Alessandro Del Rosso

Office 2010 pronto al debutto

Annunciata la RTM, si concludono i lavori per questa versione. Nelle prossime settimane la suite verrà messa a disposizione di OEM e partner. I consumatori dovranno attendere giugno

Roma - A conclusione di un processo di testing di proporzioni paragonabili a quello di Windows 7, verso la fine della scorsa settimana Office 2010 ha raggiunto lo stato di Release to Manufacturing (RTM). Ciò significa che la versione finale della rinnovata suite per l'ufficio è pronta per la stampa su DVD e la distribuzione ai produttori di PC.

Microsoft Office 2010"È il momento giusto per tornare ad esprimere la nostra sincera gratitudine alle oltre 5000 organizzazioni e partner che hanno collaborato con noi al rapido deployment e testing dei nuovi prodotti" ha commentato Takeshi Numoto, corporate vice president di Microsoft Office, in questo post. "Dall'inizio del beta testing pubblico nel novembre del 2009, la versione beta è stata scaricata da oltre 7,5 milioni di persone: un numero tre volte superiore a quello della beta del 2007" ha poi voluto evidenziare il dirigente.

Insieme alle edizioni 2010 delle applicazioni storiche di Office, quali Word, Excel, PowerPoint e Outlook, sono state rilasciate le versioni RTM anche di SharePoint 2010, Visio 2010 e Project 2010. La versione in lingua inglese di questi prodotti potrà essere scaricata dagli abbonati a MSDN e TechNet a partire dal 22 aprile. Pochi giorni più tardi, il 27 aprile, Microsoft comincerà a distribuire la nuova suite ai clienti con contratti Volume License (VL) e programma di manutenzione Software Assurance (SA): in questo caso il download del software potrà essere effettuato attraverso il Volume Licensing Service Center. I clienti VL privi di abbonamento SA potranno invece ottenere Office 2010 a partire dal primo maggio. In queste stesse date Microsoft metterà a disposizione degli utenti VL anche Office Web Apps, la versione web e gratuita di Office 2010.
Office 2010 diverrà infine disponibile nei negozi e sui nuovi PC intorno a metà giugno (Microsoft non ha ancora fissato una data precisa): per la localizzazione italiana potrebbe essere necessario attendere un po' di più.

Per quanto riguarda la disponibilità di Office Web Apps sul mercato consumer, Microsoft non ha ancora fornito alcun dettaglio. "Per i consumatori, Office Web Apps rimarrà al momento nello stato di technical preview" ha detto un portavoce dell'azienda.

Microsoft Office 2010Le edizioni di Office 2010 attualmente elencate sul negozio online di Microsoft sono tre: la Home and Student, dal prezzo di 139 euro, include Word 2010, Excel 2010, PowerPoint 2010 e OneNote 2010; la Home and Business, dal prezzo di 379 euro, comprende le stesse applicazioni dell'edizione precedente e vi aggiunge Outlook 2010; la Professional, con costo di 699 euro, include tutte le applicazioni delle altre edizioni più Publisher 2010 e Access 2010.

In USA il lancio ufficiale di Office 2010 per gli utenti business avverrà il 12 maggio: in tale occasione Microsoft ha programmato una serie di eventi che si terranno nelle principali città statunitensi.

Negli scorsi giorni Microsoft ha anche messo a disposizione del pubblico il download di Silverlight 4, la cui versione finale era stata annunciata una settimana e mezzo fa insieme a Visual Studio 2010 e MS.NET Framework 4.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaNiente pubblicità mirata in Office StarterDue dirigenti Microsoft hanno assicurato che le versioni gratuite di Office 2010, Starter e Web Apps non utilizzeranno i dati dell'utente per veicolare pubblicità mirate. Forniti anche nuovi dettagli su Office Starter 2010
  • TecnologiaOffice 2010, ultimi metri prima del traguardoMicrosoft ha messo a disposizione di un ristretto numero di tester la release candidate di Office 2010, una versione che dovrebbe anticipare quella finale di tre mesi al massimo. BigM non ha in programma nuove release pubbliche
  • TecnologiaOffice 2010 è già betaMicrosoft ha messo a disposizione di partner e sviluppatori una versione preliminare del suo pacchetto di produttività, la stessa che nei prossimi giorni potrà essere scaricata dal grande pubblico. Preview anche per Office via Web
127 Commenti alla Notizia Office 2010 pronto al debutto
Ordina
  • Facciamo finta che io abbia una ditta con X dipendenti e tutti devono utilizzare MsOffice e tutti devono avere ogni due anni la versione nuova.

