Giorgio Pontico

LHC, finale col botto

Dopo rinvii e guasti gli scienziati del CERN di Ginevra possono festeggiare il loro primo successo: lo scontro tra fasci di particelle più potente della storia. Nella speranza che sia il primo di una lunga serie

Roma - "I primi passi mossi nel territorio della nuova fisica". Così è stato definito dai tecnici e dai responsabili del CERN uno degli esperimenti per cui è stato costruito il Large Hadron Collider di Ginevra, che oggi, dopo aver attraversato una serie guasti tecnici, ha prodotto la prima collisione tra due fasci di protoni con un energia di 7 TeV.

L'evento, che fa parte del progetto ATLAS, è stato trasmesso in diretta sul webcast ufficiale del CERN, ma ancheTwitter non è stato disdegnato come mezzo per diffondere più rapidamente le notizie che venivano dai laboratori. La collisione infatti non è avvenuta al primo tentativo: solo al terzo gli scienziati hanno potuto stappare lo champagne tenuto al fresco per un anno e mezzo, ma anche in quelle ore concitate precedenti il successo i cinguettii provenienti dalla sala di controllo lasciavano trasparire fiducia nella riuscita dell'esperimento.

Così è stato. Dopo aver lavorato ininterrottamente per ore, LHC verrà riportato a uno stato di quiete nelle prossime. Lo step successivo dovrebbe consistere nell'aumentare il numero di fasci di protoni da sparare nell'immensa struttura circolare, lunga 27 chilometri, per ottenere nuovi dati e, come ha esclamato uno dei tecnici nei momenti immediatamente successivi alla collisione, "scrivere nuove pagine sui libri di fisica".
Estremamente grande e potente, ma anche piuttosto fragile, LHC aveva incontrato fino dalla prima accensione una serie di problemi che ne hanno pregiudicato l'entrata in funzione nel tardo 2008, producendo un ulteriore ritardo sulla tabella di marcia. Tenuto fermo per quasi un anno gli sono state applicate delle modifiche che gli avrebbero permesso, come è poi successo, di raggiungere i 7 TeV di energia: una quantità di energia tre volte maggiore rispetto a quella del Tevatron di Chicago.

Nonostante sia stato pensato per resistere a un massimo 14 TeV, le prime prove con quantità di energia maggiori avranno luogo, secondo i responsabili del CERN, non prima della fine del 2011, quando verrà spento per un altro anno al fine di compiere importanti interventi di manutenzione. Per poi farlo ripartire alla ricerca della materia oscura e del bosone di Higgs.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
52 Commenti alla Notizia LHC, finale col botto
Ordina
  • Quanti e quanti soldi buttati, che ci potremmo fare con quei soldi, a quanta gente dar da mangiare, alleviare malattie, e chissà che altro.

    Lo si spegne per un anno, per manutenzione, ma dove si è mai visto ?

    Diciamo che ci sono dei grossi problemi per piccole particelle e che i 14Tev non verranno mai raggiunti, abbiamo già visto che cosa è successo in passato, puff e un bel pezzo di avvolgimenti si è fumato !
    non+autenticato
  • troppi sono gli intoppi a mio avviso, cmq noi umani siamo proprio di coccio non vogliamo mai capire i messaggi che ci arrivano, spero di sbagliarmi e che tutte le varie profezie di questi tempi siano sbagliate .
    Una domanda ma l'esposione che in teoria puo generare(e che nessuno vorrebbe succedesse) visto che non sono un esperto di che tipo sarebbe?? radioattiva o no?
    non+autenticato
  • La cosa peggiore che può capitare è che l'acceleratore si danneggi in modo irreparabile, niente esplosioni apocalittiche, la macchina è sicura per chi sta a distanza, un pò meno per chi ci sta appiccicato... XD ma è un problema per chi ci lavora XD
    non+autenticato
  • No, dai, un commento del genere lo si poteva accettare su forum tipo www.bardellosport.it, oppure www.chiacchieredallaparrucchiera.it, non su un sito che dovrebbe essere seguito solo da gente con un minimo di cultura tecnico/scientifica!
    Avessi almeno letto i commenti precedenti... prendi ad esempio la risposta di Roberto al thread "Successo o fallimento?", e capirai che bestialità hai detto.
    non+autenticato
  • La ricerca da' frutti nel medio-lungo periodo. E' un investimento per il futuro. Alcune tecnologie mediche ad esempio sono un risultato di ricerche scientifiche con gli acceleratori. Mai sentito parlare della tecnica diagnostica PET ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe Rossi
    > Quanti e quanti soldi buttati, che ci potremmo
    > fare con quei soldi, a quanta gente dar da
    > mangiare, alleviare malattie, e chissà che
    > altro.
    > Lo si spegne per un anno, per manutenzione, ma
    > dove si è mai visto?

    Ecco, forse è meglio se torni a guardare l'Isola dei famosi, vah
    non+autenticato
  • Io lo avrei conservato per il 2012, sarebbe stato molto più appropriato.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 marzo 2010 12.39
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • Il problema è che non hanno usato l'iMac..... vero ?
    non+autenticato
  • "LHC verrà riportato a uno stato di quiete nelle prossime."

