Mauro Vecchio

USA, molestie materne su Facebook

Una donna č stata denunciata dal figlio dopo che si era intrufolata nel suo account. Alla ricerca di una spiegazione dei suoi ultimi comportamenti

Roma - Č accaduto in una comune abitazione della città di Arkadelphia, nello stato statunitense dell'Arkansas. Un ragazzino di 16 anni ha citato in giudizio sua madre per molestie. Ma non si tratta di sgraditi approcci sessuali, bensì di ripetute intrusioni avvenute su un profilo del popolare social network in blu: Facebook.

Ad essere violato non è stato dunque un corpo fisico, ma una delle attuali identità social, precisamente quella del figlio di Denise New, la madre statunitense che alla metà del prossimo maggio dovrà presentarsi davanti ad un tribunale locale. Trascinata in aula dal suo stesso pargolo, che l'ha denunciata per intrusione informatica, modifica di password e soprattutto diffamazione a mezzo Internet.

Stando alle accuse del ragazzo, la donna avrebbe pubblicato una serie di messaggi su Facebook, tutti lesivi della sua dignità, relativamente a fatti della sua vita personale. Per sua stessa ammissione, Denise New aveva deciso di dare un'occhiata alla pagina Facebook del ragazzo una volta contattata da un amico del figlio, preoccupato per la sua situazione sentimentale.
Pare che il ragazzo si fosse lanciato in auto verso Hot Springs a tutta velocità, a causa di una determinata ragazza. Allarmata, la madre si era quindi intrufolata nel suo account, credendo - come poi sostenuto nel corso di un'intervista con i media locali - di essere perfettamente in diritto di farlo. Denise New è infatti rimasta allibita davanti alla decisione del figlio di denunciarla per molestie, annunciando una battaglia infuocata in tribunale.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
45 Commenti alla Notizia USA, molestie materne su Facebook
Ordina
  • questa storia della privacy mi sembra esagerata .una mamma ha il diritto di sapere cosa fa il figlio lo fa per il suo bene . i ragazzi d' oggi sono spesso viziati e possono fare tutto quello che vogliono
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco rossi
    > questa storia della privacy mi sembra esagerata
    > .una mamma ha il diritto di sapere cosa fa il
    > figlio lo fa per il suo bene . i ragazzi d' oggi
    > sono spesso viziati e possono fare tutto quello
    > che vogliono

    I tuoi ti hanno mai letto il diario ?
    Di chi e' la colpa se i "ragazzi d' oggi sono spesso viziati e possono fare tutto quello che vogliono" ?
    krane
    22544
  • Ohhhh ma sei fissato con 'sta storia del diario...
    Sicuramente (te ne do atto) ogni tanto può essere anche colpa dei genitori che non hanno "carattere" ma spesso e volentieri sono anche i figli che portano all'esasperazione...
    non+autenticato
  • - Scritto da: LoL
    > Sicuramente (te ne do atto) ogni tanto può essere
    > anche colpa dei genitori che non hanno
    > "carattere" ma spesso e volentieri sono anche i
    > figli che portano
    > all'esasperazione...

    Ah, quindi deve essere sicuramente stato per via di una congiunzione astrale se nell'ultima generazione di ragazzini c'è una convergenza spaventosa di viziati/disadattati
  • Spero sia una battuta...
    non+autenticato
  • Vedo che non passano mai di moda i fricchettoni..fricchettini...fricchettucci ( Vedere "I Simpson" dove si passa da un estremo all'altro ). Ah.. il Buon Senso questo sconosciuto! Ma un dubbio mi assale: Esiste ancora? ).
    non+autenticato
  • Da diversi discorsi, no, purtroppo...
    non+autenticato
  • ... sbirciare nel diario del figlio non resterà più impunito!

    Sorride

    (un 34enne ancora figlio)
  • Mettiamo che davvero la cosa finisca in tribunale.
    "Mamma mi dai 3mila dollari per pagare l'avvocato con cui denunciarti?"
    oppure
    "Papà di presti 4mila dollari per pagare l'avvocato con cui denunciare mamma e altri 1000 per il favore che ti sto facendo a togliertela di mezzo?"

    E se vince la madre che tipo di risarcimento può chiedere al figlio nullatenente?

    Sono con ottomano, in parte. Le circostanze chiare non vengono specificate nell'articolo, non si capisce se ha solo sbirciato, si parla di furto d'identità con pubblicazione di informazioni fasulle, ma non si dice come e cosa. Comunque per me quel ragazzino andrebbe bastonato. E poi magari gli si chiede scusa per aver sbirciato sul suo profilo di fèisbuc. E immediatamente dopo gli sinega l'accesso ad internet da casa.
  • Mi sa che vogliono andare in TV entrambi ... un po' come quelle cazzate travestite da talk-show che fanno nella "nostra" Topolonia
    non+autenticato
  • - Scritto da: ephestione

    > Comunque per me quel ragazzino andrebbe
    > bastonato. E poi magari gli si chiede scusa per
    > aver sbirciato sul suo profilo di fèisbuc. E
    > immediatamente dopo gli si nega l'accesso ad
    > internet da
    > casa.

    ecco che ci risiamo con i metodi ottocenteschi e violenti. e dopo le "bastonate" che gli dai? mazzate di ferro?
    da che mondo e mondo, proibizioni e punizioni hanno sempre e solo fatto più male che bene. basta solo guardare il casino che ha fatto il proibizionismo in america negli anni '20 e '30.
    non+autenticato
  • ecco che ci risiamo con il voler interpretare alla lettera per aver poi la scusa di polemizzareSorride
    Lo sanno tutti che le bastonate sono diseducative, ma un paio di ceffoni ci stanno sempre beneCon la lingua fuori
  • - Scritto da: ephestione

    > Sono con ottomano, in parte. Le circostanze
    > chiare non vengono specificate nell'articolo, non
    > si capisce se ha solo sbirciato, si parla di
    > furto d'identità con pubblicazione di
    > informazioni fasulle, ma non si dice come e cosa.

