Mauro Vecchio

Il lato oscuro di Facebook

Sullo sfondo una causa da 65 milioni di dollari. Mentre i media USA tentano di ricostruire la gestazione e la nascita del social network più grande in circolazione: la cui genesi è avvolta in un alone di intrigo e mistero

Roma - Facebook. Ovvero quello che è attualmente il social network più diffuso al mondo. La sua storia - come è ormai noto ai più - è iniziata in un corridoio del campus di Harvard, nella testa di uno studente chiamato Mark Zuckerberg. Un'idea che trasformerà un programmatore statunitense di 19 anni in uno degli uomini più ricchi e influenti del vasto ecosistema social della Rete. Ma anche un'idea che si trascinerà per lungo tempo in un'aula di tribunale: Mark Zuckerberg l'avrebbe infatti rubata a qualcun altro.

Era il 2004 e Mark era un semplice programmatore, assoldato da tre dei suoi compagni di corsi per lavorare ad un progetto particolare. Si trattava per la precisione dei fratelli Winklevoss e del loro compagno di libri Divya Narendra, all'opera insieme su un social network universitario che poi si sarebbe chiamato ConnectU. Pochi giorni dopo il primo lancio di TheFacebook.com, i tre studenti avevano puntato il dito contro il loro programmatore, reo di aver trafugato idee e linee di codice alla base di ConnectU.

Il caso era stato portato davanti all'Administration Board della Harvard University, e successivamente all'attenzione della redazione di The Crimson, il principale organo d'informazione interno al campus. Tim McGuinn - uno degli editor di The Crimson - aveva invitato lo stesso Zuckerberg nel suo ufficio, per dargli la possibilità di chiarire. Zuckerberg aveva prima tentato di assicurarsi che nulla venisse pubblicato, successivamente mostrando su un computer il lavoro effettuato per ConnectU.
La dimostrazione di Zuckerberg aveva ottenuto i risultati sperati: il giornalista di The Crimson non avrebbe scritto una sola parola sul caso. Ma alcuni giorni dopo l'inchiesta aveva ripreso vita, a seguito di nuove rivelazioni di un membro della squadra di canottaggio del college statunitense. L'attuale CEO di Facebook aveva - a detta dello studente - rubato un'altra idea fondamentale a proposito di una feature chiamata visualize your buddy.

Si tratta comunque di indiscrezioni, di una lunga ricostruzione apparsa recentemente sul sito Business Insider. Gli editori di The Crimson avevano quindi deciso di pubblicare un articolo dettagliato sulla vicenda, apparso sul sito ufficiale del quotidiano scolastico in data 28 maggio 2004. Zuckerberg, informato dell'imminente pubblicazione, si era mostrato particolarmente preoccupato, in particolare della possibile presenza nell'articolo delle ultime accuse relative a visualize your buddy.

Zuckerberg avrebbe deciso di non poter aspettare fino alla pubblicazione, intrufolandosi di nascosto tra gli account TheFacebook dei due editor di The Crimson. In modo tale da controllare il carteggio privato tra i due giornalisti, in cui l'uno avrebbe sottolineato all'altro quanto il giovane Mark fosse preoccupato del caso. Quanto fosse strano il suo comportamento una volta a conoscenza delle accuse a suo carico.

Accuse che da un'inchiesta giornalistica erano passate ad una vera e propria battaglia legale. Un aspro contenzioso che sembrava essersi risolto circa un anno fa, quando Facebook si accordava con i fondatori di ConnectU per una costosa pax da 65 milioni di dollari. Accordi che sembravano aver messo la parola fine alla feroce disputa in materia di proprietà intellettuale.

Ma poi lo scenario si è arricchito di nuovi importanti dettagli, come recentemente riportato da Valleywag, blog statunitense particolarmente incline al gossip dal mondo dell'high-tech. Innanzitutto, una serie di messaggi di posta elettronica avrebbero dimostrato quanto l'entusiasmo di Zuckerberg per il progetto ConnectU fosse cambiato nel giro di pochissimo tempo, passando da una grande disponibilità a un numero eccessivo di impegni.

Zuckerberg avrebbe in pratica preso del tempo prezioso, in modo da sviluppare un suo progetto sulla base delle idee del trio di studenti. Come riportato da Valleywag, ci sarebbero delle discussioni che il CEO di Facebook avrebbe tenuto con alcuni amici - tra cui il primo investitore in TheFacebook, Eduardo Saverin - illustrando loro l'intento di gabbarli, di batterli sul tempo.

In sostanza, nell'hard disk di Zuckerberg ci potrebbero essere testimonianze fondamentali dell'avvenuta frode ai danni dei fondatori di ConnectU. Ed è per questo che i legali dei fratelli Winklevoss hanno chiesto - subito dopo il raggiungimento dell'accordo milionario - al giudice la possibilità di ricorrere in appello.