    Decido di comperare la versione "OFFICE 2007 PROFESSIONAL UPGRADE ITA", mi costa circa 400 euro iva inclusa ( iva che poi posso scaricare ).

    Se la tengo per due anni, vorrebbe dire che mi costa 400/24 = 17 euro al mese.

    Per una ditta spendere 17 euro al mese per gli strumenti di lavoro è caro ?

    Diinverno forse è meglio spegnere il riscaldamento.
  • - Scritto da: pippo75
    > Facciamo finta che io abbia una ditta con X
    > dipendenti e tutti devono utilizzare MsOffice e
    > tutti devono avere ogni due anni la versione
    > nuova.
    >
    > Decido di comperare la versione "OFFICE 2007
    > PROFESSIONAL UPGRADE ITA", mi costa circa 400
    > euro iva inclusa ( iva che poi posso scaricare ).

    Noi con 79 € risolviamo il problema alla grande.

    http://store.apple.com/it/product/MB942T/A/iWork-0...

    Meno di un quarto della spesa e ci sono anche features che iWork ha e che Office non ha.

    Il problema è per chi non ha un Mac ma c'è OO che è anche gratuito.

    > Per una ditta spendere 17 euro al mese per gli
    > strumenti di lavoro è caro ?

    Per Microsoft Office? si è caro visto il rapporto costi/benefici.

    Fan LinuxFan Apple
  • Ditemi un utente professionale (che non faccia fotomontaggio) che usa apple. Ma per favore... Linux d'accordo ma apple: non c'è speranza... Sono ancora convinti che un pc deve essere legato a un os. E' un azienda ridicola: l'unica cosa che gli interessa e il loro aspetto esteriore. E de a qualcuno non piacce il bianco come a Jobs?
    non+autenticato
  • Un bel tacer non fu mai scritto...
  • - Scritto da: DevilOne
    > Ditemi un utente professionale (che non faccia
    > fotomontaggio) che usa apple.

    hmm... grafici, musicisti, giornalisti, studenti universitari... hmmm Newbie, inesperto
  • Lavoro in un laboratorio di ricerca nazionale (CNR), alcuni ricercatori usano hardware e software Apple, non parliamo di Linux.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo75
    > Facciamo finta che io abbia una ditta con X
    > dipendenti e tutti devono utilizzare MsOffice e
    > tutti devono avere ogni due anni la versione
    > nuova.
    >
    > Decido di comperare la versione "OFFICE 2007
    > PROFESSIONAL UPGRADE ITA", mi costa circa 400
    > euro iva inclusa ( iva che poi posso scaricare
    > ).
    >
    > Se la tengo per due anni, vorrebbe dire che mi
    > costa 400/24 = 17 euro al
    > mese.
    >
    > Per una ditta spendere 17 euro al mese per gli
    > strumenti di lavoro è caro
    > ?
    >
    > Diinverno forse è meglio spegnere il
    > riscaldamento.

    una domanda: le ore di lavoro perse a cercare di aprire documenti in "formati" troppo nuovi o troppo vecchi o a cercare di convertire macro e robacce del genere da una versione all'altra o a rifare il lavoro perso per i crash... queste ore di lavoro... i dipendenti le svolgono gratis?
    non+autenticato
  • No,
    la noleggi e la paghi molttoooooo meno!! I 400 sono il prezzo retail...