    > Comunque per me quel ragazzino andrebbe
    > bastonato. E poi magari gli si chiede scusa per
    > aver sbirciato sul suo profilo di fèisbuc. E
    > immediatamente dopo gli sinega l'accesso ad
    > internet da casa.

    Quindi una riga prima dici che l'articolo non spiega i fatti, una frase dopo dai un giudizio di bastonatura senza fatti su nulla, visto quello che hai detto prima.

    Complimenti, molto obiettivo.
    krane
    22544
  • andrebbe bastonato comunque, indipendentemente dalla mia curiosità insoddisfatta sulle circostanze preciseCon la lingua fuori
  • Devono presentarsi in un tribunale civile. Non so se in america serve un avvocato per una causa civile... ma non credo.
  • come da titolo. hai fatto benissimo ha denunciare quell'impicciona !!!

    ma che scherziamo !?!?

    e ricordatevi genitori, e dico anche ai miei se non ci trattate da adulti vi denunceremo.

    e ricordatevi delle nostre necessita'. in primi vogliamo il cellulare e basta con ste ricaricabili vogliamo contratti flat , mica che dopo un'ora che chiacchero con la ragazza mi finisce la ricarica, lo vogliamo con la telecamera ed accesso ad internet. vogliamo un computer e di ultima di per poter giocare all'ultimo video game, anzi meglio vogliamo il pc e la console per i giochi i giochi piu' fighi ormai sono su xbox e la play. vogliamo internet, meglio adsl, e sicuramente flat voglio poter scaricare video e musica, navigare su facebook e twitter, voglio chattare su msn e voglio farlo col video. visto che ho sedici anni compiuti, voglio il motorino, cosi' ci posso andare in giro a fare le penne o andarci in due portando la ragazza o gli amici.

    poi quante storie per quella volta che ero in giro col motorino con la ragazza e siamo caduti e si e' rotta la gamba. quante storie se i suoi genitori vi hanno fatto causa e avete perso la casa. non mi avete parlato per un giorno ma lo sapete che sono molestie psicologiche ? rifatelo e vi denuncio e per fortuna vostra che non mi avete dato quello schiaffo che stava partendo altrimenti li altro che denuncia. e che dire di quella volta che scaricavo film e mp3 e mi e' arrivata una multa da 200.000,00 euro, l'avete messa giu' dura nemmeno fosse morto qualcuno. e la scenata di quando per gioco abbiamo allagato i bagni della scuola e la preside vi ha fatto causa e avete dovuto pagare i danni, siamo ragazzi in fondo.

    comunque lasciamo stare il passato, non vi sembra che la pghetta settimanale di 50 euro sia un po' pochina ? avrei bisogno di almeno 100 euro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: potere ai piccoli
    > come da titolo. hai fatto benissimo ha denunciare
    > quell'impicciona
    > !!!
    >
    > ma che scherziamo !?!?
    >
    > e ricordatevi genitori, e dico anche ai miei se
    > non ci trattate da adulti vi
    > denunceremo.
    >
    > e ricordatevi delle nostre necessita'. in primi
    > vogliamo il cellulare e basta con ste

    (cut)

    > comunque lasciamo stare il passato, non vi sembra
    > che la pghetta settimanale di 50 euro sia un po'
    > pochina ? avrei bisogno di almeno 100
    > euro.

    sarai mica sarcastico?
  • Ma sei fuori???????
    Voglio vedere nel momento in cui diventerai padre se concederai a tuo figlio ste cose....!
    Cerchiamo di vedere anche il lato opposto ossia quello dei genitori!
    Il controllo ci vuole soprattutto con tutte le notizie che si sentono e si leggono sui giornali di bullismo, violenze sessuali, di ragazzi che vanno in discoteca e si fanno di pastiglie altrimenti non riescono a parlare con una ragazza e che tornano strafatti...
    Ma per cortesia!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: LoL
    > Ma sei fuori???????
    > Voglio vedere nel momento in cui diventerai padre
    > se concederai a tuo figlio ste cose....!

    Sicuramente uno appena e' padre inizia a leggere il diario del figlio e spacciarsi per lui su facebook. Ma come si faceva a diventare padri prima di facebook dico io !

    > Cerchiamo di vedere anche il lato opposto ossia
    > quello dei
    > genitori!
    > Il controllo ci vuole soprattutto con tutte le
    > notizie che si sentono e si leggono sui giornali
    > di bullismo, violenze sessuali, di ragazzi che
    > vanno in discoteca e si fanno di pastiglie
    > altrimenti non riescono a parlare con una ragazza
    > e che tornano
    > strafatti...
    > Ma per cortesia!!!
    krane
    22544
  • Non tutti i genitori sono uguali.
    Sono padre e mai ho letto ne leggerò il diario di mia figlia!
    Prima di Facebook?
    Forse i ragazzi erano più educati e più rispettosi dei genitori (e di loro stessi!)
    non+autenticato
  • eh sì... i bei tempi andati... si stava meglio quando si stava peggio... già già Triste
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)