Claudio Tamburrino

Mac, tutto Chromato e con Office 2011

Nuove opzioni per la Mela: browser fiammanti e suite per l'ufficio integrabili al mondo Windows, direttamente dalla concorrenza di Redmond e Mountain View

Roma - Prima gli sviluppatori di Chrome, poi gli uomini di Redmond, hanno annunciato di stare preparando importanti novità per quanto riguarda i software a disposizione dei Mac.

Il team Google che si dedica a Chrome ha infatti annunciato una nuova release beta, versione 5.0.307.7: tra le principali novità la possibilità di coordinare i segnalibri tra browser anche operanti in ambienti diversi, l'opzione navigazione anonima e il supporto a varie estensioni (teoricamente oltre 2.200) prima precluse alla versione Mac.

Tra le estensioni giudicate più interessanti l'integrazione per i segnalibri di Evernote, Adblock, Facebook per Chrome (che permette di visualizzare velocemente messaggi, foto, news e status senza dover tenere la pagina del social network costantemente aperta), e soprattutto l'estensione per Google Translate e Google Voice che permettono di accedere facilmente ai servizi tramite un bottone vicino al search box.
Non si tratta ancora della versione stabile per il grande pubblico, ma il passaggio di questa release allo status di "beta" significa che è comunque stato fatto qualche progresso rispetto allo stage di "anteprima per gli sviluppatori", che rappresenta un primo passo nel processo di sviluppo.

Oltre all'opportunità di provare un Chrome con caratteristiche da tanto attese, gli utenti Mac potranno liberarsi presto potranno fare a meno di Entourage: con Office 2011 per Mac tornerà Outlook anche sulla Mela, e con lui la possibilità di importare i file Personal Storage Table (.PST) da ambienti Windows. La presenza di Entourage (o meglio la mancanza di Outlook) costituivano una barriera all'integrazione degli utenti Mac agli account aziendali che utilizzano Exchange.

Non sarà tuttavia l'unica novità introdotta dal nuovo Office, che arriverà per gli utenti Mac entro il 2010 con un nuovo design dell'interfaccia. L'interoperabilità e la condivisione saranno garantiti anche ad altri livelli: varie funzionalità (tra cui la novità "Presence Everywhere") permetteranno di lavorare al medesimo documento (che sia Word, PowerPoint o Excel) indipendentemente da dove e da chi stia collaborando alle modifiche. Sarà inoltre possibile connettersi direttamente a Microsoft Office Web Apps, la versione cloud-based della suite dove è possibile caricare e conservare i documenti creati e fino a oggi caratteristica peculiare del prossimo Office 2010 per Windows.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàMicrosoft, ritorno al futuroUn ex dirigente parla di scarso senso per l'innovazione e decreta la morte prematura del suo vecchio datore di lavoro. Che risponde elencando i successi di oggi e chiarendo che cosa significa innovazione in quel di Redmond
  • TecnologiaMicrosoft lancia Exchange 2010La nota piattaforma di Microsoft per la collaborazione e la messaggistica debutta nella nuova versione e abbraccia il giovane modello software+servizi. In attesa di Azure
55 Commenti alla Notizia Mac, tutto Chromato e con Office 2011
Ordina
  • Pare che non gliene freghi niente a nessuno (e poco anche a me, a dire il vero)...
  • Il nome è Office 2011 per Mac.
    Nel titolo è scritto sbagliato.
    non+autenticato
  • il nome del programma: "Office 2011 per Mac 2010" A bocca aperta
  • Ma di iWork vogliamo parlarne?
    A metà del prezzo della suite Office di Microsoft!!!
    Io sono passato a Mac 2 anni fa, dopo 16 anni di PC, e la cosa che più mi preoccupava era quella di non avere una macchina che potesse rivelarsi utile nel lavoro. Con il mio iMac ho provato in demo iWork '08... la semplicità d'utilizzo è qualcosa di incredibile, ci faccio cose che avrei potuto fare anche con office 2007 ma a costo di salti triplo carpiati. Ora utilizzo iWork 09, ancora più bello. Mai un blocco, dico MAI. E riesco a realizzare documenti bellissimi. Quando ho bisogno esporto in miei documenti in .doc, posso addirittura salvare in doppia copia (.doc e .pages). Sembra un'esagerazione e stenterei anche io a crederlo semplicemente per sentito dire, eppure è la verità. E' un altro pianeta. La prima cosa che si pensa, dopo poco tempo dal primo uso, è "Che mi sono perso...". Che dire, sono molto, molto, molto soddisfatto.
    non+autenticato
  • iWork è una genialata! Gestire documenti complessi con Pages (incolonnamenti, foto, tabelle...) è quasi un divertimento, Keynote è su un altro pianeta e Numbers, pur non essendo "tosto" come Excel, non me lo fa assolutamente rimpiangere: basti pensare alle tabelle grandi solo quello che serve ed un'interfaccia, anche se all'inizio può sembrare ostica, che ti porta a pensare se in Microsoft lavorano o ....
    Nell'ultima versione di Office, infatti, si sono notevolmente "ispirati" ad iWork... Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: franz

    > Nell'ultima versione di Office, infatti, si sono
    > notevolmente "ispirati" ad iWork...
    >Con la lingua fuori

    Microsoft ha sempre bisogno di ispirazione esterna.

