Alessandro Del Rosso

Toshiba ha pronti i tablet

Entro fine anno l'azienda nipponica conta di introdurre almeno un rivale di iPad. Ma, rispetto ad altri, sembra decisa a sperimentare una certa varietà di design e piattaforme

Roma - Come due anni fa l'Eee PC di Asus innescò il boom dei netbook, oggi iPad sembra destinato a innescare quello dei tablet. Verso questo nascente mercato hanno già rivolto l'attenzione alcuni dei maggiori produttori di PC, tra i quali Asus, Dell, HP, Lenovo ed ora anche Toshiba.

Jeff Barney, general manager di Toshiba America, ha detto a Reuters che la sua azienda ha già pianificato l'introduzione, nella seconda parte dell'anno, di una serie di tablet/slate basati su Windows 7 o Android. Il colosso giapponese ha intenzione di sperimentare vari form factor e design, incluso un tablet a doppio schermo ed un più diretto rivale di iPad con display da 10 pollici.

Barney ha spiegato che questi dispositivi saranno primariamente indirizzati alla fruizione dei media digitali (video, musica, foto, giochi, ebook, TV ecc) e alla navigazione su Web. I modelli basati su Android costeranno meno rispetto a quelli basati su Windows, anche se il mercato dei netbook insegna che la differenza di prezzo è spesso marginale e, in ogni caso, poco influente sulle scelte dei consumatori.
Nonostante i tablet condividano molte delle caratteristiche dei netbook, e sopperiscano alla mancanza di una tastiera fisica con una virtuale, il dirigente di Toshiba ritiene che questa giovane categoria di device non comprometterà le vendite dei netbook. Una previsione che nell'industria non tutti però condividono, soprattutto se si prende in considerazione un arco di tempo medio-lungo: c'è persino chi ritiene che i tablet rappresentino il futuro stesso del computing mobile e domestico.

Secondo la società di analisi In-Stat, da qui al 2014 verranno venduti in tutto il mondo 50 milioni di tablet: all'incirca lo stesso numero di netbook che sono stati venduti nel biennio 2008/2009. Secondo In-Stat, dunque, il boom dei tablet non conoscerà le stesse clamorose proporzioni registrate dal mercato dei netbook.

"iPad (e gli altri tablet) riusciranno a ritagliarsi uno spazio tra gli smartphone e i laptop o finiranno per raccogliere polvere sui tavoli da salotto non appena passerà la novità e gli utenti iniziali perderanno interesse?" si domanda PCWorld. Per saperlo basterà osservare il futuro andamento delle vendite di iPad, che è poi quello che stanno facendo un po' tutti i potenziali concorrenti di Apple.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaWePad, 11 pollici di tablet androideUn piccolo produttore tedesco tenta di ritagliarsi una fetta di mercato in crescita con un dispositivo dallo schermo più ampio della categoria. Il sistema operativo è made in Mountain View
  • AttualitàiPad, rinviato lo sbarcoPer far fronte alla domanda più alta delle aspettative, Apple ha deciso di rinviare di un mese il lancio della tavoletta fuori dagli Stati Uniti
35 Commenti alla Notizia Toshiba ha pronti i tablet
Ordina
  • Il grosso problemi dei concorrenti di Apple è che non hanno il software... magari potranno produrre anche un iPad migliore dal punto di vista dell'Hardware, con USB, fotocamera, lettori vari... ma poi che cosa ci mettono sopra??? Windows 7? Linux?? Il problema è che questi sistemi non sono pensati per un uso con le dita, e anche le relative applicaziooni.

