Alfonso Maruccia

Mobile, una fotografia del mercato

Nuovo rapporto Gartner sul mercato della telefonia: Nokia/Symbian stravince, iPhone e Android brindano a crescite da capogiro mentre Microsoft, Linux e gli altri sembrano arrancare

Roma - Chi vince e chi perde nella corsa senza freni alla conquista del mercato della telefonia mobile nel mondo? L'ultimo rapporto Gartner sul mercato mobile fotografa i vincitori e i vinti, i trend e le piattaforme emergenti come nuovi paradigmi di un modo tutto nuovo - e relativamente recente - di intendere la telefonia e la comunicazione senza fili.

I numeri complessivi, prima di tutto: secondo le stime di Gartner la vendita di cellulari nel 2009 è stata sostanzialmente piatta, con 1,2 miliardi di dispositivi venduti in totale. Di questi, gli smartphone variamente assortiti sono ammontati a 172 milioni di unità ovvero il 14% del suddetto miliardo (erano l'11% l'anno precedente) e un 24% in più rispetto al 2008. iPhone nel 2009 ha pesato solo per il 2% delle vendite.

Laddove invece iPhone si prende una rivincita è nel settore dei soli smartphone, dispositivi per cui è fondamentale offrire caratteristiche avanzate a un'utenza sempre più esigente e tecno-consapevole. Il dominatore incontrastato di smartphone e MID continua a essere Symbian (Nokia) con il 47% dello share complessivo, seguito da Research in Motion (RIM) con il 20% e poi da iPhone con il 14%. Nel 2009 in melafonino ha più che raddoppiato la sua quota di mercato che nell'anno precedente era del 6,2%.
Altrettanto bene, anzi, meglio ha fatto Android, passato da un misero 0,5% del 2008 al 3,9% del 2009: se Apple raddoppia, Google è capace persino di moltiplicare per sette la sua quota di mercato. Android e iPhone OS rappresentano i vincenti e i protagonisti emergenti del mercato smartphone e MID, mentre dal lato dei perdenti troviamo Windows Mobile (9% di share e meno 3,1%) e i sistemi basati su Linux "liscio" (5% di share e meno 2,9).

Sempre riguardo Apple, inoltre, a dimostrazione della crescente importanza dei dispositivi senza fili (iPhone, iPod, MacBook e il futuro iPad) il COO Tim Cook ripete un pensiero già espresso da Steve Jobs e definisce Cupertino "una società specializzata nei dispositivi mobile". Non che Apple stia abbandonando i computer tradizionali, suggerisce la società della Mela, ma è il computing che si sta lentamente spostando su quel tipo di mercato (parzialmente) conquistato da iPhone.

Ed è un mercato che a livello globale, testimonia una ricerca di International Telecommunications Union, interessa la bellezza di 4,6 miliardi di persone ovverosia il 67% dell'intera popolazione umana alla fine del 2009. Numeri impressionanti per un'industria che valeva meno di un quarto di questo valore appena otto anni fa. Numeri a cui però non corrisponde ancora una proporzionale capacità di accesso a Internet e alle tecnologie di comunicazione più avanzate che hanno trovato casa in rete.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàLa grande abbuffata delle reti mobileOperatori come RIM e Vodafone parlano di network prossimi alla saturazione. Colpa di smartphone come iPhone, sempre più avidi di banda. E puntano il dito contro Google, che invece li invita a collaborare
  • TecnologiaSymbian^3 sbarca a BarcellonaLa nuova versione del sistema operativo mobile convertitosi all'open fa la sua comparsa. Promettendo mari e monti con un ma: la piattaforma non sarà completa prima di qualche mese
  • TecnologiaMoblin sposa Maemo. Nasce MeeGoIntel e Nokia annunciano a sorpresa la fusione dei rispettivi sistemi operativi mobili Linux-based. Da questi nascerà una nuova piattaforma open source, dedicata ad un'ampia categoria di device. Pronta a fronteggiare mercato e concorrenza
  • TecnologiaLo Zune Phone si chiama Windows Phone 7A Redmond fanno sul serio: dicono addio alla familiare interfaccia di Windows Mobile 6 e lanciano un nuovo paradigma. Che integra contenuti provenienti da Xbox, Zune e Bing: ma non solo
  • AttualitàIl googlefonino conquista Linus. E pochi altriNumeri amari per l'inizio dell'avventura di Mountain View nel mercato degli smartphone. Non c'è il successo di massa che qualcuno aveva prospettato: tocca consolarsi con l'approvazione eccellente di Mr Linux
73 Commenti alla Notizia Mobile, una fotografia del mercato
Ordina
  • Ora che la Nokia offre gratuitamente la navigazione satellitare (per alcuni modelli), conviene in assoluto comprare un Nokia.
    Io l'ho scaricato per il mio 5800 XpressMusic, navigazione ottima!
    Adesso come adesso non capisco perchè scegliere uno smartphone diverso da Nokia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ios
    > Adesso come adesso non capisco perchè scegliere
    > uno smartphone diverso da
    > Nokia.

