Alfonso Maruccia

Google trapianta il social in Gmail?

Nelle prossime ore è previsto il lancio dell'ennesimo update dei servizi di comunicazione elettronica offerti da BigG. La webmail di Mountain View si prepara a fare concorrenza a Facebook e Twitter?

Roma - Per le 19 di questa sera, ora italiana, è prevista a Mountain View una conferenza stampa nella quale Google svelerà l'ennesima novità del 2010: secondo quanto appreso dal Wall Street Journal attraverso le solite voci anonime ben informate sui fatti, il colosso dell'advertising e del search presenterà una Gmail rinnovata che accanto alle email e alla chat offrirà una nuova funzionalità per l'aggregazione degli update di stato dei propri contatti in un unico stream, una simil-bacheca sul modello di quella già adottata da Facebook.

Google procede dunque sulla strada della "socializzazione" del suo multiforme ecosistema web già tracciata da tempo, e in attesa di verificare la tenuta mainstream di un servizio come Wave (che dovrebbe, nelle intenzioni, spazzare via posta elettronica e instant messaging in un colpo solo) prova a convertire la sua nota webmail in una sorta di raccoglitore di messaggi di stato, foto (Picasa) e video (YouTube) in concorrenza diretta con Twitter e (soprattutto) Facebook.

In effetti non è chiaro se la nuova funzionalità di "stream" unico degli status includerà aggiornamenti anche dal suddetto social network e portale di "cinguettii", ed è un dettaglio non da poco perché l'eventuale assenza di Twitter e Facebook su Gmail configurerebbe un'accelerazione dello scontro sin qui di basso profilo tra chi, su Internet, controlla i dati degli utenti (i network sociali) e chi le ricerche web (Google).
Quello su cui si seguita a discutere in attesa della conferenza è però quanto un social network basato su Gmail potrà realmente funzionare: Google potrebbe certo approfittare della popolarità della sua webmail per mettere in piedi una rete potenzialmente in grado di competere ad armi pari con quella di Facebook, ma l'ambizioso obiettivo deve scontrarsi con il fatto che l'interfaccia di Gmail non è esattamente la più adatta alla fruizione di "amicizie" virtuali.

In quest'ottica la socializzazione di Gmail potrebbe preludere alla trasformazione della vecchia webmail in uno strumento di comunicazione collaborativa completo, in cui email, messaggi in tempo reale e chat sono fruibili su un'unica pagina. Un po' come dovrebbe insomma essere il tutt'ora latitante Google Wave.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàPer Wave, Google spende e spande Dopo averne annunciato una beta che non ha convinto tutti, BigG investe in Silicon Valley. E si porta a casa un pezzo che su Wave avrebbe potuto e dovuto esserci sin dall'inizio
  • AttualitàGoogle, socialricerche per tuttiLa funzionalità di ricerca tra i circoli sociali degli utenti fa un passo ulteriore verso la completa integrazione sul servizio offerto da Mountain View. Facebook continua a essere assente
20 Commenti alla Notizia Google trapianta il social in Gmail?
Ordina
  • un servizio assolutamente inutile...scopiazzato dall'ex friendfeed http://bit.ly/bT9SZP
    non+autenticato
  • Wave (di cui sono riuscito a ottenere l'account semplicemente chiedendolo a Google) è stato un flop colossale proprio perchè lo si controllava poco spesso e perchè di impostazione poco social. Aveva una politica di aggiunta dei contatti uguale a quella di messenger: o conosci l'indirizzo o non puoi aggiungere la persona.
    Buzz parte già avvantaggiato perchè l'integrazione con Gmail è completa e può avvalersi di altri servizi già da tempo integrati in Gmail come la chat e la videochiamata... ma ha lo stesso gap che dicevo prima: non mi sembra possibile aggiungere contatti semplicemente cercandone nome e cognome come Facebook . Dalla sua ha una organicità maggiore, i contenuti saranno ordinati proprio per questa "chiusura" e sarà uno strumento di sharing di contenuti con la cerchia dei nostri amici o dei colleghi di lavoro molto più efficente di facebook, twitter o friendfeed... a meno che Google non pensi di integrare nella gestione di Buzz il servizio Google Profiles che permette di avere una pagina simile a quella di linkedin e con cui sarebbe possibile accedere ad una ricerca dell'identità digitale molto più accurata.
    Funzionerà? Bho... so solo che se tutti utilizzassero i servizi di Google del dopo Buzz il grandissimo caos che si riesce a creare su facebook sarebbe di molto attenuato nell'infrastruttura Google che non ha orpelli giocosi o cacchiatosi, gruppi di fan, utenti "finti" bambolotti e pupazzetti che lo rendono uno strumento mangia tempo non adatto alla produttività ne alla pulizia della comunicazione tra due persone.
    La mail di Facebook invece è spaventosa come idea: Facebook ruba dati personali a tutti (tranne che a me che ho deciso di non registrarmi) e l'identificazione dell'indirizzo email con una identità virtuale così profonda e forte di contenuti come facebook è molto peggio di un monopolio: si rischia che diventi una richiesta normale nei dati anagrafici al pari dell'indirizzo o del numero di cellulare
    non+autenticato
  • complimenti per l'analisi, quoto quasi in pieno tutto il discorso, soprattutto la parte legata alla mail di FB.

