Mauro Vecchio

USA, anche l'FBI contro la webcam spiona

Gli agenti federali interverranno sul caso degli occhi indiscreti dei laptop forniti da una scuola di Philadelphia. Dall'istituto hanno precisato che Ŕ stato fatto poche volte, per rintracciare unitÓ smarrite

Roma - Il caso è diventato più grande di quanto i vertici scolastici del Lower Merion School District si aspettassero. Gli agenti del Federal Bureau of Investigation (FBI) interverranno nella vicenda che ha visto coinvolto uno studente minorenne di Philadelphia, sospeso perché colto in flagrante tra le mura intime della sua camera. Attraverso una webcam incorporata nel laptop fornitogli dalla stessa scuola.

I federali investigheranno dunque sul caso, almeno stando alle dichiarazioni di un agente che ha preferito rimanere anonimo perché non autorizzato a parlare pubblicamente. Dovranno in sostanza assicurarsi che i responsabili di tali operazioni non abbiano violato alcuna legge, tra cui quella che tutela i cittadini statunitensi dalle intrusioni informatiche.

Intrusioni che i vertici del distretto scolastico hanno negato con una certa fermezza, non senza apparire allo stesso tempo piuttosto ambigui. Le webcam - installate su circa 2000 dispositivi Apple, uno per ogni studente - sarebbero state attivate soltanto 42 volte in un arco temporale di 14 mesi. E solo ed esclusivamente per rintracciare laptop rubati o smarriti.
Il che porta inevitabilmente al primo interrogativo: perché è stata allora attivata in remoto la webcam di Blake Robbins? La presidenza, come noto, aveva punito il ragazzo a causa di un comportamento improprio rilevato attraverso il suo computer per uso domestico. Da ciò che è emerso, l'istantanea utilizzata dalla scuola come prova avrebbe scambiato alcune caramelle con delle presunte pillole di droga.

Ma ci sono ulteriori dettagli che non appaiono scagionare i vertici scolastici. Che hanno infatti dichiarato che nessun collegamento con il controllo in remoto delle webcam era stato fatto all'interno della modulistica rilasciata con il laptop. Le attività di sorveglianza avrebbero poi coinvolto soltanto le immagini e non i suoni. E questo non sembra essere piaciuto alle migliaia di genitori già impegnati in una class action contro la scuola: il suono per loro non risulterebbe molto importante, quando c'è un bambino che si sveste in camera.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaHP non vede nero?In un video postato su YouTube una webcam dell'azienda di Palo Alto non segue i movimenti di un uomo di colore. Il riconoscimento facciale funziona soltanto con la sua collega bianca. HP risponde: Ŕ un problema di contrasti e luce
  • AttualitàGoogle Maps ci vede sempre meglioNelle cartine di BigG ci finiscono pure le immagini in tempo reale di migliaia di webcam. ChissÓ se la novitÓ piacerÓ a tutti, o le proteste supereranno quelle per Street View
  • Diritto & InternetSi possono videosorvegliare i dipendenti?di Luca Giacopuzzi - E' lecito installare telecamere e webcam per controllare cosa fanno i dipendenti in azienda? Le cam di sorveglianza possono essere piazzate a piacimento? Ecco cosa dice la legge
20 Commenti alla Notizia USA, anche l'FBI contro la webcam spiona
Ordina
  • un bel bollino nero davanti alla webcaz quando non intendi usarla e via!!! Lo faccio sempre, e stacco il microfono, uso SD invece che usbkey perché si possono proteggere da scrittura.

    Finché l'hardware è ancora un po' sotto il nostro controllo, esercitiamolo.

    E' su di noi che lo esercitiamo.
    non+autenticato
  • Qual è la responsabilità di Apple verso i suoi utenti?
    Hanno potuto consapevolmente abilitare questa opzione?
    Non dimostra questo ancora una volta che multinazionali, corporation, come Microsoft o Apple rifiutandosi di rendere aperte le sorgenti del loro sistema operativo violino le libertà degli utenti come noi, nascondendo funzioni che potenzialmente violano la nostra intimità, la nostra privacy?
    Ma possibile che la maggioranza degli utenti avanzati di computer non se ne siano ancora resi conto?