    Ho gia' il TomTom standalone
    non+autenticato
  • Forse perchè la navigazione è solo una delle funzioni di uno smartphone e su tutto il resto è indietro?
  • Maruccia caro, chi perde il 5,5% del mercato non "stravince", ma PERDE!
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Maruccia caro, chi perde il 5,5% del mercato non
    > "stravince", ma
    > PERDE!
    O, al massimo, mantiene la maggioranza relativa...
    non+autenticato
  • - Scritto da: franz
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Maruccia caro, chi perde il 5,5% del mercato non
    > > "stravince", ma
    > > PERDE!
    > O, al massimo, mantiene la maggioranza relativa...

    diciamo che nell'articolo al di la delle percentuali di mercato non ci sono informazioni circa la forbice costi/guadagni che dovrebbe vedere apple e suoi sviluppatori nettamente in testa ai concorrenti.
    comunque un fatto assodato e' che oramai i sistemi m$ sono completamente obsoleti....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Picchiatello
    > comunque un fatto assodato e' che oramai i
    > sistemi m$ sono completamente
    > obsoleti....

    M$ vende perchè stanno facendo smartphone con il GPS integrato e quindi ci butti su il Tomtom
  • - Scritto da: ruppolo
    > Maruccia caro, chi perde il 5,5% del mercato non
    > "stravince", ma PERDE!

    Perde quote, ma è quello che vende più di tutti dunque, essendo il primo in classifica, vince.
    non+autenticato
  • Se questa è una vittoria allora mi dovresti spiegare come mai ripetendo ipoteticamente tale vittoria per i prossimi 9 anni, Nokia/symbian sarebbero estinti.

    Nel mercato si vince quando si aumenta la propria quota, non il contrario.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    >
    > Nel mercato si vince quando si aumenta la propria
    > quota, non il
    > contrario.

    Eh no caro! Nel mercato si vince quando si ha la maggior quota.

    Il fatto poi che poi la quota cali e quella dei concorrenti aumenti è un segnale d'allarme, ma questo non cambia la leadership.

    D'altra parte è più facile raddoppiare una piccola quota che aumentarne una già grande, basta fare due conti.
    non+autenticato
  • Sicuramente perde quote, ma l'essere primo in classifica, con quella percentuale di mercato, non è affatto male!!
    non+autenticato
  • lo è meno guadagnare meno di quelli che hanno il 2%
  • Che c'entra quanto si guadagna rispetto alla quota di mercato? Puoi essere il leader incontrastato di mercato ed essere in perdita, senza peraltro avere rischi di chiusure, mentre chi con il 2% guadagna, può chiudere da un giorno all'altro.
    Di esempi di questo tipo ce ne sono a bizzeffe: dalle industrie automobilistiche alle case editrici.
  • - Scritto da: JosaFat
    > Che c'entra quanto si guadagna rispetto alla
    > quota di mercato? Puoi essere il leader
    > incontrastato di mercato ed essere in perdita,
    > senza peraltro avere rischi di chiusure, mentre
    > chi con il 2% guadagna, può chiudere da un giorno
    > all'altro.
    > Di esempi di questo tipo ce ne sono a bizzeffe:
    > dalle industrie automobilistiche alle case
    > editrici.

    beh e' anche questo modo di ragionare che ha portato alla crisi economica attuale; diciamo che a questa grandi aziende va bene perche' gli azionisti sono all'oscuro che lavorano in perdita e che queste perdite aumentano di anno in anno.
    non+autenticato
  • Scusate ma Android che cosa è?
    La verità è che la somma delle soluzioni Linux, compreso Android sta guadagnando posizioni percentuali importanti.
    Quanto ai dati dell'iPhone i dati Gartner sono un po' criptici, in quanto sembrerebbe si riferiscano alla somma iPhone - Ipod... ma iPod non ha certo titoli per rientrare nella categoria smartphone! Mah molto strano!
    Altro punto critico di tali dati è come uno smartphone venga differenziato da un cellulare... ormai ci sono smartphone da meno di 120 euro e in molti casi le differenze sono assai labili.
    L'unica cosa certa è che il prezzo medi degli smartphone sta crollando, spostandosi dai circa 500-700 euro di solo pochi anni fa agli attuali 200-400 euro, quindi i margini si vanno riducendo e sarà difficile per certe aziende giustificare prezzi molto più alti della forchetta indicata nel prossimo futuro.
  • Vedi che l'articolo fa una distinzione tra Android e Linux liscio, che non ho proprio capito bene il significato, ma dovrebbero essere quei SO 100% linux come Maemo.
  • - Scritto da: Francesco_Holy87
    > Vedi che l'articolo fa una distinzione tra
    > Android e Linux liscio, che non ho proprio capito
    > bene il significato, ma dovrebbero essere quei SO
    > 100% linux come
    > Maemo.

