Alessandro Del Rosso

Intel lancia un SSD per tutte le tasche

Si tratta del piccolo X25-V da 40 GB, un SSD proposto come drive di boot ad un prezzo finale di poco superiore ai 100 euro. Il suo costo per gigabyte, però, non sembra più conveniente di quello già offerto dai drive X25-M

Roma - Spesso anche i SSD definiti "consumer" hanno costi poco popolari, che li tengono lontani dal mercato mainstream e dai netbook, ma un crescente numero di produttori sta introducendo modelli che, pur con capacità modeste e performance non al top, si propongono come interessanti complementi agli hard disk magnetici. Uno di questi dischi è l'appena annunciato X25-V Value di Intel, il cui prezzo all'ingrosso si aggira intorno ai 100 euro (125 dollari in USA).

X25-VChiamato in codice Glen Brook, l'X25-V utilizza memorie NAND flash MLC da 34 nanometri, definite da Intel il 40 per cento più economiche rispetto a quelle single-level cell (SLC) impiegate nella sua attuale linea di SSD X25-E.

Il primo membro della famiglia X25-V ha una capacità di 40 GB e, come la maggior parte dei SSD di questa categoria, il suo ruolo è principalmente quello di affiancare un hard disk per velocizzare l'avvio del sistema operativo o di specifiche applicazioni. Ciò non esclude che, specie sui netbook, tale drive possa essere utilizzato anche come disco principale: del resto non è passato poi così tanto tempo da quando Asus vendeva Eee PC basati su SSD da 2, 4 o 8 GB.
"Un utente potrebbe caricare sul SSD il sistema operativo Microsoft Windows 7, le applicazioni di Microsoft Office e i suoi giochi preferiti, come Dragon Age: Origins", spiega il gigante dei chip. "Questa nuova linea di SSD a basso costo permetterà a nuovi utenti di sperimentare i benefici dei SSD, e ciò non soltanto nei notebook o nei PC di fascia alta, ma anche nei desktop mainstream", ha commentato Stephen Yang, product manager for solid-state drive del rivenditore Newegg.com.

Basandosi sul benchmark PCMark Vantage, Intel afferma che l'X25-V è circa 4 volte più veloce di un tipico hard disk da 7200 RPM. Per chi preferisce riferimenti più concreti, le specifiche tecniche riportano velocità di trasferimento dati sequenziale pari a 170 MB/s in lettura e 35 MB/s in scrittura. Come si può notare, il valore in scrittura è piuttosto modesto se confrontato con quello di altri SSD: la famiglia di drive X25-M Mainstream della stessa Intel, che si colloca subito sopra la X25-V, fornisce velocità in lettura fino a 250 MB/s e in scrittura fino a 100 MB/s.

Pur essendo più veloci, va notato come gli X25-M forniscano un costo per megabyte all'incirca uguale, quand'anche non leggermente migliore, a quello dei fratelli minori: in Italia l'X25-M da 80 GB ha infatti un prezzo su strada di circa 200 euro contro i 102-120 euro dell'X25-V da 40 GB. Di fatto, dunque, l'unica caratteristica che rende la serie Value più conveniente di quella mainstream appare essere la bassa capacità: nella famiglia X25-M, infatti, non esiste un modello da 40 GB.

Un altro produttore californiano, OCZ, la scorsa settimana ha annunciato una linea di SSD consumer a basso costo, denominata Onyx, che attualmente ospita un solo modello da 32 GB dal costo appena inferiore ai 100 dollari. La serie Onyx si pone in diretta concorrenza con quella X25-V di Intel, rispetto alla quale fornisce però velocità più elevate in scrittura (70 MB/s) ma inferiori in lettura (125 MB/s).

Alessandro Del Rosso
24 Commenti alla Notizia Intel lancia un SSD per tutte le tasche
Ordina
  • Io ho un eeepc 900A con ssd da 8 Gb molto lento e mi piacerebbe tanto
    poterne comprare uno ad esempio da 30 Gb, piu' veloce,
    ad un prezzo < 50 euro. Quando??
    non+autenticato
  • L'unico *VERO* SSD sugli asus è quello da 4Gb integrato sulla piastra madre. il secondario da 4 o da 8 Gb è una memoria flash esattamente come le chaivette usb. per questo è lento.
    non+autenticato
  • > L'unico *VERO* SSD sugli asus è quello da 4Gb
    > integrato sulla piastra madre. il secondario da 4
    > o da 8 Gb è una memoria flash esattamente come le
    > chaivette usb. per questo è
    > lento.

