Giorgio Pontico

Backbone lesionata, connessione a rilento

Navigazioni rallentate dall'Egitto al Pakistan a causa di una parziale rottura di una cavo sottomarino. Riparazione in mare in corso

Roma - Nel 2008 le ancore di due navi tranciarono i cavi di SeaMeWe-4 (South East Asia-Middle East-Western Europe-4), una importante backbone sottomarina lunga più di 20mila chilometri che passando per il canale di Suez collega l'Asia all'Europa. Ora è stato rilevato un ulteriore guasto, che starebbe rallentando fortemente la rete del Medioriente: secondo i primi accertamenti non si tratta di una lesione completa ma solamente parziale, sufficiente tuttavia a rendere inoperativa la struttura.



Una nave preparata appositamente per questo tipo di interventi di riparazione è già sulle coordinate del danno, localizzate nel Mar Mediterraneo, alla ricerca del cavo, che dovrebbe essere portato in superficie e riparato in loco. Per ora i problemi si sono registrati dall'Egitto al Pakistan, costretti ad affidarsi solamente ai vecchi cavi SeaMeWe-3 e FLAG, che garantiscono prestazioni decisamente inferiori.
Rispetto alla situazione del 2008, il danno sembra dunque di entità più lieve: in quell'occasione vennero interrotte ben quattro backbone e la perdita di connettività coinvolse 15 paesi. Entro la fine dell'anno dovrebbero entrare in servizio nel corso dell'anno cinque nuovi cavi sottomarini che dovrebbero alleggerire la dipendenza da SeaMeWe-4.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
  • AttualitàLa strana febbre dei cavi sottomariniAncora fibre ottiche che saltano, ventimila leghe sotto i mari. E dopo il quinto episodio, parlare di coincidenza è sempre più difficile. Domande senza risposta, mentre si lavora al ripristino
  • AttualitàDue navi tagliarono i cavi?Le autorità portuali di Dubai hanno confermato il temporaneo fermo di due navi, sospettate di aver causato la rottura dei festoni degli Internet backbone
22 Commenti alla Notizia Backbone lesionata, connessione a rilento
Ordina
  • ma possibile che si rompe sempre quella?
    non+autenticato
  • Ma internet non doveva essere quella fantastica tecnologia in grado di resistere ad un attacco nucleare per consentire ai comandi militari di continuare a chattare e mandarsi video porno in streaming? E scopriamo invece che basta tagliare un cavo sottomarino e non funziona più niente?

    Che siano scie chimiche sottomarine?
    Squali addestrati da Bin Laden (nelle piscine delle grotte dell'Afghanistan) ad addentare i cavi?
    Avete chiesto a Giacobbo di Voyager?

    Forse è una specie aliena che per tutelare l'umanità dalla dissoluzione morale dovuta al porno e al poker thm di internet ha deciso di tagliare tutti i cavi sottomarini.

    Adios.
  • Dove è scritto che non funziona più niente? Mai sentito parlare di ridondanza? Il problema è la maggiore congestione, non il totale distacco dalla rete.
    non+autenticato
  • Maggiore congestione dovuta all'utilizzo di cavi più datati e con minore banda passante.
    non+autenticato
  • Da palermo passa una backbone e la telecom non riesce a fornirmi neanche il 7 mega?? e devo stare ancora con la 56K quando i miei colleghi italiani mediamente hanno la 4 MBps?

    Viva l'Itaglia
    non+autenticato
  • Eh, beh, ma mica si possono cambiare i doppini di rame del '32 così da un giorno all'altro... XD
    Ma fra un po' la nave per le riparazioni dovrebbe passare per di la, poi aggiusta tutto!

