Giorgio Pontico

Schmidt: Chrome OS cambierÓ il mercato

Il CEO di Google ne Ŕ convinto. Il sistema operativo sfornato da Mountain View potrebbe essere il primo vero avversario di Windows da vent'anni a questa parte

Roma - Dopo essere stato annunciato a luglio 2009, per Chrome OS è quasi tempo di dare l'assalto al mercato al fianco dei produttori di PC con i quali negli ultimi mesi sono stati stretti accordi di collaborazione. In attesa del suo debutto, è stato Eric Schimidt a dare qualche informazione in più circa le cifre che dovranno sborsare gli utenti che vorranno acquistare un netbook armato con Chrome OS.

Il CEO di Google ha indicato come prezzo base cifre che variano da 300 a 400 dollari per un netbook capace di caricare il sistema operativo in pochi secondi e proiettare l'utente sulla Rete subito dopo. Alcuni addetti ai lavori fanno notare come quello indicato da Schimdt corrisponda al prezzo medio di un normale netbook venduto con Windows 7, e che un sistema operativo free dovrebbe quantomeno limare i costi.

Tuttavia è stato nuovamente Schmidt a chiarire che il prezzo è determinato dalle spese effettuate per arricchire l'offerta software della piattaforma.
In ogni caso Schimdt rimane convinto che Chrome OS costituisca il primo vero avversario di Windows da oltre due decenni, e che il suo impatto sul mercato potrebbe far vacillare il primato del sistema operativo di Microsoft: "Se ci pensate - ha spiegato il numero uno di BigG - non c'è stata negli ultimi venti anni una piattaforma vincente in questo settore".

Giorgio Pontico
Notizie collegate
  • TecnologiaChrome OS in anteprima sui netbookGrazie ad alcune immagini modificate di Chrome OS, il sistema operativo di Google pu˛ essere provato in modalitÓ live su diversi netbook, incluso il mini 10v di Dell
  • TecnologiaAcer scommette su Chrome OS ed ebookNel corso dell'anno il produttore taiwanese ha in programma l'introduzione di alcuni tra i primissimi netbook basati sul sistema operativo Chrome OS di Google e l'ingresso sul mercato degli ebook reader
  • TecnologiaGoogle: ecco a voi Chrome OSQuattro mesi dopo il primo annuncio BigG mostra la sua creazione e mette a disposizione i sorgenti. Mantenute le promesse fatte a luglio: ma si partirÓ ufficialmente solo nel 2010
57 Commenti alla Notizia Schmidt: Chrome OS cambierÓ il mercato
Ordina
  • Di proclami anti windows ne abbiamo già sentiti, ma siamo ancora qui ad utilizzarlo....
    non+autenticato
  • TU sei ancora lì ad utilizzarlo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: carlo calindri
    > Di proclami anti windows ne abbiamo già sentiti,
    > ma siamo ancora qui ad utilizzarlo....

    plurale majestatis?
    certo, io uso *anche* windows, ma solo dove sono obbligato
  • - Scritto da: carlo calindri
    > Di proclami anti windows ne abbiamo già sentiti,
    > ma siamo ancora qui ad
    > utilizzarlo....

    Noi chi? Io sono 11 anni che praticamente non lo uso più.
    non+autenticato
  • parla per te, sono 2 anni che non vedo più un windows
    non+autenticato
  • Parla per te XD
    non+autenticato
  • Ciao a Tutti !

    In effetti è dall' annuncio di ChromeOS che non vedo l' ora del suo arrivo ufficiale, tuttavia non sono completamente d'accordo con quanto afferma il sig. Schimidt, specialmente sul prezzo di un netbook.
    Mi spiego, a tutt' oggi non mi è chiaro cosa sia, o forse sarebbe meglio dire cosa VOGLIA essere un netbook, per ora si tratta di notebook più piccoli e con hardware limitato che non fanno girare benne un fico secco.
    ChromeOS potrebbe finalmente dare un senso a tutto questo, ovvero un sistema operativo minimale che serva a portare l' utente su Internet il più velocemente possibile utilizzando un terminale estremamente economico.
    Spero tra l' altro che ChromeOS ed Andorid NON convergano in un' unica piattaforma, magari diventare "interoperabili" (qualunque cosa significhi) ma fondersi no, sono prodotti diversi dedicati a mercati diversi.
    Android è un VERO OS che deve poter gestire un terminale potente e complesso che può essere sia un smartphone avanzato che un tablet o perchè no, una console per videogiochi ... ma si sta comunque parlando di macchine piuttosto potenti e che devono essere il più versatili possibile.
    Chrome OS deve essere praticamente solo un Browser "arricchito" e poco più con richieste hardware il più limitate possibili per girare su dispositivi economici e per forza di cose poco versatili (al massimo mi può fare da lettore MP3 ma scordiamoci i film in HD), dove il basso costo finale e l' autonomia sono il requisito fondamentale.

    Staremo a vedere.
  • Ottimo, se costasse 50 $ in versione desktop o 100$ in versione notebook.
    Altrimenti se costa di più è difficile che la gente non voglia ANCHE che ci girino film in HD (più altre 1000 cose inutili).

    C'è da domandarsi allora se i produttori di hardware siano interessati ai bassi margini di guadagno che prezzi del genere garantiscono nei mercati "industrializzati", dove si è sempre voluta evitare l'ipotesi di prodotti "economici" relegandoli ai paesi in via di sviluppo.

    Fortuna che ci sono i cinesi, che potrebbero bellamente infischiarsene di tutto ciò e invadere il mondo con questi prodotti ultraeconomici ma che ti danno un pieno accesso internet.
  • - Scritto da: The_GEZ
    > Chrome OS deve essere praticamente solo un
    > Browser "arricchito" e poco più [...]