    Per quanto riguarda GMAIL, non vorrei che google, vistosi alle strette stia facendo diventare una ferrari qual'è gmail, in un trattore pur di portarsi appresso un maggior numero di contenuti, contando anche i flop di wave (anche se ancora deve uscire dalla closed beta) e dei propri social network.

    Insomma sarà una bella lotta, dove pero quello che perderà sarà l'utente con la perdità di privacy e di libertà, in cambio della pornografia sociale a tutti i costi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Diego Principe
    > La mail di Facebook invece è spaventosa come
    > idea: Facebook ruba dati personali a tutti
    > (tranne che a me che ho deciso di non
    > registrarmi)

    Non ha bisogno di rubarli, li ha già, anche i tuoi...
    Tempo fa mi è arrivata una email di invito su Facebook da parte di un conoscente; c'erano 4 nomi di persone che "potrei conoscere".

    A parte il caso banale di persone con email sullo stesso dominio della mia, c'erano:
    - un parente acquisito con 2 cambi di cognome tra lui e me
    - un tizio straniero che giocava ad America's Army

    Entrambi hanno quell'indirizzo tra i miei al quale è arrivato l'invito, ma FB come ci è arrivato?

    E tanto per par condicio:

    Un altro conoscente usa segnalarmi notizie geek tramite Google Reader, quindi Google sa che ci conosciamo e che sono interessato a quel tipo di notizie... Non è molto, ma più di quel che ti aspetteresti non avendo io alcun account GMail. Se poi, noto un indirizzo, lo cerchi su un keyserver GPG/PGP e sei fortunato, trovi una chiave pubblica firmata da altri e la rete di contatti si espande...
    non+autenticato
  • OK... tutto giusto. Comunque non glieli concedo io direttamente e poi se fossi così fobico per la privacy mi sarei messo su un email server in ufficoi come un mio amico.
    Ho novità: Buzz permette di cercare i contatti se questi si sono abilitati a Google Profiles! Perfettamente come ipotizzavo.
    Google non avrà raccolto tutto in un unico servizio ma se li si usasse in concerto il risultato non sarebbe così scarso
    non+autenticato
  • - Scritto da: KaysiX
    > Non ha bisogno di rubarli, li ha già, anche i
    > tuoi...
    > Tempo fa mi è arrivata una email di invito su
    > Facebook da parte di un conoscente; c'erano 4
    > nomi di persone che "potrei
    > conoscere".
    >
    > A parte il caso banale di persone con email sullo
    > stesso dominio della mia,
    > c'erano:
    > - un parente acquisito con 2 cambi di cognome tra
    > lui e
    > me
    > - un tizio straniero che giocava ad America's Army
    >
    > Entrambi hanno quell'indirizzo tra i miei al
    > quale è arrivato l'invito, ma FB come ci è
    > arrivato?