    - Scritto da: pippo75
    > Facciamo finta che io abbia una ditta con X
    > dipendenti e tutti devono utilizzare MsOffice e
    > tutti devono avere ogni due anni la versione
    > nuova.
    >
    > Decido di comperare la versione "OFFICE 2007
    > PROFESSIONAL UPGRADE ITA", mi costa circa 400
    > euro iva inclusa ( iva che poi posso scaricare
    > ).
    >
    > Se la tengo per due anni, vorrebbe dire che mi
    > costa 400/24 = 17 euro al
    > mese.
    >
    > Per una ditta spendere 17 euro al mese per gli
    > strumenti di lavoro è caro
    > ?
    >
    > Diinverno forse è meglio spegnere il
    > riscaldamento.
    non+autenticato
  • 17 euro al mese per ogni postazione che ti serve. 100 PC = 1700 euro al mese.

    lanf
    Lanf
    147
  • - Scritto da: Lanf
    > 17 euro al mese per ogni postazione che ti serve.
    > 100 PC = 1700 euro al mese.

    100PC = 100 stipendi = 1700*100 = almeno 170.000 lordi al mese.

    Chi ha 100PC e su tutti deve ogni due anni mettere sempre le ultime versioni di office?
    Se gli serve lo fa altrimenti no.
  • Non ho visto niente nelle versioni successive di microsoft office che valesse davvero il costo di un upgrade.
    non+autenticato
  • - Scritto da: AxAx
    > Non ho visto niente nelle versioni successive di
    > microsoft office che valesse davvero il costo di
    > un
    > upgrade.
    Il costo è di 70 euro circa per la versione Home, prezzo più che accettabile.
    Le nuove versioni sono estremamente più intuitive per chi parte da zero: vale la pena comprarlo.
    Te lo dice un utente mac che usa quotidianamente Office 2003/2007 per lavoro e iWork+Mellel a casa.
    non+autenticato
  • 70 euro? E esagerto!!!!!!A bocca aperta
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: AxAx
    > Non ho visto niente nelle versioni successive di
    > microsoft office che valesse davvero il costo di
    > un
    > upgrade.
    Ci sono tutti gli strumenti di collaborazione tipo SharePoint che, se usati bene, potrebbero veramente aiutare le aziende a gestire meglio i propri documenti.
    Ovviamente se sei l'unico a gestire i tuoi documenti o raramente fai documenti office in collaborazione (magari scrivi codice che va su cvs), la buona vecchia e-mail con l'Office che hai già bastano ed avanzano!!
    Se invece ti mandano spesso documenti fatti con versioni nuove c'è il kit di compatibilità di Office oppure Oo.
    non+autenticato
  • LaTex è un formattatore di testi molto potente, che produce documenti di eccellente qualità. E' utilizzato da moltissimi studenti e ricercatori in tutto il mondo.

    E' noto come formattatore di nicchia, perché all'utente medio sono riservate le note suite Office di Microsoft e OpenOffice. Ma, con un approccio più amichevole per spiegare come funziona, è abbordabile da tutti.

    E' un software completamente libero (quale altro formattatore di testi con questa licenza?) e gratuito. E' disponibile per tutti i sistemi operativi e funziona in modo eccellente su tutte le macchine.

    Necessità però di pazienza all'inizio. Non è un sistema convenzionale e per chi non lo conosce potrebbe creare qualche difficoltà. Quindi, per chi proprio non lo conosce, di seguito una breve guida facilissima per essere operativi da subito e vedere i risultati ottenibili con Latex.

    Installa l'elaboratore:
    Miktex per Windows: http://ftp.udc.es/CTAN/systems/win32/miktex/setup/...
    Mactex per Mac: http://sunsite.rediris.es/mirror/tex-archive/syste...
    Texlive per Linux: http://www.tug.org/texlive/acquire-netinstall.html (segui la guida per l'installazione), oppure trova Texlive nel Repository del tuo sistema operativo se disponibile.

    Installa l'editor del testo:
    WinEdt per Windows: http://www.winedt.com/work/winedt60.exe
    Questi per Mac: http://www.guit.sssup.it/installazione/mac_editor.... (non ho esperienza di quale sia il più consigliabile)
    Kile per Linux: http://kile.sourceforge.net/download.php (dovrebbe però trovarsi nel Repository)

    Apri l'editor, apri un nuovo documento bianco.
    Ora scrivi (o copi/incolli):

    \documentclass[a4paper,12pt]{article}
    \usepackage{latexsym}
    \usepackage[italian]{babel}
    \usepackage[latin1]{inputenc} %usa "latin1" in Windows, usa "UTF-8" in Linux e Mac
    \begin{document}
    Testo del documento
    \end{document}