    Inoltre c'è il marketplace di Apple (AppStore) che attira gli sviluppatori, e che permette di avere tante applicazioni.. dalle più inutili a veri gioiellini. Lo stesso al momento non esiste ne su linux ne su Windows, quindi andrebbe creato qualcosa ad hoc per far si che gli utenti di questi tablet possano scaricare facilmente del software senza andare in giro su internet a infestarsi di spyware (almeno nel caso di Windows)

    La differenza la fa il software, e Apple con iPhone si è spianata la strada.. ora è l'unica che può introdurre un tablet e sperare di avere successo.
    frk
    344
  • infatti è questo il motivo per cui si pensa ad android, meego e chromeos

    questi 3 nonostante sono linux sono pensati proprio per smartphone, netbook e tablet

    l'interfaccia è prioritaria per questo tipo di dispositivi anche se è dura convincere i winari su questo punto, loro insistono che xp o 7 così come sono vanno benissimo su un netbook/tablet

    personalmente li trovo appena usabili
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > infatti è questo il motivo per cui si pensa ad
    > android, meego e
    > chromeos

    Non concosco meego, ma a parte Android che sta cominciando ad affermarsi, quante App ci sono per Chromeos? C'è un modo pratico per gli sviluppatori per vendere App? Queste sono le risposte che i concorrenti devono fornire, per poter lanciare un tablet che insidi lo strapotere di iPad. Altrimenti avremo delle belle (dal punto di vista HW) cattedrali nel deserto...
    frk
    344
  • - Scritto da: frk
    > - Scritto da: collione
    > > infatti è questo il motivo per cui si pensa ad
    > > android, meego e
    > > chromeos
    >
    > Non concosco meego, ma a parte Android che sta
    > cominciando ad affermarsi, quante App ci sono per
    > Chromeos? C'è un modo pratico per gli
    > sviluppatori per vendere App? Queste sono le
    > risposte che i concorrenti devono fornire, per
    > poter lanciare un tablet che insidi lo strapotere
    > di iPad. Altrimenti avremo delle belle (dal punto
    > di vista HW) cattedrali nel
    > deserto...

    ChromeOS è un concept un po' lontano dagli OS attuali... L'unica applicazione è il browser. Le altre applicazioni girano all'interno del browser, il concetto è quello. È interessante vedere come si evolverà, comunque.

    MeeGo è una distro Linux fatta da nientepopodimenoche Nokia ed Intel (fusione di Maemo e Moblin). Moblin già aveva di suo un AppStore (se ti chiami Intel ci vuol poco a far correre gente a sviluppare/fare porting con GUI diverse) e adesso stanno unendo le forze. Non ho ancora visto un'interfaccia grafica definitiva... Spero rimarrà simile a Moblin, quello stile lì a me piace veramente molto. Il vantaggio più grande è la portabilità... Tutti i programmi (e i giochiniCon la lingua fuori) che ci sono per Linux necessiteranno solo di eventuali modifiche della GUI.
    non+autenticato
  • riguardo meego ci sono buone possibilità di far girare un bel pò di applicazioni linux tradizionali

    invece per chromeos, ovviamente, non c'è ancora praticamente niente visto che il sistema è ancora in sviluppo

    però se pensi che nel solo mese di marzo le applicazioni android sono aumentate di 9000 unità http://www.mobiletopsoft.com/board/7442/google-and...