    Basta leggere quel che c'è scritto qui: "Microsoft Vine is currently a beta service, which means we need your feedback and ideas to make it great."

    Siccome questo sito (e frase) c'è da almeno 8 mesi, è ovvio che nessuno ha dato idee, e sommato al fatto che in Microsoft non ne hanno nessuna, si capisce il perché Vine sia ancora in beta.

    Tra parentesi, può rimanerlo a vita.

    http://www.vine.net/
  • - Scritto da: franz
    > Nell'ultima versione di Office, infatti, si sono
    > notevolmente "ispirati" ad iWork...

    Dov'è la novità?

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: Cesare
    > Ma di iWork vogliamo parlarne?
    > A metà del prezzo della suite Office di
    > Microsoft!!!
    > Io sono passato a Mac 2 anni fa, dopo 16 anni di
    > PC, e la cosa che più mi preoccupava era quella
    > di non avere una macchina che potesse rivelarsi
    > utile nel lavoro. Con il mio iMac ho provato in
    > demo iWork '08... la semplicità d'utilizzo è
    > qualcosa di incredibile, ci faccio cose che avrei
    > potuto fare anche con office 2007 ma a costo di
    > salti triplo carpiati. Ora utilizzo iWork 09,
    > ancora più bello. Mai un blocco, dico MAI. E
    > riesco a realizzare documenti bellissimi. Quando
    > ho bisogno esporto in miei documenti in .doc,
    > posso addirittura salvare in doppia copia (.doc e
    > .pages). Sembra un'esagerazione e stenterei anche
    > io a crederlo semplicemente per sentito dire,
    > eppure è la verità. E' un altro pianeta. La prima
    > cosa che si pensa, dopo poco tempo dal primo uso,
    > è "Che mi sono perso...". Che dire, sono molto,
    > molto, molto soddisfatto.

    Boh. Sulla base di quello che dici dovrò provare a perderci di nuovo un po' di tempo dietro ad iWork. Io ho provato ad usarlo, ma alcuni modi di usarlo mi risultano ostici. La cosa più balorda per il mio modo di lavorare è il menù Font a parte. Averlo sulla barra menù come è in Word lo trovo più immediato. Comunque, considerato che Word con le tabelle è un disastro (salvo l'ultima versione, è un crash continuo se si usano tabelle un po' più complicate), proverò a darci un'occhiata.
    Al momento uso TextEdit con files RTF per testi semplici, ed Open Office per quelli più complessi, per lo più sotto Windows. ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    [...] La cosa più balorda
    > per il mio modo di lavorare è il menù Font a
    > parte. Averlo sulla barra menù come è in Word lo
    > trovo più immediato. Comunque, considerato che
    > Word con le tabelle è un disastro (salvo l'ultima
    > versione, è un crash continuo se si usano tabelle
    > un po' più complicate), proverò a darci
    > un'occhiata.
    > Al momento uso TextEdit con files RTF per testi
    > semplici, ed Open Office per quelli più
    > complessi, per lo più sotto Windows.
    > ciao

    In Pages: menù Vista > Mostra barra formato (shift cmd R) ed hai tutto, oltre ad essere contestualizzato. Cambia con i contenuti così che testo, immagini o tabelle hanno una barra formato ad hoc. Per tutto il resto c'è la palette Impostazioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: franz
    > In Pages: menù Vista > Mostra barra formato
    > (shift cmd R) ed hai tutto, oltre ad essere
    > contestualizzato. Cambia con i contenuti così che
    > testo, immagini o tabelle hanno una barra formato
    > ad hoc. Per tutto il resto c'è la palette
    > Impostazioni.