    L'hanno appena acceso e già sono sparite nel buco nero le "ore" (o settimane?)
    Occhiolino

    Modifica. Come non detto, ho perso io la prima parte della frase Fantasma
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 marzo 2010 11.17
    -----------------------------------------------------------
  • Da tempo seguo (senza grande preparazione e cognizione di causa) le vicende del LHC ma mi era sembrato nei mesi scorsi di interpretare l'utilizzo a 7 TeV come di un adattarsi in basso rispetto alle attese e che per procedere alle energie ipotizzate in fase di progetto fosse necessario fare interventi di manutenzione evolutiva molto significativi.

    Ora il tutto è venduto come il grande successo del LHC.

    Da ignorante mi chiedo se già altri accelleratori di particelle fossero in grado di raggiungere queste potenze ma comunque l'aspetto markettaro del comunicato stampa (richiamato da tutti i giornali) mi fa sorridere. Come un fallimento diventa un successo (ma che, hanno copiato dai politici che non perdono mai???)
    non+autenticato
  • Penso sia un successo visto che è già 3 volte superiore a quella del Tevatron che mi pare fosse il più potente fino all'altro ieriCon la lingua fuori
    Wolf01
    3342
  • - Scritto da: Luca
    > Da tempo seguo (senza grande preparazione e
    > cognizione di causa)

    e allora come ti permetti di giudicare

    le vicende del LHC ma mi era
    > sembrato nei mesi scorsi di interpretare
    > l'utilizzo a 7 TeV come di un adattarsi in basso
    > rispetto alle attese e che per procedere alle
    > energie ipotizzate in fase di progetto fosse
    > necessario fare interventi di manutenzione
    > evolutiva molto
    > significativi.
    >
    > Ora il tutto è venduto come il grande successo
    > del LHC.
    >
    >
    > Da ignorante mi chiedo se già altri accelleratori
    > di particelle fossero in grado di raggiungere
    > queste potenze

    no! ha già superato di tre volte, tre volte, l' energia del più potente mai costruito!

    > ma comunque l'aspetto markettaro
    > del comunicato stampa (richiamato da tutti i
    > giornali) mi fa sorridere. Come un fallimento
    > diventa un successo (ma che, hanno copiato dai
    > politici che non perdono
    > mai???)
  • - Scritto da: Luca
    > Da tempo seguo (senza grande preparazione e
    > cognizione di causa)

    anche io guardo la formula uno ma non sono un pilota, ne mi permetto di giudicare l'operato delle case.

    > le vicende del LHC ma mi era
    > sembrato nei mesi scorsi di interpretare
    > l'utilizzo a 7 TeV come di un adattarsi in basso
    > rispetto alle attese

    allora non hai capito un fico secco.

    > e che per procedere alle
    > energie ipotizzate in fase di progetto fosse
    > necessario fare interventi di manutenzione
    > evolutiva molto
    > significativi.
    >

    quello che si sta facendo.

    > Ora il tutto è venduto come il grande successo
    > del LHC.
    >

    è un grande successo.

    >
    > Da ignorante mi chiedo se già altri accelleratori
    > di particelle fossero in grado di raggiungere
    > queste potenze

    no, nemmeno per sogno.

    > ma comunque l'aspetto markettaro
    > del comunicato stampa (richiamato da tutti i
    > giornali) mi fa sorridere.

    torneremo ad ascoltare i comunicati stampa dei calciatori e buffoni simili, allora.

    > Come un fallimento
    > diventa un successo (ma che, hanno copiato dai
    > politici che non perdono
    > mai???)

    non è stato un fallimento, punto.
  • Madonna, l'LHC lo hanno appena aperto, ma apprezzo come cortesia ed educazione siano gia' sparite nel buco nero ( o forse erano gia' finite nel cesso da tempo....)
    non+autenticato
  • credo che cortesia ed educazione passino necessariamente per il rispetto dei propri interlocutori.
    ...permettersi di stroncare, qualunque cosa, senza avere le competenze relative è, oltre che presuntuoso, molto offensivo!
    Offende l' intelligenza di chi ha la sfortuna di leggere certe scemenze e offende lo straordinario lavoro di molte persone.
    Ma questo è anche il mondo dei capitani coraggiosi no?

    ANONIMO?

    patetico!
  • Ribadisco. Cortesia ed educazione dimenticati da chi (forse) ha avuto la fortuna di avere un'unghia di preparazione specifica (molto specifica). Vorrei vedere come reagiresti se il commercialista ti insultasse quando ti fa il modello Unico ( o qualunque cosa si faccia in Italia oggi).Un post piu sotto, tal Roberto ti dimostra la tua pochezza umana, rispondendo educatamente ed esaurientemente.

    Per il resto....