"Non abbiamo intenzione di parlare di queste fonti anonime che cercano di riscrivere la storia di Facebook e quindi di mettere in imbarazzo Marck Zuckerberg con accuse ormai datate". Così una dichiarazione ufficiale del social network in blu, che ha poi sottolineato quanto ci tenga alla privacy di tutti i suoi utenti. "Qualsiasi dipendente che venisse colto ad utilizzare i dati degli utenti in modo improprio andrebbe incontro a serie sanzioni disciplinari, compreso il licenziamento".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
27 Commenti alla Notizia Il lato oscuro di Facebook
Ordina
  • che per far partire un social network di queste dimensioni basti un bamboccio ventenne che conosce un po' di php, html, mysql e css?! Hahahhaha
    Ma non fatemi ridere, per far partire una cosa del genere servono grossi finanziatori e milioni da spendere. La storiella del ventenne è una favoletta per polli che credono ancora al mito americano. La verità è che progetti del genere spesso sono un valido metodo di riciclaggio di denaro di dubbia provenienza.
    non+autenticato
  • Sono d'accordo.
    Nessun grande impero nasce dal nulla e nemmeno dalla (sola) mente di qualche ventenne sconosciuto.
    non+autenticato
  • Ma in realtà FB è partito come progetto all'interno del Campus... Poi ha fatto successo e quindi sono arrivati i finanziamenti...

    Dubito fortemente che FB di ora sia uguale al FB degli esordi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: lostheaven
    > Ma in realtà FB è partito come progetto
    > all'interno del Campus... Poi ha fatto successo e
    > quindi sono arrivati i
    > finanziamenti...

    Da parte di chi?
    Questo si che sarebbe un argomento interessante!

    A propos. non mi sono informato su questo, ma di quale Campus si tratta?
    Mit per caso?Sorride
    non+autenticato
  • Non vedo perchè non potrebbe essere vero ? Cos'è rosiki ?
    Steve Jobs è partito dal garage di casa sua tanto per dirne una. L'informatica è piena di queste storie. C'è gente che ha scritto il kernel di Unix in un mese. Non lo sapevi ?

    Se conosci bene il PHP, MySQL, LINUX e APACHE non vedo perchè non potresti mettere su un servizio ed iniziare da li. Poi, se la cosa procede cominci a mettere su un server tuo o anche più di uno. Il fatto di scovare dei finanziatori è fondamentale da un certo punto in avanti. Se l'idea è buona e sei convincente perchè no ?!! Perchè non provarci ?!! Lui l'ha fatto e c'è riuscito. Buon per lui e tieni presente che FB lo evito come la peste. Non mi piace però devo riconoscere che è stato brillante. Quello che mi fa veramente schifo è la gente che salta fuori SOLO DOPO che hai avuto successo per cercare di ragrannellare soldi.

    Un bel calcio dove dico io a queste persone sarebbe proprio una bella cosa...
    non+autenticato
  • Io non conosco la storia e non mi sono preso la briga di verificare... ma a quanto pare dal testo dell'articolo il problemino non è saltato fuori solo quando FB era già un successo, bensì sin dalle prime fasi.

    Inoltre non ho ancora conosciuto una società con la coscienza pulita che sarebbe pronta a sborsare 65 milioni per chiudere il caso... se fossi sicuro di avere ragione almeno fino a 65 milioni di spese di avvocati, io andrei avanti... (che poi gli avvocati americani ci marcino su cause come questa, sono d'accordo).
    non+autenticato
  • Bravo ho scritto un intervento simile dove esiste la cenerentola oggi giorno questo è quello che ho scritto.
    non+autenticato
  • Mi sono sempre chiesto come ha fatto a sfondare.

    Proprio nei primi momenti dico. Visot che ancora oggi come interfaccia fa pietà. Lenta, crash continui e prive di cose elementari (es il tasto modifica..non è possibile che se sbagli devi cancellare e riscrivere sotto un altro se ha scritto nel frattempo).

    Adesso la gente lo sceglie perchè è "il più grosso" dove è più facile trovare già la persona che ti interessava magari cercare.
    Ma all'inizio? Quando lo usavano 4 gatti del campus? Come ha fatto a prendere piede? Ho visto decine di idee simili e mi sembravano pure migliori. Perchè non hanno preso piede come facebook? Da quel che avevo letto c'erano dietro (o meglio dire davanti) al presuntuoso Zuck (mai sopportato da come scrive e si crede il dio in terra manco fosse il messia)2 figure molto danarose, 2 investitori diciamo, che avevano sollevato dubbi.