    Probabilmente FB c'è arrivato analizzando le loro reti di amici e amici-degli-amici e così via, trovando qualche contiguità con la tua.
    A me sono apparse alcune persone che avevo cercato mesi prima, non appena queste si sono registrate su FB...
    Funz
    13032
  • Quoto, e aggiungo:
    anche io ho dato un'occhiata a wave e mi è sembrato tutto meno che una webmail o tantomeno un social network.
    Assomiglia di più a un sistema di condivisione e modifica concorrente di documenti, il tutto nella "nuvola". Una cosa di per sé difficile da capire, figuriamoci diffonderla tra le masse...
    Funz
    13032
  • Niente di che al momento: si può aggiornare lo status e tutti o solo alcuni gruppi di amici possono leggere cosa si è scritto.
    non+autenticato
  • Mi potreste indicare un servizio gratuito di posta elettronica senza fronzoli?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Davi
    > gmail

    LOL!!!

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > - Scritto da: Davi
    > > gmail
    >
    > LOL!!!
    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    E con questo dimostri ancora una volta la tua colossale ignoranza in materia di applicazioni internet.

    gmail e' accessibile via pop3, e' accessibile via imap, dispone dei migliori filtri antispam, permette di creare filtri personalizzati, forwarding automatico di messaggi basato su una infinita' di criteri, e non sto a dilungarmi su altre funzionalita'...

    tu continua pure ad usare hotmail e stai felice.
  • Ormai Google con la "finta" di favorire l'open source ha convertito al Googlenesimo una grande schiera di Linari disperati che hanno rinunciato a tutto pur di avere qualcosa di "open" anche se con il marchio Google e ingrassando le sue casse.
    Anche se credo che i linari vogliono solo sentirsi superiori usando un sistema non adatto alle masse, se Ubuntu divenisse di pubblico dominio passerebbero al sistema utilizzato di meno. Idem per gli Appleiani che da quando l'iphone lo hanno cani e porci hanno perso il loro status symbol

    Il mondo è ormai dunque diviso in 3 fazioni di fanboy

    MS - Apple - Google

    e tu, da che parte stai?
    Prevedo una miniguerra intestina tra i Googliani a causa di Firefox e Chrome, il quale vedrà soccombere il primo miseramente a causa dell'avidità di Google nel lanciare un browser inutile spezzando le gambe a Pigzilla suo partner.

    Poveri noi!
    non+autenticato
  • Il mondo è diviso soltanto in stupidi e non stupidi, e purtroppo condivido quella massima attribuita ad Einstein...
  • - Scritto da: markoer
    > Il mondo è diviso soltanto in stupidi e non
    > stupidi, e purtroppo condivido quella massima
    > attribuita ad
    > Einstein...

    Le uniche cose infinite sono l'universo e la stupidità umana. E non sono tanto sicuro del primo.


    Aggiungerei anche:
    L'intelligenza totale sul pianeta è costante, la popolazione è in aumento

    :D
    Funz
    13032
  • Ma che c'entrano le OS wars con una webmail, che funziona ugualmente con tutti quanti?
    Mi sa che il nesso sta solo nella tua mente ba*ata. Potevi citare i dubbi sulla privacy e sulla data retention, e avresti fatto una figura migliore...
    Funz
    13032
  • +1 per gmail
    Sorride
    non+autenticato
  • squirrelmail.

    via autistici.org
    non+autenticato
  • quando andrai all'uni o a lavorare te ne daranno una senza che tu la chieda... x ora usa quella del tuo provider, ti basta.
    non+autenticato
  • Forse succederà il contrario, dato che sembra che sia Facebook a voler introdurre un servizio di posta elettronica e integrarlo con i suoi sistemi di social networking. Considerati gli utenti che ha, è una bella spina nel fianco per BigG
    http://www.atlantisway.com/news/1-ultime-notizie/5...
    non+autenticato