Mauro Vecchio

News online? Roba da Pulitzer

Per la prima volta due fonti di Internet potranno fregiarsi dell'ambita onorificenza della Columbia University. A vincere, un'inchiesta di ProPublica e una vignetta di un sito legato al San Francisco Chronicle

Roma - Si tratta di una di quelle prime volte che non potranno essere facilmente dimenticate. Non sono passati nemmeno due anni da un annuncio che tanti giornalisti online attendevano da lungo tempo: la Pulitzer Prize Board avrebbe da quel momento preso in considerazione anche le penne tastiere del web. Per l'assegnazione dell'onorificenza più ambita nel panorama del giornalismo internazionale.

E ProPublica è stato il primo a farcela, il primo spazio d'informazione online a fregiarsi del celebre riconoscimento, condito da un assegno di 10mila dollari consegnato dalla speciale commissione della Columbia University. A vincere è stata una lunga e approfondita inchiesta sulla controversa situazione ospedaliera nella New Orleans devastata dall'uragano Katrina.

Risorsa non profit, ProPublica può attualmente contare sull'appoggio di The New York Times Magazine, che aveva pubblicato le circa 13mila parole dell'inchiesta a firma Sheri Fink. "Si tratta di un riconoscimento destinato a ripetersi nel corso dei prossimi anni - ha dichiarato Sig Gissler della commissione del Pulitzer - dal momento che emergono sempre più collaborazioni tra le realtà giornalistiche".
Ma soprattutto perché questa vittoria potrebbe rappresentare un vitale slancio per certi giornalismi online, più flessibili e aperti all'approfondimento, senza bilanci in rosso da sopportare o redditi stellari da garantire a signori delle news come Arthur Ochs Sulzberger Jr. E ProPublica non è stato il solo spazio online a meritarsi un premio tanto ambito come il Pulitzer.

Una seconda onorificenza è andata al sito sfgate.com, spazio web legato al quotidiano San Francisco Chronicle. Mai una risorsa di Internet si era accaparrata la vittoria per la sezione dedicata agli editoriali a mezzo vignetta. Ma Mark Fiore ce l'ha fatta, insieme a tutto il sistema delle news online, che ha celebrato il suo giorno da vero reporter d'assalto.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàContrappunti/ Giornali contenitoredi M. Mantellini - Le edizioni web dei quotidiani generalisti fanno convivere offerte di ogni tipo. Contenuti autoprodotti, contenuti esterni di valore e spazzatura pescata dalla rete. Per accontentare chi?
  • AttualitàGli italiani pagherebbero per le news onlineUna recente indagine di Astra Ricerche avrebbe messo in luce come l'80 per cento dei netizen del Belpaese preferisca l'informazione sul web. Con 3 milioni pronti a pagare per le notizie. Purché affidabili
  • AttualitàObama: temo la giungla digitale delle newsIn un'intervista, il 44esimo Presidente ha confessato di essere un grande appassionato di giornalismo. Che deve superare la crisi e integrarsi nella blogosfera: per evitare la rissa di informazioni senza controlli
5 Commenti alla Notizia News online? Roba da Pulitzer
Ordina