    magari è la fama di google o la bontà di android o il fatto che apple sta cominciando a rompere un bel pò con restrizioni assurde, ma non penso che chromeos resterà senza applicazioni per molto tempo dopo la release ufficiale
    non+autenticato
  • > Il grosso problemi dei concorrenti di Apple è che
    > non hanno il software... magari potranno produrre
    > anche un iPad migliore dal punto di vista
    > dell'Hardware, con USB, fotocamera, lettori
    > vari... ma poi che cosa ci mettono sopra???
    > Windows 7? Linux?? Il problema è che questi
    > sistemi non sono pensati per un uso con le dita,
    > e anche le relative applicaziooni.
    Una sola risposta: Android
    > Inoltre c'è il marketplace di Apple (AppStore)
    > che attira gli sviluppatori, e che permette di
    > avere tante applicazioni.. dalle più inutili a
    > veri gioiellini. Lo stesso al momento non esiste
    > ne su linux ne su Windows, quindi andrebbe creato
    > qualcosa ad hoc per far si che gli utenti di
    > questi tablet possano scaricare facilmente del
    > software senza andare in giro su internet a
    > infestarsi di spyware (almeno nel caso di Windows)
    Android e MeeGo ce l'hanno, ChromeOS ce l'avrà; Ubuntu ce l'ha (solo per la distribuzione, ma entro l'anno dovrebbe avercelo anche per la vendita).
    Ah, sono tutti Linux...
  • ... se mantengono le funzionalità di un netbook!
    Ossia se posso farci girare il software dei pc, se ho porte USB master, se posso navigare sul web senza limitazioni, se hanno adeguata autonomia e se hanno costi in linea con i netbook!
    Altrimenti sarebbe solo l'ennesimo dispositivo elettronico in più.
    Uno smartphone incontra i favori del pubblico perchè telefona, magari ha il GPS integrato, ha dei giochini e/o piccoli applicativi, consente di sentire la radio o di fungere da player musicale, certo il prezzo è importante, ma oggi si possono trovare a meno di 200 euro terminali molto interessanti.
    Il netbook ha successo perchè consente di sostituire un ben più costoso e pesante notebook nella stragrande maggioranza delle occasioni.
    Se pretendono di introdurre un ulteriore dispositivo che tuttavia non sostituisce il cellulare, ne il notebook/netbook, ha comunque pesanti limiti per un uso tipo book reader e dulcis in fundo costa più di un netbook e anche di diversi notebook e smartphone, perchè mai l'utente dovrebbe correre ad acquistarlo?
    Vedremo se apple riuscirà veramente a vendere nel corso del 2010 i 7 milioni di ipad prospettati, anche perchè fino ad ora di contenuti localizzati ce ne sono ben pochini... a me di un abbonamento al Time non frega nulla, ne tantomeno di poter pagare per leggere libri scritti in inglese...
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Il netbook ha successo perchè consente di
    > sostituire un ben più costoso e pesante notebook
    > nella stragrande maggioranza delle
    > occasioni.

    Il netbook ha successo solo per i produttori. Gli utenti, infatti, non lo usano. Perlomeno non lo usano per navigare, poi non so se hanno trovato altri utilizzi
    ruppolo
    33147
  • Io conosco diverse persone che lo hanno e lo usano proprio per navigare. Ne ho regalato uno alla mia ragazza che ha ormai mollato il pc fisso in favore del netbook. Usa solo quello e ne è pienamente soddisfatta.
    non+autenticato
  • penso che tra poco dovrai regalarle pure un paio di occhiali da miopeA bocca aperta
    non+autenticato
  • Ne avrà sempre meno bisogno di chi invece usa l'iphone e tanto quanto chi userà l'iPad... 10 pollici non sono pochi, per l'uso che ne fa.
    non+autenticato
  • la dimensione dello schermo dipende può essere sufficiente se l'interfaccia lo permette

    hai parlato dell'iphone ma avrai notato che le icone e i font dell'icon sono belli grossi

    xp su un 10" è da perdere la vista
    non+autenticato
  • Dipende da cosa ci fai: navigare in internet e usare msn e skype non provoca l'abbassamento della vista. Inoltre lo usa per guardare le slide e leggere cose dell'università. Direi che è tutto di dimensioni accettabili. Provare per credere, e se ci hai provato per questi utilizzi e hai avuto difficoltà visive probabilmente il problema è tuoOcchiolino . Inoltre con quelle dimensioni può portarlo in borsa con facilità ovunque vada, anche in viaggio. Direi che tutto questo astio nei confronti dei netbook è un po' fuori luogo, ognuno ha le sue necessità. Per lei un portatile più potente e più grande sarebbe stato solo di impiccio, un iphone sarebbe stato inutile e un ipad idem (e poi neppure esisteva).
    non+autenticato
  • > Dipende da cosa ci fai: navigare in internet e
    > usare msn e skype non provoca l'abbassamento
    > della vista.

