Alessandro Del Rosso

Firefox, una beta a prova di plugin buggati

Mozilla ha rilasciato una versione beta di Firefox Lorentz, una build del famoso browser in grado di salvaguardare la stabilità del browser dal crash di uno o più plugin. Una tecnologia che farà presto parte di Firefox 3.6

Roma - Una delle più grandi novità di cui presto potranno beneficiare gli utenti di Firefox 3.6, ossia l'indipendenza del processo in cui girano i plugin, è appena stato rilasciato da Mozilla in versione beta.

Lorentz, questo il nome in codice del progetto, è stato integrato in una build di Firefox 3.6.3 scaricabile da qui (nella sola lingua inglese) per Windows, Mac OS X e Linux. "Questa beta consente agli utenti di navigare su Internet senza interruzioni, questo anche nel caso in cui plugin come Adobe Flash, Apple Quicktime o Microsoft Silverlight vadano in crash" si legge in questo post del Mozilla Developer Center.

Mozilla spiega che, in caso di crash di un plugin, gli utenti possono inoltrare una segnalazione e successivamente ricaricare la pagina per provare nuovamente a visualizzarne il contenuto. "Preghiamo coloro che vogliano scaricare e provare Firefox Lorentz di utilizzare questa versione sui siti di maggior interesse e segnalare le anomalie riscontrate aprendo un bug o compilando questo modulo" si legge ancora nel post, di cui una traduzione italiana è accessibile sul sito di Mozilla Italia.
Da tempo disponibile nelle developer preview di Firefox, Lorentz implementa quello che gli sviluppatori chiamano out of process plug-in: in altre parole, isola il processo in cui girano i plugin da quello in cui gira il browser, di modo che il crash di un plugin non causi anche il crash dell'intero browser.

Se il processo di testing filerà liscio, Mozilla ha in piano di introdurre questa tecnologia nella prossima minor release di Firefox, la 3.6.4, il cui rilascio è stato fissato per inizio giugno.

In precedenza novità del calibro di Lorentz sarebbero state introdotte soltanto in versioni maggiori del browser, come ad esempio l'eventuale 3.7 o la 4.0. Con il rilascio di Firefox 3.6 Mozilla ha però deciso di cambiare linea di condotta, e rilasciare gli aggiornamenti tecnologici mano a mano che questi vengono completati. Lo scorso gennaio, Mike Beltzner, responsabile dello sviluppo di Firefox, ha spiegato che questo approccio permette agli sviluppatori di completare le nuove funzionalità con più calma, dilazionandone il rilascio lungo il corso dell'anno.

Nel frattempo Mozilla sta portando avanti lo sviluppo della prossima major release di Firefox, chiamata in codice Minefield, temporaneamente identificata dal numero di versione 3.7. Le ultime release preliminari di Minefiled, attualmente delle pre-alpha, possono essere scaricate da qui.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaFirefox 3.6 avrà i suoi service pack Mozilla ha deciso di cancellare il rilascio di Firefox 3.7 e, al suo posto, di rilasciare una sorta di service pack per l'imminente Firefox 3.6. Tali update aggiungeranno al nuovo Firefox caratteristiche come la separazione dei processi
  • TecnologiaFirefox 3.6 accoglie Windows 7Mozilla ha rilasciato la prima beta di Firefox 3.6, browser che introduce il supporto parziale a Windows 7 e promette di migliorare la velocità e la reattività del predecessore
  • AttualitàFirefox allergico ai plugin MicrosoftIl panda rosso e Redmond si fanno la guerra a suon di componenti aggiuntivi, installati surrettiziamente dalla seconda e bloccati a causa di problemi di sicurezza dalla prima. Ma per qualcuno la cura sembra peggiore del male
18 Commenti alla Notizia Firefox, una beta a prova di plugin buggati
Ordina
  • Firefox 3.6.4 uscirà il 4 maggio, non a inizio giugno come scritto nell'articolo.

    https://wiki.mozilla.org/Releases
    non+autenticato
  • Peccato che IE8 ce l'ha già da un bel pezzo questa feature
    non+autenticato
  • Ad essere un pò più precisi, è stata rilasciata in versione release in italiano il giorno 8 aprile, dopo 2 build di release candidate.
    E' la versione 3.6.3plugin1
    http://releases.mozilla.org/pub/mozilla.org/firefo.../
  • E'già disponibile anche in firefox 3.7 alpha 5 pre-release
    non+autenticato
  • - Scritto da: Robert Renzetti
    > E'già disponibile anche in firefox 3.7 alpha 5
    > pre-release

    se per questo anche in IE8 final!
    non+autenticato
  • Ora manca solo la riduzione delle risorse richieste per navigare, è ancora troppo pesante se confrontato a Chrome o Opera.
    non+autenticato
  • Con una sola scheda... prova ad aprire 7-8 schede in firefox e Chrome e confronta.
    non+autenticato
  • Contrariamente a quanto detto nell'articolo Lorentz è disponibile anche in italiano
    non+autenticato
  • La pesantenza di firefox è dovuto alle estensioni installate.
    Sgabbio
    26178
  • Firefox ha la migliore gestione della memoria, Chrome a confronto è un pachiderma nel consumo di ram, pare che sia dovuto ai processi separati.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 12 aprile 2010 10.59
    -----------------------------------------------------------
  • Per quanto io usi sempre Firefox, ti ricordo che sommare la memoria richiesta da ciascun processo di Chrome e confrontare il risultato con la memoria impiegata dall'unico processo di Firefox non è corretto, visto che parte della memoria di ciascun processo di Chrome è in condivisione con gli altri, e di fatto esiste una volta sola nella memoria reale.
    Non dubito comunque che sia leggermente più pesante, proprio perché i processi (su Windows) sono oggetti piuttosto pesanti.
  • beh naturale, da che mondo è mondo, i processi hanno sempre consumato più memoria dei thread

    tant'è che su linux pthread è stata acclamata come una vittoria contro il brutto e cattivo fork

    un processo è un bel problema visto che devi replicare il pcb e la tabella delle pagine
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > un processo è un bel problema visto che devi
    > replicare il pcb e la tabella delle
    > pagine

    Adesso invece, grazie al legittimo impedimento, i processi si potranno rimandare a chissa' quando, risolvendo di fatto il problema.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: collione
    >
    > > un processo è un bel problema visto che devi
    > > replicare il pcb e la tabella delle
    > > pagine
    >
    > Adesso invece, grazie al legittimo impedimento, i
    > processi si potranno rimandare a chissa' quando,
    > risolvendo di fatto il
    > problema.


    Quoto in pieno!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > beh naturale, da che mondo è mondo, i processi
    > hanno sempre consumato più memoria dei
    > thread

    Molto poco. Già in Linux 2.4, ma ancora di più nel 2.6, la differenza è minima, perché viene adottato il copy on write, quindi le parti di memoria che non vengono modificate diventano semplici puntatori alla stessa area di memoria.

    Con il kernel 2.6.9 (mi pare, giù di lì) addirittura creare processi e thread costa uguale in termini di risorse.

    > tant'è che su linux pthread è stata acclamata
    > come una vittoria contro il brutto e cattivo
    > fork

    Stai parlando di una decina di anni fa abbondanti. Oggi, come dicevo, è indifferente, e conviene usare processi sempre e comunque perché sono più semplici da gestire e più "solidi".

    Bye.
    Shu
    1232
  • Leggermente più pesante!? Deluso