    Elabora il documento nel classico *.pdf (ma anche il *.dvi è altrettanto valido).
    * Salva il documento
    * Cerca l'icona di Latex sulla barra degli strumenti del tuo editor (può essere l'icona "L", un orsetto con la scritta "Latex", o simili), oppure tra le varie tendine della barra dei menù, cerca la funzione "Latex".
    * Ora hai elaborato il documento e hai creato automaticamente un file .dvi nella cartella dove hai salvato il documento. Il .dvi ti dà già l'anteprima del file.
    * Se vuoi il file in formato .pdf, allora cerca il comando "pdflatex" o "dvi2pdf" nelle barre degli strumenti o nella barra dei menù, come prima.

    Finito! Ora hai il tuo documento in .pdf, pronto alla stampa, all'inoltro via mail, etc. Latex provvederà ad adottare tutte le norme editoriali italiane e a impostare l'aspetto del documento. Tu devi solo inserire il testo

    PS: se ti desse problemi la riga \usepackage[italian]{babel}, usa il Pack Manager del tuo elaboratore e cerca il pacchetto babel e italian. Se usi Linux, la procedura è un poco più complessa.

    Ovviamente questa è una guida rapida. Ho messo l'essenziale per essere operativi fin da subito. Per chi volesse approfondire, ecco una guida ottima: http://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:aDrhRY1g....
    Qui il forum di GUIT (Gruppo utilizzatori Italiani di TeX): http://www.guit.sssup.it/phpbb/index.php

    ___________

    Da: http://fiertel.blogspot.com/2010/04/un-formattator...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 aprile 2010 00.47
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: fiertel91
    > LaTex è un formattatore di testi molto potente,
    > che produce documenti di eccellente qualità. E'
    > utilizzato da moltissimi studenti e ricercatori
    > in tutto il
    > mondo.
    >
    per la redazione di articoli scientifici. Peccato che per il lavoro da ufficio non servano formattazioni particolari o inserire formule nel testo. Lo scopo del LaTex è più la redazione di libri o di articoli per riviste specialistiche del settore, generalmente di settore scientifico. Per la redazione di testi e lettere di natura commerciale rimane troppo scomodo rispetto a Office/OO.org.
    Senza considerare la difficoltà di importare tabelle e/o diagrammi da Calc/Excel e la difficoltà della stampa unione. Ecco perché in ufficio non si è mai affermato.
    E' un ottimo prodotto ma con troppo funzionalità inutili e troppo scomodo per l'utente medio.
  • - Scritto da: shevathas
    > per la redazione di articoli scientifici.

    E chi l'ha detto? Io lo uso per tutti i miei documenti. L'Office lo uso veramente pochissimo.

    > Peccato
    > che per il lavoro da ufficio non servano
    > formattazioni particolari o inserire formule nel
    > testo.

    Proprio perché non servono formattazioni particolari LaTeX è comodissimo: inserisci solo il testo e poi fa tutto lui. Per le formule non capisco cosa vuoi dire, mica devi inserirle per forza!

    > Lo scopo del LaTex è più la redazione di
    > libri o di articoli per riviste specialistiche
    > del settore, generalmente di settore scientifico.

    Non vedo perché. Quale sarebbe la limitazione? E perché io riesco lo stesso?

    > Senza considerare la difficoltà di importare
    > tabelle e/o diagrammi da Calc/Excel e la
    > difficoltà della stampa unione. Ecco perché in
    > ufficio non si è mai
    > affermato.

    Sì, questa è una funzione avanzata. Ma ci sono delle guide apposite. Altrimenti potrebbe servire l'Office in questo caso, che non è una consuetudine.

    > E' un ottimo prodotto ma con troppo funzionalità
    > inutili e troppo scomodo per l'utente
    > medio.

    Funzionalità inutili? Ma se di default ti impagina solo un testo? Il Word invece quante funzioni ha? Penso molto di più (vedi anche il peso del programma).
  • - Scritto da: fiertel91

    > Proprio perché non servono formattazioni
    > particolari LaTeX è comodissimo...

