Alessandro Del Rosso

MeeGo è uscito dal guscio

La nuova piattaforma nata dalla fusione tra Intel Moblin e Nokia Maemo è disponibile per il download. Gira sia sul Nokia N900 che sui netbook e sugli smartphone Atom-based. Al momento, però, niente interfaccia grafica

Roma - A un mese e mezzo di distanza dal suo annuncio, la nuova piattaforma mobile MeeGo, risultato del matrimonio tra il progetto Moblin di Intel e quello Maemo di Nokia, è ora disponibile per gli sviluppatori. Questo significa che creatori di applicazioni, produttori di device e tutti gli altri interessati possono scaricare il codice e le immagini di MeeGo.

MeeGoIl rilascio di questa developer preview di MeeGo segna il completamento della fusione tra Maemo e Moblin e permette ai programmatori di iniziare a prendere confidenza con il nuovo sistema operativo.

L'attuale distribuzione di MeeGo comprende le librerie al cuore del sistema operativo e tutti i principali servizi, inclusi quelli di telefonia e connettività, Internet e social networking, multimedia, data management ecc. Ciò che ancora manca è l'interfaccia grafica utente, che il progetto finanziato da Intel e Nokia prevede di completare per maggio, in occasione del rilascio della prima release ufficiale di MeeGo.
La nuova GUI poggia sul framework Qt di Nokia, e potrebbe avere diverse caratteristiche in comune con il prototipo d'interfaccia mostrata nel video a fondo pagina: un prototipo visto girare su uno smartphone con Moblin 2.1 durante lo scorso Mobile World Congress.

In attesa del completamento della GUI, chi avvierà l'attuale pre-release di MeeGo dovrà accontentarsi di interagire con il sistema operativo mediante la cara vecchia shell a caratteri.

Attualmente MeeGo supporta la piattaforma hardware ARM-based del Nokia N900 e quella Atom indirizzata ai netbook e agli smartphone (Moorestown). Le rispettive immagini, avviabili anche da chiavetta USB, possono essere scaricate da qui.

Intel e Nokia cullano l'ambizione di spingere MeeGo non soltanto su netbook, MID e smartphone, ma anche su computer di bordo per auto, sistemi di navigazione satellitare, televisori, set-top box e altri device consumer. Gli analisti vedono in questa piattaforma molte analogie con quella Android, a partire dall'utilizzo del kernel Linux, dal modello di sviluppo e dal target a cui si rivolge.



Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaMoblin sposa Maemo. Nasce MeeGoIntel e Nokia annunciano a sorpresa la fusione dei rispettivi sistemi operativi mobili Linux-based. Da questi nascerà una nuova piattaforma open source, dedicata ad un'ampia categoria di device. Pronta a fronteggiare mercato e concorrenza
12 Commenti alla Notizia MeeGo è uscito dal guscio
Ordina
  • Vi segnalo la demo della imminente versione 1.0 di meego su dispositivi completamente diversi fra loro (netbook, smartphone, tv, embedded devices)<br/> <a href='http://themonkeybeach.blogspot.com/2010/04/meego-v...: versione 1.0 su diversi Devices e Screen Sizes</a>
    non+autenticato
  • .... visto che è sostenuto da due BiG del calibro di Nokia e Intel e visto che si fonda sul Kernel linux. Tutto lascia desumere che un programma scritto per Android possa essere portato su Meego piuttosto facilmente, magari semplicemente ricompilando i binari!
    La vedo sempre più dura per i sistemi proprietari!
  • - Scritto da: Enjoy with Us

    > Tutto lascia desumere che un programma
    > scritto per Android possa essere portato su Meego
    > piuttosto facilmente, magari semplicemente
    > ricompilando i
    > binari!

    No, questo è praticamente impossibile.
    I programmi per Android sono scritti in Java e compilati per una virtual machine non standard Java, e sfruttano una serie di librerie fornite col sistema.

    Su Meego si potranno ricompilare tutti i software sviluppati per Linux nudo e crudo (magari sistemando un po' la GUI per quelli che ne hanno bisogno) e tutti quelli sviluppati per Openembedded/Angstrom.