    Ecco questo mi son sempre chiesto. Cosa ci trovava la gente all'inizio per non abbandonarlo? Pochissima gente, interfaccia pessima.. perchè?
    non+autenticato
  • Diciamo che FB va lento ad alcuni.
    A me non ha mai dato problemi, sempre veloce, mai un "Invio in corso..." come leggo a proposito della chat, mai un "Ops siamo spiacenti...".
    Come abbia preso piede è un mistero relativamente...'chissene.
    Se 150 milioni di persone lo usano vuol dire che prima 140 lo usavano...prima ancora 130....via via discorrendo così significa che i primi 10.000 lo avevano scelto per qualcosa che probabilmente non era l'interfaccia o la velocità.
    Ma ormai che differenza fa?

    E' come il caso di Skype: è stato, diciamo, il primo a fare VoIp seriamente ed ha preso piede, ma ci sono tanti altri servizi davvero buoni. Ma come mai tutti vanno su Skype? Perchè li c'è gente.
    Se mi devo connettere ad un network VoIp con 10 persone è inutile...mentre su Skype...

    Ecco spiegato.
    non+autenticato
  • >E' come il caso di Skype: è stato, diciamo, il primo a fare VoIp seriamente ed ha preso piede, ma ci sono tanti altri servizi davvero buoni. Ma come mai tutti vanno su Skype? Perchè li c'è gente.

    E' proprio qui che sbagli.
    ICQ era prima di Messenger, OS2 Warp era prima di Windows, Lotus Notes esisteva quando Office non era stato neanche concepito.
    Non vincono né i primi né i migliori nel sistema capitalistico occidentale. Vince il marketing... sempre (o quasi).
    non+autenticato
  • - Scritto da: montex
    > Mi sono sempre chiesto come ha fatto a sfondare.
    >
    > Ma all'inizio? Quando lo usavano 4 gatti del
    > campus? Come ha fatto a prendere piede?

    Per moda. E per il limite non superabile del Q.I.
    che si ritrovano in quei campus.
  • dietro Fb c'è l'FBI e qualcuno ha dato le dritte e i finanziamenti giusti e l'idea ha spopolato come i quattrini e gli schedati.
    non+autenticato
  • Sono fiero di evitare FB!!!!

    Privacy Uber Alles!!!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: montex
    > Mi sono sempre chiesto come ha fatto a sfondare.

    informati su chi finanzia FB, su chi siede nel consiglio di amministrazione, chi sono gli azionisti, e a quali gruppi di interesse tutte queste personcine fanno riferimento...

    avrai tante belle sorprese

    > Ecco questo mi son sempre chiesto. Cosa ci
    > trovava la gente all'inizio per non abbandonarlo?

    il marketing funziona bene, soprattutto quando c'è chi "spinge" per continuare a farlo anche se inizialmente non sembra (apparentemente) essere remunerativo...

    > Pochissima gente, interfaccia pessima..
    > perchè?

    beh... se è per questo c'è tantissima gente che paga per vedersi le partite di calcio, che guarda robe come il grande fratello & c., che fa la fila per comprarsi un itelefonino a cui deve chiedere il permesso per essere usato, che si fa spiare per usare dei servizi che gli vengono spacciati come gratuiti ecc. ec..
    perché?
    non+autenticato
  • Lui è stato il precursore... eh l'america è proprio la patria del frega al tuo amico più caro / socio di affari e vivi felice!!!
    Grazie Bill per averci aperto la strada
    non+autenticato
  • bravo mettiamo Bill anche sulla pizza mentre ci siamo, c'entrava molto in effetti...ora manca solo un "linux al tappeto" e "questo è l'anno di linux" chi si fa avanti?
    non+autenticato
  • dientichi la new entry: "iPad rivoluzionerà il mercato"
  • Penso si sia fatta parecchia confusione tra il modello di business degli Stati Uniti, il giudizio sul comportamento di Bill Gates e la qualità di questo o quel sistema operativo.
    Il modello di business USA è: soldi più importanti di tutto, anche dei migliori amici. Penso che una persona che tradisce i migliori amici per soldi ha un sistema di valori un po' particolare. Il fatto che anche in Italia si stia diffondendo questo modo di pensare è un po' preoccupante.
    Bill Gates è semplicemente un esempio molto noto e simile a quello discusso in questo articolo. Il senso dell'esempio non cambierebbe se al posto di bill ci fosse un chimico o un ingegnere elettronico, per dire.
    non+autenticato
  • ecco "il sogno americano" è proprio questo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vitalij
    > Penso si sia fatta parecchia confusione tra il
    > modello di business degli Stati Uniti,

    che è esattamente lo stesso di quello di tutto l'"occidente" capitalista:
    va bene qualsiasi cosa pur di massimizzare il profitto

    e qualsiasi vuol dire esattamente "qualsiasi": compresi guerre, sterminii, omicidi, mafie ecc.

    > il giudizio sul comportamento di Bill Gates

    che è esattamente lo stesso di quello di tutti i capitalisti dell'"occidente" capitalista...