    Davvero???
    non+autenticato
  • Indicare le prestazioni di un qualunque comparto disco in termini di MB/s è di poca utilità.
    L'indice prestazionale in assouto più indicativo è il tempo di accesso e infatti in questo setto gli SSD sono imbattibili essendo circa 30 volte più veloci di un sistema rotante.

    Con un controller raid significativo ed un paio di raptor si ottengono prestazioni in termini di MB/s confrontabili al SSD ma ad un costo per giga decisamente inferiore.

    Il parametro MB/s è indicativo solo quando si devoo leggere/scrivere file di dimensioni *veramente* grandi.
    In tutte le altre operazioni (in particolare quando si carica il sistema operativo) si leggeranno/scriveranno numerosissimi file di piccole dimensioni.
    Il tempo di accesso ai file diventa quindi il più importanteOcchiolino
    non+autenticato
  • Ovviamente prima o poi i prezzi scenderanno e questi prodotti saranno più appetibili agli utenti domestici.
    Resta il fatto che ancora il segmento "HD classico" rimane economicamente vivo per ovvii motivi (un pò come la benzina: spremere il segmento fino all'ultimo), e che lo stesso farà ostruzionismo per evitare che hardware SSD si prenda la fetta di mercato che loro si sono faticosamente conquistati in tutti questi anni.
    Rimane l'indiscusso fatto che SSD è il benvenuto e che è almeno 10 anni che lo si attende!
    Come primo utilizzo secondo me c'è la fascia di tutti i sistemi embedded o piattaforme proprietarie (ad esempio router o firewall, che già da tempo integrano memorie flash di modesta capacità e caricano tutto in RAM).
    non+autenticato
  • - Scritto da: morgan
    > Indicare le prestazioni di un qualunque comparto
    > disco in termini di MB/s è di poca
    > utilità.
    > L'indice prestazionale in assouto più indicativo
    > è il tempo di accesso e infatti in questo setto
    > gli SSD sono imbattibili essendo circa 30 volte
    > più veloci di un sistema
    > rotante.
    >
    > Con un controller raid significativo ed un paio
    > di raptor si ottengono prestazioni in termini di
    > MB/s confrontabili al SSD ma ad un costo per giga
    > decisamente
    > inferiore.
    >
    > Il parametro MB/s è indicativo solo quando si
    > devoo leggere/scrivere file di dimensioni
    > *veramente*
    > grandi.
    > In tutte le altre operazioni (in particolare
    > quando si carica il sistema operativo) si
    > leggeranno/scriveranno numerosissimi file di
    > piccole
    > dimensioni.
    > Il tempo di accesso ai file diventa quindi il più
    > importante
    >Occhiolino


    Infatti la differenza è dato dal tempo di accesso casuale, che nei migliori SSD arriva a 0,05 millisecondi, contro i 7,21 dei velociraptor... hai voglia di volumi Raid...
  • Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD da 128 Mb e con velocità di lettura e scrittura enormemente superiori?
    40 Gb sono tra l'altro anche pochini per ospitare SO, Swap file e applicativi... con un 128 Gb invece magari posso stoccarci anche qualche dato o qualche cartella temporanea di programmi di grafica/video!
    Tanto chi cerca una simile soluzione certo non và a risparmiare poco più di 100 euro per tarpare le prestazioni... condivido pienamente il punto di vista dell'articolista... o tagliano il prezzo su strada o se lo tengono loro!
  • 40 GB pochi per un netbook?
    non+autenticato
  • - Scritto da: puppy
    > 40 GB pochi per un netbook?

    Probabilmente dipende dal SO che ci metti...
    krane
    22544
  • Il mio netbook ha 120Gb e si, mi sembrano pochi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: puppy
    > 40 GB pochi per un netbook?