    Bye.
    Shu
    1232
  • Già, Android da linux prende solo le lontane origini, è talmente "chiuso" come fork, anche se open come sistema operativo, che è un peccato.
    C'è chi si sbraccia per avere un porting di Android sull'hd2, ma la vera vittoria sarebbe avere maemo, o meego se e quando sarà completo; uno smartphone basato su un linux "propriamente detto" è il mio dispositivo ideale.
  • - Scritto da: Shu
    > Su Meego si potranno ricompilare tutti i software
    > sviluppati per Linux nudo e crudo (magari
    > sistemando un po' la GUI per quelli che ne hanno
    > bisogno)

    Quoto, già adesso su N900 con un click si può installare Easy Debian che comprende il sistema Debian per ARM completo (con LXDE, OpenOffice, GIMP, Synapitc, ecc.) e non richiede la ricompilazione dei programmi che sono tutti installabili dai repository standard.
    non+autenticato
  • czo.. ma vi rendete conto che l'N900 costa 600 euri! 600! (ok.. anche 550 su alcuni siti)

    Ma che vadano...
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > .... visto che è sostenuto da due BiG del calibro
    > di Nokia e Intel e visto che si fonda sul Kernel
    > linux. Tutto lascia desumere che un programma
    > scritto per Android possa essere portato su Meego
    > piuttosto facilmente, magari semplicemente
    > ricompilando i
    > binari!
    > La vedo sempre più dura per i sistemi proprietari!

    La cosa è molto interessante e io ci credo moltissimo. Il problema vero e grosso di tutta questa faccenda è che questo meego è in tremendo ritardo.
    Apple si avvia a presentare il quarto modello di iphone, htc oramai sta tirando fuori dei terminali android veramente interessanti (vedi legend, desire), anche motorola ci mette del suo e sembra che anche samsung stia per sfornare android di alto livello.
    Android mi sembra abbastanza maturo, oramai ci si può affidare abbastanza seriamente a questa piattaforma, iphone...beh è iphone con tutti i pro e contro, symbian penso sarà relegato nella fascia medio-bassa del mercato, ma questo meego è in tremendo ritardo in confronto a sistemi che sono oramai a regime.

    Che abbia successo o no, dipende solo da quanto lo spingeranno intel e nokia...ma io ho la sensazione, per come stanno impostando la cosa, che questo SO non sfonderà nel mercato smartphone e forse nemmeno in quello dei netbook...FORSE potremmo vedere dei tablet con meego.
  • - Scritto da: DarkOne
    > Che abbia successo o no, dipende solo da quanto
    > lo spingeranno intel e nokia...ma io ho la
    > sensazione, per come stanno impostando la cosa,
    > che questo SO non sfonderà nel mercato smartphone
    > e forse nemmeno in quello dei netbook...FORSE
    > potremmo vedere dei tablet con
    > meego.

    Considerando che c'e' di mezzo Intel la vedo male per gli smartphone (arm). A meno che Intel non tiri fuori un processore X86 adatto per smartphone, ma visto i risultati che hanno ottenuto (Atom), al momento la vedo abbastanza remota come possibilita'
  • Stando a quanto dice Intel non ci saranno problemi per quanto riguarda gli ARM, per il supporto. Così come Nokia ha confermato che tutti i produttori potranno usarlo e non avrà l'esclusiva.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > .... visto che è sostenuto da due BiG del calibro
    > di Nokia e Intel e visto che si fonda sul Kernel
    > linux. Tutto lascia desumere che un programma
    > scritto per Android possa essere portato su Meego
    > piuttosto facilmente, magari semplicemente
    > ricompilando i binari!

    ma anche no, se sapessi come stanno realmente le cose...

    > La vedo sempre più dura per i sistemi proprietari!

    sarà...
  • - Scritto da: Enjoy with Us

    > La vedo sempre più dura per i sistemi proprietari!

    Giusto per il gusto di smentirti...

    http://www.electronista.com/articles/10/04/01/ipad.../
  • - Scritto da: Enjoy with Us

    > La vedo sempre più dura per i sistemi proprietari!

    e giusto per darti un'altra buona notizia:

    http://www.businessweek.com/technology/content/apr...