    Ok grazie, può darsi che la tua soluzione non me l'avessero ancora suggerita, darò un'occhiata
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cesare
    > Ma di iWork vogliamo parlarne?
    > A metà del prezzo della suite Office di
    > Microsoft!!!
    Office 2007 costa meno di 100 euro per studenti e famiglie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Matt
    > - Scritto da: Cesare
    > > Ma di iWork vogliamo parlarne?
    > > A metà del prezzo della suite Office di
    > > Microsoft!!!
    > Office 2007 costa meno di 100 euro per studenti e
    > famiglie.

    iWork 79 euro per chiunque
    mura
    1717
  • Il bello è che Office tocca comunque più subirlo che gradirlo. Dopo tanti anni (e dopo Word 5.x for Mac) devo ancora trovare una persona che sia soddisfatta di questo pallotto sensa senso di funzioni inutili, incartate in un'interfaccia impossibile da amare e che fa di tutto per rallentare il lavoro. In effetti quello che veramente mi snerva, oltre all'inaffidabilità, e la lentezza... Ma quanto può essere lento Word?

    Del resto mi rendo conto che, essendo possibile su Mac, non più su PC, chi scrive veramente tanto per lavoro non usa più Word, a meno che non sia uno sprovveduto della prim'ora. Programmi come Mellel (multilingua, con fogli stile eccezionali), o software per scrittori creativi come Ulysses o, anche meglio, Scrivener stanno prendendo sempre più piede.

    Powerpoint è surclassato così tanto da Keynote da fare quasi tenerezza.

    Excel è sempre stato il più efficiente del trittico base, se non fosse che odio i fogli elettronici potrebbe anche piacermi.

    Entourage? una cagatella che ha infestato i mac da quando c'è, usato solo dai pirla (scusate l'inglese)

    C'è altro, c'è di meglio, quasi per tutti
  • Mellel - The word processor for Mac OS X.
    Scrivaner - for Mac OS X (Not available for Windows)

    Capisci perché c'è chi usa Office? Se devi scrivere roba solo per te allora beato te, puoi scegliere quello che vuoi. Ma un programma che non è multipiattaforma parte già chilometri indietro rispetto ad altri magari anche di qualità più scadente.
    Shiba
    3923
  • Purtroppo è verissimo.

    anche ComicLife c'è per windows, anche se sembra che l'autore non aggiorni più.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Shiba
    > Mellel - The word processor for Mac OS X.
    > Scrivaner - for Mac OS X (Not available for
    > Windows)
    >
    > Capisci perché c'è chi usa Office? Se devi
    > scrivere roba solo per te allora beato te, puoi
    > scegliere quello che vuoi. Ma un programma che
    > non è multipiattaforma parte già chilometri
    > indietro rispetto ad altri magari anche di
    > qualità più
    > scadente.

    Prima di parlare mi informerei. Tutti i programmi che ho citato esportano e importano il testo in RTF e DOC. Sono programmi specializzati per chi scrive per mestiere, e hanno funzioni che Word si sogna, se ovviamente si scrive per davvero, e non per pigiare icone colorate.
    Alla fine, si esporta il file nel formato preferito e via.
    Programmi di questo tipo non esistono su WIndows, o ne esistono molto pochi (l'autore di scrivener per esempio è sommerso di richieste), perché sotto Windows Office ha ammazzato tutti (chi ricorda l'eccellente WordPerfect, così migliore di Word da essere quasi commovente?).

    A parte questo, nella mia premessa citavo espressamente il Mac, proprio perché, sotto questo aspetto, è un'isola felice. Sempre per questo motivo Open Office non attecchisce benissimo su questa piattaforma, perché nel complesso, a parte il prezzo, è peggio di Office e ha troppa concorrenza migliore.
  • - Scritto da: LaNberto
    > Prima di parlare mi informerei. Tutti i programmi
    > che ho citato esportano e importano il testo in
    > RTF e DOC. Sono programmi specializzati per chi
    > scrive per mestiere, e hanno funzioni che Word si
    > sogna, se ovviamente si scrive per davvero, e non
    > per pigiare icone
    > colorate.
    > Alla fine, si esporta il file nel formato
    > preferito e
    > via.
    > Programmi di questo tipo non esistono su WIndows,
    > o ne esistono molto pochi (l'autore di scrivener
    > per esempio è sommerso di richieste), perché
    > sotto Windows Office ha ammazzato tutti (chi
    > ricorda l'eccellente WordPerfect, così migliore
    > di Word da essere quasi
    > commovente?).

    :)
    Esportano. Io azienda non mi posso fidare di un programma con funzionalità in più che esporta sperando di mantenere la compatibilità con un formato inferiore. ╚ il motivo per cui le aziende tentennano a passare alle suite Office che hanno l'openxml come formato di default.
    La cosa si farebbe ancora più tragica se cominciasse a diffondersi l'openxml, il quale non penso sia supportato neppure lontanamente in maniera completa da programmi di terze parti.