    Scusate lo sfogoOcchiolino
  • - Scritto da: speedyx
    > Qual è la responsabilità di Apple verso i suoi
    > utenti?
    > Hanno potuto consapevolmente abilitare questa
    > opzione?
    > Non dimostra questo ancora una volta che
    > multinazionali, corporation, come Microsoft o
    > Apple rifiutandosi di rendere aperte le sorgenti
    > del loro sistema operativo violino le libertà
    > degli utenti come noi, nascondendo funzioni che
    > potenzialmente violano la nostra intimità, la
    > nostra
    > privacy?
    > Ma possibile che la maggioranza degli utenti
    > avanzati di computer non se ne siano ancora resi
    > conto?
    >
    > Scusate lo sfogoOcchiolino

    che centra... la colpa è della scuola... o pensi che su un sistema open non si possa creare un demone che registra a random dati da una webcam e li spedisce?

    anzi... si potrebbe pure modificare l'implementazione di uvc nel kernel per non fare accendere il led A bocca aperta
    non+autenticato
  • Chissà quanti filmatini pornografici con protagonisti minorenni sono riusciti a collezionare con lo scherzetto della webcam attivabile da remoto.
    non+autenticato
  • Un conto è che lo faccia la scuola e un altro che lo faccia il produttore del sistema.
    Dalla notizia non mi sembra sia stata esplicita la responsabilità della scuola.
    Quando ho chiesto della responsabilità di Apple ho messo il punto interrogativo.
  • - Scritto da: speedyx
    > Un conto è che lo faccia la scuola e un altro che
    > lo faccia il produttore del
    > sistema.
    > Dalla notizia non mi sembra sia stata esplicita
    > la responsabilità della
    > scuola.
    veramente se ne parla ormai da giorni, addirittura al tg, ed è assodato che sia stata la scuola ad attivare la funzione: lo hanno addirittura ammesso e ora cercano di correre ai ripari!!!

    Cmq come al solito non è lo strumento il colpevole ma chi lo utilizza (lo stesso sistema ha permesso in passato di recuperare macbook rubati)
    non+autenticato
  • - Scritto da: speedyx
    > Ma possibile che la maggioranza degli utenti
    > avanzati di computer non se ne siano ancora resi
    > conto?

    Gli utenti avanzati di computer, se ne sono resi conto da un pezzo.

    Il punto e' che usare un computer che ti passa la scuola non fa di te un utente avanzato.
  • - Scritto da: speedyx
    > Qual è la responsabilità di Apple verso i suoi
    > utenti?
    > Hanno potuto consapevolmente abilitare questa
    > opzione?
    > Non dimostra questo ancora una volta che
    > multinazionali, corporation, come Microsoft o
    > Apple rifiutandosi di rendere aperte le sorgenti
    > del loro sistema operativo violino le libertà
    > degli utenti come noi, nascondendo funzioni che
    > potenzialmente violano la nostra intimità, la
    > nostra
    > privacy?
    > Ma possibile che la maggioranza degli utenti
    > avanzati di computer non se ne siano ancora resi
    > conto?

    Tanto ci sarà sempre qualche fan disposto a giustificare tutto, anche questo.
    Certo, si può spiare pure il telefonino della moglie, ma non è che i produttori di cellulari ti infilino la backdoor in fabbrica, attivabile a piacere dall'utente...
    Funz
    13032
  • speriamo di no, lo puoi sapere con certezza con l'apertura delle sorgenti e delle configurazioni di default
  • Non che sia un paladino del software proprietario ma qui la multinazionale non c'entra proprio nulla.
    Un conto sono le backdoors che certe aziende mettono per "spiare" i loro utenti con dubbissimi secondi fini, un altro è abusare del proprio ruolo di amministratore di sistema per collegarsi da remoto all'insaputa dell'utente e spiarlo mentre si trova a casa sua. La seconda cosa puoi farla con qualsiasi sistema operativo al mondo, proprio perché è prerogativa degli amministratori di sistema potere fare queste cose nei giusti ambiti.
    non+autenticato
  • Avete ragione! Scusate lo sfogo ingiustamente indirizzato verso apple.
  • come da titolo. Appoggio a pieno i genitori.
  • - Scritto da: albertobs88
    > come da titolo. Appoggio a pieno i genitori.