    Certo, è navigare sui siti porno che provoca l'abbassamento della vista Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: 444
    > Dipende da cosa ci fai: navigare in internet e
    > usare msn e skype non provoca l'abbassamento
    > della vista. Inoltre lo usa per guardare le slide
    > e leggere cose dell'università. Direi che è tutto
    > di dimensioni accettabili. Provare per credere, e
    > se ci hai provato per questi utilizzi e hai avuto
    > difficoltà visive probabilmente il problema è tuo
    >Occhiolino . Inoltre con quelle dimensioni può portarlo
    > in borsa con facilità ovunque vada, anche in
    > viaggio. Direi che tutto questo astio nei
    > confronti dei netbook è un po' fuori luogo,
    > ognuno ha le sue necessità. Per lei un portatile
    > più potente e più grande sarebbe stato solo di
    > impiccio, un iphone sarebbe stato inutile e un
    > ipad idem (e poi neppure
    > esisteva).

    Non sono un estimatore dei netbook ma devo ammettere che hanno sèguito nel gentil-sesso. Oltretutto molte hanno delle unghie che su uno schermo touch come quello dell'iPad sarebbero un problema, contrariamente alla tastierina del netbook.
    Però la mia esperienza su di un eepc mi ha mostrato che XP fa una fatica immane a girarci sopra. Se fai più di una cosa alla volta è la fine, se hai un antivirus più robusto di AVG non si muove più... e dimmi se è poco per un COMPUTER che deve navigare in rete.
    Poi ovviamente la mia esperienza in merito si ferma al più economico (cinesi a parte) dei netbook, mentre ne sono usciti tanti altri più potenti e performanti.
  • - Scritto da: collione
    > penso che tra poco dovrai regalarle pure un paio
    > di occhiali da miope
    >A bocca aperta

    meglio a fori stenopeici Sorride

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • Un mio amico lo usa per pilotare il telescopio e produrre ottime foto astronomiche ... www.astromaster.org
    non+autenticato
  • Barney ha spiegato che questi dispositivi saranno primariamente indirizzati alla fruizione dei media digitali (video, musica, foto, giochi, ebook, TV ecc) e alla navigazione su Web.

    Niente da fare. Nessuno vuole darmi qualcosa di utile.
    non+autenticato
  • il tuo televisore è utile? il mio si....
  • - Scritto da: frank681
    > il tuo televisore è utile? il mio si....
    Ma no è multitouch....
    vuoi mettere?
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Certo certo
    > Barney ha spiegato che questi dispositivi
    > saranno primariamente indirizzati alla fruizione
    > dei media digitali (video, musica, foto, giochi,
    > ebook, TV ecc) e alla navigazione su
    > Web.

    >
    > Niente da fare. Nessuno vuole darmi qualcosa di
    > utile.
    Zitto e "fruisci"!
    anzi fruisci quello che ti dicono!
    http://punto-informatico.it/2859049/PI/News/iphone...
    E ripeto ZITTO!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Certo certo
    > Barney ha spiegato che questi dispositivi
    > saranno primariamente indirizzati alla fruizione
    > dei media digitali (video, musica, foto, giochi,
    > ebook, TV ecc) e alla navigazione su Web.


    Urca, grosse novità!! com'avrebbimo fatto senza iTablet?

    > Niente da fare. Nessuno vuole darmi qualcosa di
    > utile.

    Ti quoto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Certo certo
    > Barney ha spiegato che questi dispositivi
    > saranno primariamente indirizzati alla fruizione
    > dei media digitali (video, musica, foto, giochi,
    > ebook, TV ecc) e alla navigazione su
    > Web.