    Pochi come HD di sistema per un Desktop! Per un netbok costa troppo!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile
    > disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD da
    > 128 Mb e con velocità di lettura e scrittura
    > enormemente
    > superiori?
    > 40 Gb sono tra l'altro anche pochini per ospitare
    > SO, Swap file e applicativi... con un 128 Gb
    > invece magari posso stoccarci anche qualche dato
    > o qualche cartella temporanea di programmi di
    > grafica/video!
    > Tanto chi cerca una simile soluzione certo non và
    > a risparmiare poco più di 100 euro per tarpare le
    > prestazioni... condivido pienamente il punto di
    > vista dell'articolista... o tagliano il prezzo su
    > strada o se lo tengono
    > loro!

    Non ho capito.... 128 MB o GB??
  • - Scritto da: albertobs88
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile
    > > disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD
    > da
    > > 128 Mb e con velocità di lettura e scrittura
    > > enormemente
    > > superiori?
    > > 40 Gb sono tra l'altro anche pochini per
    > ospitare
    > > SO, Swap file e applicativi... con un 128 Gb
    > > invece magari posso stoccarci anche qualche dato
    > > o qualche cartella temporanea di programmi di
    > > grafica/video!
    > > Tanto chi cerca una simile soluzione certo non
    > và
    > > a risparmiare poco più di 100 euro per tarpare
    > le
    > > prestazioni... condivido pienamente il punto di
    > > vista dell'articolista... o tagliano il prezzo
    > su
    > > strada o se lo tengono
    > > loro!
    >
    > Non ho capito.... 128 MB o GB??


    Gb ovviamente....
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile
    > disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD da
    > 128 Mb e con velocità di lettura e scrittura
    > enormemente
    > superiori?

    perché gli SSD intel danno la polvere agli altri sulle uniche operazioni che contano: lettura e scrittura random.

    Che senso ha investire in un SSD scarso? Meglio un hd tradizionale veloce a questo punto.

    > 40 Gb sono tra l'altro anche pochini per ospitare
    > SO, Swap file e applicativi... con un 128 Gb
    > invece magari posso stoccarci anche qualche dato
    > o qualche cartella temporanea di programmi di
    > grafica/video!
    > Tanto chi cerca una simile soluzione certo non và
    > a risparmiare poco più di 100 euro per tarpare le
    > prestazioni... condivido pienamente il punto di
    > vista dell'articolista... o tagliano il prezzo su
    > strada o se lo tengono
    > loro!
    non+autenticato
  • - Scritto da: mySSDrocks
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile
    > > disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD
    > da
    > > 128 Mb e con velocità di lettura e scrittura
    > > enormemente
    > > superiori?
    >
    > perché gli SSD intel danno la polvere agli altri
    > sulle uniche operazioni che contano: lettura e
    > scrittura
    > random.
    >

    Vatti a leggere le prove comparative degli SSD di marzo 2010 di PC professionale... SSD di intel da 80 Gb è in generale più veloce della concorrenza ... ma ha dati di targa almeno tripli rispetto a quelli di questo SSD da 40 GB!
    In particolare è interessante l'Adata SSD S592 da 128 Gb, che costa di listino 289 euro (e su strada si trova a circa 230 euro) che hauna velocità di trasferimento sequenziale, in lettura di 265 Mb/s e in scrittura di 204 e che si difende molto bene anche nella lettura/scrittura random a blocchi da 4KB con valori di 52 Mb/s, praticamente in linea con quelli della soluzione intel X25-M

    > Che senso ha investire in un SSD scarso? Meglio
    > un hd tradizionale veloce a questo
    > punto.
    >

    Su questo hai perfettamente ragione, per questo ti dico che questo Intel è una schifezza e basta!
  • >>ma inferiori in scrittura (125 MB/s)
    ma inferiori in letturaOcchiolino
    non+autenticato
  • sistemato grazie!Sorride

    curioso cmq come ci sia tanta distanza tra diversi produttori: evidentemente le scelte di tecnologia sono ancora molto diverse, segno che si tratta di un settore non ancora del tutto maturatoOcchiolino
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)