    - Scritto da: Siciliano
    > Da palermo passa una backbone e la telecom non
    > riesce a fornirmi neanche il 7 mega?? e devo
    > stare ancora con la 56K quando i miei colleghi
    > italiani mediamente hanno la 4
    > MBps?
    >
    > Viva l'Itaglia
    non+autenticato
  • Quando ho fatto il politecnico, un mio professore si occupava di studiare un protocollo in grado di "spingere" i doppini ad alte velocità. Su doppini relativamente nuovi erano arrivati a fare 30Mb sulla distanza di 25Km, tant'è che da Torino erano riusciti a collegare un paesino della Val di Susa    con una connessione ad alta velocità.
    Credo che la Telecom non abbia mai avuto scuse ma anche dove c'è una legge regionale che obbliga a fornire la connessione a banda larga, c'è una clausola che diche che deve essere almeno a 640Kb/s...così anche dove si potrebbe piazzare un 7+ Mb/s, la gente ha il 640...
    Lo stesso professore ci raccontò che fino ad alcuni anni fa c'era il problema degli squali, che sentivano la corrente che scorreva nei cavi di alimentazione degli amplificatori (allegati alla fibra) e "addentavano" la dorsale pensando fosse una preda.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nick
    > Quando ho fatto il politecnico [cut]

    Credo sia una cosa simile all'adsl... ma potrei pure sbagliarmi.

    > Credo che la Telecom non abbia mai avuto scuse [cut]

    E qui l'amico Siciliano sottolineava giustamente (ma sfortunatamente Perplesso ) che siamo in Itaglia... semplicemente ironizzavo per strappargli un sorriso, magra consolazione!

    > Lo stesso professore ci raccontò che fino ad
    > alcuni anni fa c'era il problema degli squali,
    > che sentivano la corrente che scorreva nei cavi
    > di alimentazione degli amplificatori (allegati
    > alla fibra) e "addentavano" la dorsale pensando
    > fosse una
    > preda.

    Questo è interessante, e a suo modo grottescamente divertente. Chissà che non gli roviniamo la vita, ai poveri squali, con tutte le nostre schifezze tecnologiche! :-/
    non+autenticato
  • > Credo sia una cosa simile all'adsl... ma potrei pure sbagliarmi.

    Abbastanza simile. Solo che ha una portata maggiore e a velocità più alta.

    > Questo è interessante, e a suo modo grottescamente divertente. Chissà che > non gli roviniamo la vita, ai poveri squali, con tutte le nostre schifezze > tecnologiche!

    Almeno ora le dorsali sono schermate meglioA bocca aperta Non credo che la fibra fosse molto buona da addentare...
    non+autenticato
  • Il limite del doppino non sono certo i 7Mb...allora come farebbe la gente ad avere i 20Mb senza fibra ottica in casa?

    Il problema è altrove...e riguarda l'adeguamento delle centrali prima di tutto e poi del collegamento fra di loro, che dovrebbe essere rigorosamente in fibra ottica per dare a tutti una banda decente anche nelle ore più congestionate.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nick
    > Quando ho fatto il politecnico, un mio professore
    > si occupava di studiare un protocollo in grado di
    > "spingere" i doppini ad alte velocità. Su doppini
    > relativamente nuovi erano arrivati a fare 30Mb
    > sulla distanza di 25Km, tant'è che da Torino
    > erano riusciti a collegare un paesino della Val
    > di Susa    con una connessione ad alta
    > velocità.
    > Credo che la Telecom non abbia mai avuto scuse ma
    > anche dove c'è una legge regionale che obbliga a
    > fornire la connessione a banda larga, c'è una
    > clausola che diche che deve essere almeno a
    > 640Kb/s...così anche dove si potrebbe piazzare un
    > 7+ Mb/s, la gente ha il
    > 640...
    > Lo stesso professore ci raccontò che fino ad
    > alcuni anni fa c'era il problema degli squali,
    > che sentivano la corrente che scorreva nei cavi
    > di alimentazione degli amplificatori (allegati
    > alla fibra) e "addentavano" la dorsale pensando
    > fosse una
    > preda.