    >
    > Niente da fare. Nessuno vuole darmi qualcosa di
    > utile.

    ma alla fine, se non ci fosse l'internet, che utilità avrebbe un computer per una persona "comune"?
  • La differenza del "boom di vendite è ovvia.
    I tablet sarebbero venduti per quel che fanno, mentre i netbook sono stati venduti ANCHE come notebook a basso prezzo (creando poi delusioni).
    Sarei curioso di sapere quanti netbook sono stati venduti per fare veramente da netbook.
  • il mio, e altri due o treA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: zuzzurro
    > il mio, e altri due o treA bocca aperta
    Il mio pure!
    Fanno già almeno 5 no?
    Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: ullala
    > - Scritto da: zuzzurro
    > > il mio, e altri due o treA bocca aperta
    > Il mio pure!
    > Fanno già almeno 5 no?
    > Con la lingua fuori
    Aggiungine tre, il mio e quelli di altri due miei colleghi. Acquistati con conoscenza di causa, coscienti dei limiti del sistema ma soddisfatti dell'acquisto. Siamoa otto A bocca aperta
  • Aggiungi pure il mio, comprato come SOSTITUTO di un notebook in specifiche applicazioni (programmazione di pic, lettore di ebook, visione di film in vacanza, oltre alle naturali attitudini da netbook).
    Soddisfattissimo!

    Ah dimenticavo, mia moglie (che insegna all'università) lo usa per fare le presentazioni ai ragazzi (eh si ha l'USCITA video) e in treno per lavorare, comodissimo dovendosi portare solo 1,5kg di roba invece dei 4,5 del notebook che ormai usiamo solo a casa...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 aprile 2010 10.50
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: bitblaster
    > Aggiungi pure il mio, comprato come SOSTITUTO di
    > un notebook in specifiche applicazioni
    > (programmazione di pic, lettore di ebook, visione
    > di film in vacanza, oltre alle naturali
    > attitudini da netbook).
    >
    > Soddisfattissimo!
    >
    > Ah dimenticavo, mia moglie (che insegna
    > all'università) lo usa per fare le presentazioni
    > ai ragazzi (eh si ha l'USCITA video) e in treno
    > per lavorare, comodissimo dovendosi portare solo
    > 1,5kg di roba invece dei 4,5 del notebook che
    > ormai usiamo solo a
    > casa...
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 19 aprile 2010 10.50
    > --------------------------------------------------

    Benissimo, anche se nel tuo caso e in quello dei tuoi predecessori qui sopra c'è da dire che la cognizione di causa vostra e di riflesso anche delle vostre mogli e colleghi deriva da una cerca cultura informatica. Si evidenzia ciò dal fatto che state scrivendo su Punto Informatico, non sul forum di Novella2000. Però pensiamo a quanti "comuni mortali" hanno acquistato il netbook convinti di avere un notebook in miniatura? Sicuramente non è colpa dei produttori quanto dei rivenditori che a proprio vantaggio non avranno fatto dato un'informazione corretta. C'è da dire che lo stesso può accadere anche con i tablet, però in quel caso l'utente finale è più specifico, va a cercare la tavoletta proprio per quello che fa e, mi auguro, non in sostituzione del Computer di casa.
  • Concordo con te sulla cultura informatica.
    Per il resto però non ne sono convinto: l'altro gg accompagnavo un amico a comprare uno smartphone per la sua futura moglie, budget massimo 400 euro.

    Sul piatto un HTC Legend (android), un samsung Omnia2 (WM 6.5) e altri. iPhone escluso per il costo sia iniziale che delle app.
    Sai cos'ha scelto? l'Omnia2. E (sono utente WM e SO cosa vuol dire e che porcheria sia se non sai metterci le mani) sai perché l'ha scelto? Schermo grande, esteticamente è + carino e poi gli regalano un viaggio!
    Quindi niente a che fare con usabilità, utilità e funzionalità.

    Quindi credo che i venditori anche stavolta rifileranno di tutto a chiunque, e credo sia giusto così, se la gente non ha cura dei propri soldi fanno bene ad approfittarne. Una cosa si deve scegliere con cognizione di causa, informandosi almeno un minimo, non solo perché è carina...
  • - Scritto da: Redpill
    > Si evidenzia ciò dal fatto
    > che state scrivendo su Punto Informatico, non sul
    > forum di Novella2000.

    del resto questi argomenti sono dei veri cacciafi*BIP*a