Mauro Vecchio

Yahoo! cinguetta con Twitter

Annunciato un accordo tra il motore in viola e la piattaforma di microblogging. Le esperienze social degli utenti transiteranno per i servizi gestiti da Sunnyvale. Intanto, aumentano i messaggi affidati al tecnofringuello

Roma - L'avrebbero confidenzialmente soprannominato progetto Rushmore. Solo che al posto dei faccioni dei presidenti statunitensi ci sono i principali e più diffusi social media della Rete. Già a dicembre, Yahoo! aveva annunciato l'intenzione di integrare con una certa decisione i suoi servizi con quelli del colosso sociale in blu, Facebook. Grazie a Facebook Connect, gli utenti del motore in viola avrebbero potuto accedere ai propri profili senza aprire nuove schede del browser.

Ora, una nuova mossa da parte del motore made in Sunnyvale, nel tentativo di concentrarsi su un'impronta sempre più social, per assecondare con i propri servizi le necessità relazionali di circa 600 milioni di utenti. E, dopo Facebook, sembra giunto il turno della piattaforma cinguettante, Twitter.

Yahoo! ha dunque annunciato una partnership con l'ecosistema di microblogging in 140 caratteri, con il fine ultimo di integrare le social-esperienze in real time degli utenti di Twitter all'interno dei suoi servizi, del suo network globale. Un accordo che partirà da almeno tre elementi principali, come spiegato da un comunicato ufficiale dell'azienda di Sunnyvale.
Il primo garantirà agli utenti di Yahoo! la capacità di accedere ai propri feed di Twitter tramite diversi prodotti e servizi in viola, tra cui Yahoo! Mail e Yahoo! Eurosport. Il secondo permetterà agli utenti cinguettanti di aggiornare il proprio status e condividere i contenuti di Yahoo! con i propri follower. Il terzo prevederà invece l'inclusione in canali come Yahoo! Notizie degli aggiornamenti pubblici in tempo reale.

"Provo a sintetizzare l'enorme importanza di questa integrazione in un massimo di 140 caratteri: apri la porta sul mondo social. Grazie a Yahoo! puoi trovare le esperienze personalmente più rilevanti per te - ha spiegato Bryan Lamkin, vicepresidente dell'azienda di Sunnyvale - Semplifichiamo, inoltre, la vita online degli utenti, collegando i mondi delle loro esperienze al mondo stesso, per renderli più facilmente accessibili".

Soddisfatto dell'accordo anche Biz Stone, co-fondatore di Twitter: "Le informazioni contenute in un singolo tweet potranno essere proiettate anni luce più lontano grazie all'integrazione con Yahoo!. La disponibilità dei cinguettii in più luoghi ne garantisce una maggiore rilevanza, dove e quando si vuole".

Maggiore rilevanza, dunque, ma anche maggiore diffusione a livello globale. In un post apparso sul suo blog ufficiale, Twitter ha pubblicato alcuni dati relativi alla sua rapida crescita. 600 sarebbero i tweet al secondo, per un totale di 50 milioni di post caricati quotidianamente. Un'espansione del 1400 per cento, rispetto ai 2,5 milioni di post dell'inizio del 2009.

Nel frattempo, la piattaforma cinguettante si sta muovendo con le dovute cautele nel mercato dell'advertising. Stando ad alcune fonti, i piani di Twitter consisterebbero nel lancio di una piattaforma dedicata entro un mese. Attualmente, la piattaforma di microblogging sarebbe alle prese con una fase di testing.

Mauro Vecchio
Notizie collegate