    > e la
    > qualità di questo o quel sistema
    > operativo.

    e infatti questo è un altro piano del discorso...
    ma il giudizio su un quale che sia sistema operativo non-libero (beni immateriali soggetti a proprietà privata, opera intellettuale=merce, lavoratore intellettuale=schiavo e via dicendo) non può che essere totalmente negativo: vade retro

    > Il modello di business USA è: soldi più
    > importanti di tutto, anche dei migliori amici.

    appunto...

    > Penso che una persona che tradisce i migliori
    > amici per soldi ha un sistema di valori un po'
    > particolare.

    ma no... anzi, è un buon capitalista, un bravo cittadino ben inserito nel tessuto sociale, magari anche religioso (possibilmente cattolico) ma senza confondere stato (cioé capitalismo) e religione...

    > Il fatto che anche in Italia si stia
    > diffondendo questo modo di pensare è un po'
    > preoccupante.

    è da un bel pezzo che è diffuso...

    > Bill Gates è semplicemente un esempio molto noto
    > e simile a quello discusso in questo articolo.

    esattamente

    > Il senso dell'esempio non cambierebbe se al posto di
    > bill ci fosse un chimico o un ingegnere
    > elettronico, per
    > dire.

    infatti, concordo... ad esempio, anziché gates poteva esseci jobs o il trio google...
    non+autenticato
  • - Scritto da: CCC
    > > Penso che una persona che tradisce i migliori
    > > amici per soldi ha un sistema di valori un po'
    > > particolare.
    >
    > ma no... anzi, è un buon capitalista, un bravo
    > cittadino ben inserito nel tessuto sociale,
    > magari anche religioso (possibilmente cattolico)
    > ma senza confondere stato (cioé capitalismo) e
    > religione...

    Quello che mi preoccupa è che agli occhi della società chi tradisce i propri amici venga considerato identico ad una persona onesta.
    Siamo arrivati in un punto in cui l'unica qualità importante di una persona sono i soldi che ha in tasca. So che sembra normale e banale, ma se ci si pensa, non lo è affatto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: kaiserxol
    > bravo mettiamo Bill anche sulla pizza mentre ci
    > siamo, c'entrava molto in effetti...

    invece c'entra eccome per la curiosa analogia... grosso modo lo stesso "sistema" di "finanziamento" e gli stessi gruppi di interese... nonché lo stesso tipo di abusi verso gli utenti (ooops... comsumatori) e la "concorrenza"...
    non+autenticato
  • ... appena qualcuno costruisce qualcosa che funziona arrivano sempre tre quattro avvoltoi che dicono io quella sera avevo detto pensato fatto ... e quindi?

    Sono discussioni ridicole. Capisco uno che frega anni di ricerca e sviluppo, ma discutere su "visualizza il tuo amico" e' veramente una farsa.
    Se erano davvero cosi' convinti e ci credevano davvero potevano cacciare il grano vero e pagara una ditta.
    No, prima parlano con l'amico / compagno di corso .... vai avanti tu che intanto perdi tempo ... poi se va bene ... "idea mia" anche se e' una roba banale, se va male ha perso tempo l'altro.

    Ripeto, una cosa e' discutere di algoritmi e tecnologie ... discutere di "visualizza in tuo compagno" e' veramente una buffonata. Pura e semplice estorsione tipica del regno degli avvocati, cioe' gli U.S.A.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 marzo 2010 18.47
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: JoCKerZ
    > Sono discussioni ridicole. Capisco uno che frega
    > anni di ricerca e sviluppo, ma discutere su
    > "visualizza il tuo amico" e' veramente una
    > farsa.

    Quoto
    Zuckerberg non mi sta particolarmente simpatico, anzi, ma questi sono solo dei cialtroni. Alla fine gli unici a guadagnarci bene saranno gli avvocatiSorride

    E poi, Z. mica ha usato i fondi neri della mafia per mettere in piedi FB, non si è nemmeno iscritto alla P2... sarà per questo che 'sti tizi osano tanto?A bocca aperta
    Funz
    13000
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: JoCKerZ
    [...]
    > E poi, Z. mica ha usato i fondi neri della mafia
    > per mettere in piedi FB, non si è nemmeno
    > iscritto alla P2...

    informati su chi finanzia FB e a cosa Z è "iscritto"...
    avrai tante belle sorprese
    non+autenticato
  • - Scritto da: CCC
    > > E poi, Z. mica ha usato i fondi neri della mafia
    > > per mettere in piedi FB, non si è nemmeno
    > > iscritto alla P2...
    >
    > informati su chi finanzia FB e a cosa Z è
    > "iscritto"...
    >
    > avrai tante belle sorprese

    Lo farò, grazie
    Qualche link da cui iniziare?
    Funz
    13000