Mauro Vecchio

Germania, sotto la pelle il chip

Un cittadino teutonico su quattro ha dichiarato di poterne accettare l'implementazione. A patto che serva per salvarsi più in fretta dagli incidenti o per fare shopping più agevolmente

Roma - Si tratta di propensioni che potrebbero illuminare la strada di un futuro da oscuro film di fantascienza. Un cittadino tedesco su quattro sarebbe disposto a farsi impiantare un piccolo chip sotto la propria pelle. A patto però che da questa implementazione derivi una serie di positivi benefici, un significativo miglioramento della qualità della vita.

Questo il più eclatante risultato di una ricerca effettuata per conto di BITKOM, organizzazione che raccoglie i principali rappresentanti dell'industria IT in Germania. Uno studio che è partito da un campione di circa mille individui, per cercare di far luce sulla futura evoluzione del rapporto tra vita quotidiana e tecnologia.

Una relazione che sembra diventare sempre più stretta e confidenziale. Soprattutto se il 23 per cento dei cittadini tedeschi intervistati ha mostrato una buona propensione ad ospitare sotto pelle un piccolo e pulsante organismo elettronico. Ma per quale motivo? Per quali benefici?
Il 16 per cento del campione ha sottolineato come possa arrivare ad accettare un chip per venire salvato più velocemente in caso di incidenti improvvisi, come uno scontro in auto o un incendio. Meno preoccupato, il 5 per cento degli intervistati in Germania ha dichiarato che accetterebbe l'implementazione per poter fare con maggiore facilità lo shopping. Rimane comunque un 72 per cento di cittadini che non considererebbero in alcuna circostanza l'adozione sotto pelle di una pulce high-tech.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
42 Commenti alla Notizia Germania, sotto la pelle il chip
Ordina
  • Distruggiamo TUTTI i computer, tutti i modem, tutti i cellulari, facciamo un falò in piazza di ogni dispositivo elettronico!
    Meglio vivere senza elettronica che vivere schiavi!
    Distruggere, distruggere, distruggere!
    non+autenticato
  • Per poi andare a vivere in mezzo al deserto, drogandoci con le secrezioni dei vermi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > Per poi andare a vivere in mezzo al deserto,
    > drogandoci con le secrezioni dei
    > vermi?

    si! basta avere la tuta giusta... e forse potremmo diventare anche dei nuovi messia...
    non+autenticato
  • ...sottopelle, o in altro orifizio.
    Io e la mia famiglia, mai.
    Funz
    12993
  • Voglio i cip!
    Così il mio padrone saprà seCon la lingua fuorimpre dove sono.
    BAU BAUUU!Con la lingua fuori
  • è l'impressione che ho avuto leggendo l'articolo. Già la domanda del sondaggio mi è sembrata assurda, poi, nel caso sia la realtà, credo che molti l'abbiano presa a scherzo rispondendo.
  • Per quanto sia possibile che il sondaggio sia una balla, sicuramente non è un fake l'esistenza di tali chip.
    In Florida, infatti, intere famiglie RICHIEDONO alla polizia di avere tale chip impiantato sottopelle al solo scopo di poter essere rintracciati ovunque in caso di scomparsa.
    Evidentemente non sanno a cosa servono in realtà 'sti chip.

    ù_ù
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andy

    > Evidentemente non sanno a cosa servono in realtà
    > 'sti chip.

    E a cosa servono allora? Diccelo tu.. GENIO!
    non+autenticato
  • Leggi i miei precedenti commenti e capiscilo da solo... SE sai leggere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: shevathas
    > è l'impressione che ho avuto leggendo l'articolo.
    > Già la domanda del sondaggio mi è sembrata
    > assurda, poi, nel caso sia la realtà, credo che
    > molti l'abbiano presa a scherzo
    > rispondendo.

    Sopravvaluti [l'intelligenza] la furbizia umana.
    Mediamente è piuttosto bassa.....Triste
  • Beh, sono anni che ne parliamo e finalmente hanno le palle di venire allo scoperto...
    Certo che è comodo avere un chip sottopelle, così quando diventerai "scomodo" al sistema, potranno cancellarti i dati dal chip e tu non sarai più nessuno.
    Non avrai documenti, cartella medica e carta di credito.
    Sarai ufficialmente sparito e non potrai più dare fastidio a nessuno perchè semplicemente NON ESISTERAI più.
    Pensateci.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andy
    > Beh, sono anni che ne parliamo e finalmente hanno
    > le palle di venire allo
    > scoperto...
    > Certo che è comodo avere un chip sottopelle, così
    > quando diventerai "scomodo" al sistema, potranno
    > cancellarti i dati dal chip e tu non sarai più
    > nessuno.
    >
    > Non avrai documenti, cartella medica e carta di
    > credito.
    >
    > Sarai ufficialmente sparito e non potrai più dare
    > fastidio a nessuno perchè semplicemente NON
    > ESISTERAI
    > più.
    > Pensateci.

