Claudio Tamburrino

Jobs e Schmidt: ma non dovevamo vederci pių?

Sorpresa in un bar di Palo Alto: i CEO di Google e Apple chiacchierano di affari in un luogo pubblico. Marketing o rimpatriata?

Roma - Strano. Come vedere due miliardari seduti amabilmente in un bar del centro, sorseggiando uno di quei bibitoni amaricani al sapore di caffè. Strano come due ex colleghi, ora in due società concorrenti, che siedono allo stesso tavolino con l'imbarazzo che si prova con una persona che prima si conosceva e ora non più. Strano, infine, come passeggiare in un centro commerciale californiano e vedere di sfuggita Steve Jobs e Eric Schmidt seduti in quel caffè e pensare perplessi: cosa ci fanno lì, insieme, e di cosa parleranno?

screenshot


La foto è stata scattata da un lettore di Gizmodo e ha ben presto scatenato le congetture degli osservatori, alcuni dei quali sono arrivati a scomodare esperti di gesti e comportamenti. Il fatto è, d'altronde, del tutto inaspettato.
Un po' perché si diceva che Jobs non sopportasse (si parlava addirittura di odio) Schmidt. E che il CEO di Cupertino non avesse opinioni particolarmente benevoli neanche per Google stessa. Un po' per la particolarità della situazione e il fatto che i due personaggi fossero considerati abbastanza schivi rispetto ad apparizioni pubbliche in generale.

Un po' perché, dalla vicenda Google Voice su iPhone in poi, i rapporti tra le due aziende sembrano essere sempre più tesi: prima l'ingresso di Big G nel mercato degli smartphone, in diretta concorrenza con iPhone, poi il presunto accordo di Apple con Bing, infine la vicenda HTC che sembrano un attacco indiretto di Cupertino nei confronti di Mountain View.

L'ostilità, d'altronde, non sembra appartenere al DNA delle due aziende, almeno a sentire le voci che provengono dai Googler e dagli impiegati Apple: "situazione strana" (nelle parole degli stessi protagonisti) la conflittualità apparente fra le due e i loro CEO, ex colleghi, che non rispecchia la situazione interna che vede i rispettivi dipendenti nutrire simpatia reciproca. Questa foto, in tale situazione e in questo momento, fa proprio pensare ad una sorta di messaggio alle nazioni: quasi costruita a tavolino, per qualche motivo.

Nella caffetteria dove sono stati avvistati, il locale dell'ex-chef di Google tra l'altro, non si sarebbero incontrati per semplici chiacchiere amichevole, ma avrebbero parlato proprio di affari: "Alla fine lo vedranno tutti, quindi che importa come lo raggiungeranno?" avrebbe sentito dire qualcuno a Jobs, il più loquace dei due, e ancora "andiamo a parlarle in un luogo più riservato", una volta accortosi della folla di curiosi venutasi a creare.

Claudio Tamburrino

fonte immagine
Notizie collegate
  • AttualitàHTC: mai morso la MelaL'azienda taiwanese respinge le accuse di Apple e promette battaglia. Mentre gli smartphone sotto accusa esordiscono sul mercato
  • BusinessGoogle, Nexus esiste giàNegata la registrazione del marchio Android Nexus One. Che nei primi due mesi sul mercato non sembra fare faville
  • AttualitàČ la competizione, JobsEx uomini di Google criticano le parole che si pensa abbia riferito il CEO di Apple ad una platea di dipendenti. Rinfacciandogli le leggi del libero mercato
27 Commenti alla Notizia Jobs e Schmidt: ma non dovevamo vederci pių?
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)