Giorgio Pontico

Da Londra eye-tracker low cost

Studenti dell'Imperial College hanno approntato un dispositivo che trasforma l'occhio in controller per videogame. Bastano 25 sterline

Roma - Un gruppo di studenti dell'Imperial College di Londra ha messo a punto un dispositivo che permette di controllare i comandi di un videogame attraverso i movimenti dell'occhio. Uno strumento che, oltre ad aprire nuove prospettive per i videogiocatori diversamente abili, è anche particolarmente economico: la spesa totale per la realizzazione di questo rudimentale ma efficace eye-tracker ammonta a 25 sterline.

Coordinati dal professore Aldo Faisal del Dipartimento di Bioingegneria dell'ateneo londinese, i componenti del team hanno utilizzato una montatura per occhiali alla quale è stata applicata una fotocamera a sua volta collegata a un laptop. Sulla macchina gira un programma, sviluppato dagli stessi studenti, in grado di decodificare le immagini immagazzinate rigirandoli a una versione del celebre videogame Pong.

"I ragazzi - ha commentato Faisal - hanno costruito un prototipo funzionante servendosi di scarti e pezzi che possono acquistare in negozio. Il gioco che hanno creato è relativamente semplice ma il progetto in sé ha un potenziale enorme poiché dimostra che non servono per forza apparecchiature costose per raggiungere un risultato".
Presto gli studenti pubblicheranno online i risultati e le specifiche del loro progetto, in modo da consentire a chiunque di servirsene come base per ulteriori modifiche e per adattarlo alle applicazioni più disparate: "In un prossimo futuro - ha concluso Faisal - persone con mobilità ridotta potranno strizzare l'occhio per sfogliare un ebook o rotearlo per controllare un player musicale". Il tutto senza spendere cifre esorbitanti.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
  • TecnologiaL'Eye Tracker inglese per gioco e disabilitàIl sistema di controllo oculare sviluppato nel Regno Unito è stato testato con successo su alcuni ambienti videoludici. Ma le applicazioni sono svariate: la tecnologia sarebbe molto utile per i disabili
  • TecnologiaQuando l'eye-tracking parla italianoPunto Informatico approfondisce con SR-LABS tutto ciò che c'è da sapere sui sistemi di eye-tracking. Enormi vantaggi per i disabili, ma anche estensioni multimediali per sistemi operativi e videogame
  • TecnologiaIntel inside il tuo cervelloL'obiettivo di un gruppo di ricercatori sponsorizzati dall'azienda di Santa Clara è impiantare microchip nelle teste degli utenti. O, senza diventare troppo invasivi, realizzare delle semplici cuffie