    Lo sarà per te. Non puoi applicare i tuoi criteri personalissimi a tutto il mondo.
    FDG
    10946
  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: fiertel91
    >
    > > Proprio perché non servono formattazioni
    > > particolari LaTeX è comodissimo...
    >
    > Lo sarà per te. Non puoi applicare i tuoi criteri
    > personalissimi a tutto il
    > mondo.

    Mica lo voglio applicare al mondo, che discorsi. Ma non venirmi a dire che dovrebbe essere un programma complicato perché non sono solitamente necessarie formattazioni particolari. E' l'esatto contrario: proprio perché non servono formattazioni particolari, LaTeX lo impagina lui stesso secondo le convenzioni tipografiche.

    Ma tu l'hai mai usato, o si parla solo ideologicamente?
  • - Scritto da: shevathas
    > - Scritto da: fiertel91
    [...]
    > E' un ottimo prodotto ma con troppo funzionalità
    > inutili

    può darsi... sicuramente però ha molte meno funzionalità inutili di M$ Office o di OpenOffice.org... soprattutto se l'essere utile o inutile delle funzionalità si misura sull'utilzzo che di fatto ne viene fatto dagli utenti...

    >e troppo scomodo per l'utente
    > medio.

    se ci si riferisce all'utente medio, lo stesso discorso vale anche per software queli M$ Office o di OpenOffice.org

    l'unica differenza è che l'utente medio -poltrone, passivo e inetto di natura- si è (solo un poco) abituato a questi software
    non+autenticato
  • Come già detto, LaTeX è uno strumento potentissimo e molto professionale, anche troppo professionale, tanto che non puoi pretendere che una segretaria inizi ad usarlo al posto di una suite office....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andreabont
    > Come già detto, LaTeX è uno strumento
    > potentissimo e molto professionale, anche troppo
    > professionale, tanto che non puoi pretendere che
    > una segretaria inizi ad usarlo al posto di una
    > suite
    > office....

    Un prodotto professionale deve necessariamente esser difficile da usare?
  • - Scritto da: fiertel91

    > Un prodotto professionale deve necessariamente
    > esser difficile da usare?

    Ma è WYSIWYG?
    FDG
    10946
  • - Scritto da: FDG
    > - Scritto da: fiertel91
    >
    > > Un prodotto professionale deve necessariamente
    > > esser difficile da usare?
    >
    > Ma è WYSIWYG?

    No, WYSIWYM. Ovvero, "quel che vedi è quel che intendi", ovvero il testo è strutturato già dalla sua stesura.
  • Sharepoint 2010 fornisce una quantità di strumenti di collaborazione che nessuno sul mercato è in grado di dare in una suite unica. Ed è perfettamente integrato con Office 2010. L'unico vero concorrente di Microsoft al momento è IBM (e non certo per Simphony) ma con questa versione di Sharepoint/Office/Exchange/OCS, IBM avrà il suo bel da fare per recuperare il terreno. Gli altri... o non esistono o sono nicchia!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > Sharepoint 2010 fornisce una quantità di
    > strumenti di collaborazione che nessuno sul
    > mercato è in grado di dare in una suite unica. Ed
    > è perfettamente integrato con Office 2010.
    > L'unico vero concorrente di Microsoft al momento
    > è IBM (e non certo per Simphony) ma con questa
    > versione di Sharepoint/Office/Exchange/OCS, IBM
    > avrà il suo bel da fare per recuperare il
    > terreno. Gli altri... o non esistono o sono
    > nicchia!

    il nick non te lo sei mica svelto a caso vero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: CCC

    > il nick non te lo sei mica svelto a caso vero?

    Si chiama ironia. Ma un commento un po' più tecnico, no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    >
    > Ma un commento un po' più
    > tecnico, no?

    per chi non ha bisogno di TUTTE le features di office
    (quindi una bella fetta di mercato)
    le soluzioni offerte da google sono una validissima alternativa
    a un prezzo stracciato e senza la minaccia del lock-in

    http://www.google.com/apps/intl/it/business/index....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Palmipedone
    > - Scritto da: Zucca Vuota
    > >
    > > Ma un commento un po' più
    > > tecnico, no?
    >
    > per chi non ha bisogno di TUTTE le features di
    > office
    > (quindi una bella fetta di mercato)
    > le soluzioni offerte da google sono una
    > validissima
    > alternativa
    > a un prezzo stracciato e senza la minaccia del
    > lock-in
    >
    > http://www.google.com/apps/intl/it/business/index.

