Giorgio Pontico

Oracle: se vuoi ODF su Office, paghi

Gratuita fino a pochi giorni fa, ora la licenza del plugin realizzato da SUN costa 90 dollari e si può acquistare solo in stock. Per il resto di OpenOffice si vedrà

Roma - Rilasciato come plugin gratutito per esportare e importare Open Document Format documenti realizzati con Microsoft Office, il software presentato nel 2007 da SUN costa ora 90 dollari (65 euro) al pezzo.

Oracle, nuovo proprietario, veste i panni del grossista e annuncia che venderà licenze in stock da 100, costringendo gli acquirenti a una spesa minima di 9mila dollari (6.500 euro). Anche l'assistenza, un tempo gratuita, costerà 19,80 dollari (14,21 euro) all'anno per ogni utente.

Sul sito ufficiale di SUN campeggia un disclaimer con cui Oracle intende chiarire le proprie intenzioni ora che l'acquisizione è diventata realtà, dopo mesi di battaglie con gli uffici antitrust europei e statunitensi. L'azienda presieduta dal CEO Larry Ellison intende rivedere l'offerta dei prodotti SUN incorporandola con la propria, ma questa mossa non sembra essere piaciuta molto agli addetti ai lavori.
Oracle tiene dunque fede alle promesse fatte alle autorità mantenendo aperti i sorgenti dei prodotti SUN (il convertitore ODF è però closed source) intervenendo però sui prezzi. Due settimane fa aveva reso noto che Solaris 10, il sistema operativo sviluppato da SUN, non sarebbe stato più concesso gratuitamente agli utenti, i quali in alternativa all'esborso possono migrare sulla piattaforma alternativa OpenSolaris. Non è chiaro invece cosa accadrà alla suite di programmi da ufficio Open Office, per la quale Oracle ha annunciato di avere grandi piani.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
  • BusinessOracle ha deciso che fare di JavaA ridosso dell'acquisizione di Sun, Oracle ha reso note le sue strategie relative ai prodotti e alle tecnologie di Sun. Prima fra tutti Java, su cui l'azienda si prepara ad investire molto
  • TecnologiaOracle: pagherete per SolarisIl sistema operativo sarà gratuito solo per tre mesi. Poi o si sottoscrive un contratto di servizio o si migra verso OpenSolaris. Ma si teme ancora per il futuro della piattaforma a codice aperto
  • TecnologiaOracle non abbandonerà OpenOfficeRibadita l'intenzione di continuare ad investire nella suite open, e di volerla integrare con la propria piattaforma di prodotti e servizi orientati alle aziende
151 Commenti alla Notizia Oracle: se vuoi ODF su Office, paghi
Ordina
  • con questa licenza non c'è da temere per il prodotto che abbiamo oggi, il resto è fantasia
    non+autenticato
  • La LGPL è stata realizzata proprio per questo, da Stallman e dai pochi altri che erano stati capaci di prevedere una possibilità del genere,

    Ma in futuro, potrebbe non essere più sufficiente: anche un software protetto da LGPL (o da GPL) può essere "imprigionato", ed usato ad esempio per offrire un servizio online, con le caratteristiche di un software proprietario (devi pagare per usarlo, alcune funzioni possono essere bloccate, ti possono cambiare le condizioni in qualsiasi momento); e ciò sarebbe compatibile con la LGPL (se non ti do l'eseguibile, non sono tenuto a darti i sorgenti)

    Per questo, può essere utile affidarsi alla licenza AGPL, per il futuro.
    non+autenticato
  • Mi rendo conto che per la maggior parte degli utenti il fatto che l'ODF plugin sia ora a pagamento non cambia nulla: chi ha bisogno di leggere un file in formato ODF può scaricare OpenOffice, che è libero e gratuito.

    Il discorso cambia però in ambito enterprise, come l'Università di Verona dove lavoro. Nella nostra situazione, la suite MS Office esiste, è già pagata e per vari motivi va mantenuta, a fianco di soluzioni open. Per noi, il plugin era un importantissimo strumento che serviva per la coesistenza dei due mondi: tant'è che abbiamo deciso di rendere i formati ODF lo standard di Ateneo per lo scambio documenti.

    Sono molto contrariato per la decisione e per il pricing. Con quale criterio si è deciso quel prezzo? Ci conviene di più comprare MS Office piuttosto che il plugin per tutti i nostri utenti!

    E' in questo modo che Oracle pensa di attrarre clienti? Non riesco a capire quale strategia sia sottesa a questa decisione.