    Che come conteggio ha poco senso ed e' stato inserito nell'articolo in quel modo solo per mascherare l'evidente insufficienza dei sistemi basati su winsozz.
  • bah non so perchè Maruccia abbia fatto questa distinzione, però è vero che linux "liscio" è in calo

    però è ovvio che sia in calo visto che al suo posto vengono piazzate distribuzioni ad hoc

    è come dire "ubuntu +600%, linux -30%"

    comunque è interessante l'altro dato e cioè che symbian domina

    dove sono i vari nome e cognome che spalano sempre fango su symbian? beh pure ruppolo non scherza su questo fronte ma almeno ha dalla sua i numeri di apple
    non+autenticato
  • Beh, considerato che Nokia 3 o 4 anni fa aveva circa il 70% non mi pare una bella crescita
  • Alfonso Maruccia si occupa di riportare, opportunamente tradotti e formattati, articoli inglesi pubblicati su testate elettroniche di vario tipo... ed infatti anche sulle statistiche gartner viene fatta distinzione tra "android" e "linux".
    Per come la vedo io, android è "linux" tanto quanto lo è macos... entrambi sono sistemi operativi nati da linux, ma "proprietizzati" abbastanza (letteralmente, nel caso di apple) da farli separare chirurgicamente dal concetto vero e proprio di linux.
    Magari potessi avere una distribuzione di linux sul mio HD2... col suo server X superottimizzato per lo snapdragon (per davvero, siccome quel mostriciattolo è montato su diversi dispositivi, ed i drivers sarebbero gli stessi), con un sinaptic/aptitude/apt-get/pacman che dir si voglia, in fondo con 576MB di ram non so cosa gli manca per far girare un sistema operativo "normale"
  • - Scritto da: ephestione
    > Alfonso Maruccia si occupa di riportare,
    > opportunamente tradotti e formattati, articoli
    > inglesi pubblicati su testate elettroniche di
    > vario tipo... ed infatti anche sulle statistiche
    > gartner viene fatta distinzione tra "android" e
    > "linux".
    > Per come la vedo io, android è "linux" tanto
    > quanto lo è macos... entrambi sono sistemi
    > operativi nati da linux, ma "proprietizzati"
    > abbastanza (letteralmente, nel caso di apple) da
    > farli separare chirurgicamente dal concetto vero
    > e proprio di
    > linux.
    > Magari potessi avere una distribuzione di linux
    > sul mio HD2... col suo server X superottimizzato
    > per lo snapdragon (per davvero, siccome quel
    > mostriciattolo è montato su diversi dispositivi,
    > ed i drivers sarebbero gli stessi), con un
    > sinaptic/aptitude/apt-get/pacman che dir si
    > voglia, in fondo con 576MB di ram non so cosa gli
    > manca per far girare un sistema operativo
    > "normale"

    Non mi sembra che Mac OS X sia nato da Linux...Deluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: franz
    > - Scritto da: ephestione
    > > Alfonso Maruccia si occupa di riportare,
    > > opportunamente tradotti e formattati, articoli
    > > inglesi pubblicati su testate elettroniche di
    > > vario tipo... ed infatti anche sulle statistiche
    > > gartner viene fatta distinzione tra "android" e
    > > "linux".
    > > Per come la vedo io, android è "linux" tanto
    > > quanto lo è macos... entrambi sono sistemi
    > > operativi nati da linux, ma "proprietizzati"
    > > abbastanza (letteralmente, nel caso di apple) da
    > > farli separare chirurgicamente dal concetto vero
    > > e proprio di
    > > linux.
    > > Magari potessi avere una distribuzione di linux
    > > sul mio HD2... col suo server X superottimizzato
    > > per lo snapdragon (per davvero, siccome quel
    > > mostriciattolo è montato su diversi dispositivi,
    > > ed i drivers sarebbero gli stessi), con un
    > > sinaptic/aptitude/apt-get/pacman che dir si
    > > voglia, in fondo con 576MB di ram non so cosa
    > gli
    > > manca per far girare un sistema operativo
    > > "normale"
    >
    > Non mi sembra che Mac OS X sia nato da Linux...Deluso

    nemmeno a me...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ephestione
    > Per come la vedo io, android è "linux" tanto
    > quanto lo è macos... entrambi sono sistemi
    > operativi nati da linux

    MacOsX è nato da FreeBSD, malgrado sia un sistema operativo unix non è linux e da un microkernel derivato da Mach, che non è per niente linux!
    non+autenticato
  • Nemmeno, MacOS X è l'ultima evoluzione di NextStep, di BSD ha solo un layer
  • - Scritto da: non so
    > - Scritto da: ephestione
    > > Per come la vedo io, android è "linux" tanto
    > > quanto lo è macos... entrambi sono sistemi
    > > operativi nati da linux
    >
    > MacOsX è nato da FreeBSD, malgrado sia un sistema
    > operativo unix non è linux e da un microkernel
    > derivato da Mach, che non è per niente
    > linux!

    Macoshit non è un microkernel... ha le performance penose tipiche del micro ma è ibrido.
    non+autenticato