    Questo viene fornito anche da Microsoft in forma gratutita e a pagamento. E perchè non ci sarebbe la minaccia del lockin con Google? A me sembra anche maggiore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    >
    > Questo viene fornito anche da Microsoft in forma
    > gratutita e a pagamento.

    intendi questo?
    http://workspace.officelive.com

    mmm mi sono iscritto, entro, NUOVO -> file di word
    "Installare setup.exe?"

    LOL! ma dove vogliono andare questi?


    > E perchè non ci sarebbe
    > la minaccia del lockin con Google? A me sembra
    > anche maggiore.

    google docs esporta in
    HTML, Word, Excel, PowerPoint, PDF, RTF, OpenOffice, Text, CSV

    office live in cosa esporta?

    sto leggendo da qui
    http://punto-informatico.it/2861235/PI/News/google...
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: CCC
    >
    > > il nick non te lo sei mica svelto a caso vero?
    >
    > Si chiama ironia. Ma un commento un po' più
    > tecnico, no?

    certo! come no!

    solo che viene difficile fare commenti tecnici parlando di Microsoft o di Apple o Google ecc. ecc. (senza fare torto a nessuno)...

    con questi "soggetti" la "tecnica" infatti risulta decisamente un argomento decisamente inferiore rispetto a tutto quello che invece si può dire parlando di marketing, di finanza volatile, di condizionamento sociale, di (tecno) controllo, di limitazione di diritti e libertà, di privacy, di consumismo, di sfruttamento delle risorse e della manodopera e via discorrendo...
    non+autenticato
  • ...come se il panorama dei DMS collaborativi non fosse quasi monopolizzato da software custom, ad hoc, personalizzato, su misura, chiamalo come vuoi.

    sharepoint per quanto carino e piacevole che sia ha ancora tutto da guadagnarselo il suo spazio

    personalmente non mi dispiace come sta venendo su, ma lo vedo ancora lungi dall'essere sufficientemente maturo per rispondere a tutte quelle necessità d'azienda cui deve far fronte un moderno DMS oggi: su tutti workflow, versioning e backup
    non+autenticato
  • - Scritto da: magnapatate

    > personalmente non mi dispiace come sta venendo
    > su, ma lo vedo ancora lungi dall'essere
    > sufficientemente maturo per rispondere a tutte
    > quelle necessità d'azienda cui deve far fronte un
    > moderno DMS oggi: su tutti workflow, versioning e
    > backup

    E di grazia cosa mancherebbe a Sharepoint 2010 per poter competere? I workflow sono stati migliorati (soprattutto per l'utente finale), il versioning è completamente supportato, il backup è ora molto più granulare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: magnapatate
    >
    > > personalmente non mi dispiace come sta venendo
    > > su, ma lo vedo ancora lungi dall'essere
    > > sufficientemente maturo per rispondere a tutte
    > > quelle necessità d'azienda cui deve far fronte
    > un
    > > moderno DMS oggi: su tutti workflow, versioning
    > e
    > > backup
    >
    > E di grazia cosa mancherebbe a Sharepoint 2010
    > per poter competere? I workflow sono stati
    > migliorati (soprattutto per l'utente finale), il
    > versioning è completamente supportato, il backup
    > è ora molto più
    > granulare.

    Intile che fai domande..
    devi renderti conto che qui non sanno neanche che cosa sia Sharepoint.
    Non ne conoscolo la scalabilità,la sua robustezza e facilità di customizzazione.
    Che giudizio ti aspetti?
    non+autenticato
  • nuove features, integrazione ancora piu' profonda con il sistema operativo, nuove esperienza lavorative, toolkit per la condivisione delle attivita' lavorativ,e vale il prezzo che costa etc etc.

    No, scusate, visto che non c'e' il solito leccasedere di microsoft, l'ho scritto io per lui... sara' mica malato?
    non+autenticato
  • ma smettila per favore...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)