Giorgio Pontico

Isohunt si traveste da Google

Gary Fung ci riprova e stavolta spera di convincere le autorità USA che il suo non è altro che un motore di ricerca. Specializzato in torrent

Roma - Una settimana fa un tribunale statunitense aveva costretto Isohunt a "mondarsi" dai link sgraditi alla MPAA, al fine di non incorrere in ulteriori sanzioni: e Gary Fung, creatore e proprietario del sito, ha risposto mettendo online per i soli utenti USA una versione lite del portale, ridotto a questo punto a semplice e scarno motore di ricerca per torrent.

"Questo nuovo sito è il risultato delle pressioni di MPAA - si legge sulla home page - ma speriamo ugualmente che voi utenti capiate le ragione che ci hanno indotto ad attuare questo cambiamento, con il quale non vogliamo fare altre che dimostrare la vera natura di Isohunt, che non è altro che un motore di ricerca".

Essenzialmente la versione di Isohunt a cui vengono reindirizzati gli utenti statunitensi non differisce di molto con il motore di ricerca per eccellenza, Google. C'è dunque chi si chiede se, visto che Isohunt somiglia ora per molti aspetti a Google, qualcuno possa ancora essere convinto che il sito di Fung favorisca il file sharing illegale.
Gary Fung aveva iniziato a frequentare le aule di tribunale statunitensi nel 2006, quando la MPAA diede inizio alla sua personale offensiva nei confronti di tutti i siti ritenuti roccaforti del P2P. Oggi come in quel periodo Isohunt figura ancora nella lista dei nemici dell'industria dei contenuti, e resta da vedere se quest'ultima mossa di Fung sarà sufficiente per convincere il giudice a chiudere il caso: un'eventualità già prospettata qualche mese fa a causa delle scarse prove fornite da MPAA, ma sfumata subito dopo.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
  • Digital LifeMPAA, guerra totale ai motori del P2PIn un'ondata di denunce senza precedenti, gli studios tentano di far chiudere vari motori di ricerca che indicizzano i contenuti delle reti P2P. Se la prendono anche con Usenet. L'accusa? Favoreggiamento della pirateria
  • AttualitàL'ombra di MPAA sul fondatore di IsohuntL'ira funesta di Hollywood nei confronti dei torrentisti si abbatte sul futuro di Gary Fung. Ovunque andrà e fino alla fine dei suoi giorni
  • Diritto & InternetIsoHunt, III attoVoleva dimostrare di essere un semplice motore di ricerca. L'industria dei contenuti lo prende in parola
  • Diritto & InternetIsohunt, la rivincita?Un giudice statunitense ha deciso: troppo vaghe le prove di MPAA contro il motore di ricerca di Gary Fung. Entro il 15 settembre, o nuove prove o caso chiuso
  • AttualitàNatale amaro per IsoHunt Botte da orbi in tribunale: un colpo di spugna cancella gran parte delle tesi difensive di Gary Fung. Che ora si ritrova sul groppone una condanna che rischia di fare giurisprudenza
  • AttualitàIsoHunt: i torrent sono legaliIl portale di ricerca per torrent continua la sua campagna legale alla ricerca della legittimazione presso il sistema giudiziario canadese. E sfida CRIA al dialogo anche fuori dai tribunali
  • AttualitàOiNK, libertà per l'ultimo adminScagionato dalle accuse il quinto dei membri del tracker privato, arrestato due anni fa. Il ragazzo ha soltanto condiviso dei link. Intanto, una corte statunitense ha obbligato Isohunt a rimuovere i collegamenti sgraditi a MPAA
2 Commenti alla Notizia Isohunt si traveste da Google
Ordina
  • Forse è OT, e forse verrò moderato, comunque è ormai da un po' che mi diverto a vedere se e quando uscirà il famoso cràc (:P) per il sequel di "credo dell'assassino" (:P), e guardacaso ti trovo un server offline, con il database delle chiavi aggiornato periodicamente. Sapevo che qualcuno semplicemente non avrebbe digerito l'idea di sentirsi sconfitto dal dierreèmme (:P) e stava lavorando dietro le quinte
  • Si fa un portale, lo si rende il più scarno possibile, la gente lo usa sempre di più perchè non è interessata da fronzoli inutili, alla gente interessa solo il box di ricerca e il pulsante CERCA... e ovviamente al risultato.

    Quindi si introduce un sistema che permetta di scavalcare il ranking, e si diventa megagalatticamente ricchi offrendo visibilità su pagamento e account pro.

    A questo punto si inizia a reintrodurre qualche servizio e stranamente si assomiglierà in un modo incredibile a Google.
    Wolf01
    3342