, Grecia, Albania, Spagna, Portogallo, Slovenia, Macedonia, Italia, Croazia, Turchia, Montenegro, Serbia, Bosnia, Città del Vaticano) di cui 671 milioni di euro, ovvero il 67%, incassati dallĺItaliana SIAE."
    non+autenticato
  • - Scritto da: aPenguin
    > Concordo pienamente, inoltre segnalo anche questo:
    [cut]

    > Oltre 1 miliardo di euro nella sola Europa del
    > sud (Israele, Grecia, Albania, Spagna,
    > Portogallo, Slovenia, Macedonia, Italia, Croazia,
    > Turchia, Montenegro, Serbia, Bosnia, Città del
    > Vaticano) di cui 671 milioni di euro, ovvero il
    > 67%, incassati dallĺItaliana
    > SIAE."

    Concordo anch'io. Ma siamo un po' scarsi in geografia: Israele non è in Europa...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Calma Interiore
    > - Scritto da: aPenguin
    > > Concordo pienamente, inoltre segnalo anche
    > questo:
    > [cut]
    >
    > > Oltre 1 miliardo di euro nella sola Europa del
    > > sud (Israele, Grecia, Albania, Spagna,
    > > Portogallo, Slovenia, Macedonia, Italia,
    > Croazia,
    > > Turchia, Montenegro, Serbia, Bosnia, Città del
    > > Vaticano) di cui 671 milioni di euro, ovvero il
    > > 67%, incassati dallĺItaliana
    > > SIAE."
    >
    > Concordo anch'io. Ma siamo un po' scarsi in
    > geografia: Israele non è in
    > Europa...

    Aggiornati! Non hai sentito Silvio? Rotola dal ridere
  • - Scritto da: Calma Interiore

    > Concordo anch'io. Ma siamo un po' scarsi in
    > geografia: Israele non è in Europa...

    Credo venga considerata "in Europa del SUD" per estensione diciamo economica, affinità politica ecc.
    In effetti, le squadre di basket israeliane partecipano alla Champion europea, o sbaglio? ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > - Scritto da: Calma Interiore
    >
    > > Concordo anch'io. Ma siamo un po' scarsi in
    > > geografia: Israele non è in Europa...
    >
    > Credo venga considerata "in Europa del SUD" per
    > estensione diciamo economica, affinità politica
    > ecc.
    > In effetti, le squadre di basket israeliane
    > partecipano alla Champion europea, o sbaglio?
    > ciao

    Anche quelle di calcio. Come al solito lo sport mette d'accordo tutti Sorride
  • - Scritto da: soulista
    > - Scritto da: Osvy
    > > - Scritto da: Calma Interiore
    > >
    > > > Concordo anch'io. Ma siamo un po' scarsi in
    > > > geografia: Israele non è in Europa...
    > >
    > > Credo venga considerata "in Europa del SUD" per
    > > estensione diciamo economica, affinità politica
    > > ecc.
    > > In effetti, le squadre di basket israeliane
    > > partecipano alla Champion europea, o sbaglio?
    > > ciao
    >
    > Anche quelle di calcio. Come al solito lo sport
    > mette d'accordo tutti
    > Sorride

    Chissà se, quando ci sarà uno stato palestinese, le sue squadre e la nazionale saranno ammesse alle competizione europee o a quelle asiaticheSorride
    Funz
    12980
  • c'è già una nazionale di calcio palestinese. Gioca in asia, ovviamente.
  • La UE ci farà la classica procedura di infrazione, seguita da multa ... che pagheranno i contribuenti: cornuti e mazziati.

    Forse sarebbe meglio un ricorso alla corte costituzionale se ci fossero gli estremi, pare sia l'unica cosa che riesce a fermare certe porcate.
    non+autenticato
  • Io metterei un'ulteriore accisa sul carburante per pagare la multa di Rete4 ed eventuali multe su equo compenso e Tivù
    Wolf01
    3342
  • Sottoscrivo, il compagno Bondi sa esattamente come bisogna fare per vessare il popolo. Lo ha appreso ai tempi di Breznev.
  • Speriamo vivamente che il commissario europeo prenda gli adeguati provvedimenti per bloccare il decreto sull'equo compenso.
    Se non succederà nulla dovremo metter su un bel referendum abrogativo.
    non+autenticato
  • L'idea del referendum è molto buona, perchè, a detta dello stesso estensore del decreto, "l'equo compenso non è una tassa", quindi non si pone il peoblema dell'inamissibilità (non sono ammessi referendum in materia fiscale).
    Quindi per dichiarare inamissibile il referendum si dovrebbe ammettere che l'equo compenso è una tassa.
    non+autenticato
  • Spero vivamente che ci arrivi l'ennesima multona, magari quando finiremo come l'Argentina riusciranno a capire che c'è qualcosa che non va
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Wolf01
    > Spero vivamente che ci arrivi l'ennesima multona,
    > magari quando finiremo come l'Argentina
    > riusciranno a capire che c'è qualcosa che non
    > va

    ... con millemila euro di debito pubblico procapite, è una goccia nel mare...
  • La multa la farei pagare a tutti quelli che hanno votato questo governo.
    non+autenticato
  • > Se non succederà nulla dovremo metter su un bel
    > referendum
    > abrogativo.

    Si, e visto che ci siamo rivotiamo per il discorso delle centrali nucleari... ma non vedi che fanno quello che vogliono??
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > > Se non succederà nulla dovremo metter su un bel
    > > referendum
    > > abrogativo.
    >
    > Si, e visto che ci siamo rivotiamo per il
    > discorso delle centrali nucleari... ma non vedi
    > che fanno quello che
    > vogliono??

    già... il che non è strano visto che continuano a prendere un sacco di voti... pazzesco!
    non+autenticato