    Miiii... e io l'ho detto per scherzo dello squalto transgenico!!!
    Eh certo se a Torino inventano una cosa nuova, sicuramente gli alti papaveri dell'indistria italiana se ne fregano ALLA GRANDE.
    Semmai se trapela l'idea ci saranno gli americani che ci pensano a farla loro e a brevettarla. Se non ci arrivano gli americani, magari lo faranno i cinesi. Ma noi mai PER LA CARITÀ!!Arrabbiato
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 aprile 2010 14.15
    -----------------------------------------------------------
  • Le placche terrestri si stanno spostando, lesionando o tranciando i cavi. Ma questo loro non ce lo diranno mai. E purtroppo per noi il peggio deve ancora arrivare (i vulcani islandesi sono solo un "assaggio" di cio' che ci aspetta...leggasi slittamento polare).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    > Le placche terrestri si stanno spostando,
    > lesionando o tranciando i cavi. Ma questo loro
    > non ce lo diranno mai.

    Eh, sì... è in corso un grave oscuramento dei dati per non farci sapere che fra un po' non avremo più Internet! Anzi, mi stupisco di come abbiano potuto anche solo permettere che una notizia come questa trapelasse! >Deluso
    Ultimamente loro non sono più efficienti come una volta...

    > E purtroppo per noi il
    > peggio deve ancora arrivare (i vulcani islandesi
    > sono solo un "assaggio" di cio' che ci
    > aspetta...leggasi slittamento
    > polare).

    Ma tanto che ci frega... nel 2012 finisce il mondo...
    non+autenticato
  • > Ma tanto che ci frega... nel 2012 finisce il
    > mondo...
    No, solo un pò più di sfiga del solito... Perplesso
  • - Scritto da: Mario
    > Le placche terrestri si stanno spostando,
    > lesionando o tranciando i cavi. Ma questo loro
    > non ce lo diranno mai. E purtroppo per noi il
    > peggio deve ancora arrivare (i vulcani islandesi
    > sono solo un "assaggio" di cio' che ci
    > aspetta...leggasi slittamento polare).

    Macche' e' tutta colpa del p2p che far passare i dvd dentro ai cavi li consuma come dicono i videotecari.
    krane
    22544
  • Sì, e la gente che organizza la posa di strutture del genere non tiene conto del fatto che le placche si spostino. Anzi, non lo sa proprio!
    Ma per piacere...

    E cos'è la storia dei vulcani islandesi che sono sono un assaggio? Slittamento polare? Forse PI non è il luogo più adatto per discuterne, ma mi piacerebbe saperne di più (leggasi: farmi due risate)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    >
    > Le placche terrestri si stanno spostando,
    > lesionando o tranciando i cavi. Ma questo loro
    > non ce lo diranno mai.

    io ho sentito dire che sia stato bin laden
    armato di bombole e seghetto!
    non+autenticato
  • No. è una squalo transgenico che va matto per plastica, metalli, gomma, fibre ottiche, cavi e soprattutto sacchetti di plastica.
  • E le scie chimiche ?
    non+autenticato
  • vulcani islandesi?

    sarebbe giusto aggiungerci pure lo tsunami nel sud est asiatico ( e le migliaia di terremoti che ne sono seguiti ), i terremoti in Cina, Cile e Baja California

    che la terra si stia muovendo un pò troppo solo un ottuso non riuscirebbe a vederlo
    non+autenticato
  • Già si muove da almeno 4 miliardi e 600 milioni di anni...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    > Le placche terrestri si stanno spostando,

    L'Africa ci sta venendo addosso a 2 cm/anno! Spostiamoci in fretta o bombardiamoli, altrimenti in capo a qualche milione di anni ci ritroveremo invasi dagli islamici e dai negri!

    > lesionando o tranciando i cavi. Ma questo loro
    > non ce lo diranno mai. E purtroppo per noi il
    > peggio deve ancora arrivare (i vulcani islandesi

    che notoriamente stanno nel mediterraneo... ti concedo però che alcune dorsali passano pure da lì (compresa la dorsale atlantica).

    > sono solo un "assaggio" di cio' che ci
    > aspetta...leggasi slittamento
    > polare).

    Spiega, spiega questa che ridiamoA bocca aperta
    Cos'è, una nuova gara coi cani da slitta? Rotola dal ridere

    E comunque: moriremo tutti!
    Funz
    12995