    Strade alternative per la conversione sono possibili, vedremo se riusciremo a sviluppare qualcosa noi. In caso positivo, lo distribuiremo con la stessa licenza di OpenOffice.
  • Guarda qualche discussione più su, l'utente "Ubunto" ha segnalato questa alternativa opensource al plugin a pagamento di oracle:

    http://odf-converter.sourceforge.net/
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 aprile 2010 14.49
    -----------------------------------------------------------
  • Grazie per la segnalazione; conosco quel progetto, purtroppo non ci basta. Supporta solo l'ODF 1.1, quindi le ultime versioni di OpenOffice (ODF 1.2) darebbero problemi.

    Credo proprio che proveremo a sviluppare il nostro convertitore, ho l'OK del mio dirigente. Speriamo bene.
  • Scusate ma se in università avete Office perché non usare eventualmente il vecchio *.doc oppure l'rtf per i documenti per uso interno e l'rtf/pdf per quelli da dare all'esterno ?
    usare l'odf avrebbe senso se si pianifica a breve una migrazione ad Open Office altrimenti rimane solo una scelta snobbistica ed antieconomica.

    > Credo proprio che proveremo a sviluppare il
    > nostro convertitore, ho l'OK del mio dirigente.
    > Speriamo
    > bene.

    poi potresti far sapere tempi e impegno per lo sviluppo, tanto per avere un idea di questi costi, costi che nella diatriba M$O vs OO in moltissimi casi vengono ignorati bellamente.
  • - Scritto da: shevathas
    > Scusate ma se in università avete Office perché
    > non usare eventualmente il vecchio *.doc oppure
    > l'rtf per i documenti per uso interno e l'rtf/pdf
    > per quelli da dare all'esterno

    usiamo effettivamente il PDF per parte dei nostri documenti; l'rtf non è sufficientemente standardizzato, e poi, come faremmo per i file .xls e .ppt? Una migrazione (forse è meglio dire affiancamento) a OpenOffice è effettivamente in progetto. A livello di Ateneo, abbiamo deciso per vari motivi di supportare i formati di file standard ISO, da cui la scelta di non usare il .doc come standard.

    > > Credo proprio che proveremo a sviluppare il
    > > nostro convertitore, ho l'OK del mio dirigente.
    > > Speriamo
    > > bene.
    >
    > poi potresti far sapere tempi e impegno per lo
    > sviluppo, tanto per avere un idea di questi
    > costi, costi che nella diatriba M$O vs OO in
    > moltissimi casi vengono ignorati
    > bellamente.

    spero di potervi far sapere a breve...
    Grazie, Guido
  • - Scritto da: Guido Gonzato

    [...]

    > Credo proprio che proveremo a sviluppare il
    > nostro convertitore, ho l'OK del mio dirigente.
    > Speriamo
    > bene.

    Credo che potrebbe essere interessante creare una comunità di sviluppo di un plugin del genere... magari partendo da uno dei progetti open già disponibili.
    Con un po' di organizzazione e di lavoro preliminare, secondo me, è possibile raccogliere diversi soggetti interessati a vario titolo a contribuire alla realizzazione di un progetto del genere.
    Se la cosa ti interessa fammi sapere... io mi propongo volontario!!! Sorride

    Se ti interessa la cosa fammi sapere
    non+autenticato
  • Perché Open Office non è MIGLIORE di Microsoft Office?

    Se fosse migliore, non sarebbero risolti tutti i problemi? Il migliore, a costo zero, chi non lo sceglierebbe?

    La verità è che Open Office non è migliore e non potrà MAI essere migliore di Microsoft Office, per la semplice ragione che Open Office è stato condannato ad assomigliare ad ogni costo a Microsoft Office (che di per se è un cesso di software, quindi non ci vorrebbe molto a superarlo).
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Perché Open Office non è MIGLIORE di Microsoft
    > Office?
    >
    > Se fosse migliore, non sarebbero risolti tutti i
    > problemi? Il migliore, a costo zero, chi non lo
    > sceglierebbe?
    >
    > La verità è che Open Office non è migliore e non
    > potrà MAI essere migliore di Microsoft Office,
    > per la semplice ragione che Open Office è stato
    > condannato ad assomigliare ad ogni costo a
    > Microsoft Office (che di per se è un cesso di
    > software, quindi non ci vorrebbe molto a
    > superarlo).