    ANONIMO....

    se tu ti chiami zaadum, e quella e' la foto del passaporto...beh, si capiscono tante cose.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Da tempo seguo (senza grande preparazione e
    > cognizione di causa) le vicende del LHC ma mi era
    > sembrato nei mesi scorsi di interpretare
    > l'utilizzo a 7 TeV come di un adattarsi

    Non e' un adattarsi. E' semplicemente che prima di imparare a correre, impari a camminare. Per andare a 14 TeV a center of mass (due fasci a 7 TeV) occorreranno un paio d'anni. Il fatto non e' solo di setup. E' anche che i dati che gia' hanno vanno reinterpretati con il nuovo strumento, per vedere come funziona e come risponde. In pratica, e' come se avessero osservato le cose con una lente, e un bel giorno (oggi) si trovano davanti un microscopio elettronico. Devono imparare ad usarlo.

    > Ora il tutto è venduto come il grande successo
    > del LHC.

    E' un grande successo, e nei prossimi anni scopriranno cose che fanno paura solo a pensarci. Sara' una rivoluzione.

    > Da ignorante mi chiedo se già altri accelleratori
    > di particelle fossero in grado di raggiungere
    > queste potenze ma comunque l'aspetto markettaro
    > del comunicato stampa (richiamato da tutti i
    > giornali) mi fa sorridere.

    No. Il Tevatron arrivava ad energie inferiori, ed in ogni caso, credo sia anche una questione di detector a disposizione. Il fascio di protoni serve diversi laboratori contemporaneamente.

    E se anche il coso non funzionasse, l'avanzamento in termini di ingegneria edile, meccanica, elettronica, superconduttori, grid computing, high throughput, reliability, sono gia' sufficienti a giustificare la spesa e l'impresa. Quel coso ci ha portato tutti nel 21esimo secolo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Da tempo seguo (senza grande preparazione e
    > cognizione di causa) le vicende del LHC ma mi era
    > sembrato nei mesi scorsi di interpretare
    > l'utilizzo a 7 TeV come di un adattarsi in basso
    > rispetto alle attese e che per procedere alle
    > energie ipotizzate in fase di progetto fosse
    > necessario fare interventi di manutenzione
    > evolutiva molto
    > significativi.
    Sai, quello che ho letto io è che stiamo parlando del più grande "macchinario" costruito dall'uomo, dalle dimensioni e per certi versi complessità senza precedenti, che va ad esplorare aree della fisica nucleare che finora nessuno ha mai visto.
    Se ben ricordo anche Cristoforo Colombo a viaggio iniziato cambiò l'alberatura di una delle caravelle, vedendo che le vele non davano la giusta resa in Oceano Atlantico.
    Insomma, non mi scandalizzo se devono "affinare" la macchina man mano che la provano. Se la stessero già costruendo in serie, sarebbe diverso! Sorride
    non+autenticato
  • per pura curiosità, proviamo a confrontare questa incommensurabile quantità di energia con qualcosa di più familiare come il contatore di casa...

    7 teraelectron volts = 3.11534312 × 10E-10 watt hours

    vabbé è ovvio, trattandosi di energie assunte da singole particelle subatomiche, però è divertente smontare un po' le cifre...
    Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: sheldon cooper
    > per pura curiosità, proviamo a confrontare
    > questa incommensurabile quantità di energia con
    > qualcosa di più familiare come il contatore di
    > casa...
    >
    > 7 teraelectron volts = 3.11534312 × 10E-10 watt
    > hours
    >
    > vabbé è ovvio, trattandosi di energie assunte da
    > singole particelle subatomiche, però è divertente
    > smontare un po' le
    > cifre...
    > Sorride

    LHC, a pieno regime, consuma quasi 4 milioni di kw/hSorride
  • ok per far funzionare tutto il sistema (magneti, sensori, computer, luci,...) ci vorrà una potenza non indifferente...
    ma scusa dove hai trovato quelle cifre e sopratutto quella unità di misura (kw/h)?

    kw = misura di potenza istantanea e.g. "questo sistema acceso consuma 10 kw"

    kwh = potenza*tempo = misura di energia (o lavoro) e.g. "questo mese ho consumato 100 kwh"

    kw/h = ?????
    non+autenticato
  • - Scritto da: sheldon at work
    > ok per far funzionare tutto il sistema (magneti,
    > sensori, computer, luci,...) ci vorrà una potenza
    > non
    > indifferente...
    > ma scusa dove hai trovato quelle cifre e
    > sopratutto quella unità di misura
    > (kw/h)?
    >
    > kw = misura di potenza istantanea e.g. "questo
    > sistema acceso consuma 10
    > kw"
    >
    > kwh = potenza*tempo = misura di energia (o
    > lavoro) e.g. "questo mese ho consumato 100 kwh"
    >
    >
    > kw/h = ?????

    yes, erraiTriste
    è kwh come giustamente mi hai correttoSorride
  • beh confrontare eV con watt non ha molto senso...
    è l'energia della SINGOLA particella, ma mica ne circolano solo 1 (una in un verso una nell'altro), circolano DUE fasci collimati di MOLTE particelle, e comunque è un energia centinaia di volte superiore a quella di legame di tutti i composti chimici e soprattutto permette di mettere in evidenza fenomeni quantistici, che sono quelli a cui si è interessati principalmente
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)