    Finalmente qualcuno che scrive una cosa sensata.
    Poi chissà cosa ne penserebbe nostro Signore Gesù
    non+autenticato
  • Grazie.
    Finalmente qualcuno che VEDE la realtà.
    non+autenticato
  • > Finalmente qualcuno che scrive una cosa sensata.
    > Poi chissà cosa ne penserebbe nostro Signore Gesù

    Gesù è in Paradiso,
    e gli uomini continuano a costruire il loro inferno.Indiavolato
  • Cosa cambia tra l'avere il chip incastonato in una tessera nel portafoglio, come è ora, o messo sotto pelle? il "sistema" può benissimo cancellarli in entrambi i casi, quindi qual'è il punto?

    Le teorie del complotto di Topolino lasciamole nell'omonimo fumetto, per favore.
  • - Scritto da: rb1205
    > Cosa cambia tra l'avere il chip incastonato in
    > una tessera nel portafoglio, come è ora,

    aspetta, ora come ora i documenti sono separati (ancora per poco, questo è vero): abbiamo la carta d'indentità, la tessera sanitaria, la carta di credito e così via

    > il "sistema" può benissimo
    > cancellarli in entrambi i casi, quindi qual'è il
    > punto?

    il punto non è il chip in se, quanto l'accentrare in un unico veicolo tutte le informazioni personali.

    È come avere una singola chiave per aprire la porta di casa, la cassaforte, l'automobile, ecc..: in pratica la perdi e sei fottuto
    non+autenticato
  • - Scritto da: boffoso
    > - Scritto da: rb1205
    > > Cosa cambia tra l'avere il chip incastonato in
    > > una tessera nel portafoglio, come è ora,
    >
    > aspetta, ora come ora i documenti sono separati
    > (ancora per poco, questo è vero): abbiamo la
    > carta d'indentità, la tessera sanitaria, la carta
    > di credito e così
    > via
    Qualora non lo sapessi, l'allineamento delle anagrafi del MEF (finanze: codice fiscale), ASL (tessera sanitaria) e comuni (identità del cittadino) sono prossime al 96%...
    E poi dicono che non riescono a trovare gli evasori....
    >
    > > il "sistema" può benissimo
    > > cancellarli in entrambi i casi, quindi qual'è il
    > > punto?
    >
    > il punto non è il chip in se, quanto l'accentrare
    > in un unico veicolo tutte le informazioni
    > personali.
    >
    Non per infondere timore: lo saranno molto presto....già ora si incrocia una quantità di dati che non avete idea...se si vuole, non passa uno spillo: lo so per esperienza di lavoro diretta...
    >
    > È come avere una singola chiave per aprire la
    > porta di casa, la cassaforte, l'automobile,
    > ecc..: in pratica la perdi e sei
    > fottuto
    Immagina se qualcun altro se ne impadronisce: il furto di identità digitale, impensabile fino a qualche anno fa, sarà il business del futuro....
    non+autenticato
  • Con buona pace del garante della Privacy....
    non+autenticato
  • StraQuoto.

    Ora come ora posso mostrare i miei documenti a chiunque quando voglio, dimostrando di chiamarmi Pippo e di esistere.
    Con il chip sottopelle, una volta disattivato, non potrò più dimostrare a nessuno che il mio nome è Pippo.
    Non è una discussione banale e non è rova da paranoici, basta prestare un minimo d'attenzione alla realtà che ci circonda.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andy
    > StraQuoto.
    >
    > Ora come ora posso mostrare i miei documenti a
    > chiunque quando voglio, dimostrando di chiamarmi
    > Pippo e di
    > esistere.
    > Con il chip sottopelle, una volta disattivato,
    > non potrò più dimostrare a nessuno che il mio
    > nome è
    > Pippo.
    > Non è una discussione banale e non è rova da
    > paranoici, basta prestare un minimo d'attenzione
    > alla realtà che ci
    > circonda.

    Quando si dice.. bhè non voglio offendere.
    Per rendere realistiche le teorie di cospirazione di cui tanti ragazzini cazzari amano riempirsi la bocca, non solo bisognerebbe cambiare radicalmente la legislazione attuale, ma sarebbe necessario abbattere completamente la costituzione. Fino a quando esisteranno organismi che garantiscono i diritti civili, non potranno cancellare una persona così come niente fosse.

    Noi tutti non siamo riconoscibili solo dai documenti, ma da centinaia se non migliaia di persona che ci vivono accanto e che possono testimoniare la nostra identità, la legge riconosce addirittura lo pseudonimo come equivalente al nome (art. 7 e 9 del codice civile), senza che sia necessariamente scritto in qualche anagrafe.
    non+autenticato
  • BELLO, HANNO CANCELLATO TUTTO.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)