    Sono d'accordo con te, ma ritengo che se la GUI non fosse così somigliante allora la gente continuerebbe ad usare MS Office senza neppure pensarci. Il problema è che la gente a casa cracka e a lavoro paga l'azienda. Le migliorie che ha MS Office sono così necessarie per tutti gli impiegati del mondo? Ho i miei dubbi, onestamente. Ma sono sicuro che, su 20 impiegati, se sostituisci MS Office 2003/2007 con un qualsiasi altro software, almeno la metà perde di produttività. Il mondo è pieno di persone che imparano a fare le cose ripetitivamente e senza pensare... Si abituano. Se gli togli il loro Windows XP/Vista/Sette e gli metti qualsiasi altro sistema operativo si scorderebbero anche come si clicka. Ho conosciuto persone che ti telefonano se gli si sposta un'icona, totalmente convinte che l'avesse spostata un virus...
    non+autenticato
  • Purtroppo deve assomigliargli, per evitare che l'utente si trovi spiazzato e non pensi di essere di fronte ad un sistema diverso che non gli garantisce le stesse funzioni del precedente. E' una politica a mio avviso vincente, almeno sino a quando non guadagnerà una diffusione e popolarità tali da permettersi di stravolgere le regole
    non+autenticato
  • Nel mondo reale, non in quello dei fanboy, per mia esperienza diretta, gli utonti hanno con OO.org tutto quanto gli serve per fare il alvoro quotidiano.
    Ovvio che deve assomigliare a office, altrimenti il know-how nel fare certe cose si perde (gli utonti non sono informatici).

    Qui ci sono solo 3 macchine con OO (di cui una è la mia, che talvolta serve per "scusa, ma non riesco ad aprire questo importantissimo documento. Tu ci riesci?"), ma anche in posti full- OO.org il problema più grosso che ho avuto era elaborare velocemente un file di Powerpoint bello ciccione.

    Apportate alcune migliorie, anche questo è andato. E' un problema? beh, potrebbe esserlo, è vero... ma non lo recluto un buon motivo per non passare ad Open Office.

    Qui non mi occupo di quegli aspetti (almeno il problema non è mai stato posto, ovvero "quando spendiamo con sta min*ia di office??? 30.000 €???) ma sto comunque, quando posso, spingendo la causa.

    perchè qui, come in centinaia di posti nel mondo, MS Office è un "di più" che non interessa a nessuno.
    non+autenticato
  • Quindi dovrebbe somigliare a...?
    Ma lascia stare, tanto so già la rispostaCon la lingua fuori
    Funz
    13000
  • - Scritto da: ruppolo
    > Perché Open Office non è MIGLIORE di Microsoft
    > Office?
    >
    > Se fosse migliore, non sarebbero risolti tutti i
    > problemi? Il migliore, a costo zero, chi non lo
    > sceglierebbe?
    >
    > La verità è che Open Office non è migliore e non
    > potrà MAI essere migliore di Microsoft Office,
    > per la semplice ragione che Open Office è stato
    > condannato ad assomigliare ad ogni costo a
    > Microsoft Office (che di per se è un cesso di
    > software, quindi non ci vorrebbe molto a
    > superarlo).

    Sono d'accordo. So che sembra strano, ma dico sul serioCon la lingua fuori
    Scopiazzando e basta si impedisce di dare al programma una propria identità, il che non lo aiuta certo a distinguersi nell'attuale mercato del software. La gente comune continuerà a vederlo sempre come l'Office gratis (dizionario UtenteMedio-Informatica: Office = Microsoft Office) e a chiedersi "se fa quello che fa Office", non "cosa fa OpenOffice.org".
    Shiba
    4062
  • Forse una cosa non è ben chiara. Dall'articolo in effetti ho fatto un po' di difficoltà a capire di cosa parlassero. Questo plugin serve solo per aprire gli ODF in MS Office versione 2000 e 2003 (mi pare che per 2007 non fosse mai stato reso disponibile). Ora, chi volesse aprire gli ODF non farebbe prima a scaricarsi OpenOffice invece di comprare un plugin? O ancora, non potrebbe chiedere di fornire il documento in PDF, RTF o DOC (visto che OO li supporta entrambi)?

    Inoltre non ho letto le specifiche di Office 2010 perché ho abbandonato MS da un po', ma non vi è già un supporto MS dedicato a questo formato visto che è diventato uno standard ISO?

    Io non credo che ci sia da preoccuparsi più di tanto, onestamente non vedo nemmeno un mercato così ampio per questo plugin

    Riferimenti: http://punto-informatico.it/2033708/PI/News/sun-co...
    non+autenticato
  • > (mi pare che per 2007 non fosse mai stato reso
    > disponibile).

    non ho file ODF per provare, ma word dovrebbe aprirli senza problema.

    > farebbe prima a scaricarsi OpenOffice invece di
    > comprare un plugin?

    è quello che pensavo, ma forse siamo troppo svegli.
  • - Scritto da: Valeren
    > Ti stai ruppolizzando?
    > http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2862074&m=286

    <LUKE>
    nnnnnnnnnNNNNNNNNOOOOOOOOOOOOOooooooooooo....!!!!!!
    </LUKE>
    Funz
    13000
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)