    > A parte questo, nella mia premessa citavo
    > espressamente il Mac, proprio perché, sotto
    > questo aspetto, è un'isola felice. Sempre per
    > questo motivo Open Office non attecchisce
    > benissimo su questa piattaforma, perché nel
    > complesso, a parte il prezzo, è peggio di Office
    > e ha troppa concorrenza
    > migliore.

    OpenOffice su Mac non attecchisce soprattutto perché è un accrocchio traballante e per niente integrato con il resto del sistema (almeno era così alla versione 3.0 per OSX, poi ora non so). Che poi quei programmini siano migliori non lo nego, ma la possibilità di avere un formato scrivibile perfettamente su (ufficialmente) 3 piattaforme differenti mi sembra una gran cosa.
    Shiba
    3923
  • - Scritto da: Shiba

    > Esportano. Io azienda non mi posso fidare di un
    > programma con funzionalità in più che esporta
    > sperando di mantenere la compatibilità con un
    > formato inferiore. ╚ il motivo per cui le aziende
    > tentennano a passare alle suite Office che hanno
    > l'openxml come formato di
    > default.
    > La cosa si farebbe ancora più tragica se
    > cominciasse a diffondersi l'openxml, il quale non
    > penso sia supportato neppure lontanamente in
    > maniera completa da programmi di terze
    > parti.
    >

    E infatti io non ho parlato di aziende, se ci fai caso, ma di chi scrive per mestiere (sceneggiatori, giornalisti, scrittori, traduttori), visto che sono loro che macinano davvero testo, senza giochetti di copia e incolla e letterine commerciali stereotipate. Queste persone si meritano di meglio.


    > OpenOffice su Mac non attecchisce soprattutto
    > perché è un accrocchio traballante e per niente
    > integrato con il resto del sistema (almeno era
    > così alla versione 3.0 per OSX, poi ora non so).

    Uguale. In più ha un'interfaccia terrificante e dilettantesca.

    > Che poi quei programmini siano migliori non lo
    > nego, ma la possibilità di avere un formato
    > scrivibile perfettamente su (ufficialmente) 3
    > piattaforme differenti mi sembra una gran
    > cosa.

    Certo, l'RTF lo aprono tuttiA bocca aperta (ed è il formato che gli impaginatori vorrebbero tanto). Personalmnete accetto testi i RTF e DOC. Altri formati vengono respinti al mittente.
  • Comunque, la nuova interfaccia di Office 2010 per Windows strizza non poco l'occhio ad iWork... (ribbon a parte...)
    non+autenticato
  • Quando uscirono le prime applicazioni di iWOrk si capì anche troppo bene che si poteva realizzare un software pieno di funzioni senza averle tra i piedi. Il ribbon è stupido perché occupa un sacco di spazio per presentare cazzate
  • - Scritto da: LaNberto

    > > OpenOffice su Mac non attecchisce soprattutto
    > > perché è un accrocchio traballante e per niente
    > > integrato con il resto del sistema (almeno era
    > > così alla versione 3.0 per OSX, poi ora non so).
    > Uguale. In più ha un'interfaccia terrificante e
    > dilettantesca.

    Beh, le icone sembrano davvero dell'epoca del Commodore... per il resto l'impostazione generale dei menù è - a mio parere - meglio organizzata di Word, uno per tutti Pagina è sotto il menù Formato, non sotto File...

    > Certo, l'RTF lo aprono tuttiA bocca aperta (ed è il formato
    > che gli impaginatori vorrebbero tanto).
    > Personalmnete accetto testi i RTF e DOC. Altri
    > formati vengono respinti al mittente.

    Già, meno male che l'RTF c'è, grosso modo tutti lo gestiscono correttamente. Grosso modo: ho un RTF con una misera tabellina, è il documento per me lavorativamente più importante e sotto Word (Windows) regolarmente me lo pianta. Ho provato a vedere se WordPad lo gestiva, in teoria si, ma la tabella non ha tutte le righe perfettamente allineate,
    un paio vanno per centimetri loro... "per fortuna" adesso mi hanno messo Open Office, che è mooolto più lento di Word e appunto un po' dilettantesco (ma comunque meno male che c'è, almeno con gli ODT un po' di interscambio tranquillo lo si fa, e non mi ha fatto spendere per avere Excel per quei semplici fogli di lavoro che uso), però almeno il sistema non crasha. ciao
    ps - riguardo Mellel, non l'ho mai usato, giusto per essere precisi
    non+autenticato
  • Mai provato Pagehand?
  • - Scritto da: alexjenn
    > Mai provato Pagehand?

    Interessantissimo! è una possibile soluzione al problema descritto da me.

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2810174&m=281...

    Fan LinuxFan Apple
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)