    Se non hai capito bene il figlio di questi "bravi" genitori è sospettato di spacciare droga. E allora bene ha fatto la scuola a intervenire, chi usa e smercia certa m3rda non deve avere scuse, e anzi dovrebbero essere i genitori del piccolo spacciatore a essere trascinati in tribunale per pagare per il loro figliolo, se questo ancora non è in grado di pagare alla giustizia.
    Ma si sa che in Itaglia certi discorsi faticano a passare...
    non+autenticato
  • Mi sa che non hai ben capito la gravità della situazione.

    La scuola ha fornito un mezzo che tra l'altro ha una funzione che viola la privacy dell'utilizzatore... mi sembra grave...
    Sgabbio
    26177
  • e tutti gli altri studenti che non spacciano ma spiati ugualmente?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vegeta90
    > - Scritto da: albertobs88
    > > come da titolo. Appoggio a pieno i genitori.
    >
    > Se non hai capito bene il figlio di questi
    > "bravi" genitori è sospettato di spacciare droga.
    > E allora bene ha fatto la scuola a intervenire,
    > chi usa e smercia certa m3rda non deve avere
    > scuse, e anzi dovrebbero essere i genitori del
    > piccolo spacciatore a essere trascinati in
    > tribunale per pagare per il loro figliolo, se
    > questo ancora non è in grado di pagare alla
    > giustizia.
    > Ma si sa che in Itaglia certi discorsi faticano a
    > passare...

    Torna ben a vegetare che è meglio!
    Mai sentito parlare di privacy?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vegeta90
    > Se non hai capito bene..
    o fava, se tu invece avessi letto meglio avresti capito che hanno scambiato delle caramelle con della droga

    a parte naturalmente il discorso privacy che evidentemente non riesci a capire
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vegeta90
    > - Scritto da: albertobs88
    > > come da titolo. Appoggio a pieno i genitori.
    >
    > Se non hai capito bene il figlio di questi
    > "bravi" genitori è sospettato di spacciare droga.

    Benissimo.
    Allora tu che non hai niente da nascondere non avrai alcuna obiezione se ti metto una telecamera in casa e ti guardo: tanto mica spaccerai droga pure tu.
  • - Scritto da: Vegeta90
    > - Scritto da: albertobs88
    > > come da titolo. Appoggio a pieno i genitori.
    >
    > Se non hai capito bene il figlio di questi
    > "bravi" genitori è sospettato di spacciare droga.
    > E allora bene ha fatto la scuola a intervenire,
    > chi usa e smercia certa m3rda non deve avere
    > scuse, e anzi dovrebbero essere i genitori del
    > piccolo spacciatore a essere trascinati in
    > tribunale per pagare per il loro figliolo, se
    > questo ancora non è in grado di pagare alla
    > giustizia.

    Tu non ti rendi conto di quello che hai scritto.
    La scuola dovrebbe mettersi a fare l'investigatore privato? La polizia che ci sta a fare?

    > Ma si sa che in Itaglia certi discorsi faticano a
    > passare...

    Forse perchè c'è ancora qualcuno in grado di ragionare.
    Funz
    13032
  • > Se non hai capito bene il figlio di questi
    > "bravi" genitori è sospettato di spacciare droga.

    e in tal caso dovrebbe essere la polizia ad indagare non di certo la scuola.

    > E allora bene ha fatto la scuola a intervenire,

    c'è modo e modo di intervenire. Il modo corretto era segnalare il caso alle autorità non giocare ai piccoli spioni. Senza considerare che ci possono essere molte riserve sulle prove raccolte in quel modo.

    > chi usa e smercia certa m3rda non deve avere
    > scuse, e anzi dovrebbero essere i genitori del
    > piccolo spacciatore a essere trascinati in
    > tribunale per pagare per il loro figliolo, se
    > questo ancora non è in grado di pagare alla
    > giustizia.

    se e solamente se venisse condannato secondo giustizia e non per decisione di autonominatisi giustizieri da strappazzo.

    > Ma si sa che in Itaglia certi discorsi faticano a
    > passare...

    deo gratias, almeno un po' di garantismo è rimasto.