    Scusa, senza risultare offensivo, ma *deve* perchè ce lo dici te? Ma glielo hai detto a BigG? Diglielo, prima che sia troppo tardi ...
    Secondo me te non hai davvero la minima idea di cosa sia un sistema operativo, di come definirlo, di quali ne siano i requisiti.
    non+autenticato
  • Ormai è chiaro. Microsoft è il nemico assoluto. Non tanto per gli utenti quanto per praticamente tutte le altre aziende. E' potente Microsoft e ha tanti soldi, ha il potere dell'OEM, ma se si riesce a scardinarle questo vantaggio, allora potrebbe dissolversi come un enorme e pesantissimo mostro di ghiaccio portato nel deserto. Resiste solo grazie al potere di due soli prodotti: Windows e, secondariamente, Office, per tutti gli altri settori ci ha provato a infilarsi, ma visto che non aveva il monopolio ha miseramente fallito.

    Inutile farle multe, bisogna colpirla al cuore: Windows. Si inizia con i netbook chiaramente (ci hanno provato con delle improbabili e ridicole distribuzioni custom di linux, tentativo che è stato solo deleterio per il pinguino), se si riesce a fare capire alla gente che ci può essere molto di meglio, questi cominceranno ad abituarsi e a chiedersi se magari non lo possono mettere anche sul PC di casa.
    E chromeOS è linux, non ce lo dimentichiamo. Le api di linux sono molto più stabili e standard di 10 anni fa. E se si diffonde, i vendor potrebbero decidere di supportarlo con driver e software ad hoc.

    Microsoft è il nemico totale, le uniche aziende che potrebbero soffrire di un'eventuale sconfitta sono le sparagestionali e tutte le aziende che hanno basato tutto il loro lavoro sui prodotti Microsoft. Peggio per loro, dovranno cambiare o saranno trascinate sul fondo.

    Non ci è riuscita neanche Apple a colpirla. Ma adesso ci sta provando google, non ve ne accorgete?

    Già da anni sta operando una lenta manovra di accerchiamento, vedi google docs, vedi android che sta facendo sembrare Windows Mobile roba da vecchietti (e non ve ne uscite con Windows 7 mobile, siamo seri!), ora ChromeOS. La manovra è lenta ma efficace, google è giovane, scattante, Microsoft è un dinosauro, relegata a un modello di business vecchio di 40 anni (ancora ste licenze d'uso, eddai!), a un sistema operativo che per forza di cose si tira dietro la vecchiaia dei suoi anni, al di la degli sbirluccichii, dei riscaldamenti e delle nuove DirectX.

    Potrebbe essere un nuovo rinascimento informatico. Il bersaglio è ormai nel mirino, è ora di fare fuoco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enterprise Profession al

    ChromeOS è un surrogato di sistema operativo che non potrà mai e poi mai rimpiazzare windows, almeno non così come lo hanno presentato.
    E' un aborto di mega browser con dentro applicazioncine cloud-based. Meglio android a sto punto.
    Oltreutto vogliono proporre i netbook con ChromeOS allo stesso prezzo di windows...non hanno capito veramente una mazza questi idioti, cosa dovrebbe spingere un utente a fare un salto nel buio per lo stesso prezzo? Solo perchè c'è scritto google? Sveglia, non siete la apple che attira per il marchio.

    Prevedibile un mega flop colossale, molto peggio del nexus one.
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: Enterprise Profession al
    >
    > ChromeOS è un surrogato di sistema operativo che
    > non potrà mai e poi mai rimpiazzare windows,
    > almeno non così come lo hanno
    > presentato.
    > E' un aborto di mega browser con dentro
    > applicazioncine cloud-based. Meglio android a sto
    > punto.

    beh fino ad oggi veramente si è visto ben poco

    quelle applicazioni RIA se saranno usabili offline non avranno nulla da invidiare a windows e i suoi programmi

    e poi vuoi mettere il fatto che chromeos è praticamente blindato contro i virus?

    > Oltreutto vogliono proporre i netbook con
    > ChromeOS allo stesso prezzo di windows...non
    > hanno capito veramente una mazza questi idioti,
    > cosa dovrebbe spingere un utente a fare un salto
    > nel buio per lo stesso prezzo? Solo perchè c'è
    > scritto google? Sveglia, non siete la apple che
    > attira per il
    > marchio.
    >

    beh certo il nome google dà più fiducia di quello microsoft e poi non stai considerando il fatto che i netbook con chromeos sono pensati per la mobilità estrema e il cloud computing, quindi si rivolgono al 90% alle aziende

    ma il punto sarà che tipo di applicazioni riusciranno a portare su chromeos

    se chromeos ti garantisce un sistema zero configuration, senza rogne con virus, spyware e compagnia e totale interoperabilità ( persino i giochi secondo google gireranno nel browser tramite webgl ) non ci sarà motivo di scegliere windows

    ma le somme si potranno tirare solo dopo l'avvento dei cortex a9 e il prevedibile boom degli smartbook

    atom fa pena ed è inutile che lo neghiamo, cortex a9 vuole colmare questo gap unendo ad un sistema abbastanza potente un'autonomia d'uso senza eguali

    > Prevedibile un mega flop colossale, molto peggio
    > del nexus
    > one.

    staremo a vedere, magari sarà invece un grande successo come android
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > beh fino ad oggi veramente si è visto ben poco
    >

    Scusa, non l'hai vista la presentazione di chromeos? E' un aborto...

    > e poi vuoi mettere il fatto che chromeos è
    > praticamente blindato contro i
    > virus?
    >

    Blindato è una parola grossa...ancora non c'è in giro ufficialmente, è difficile capire se è veramente così, oppure basta una cazzata a farlo cadere.

    > beh certo il nome google dà più fiducia di quello
    > microsoft e poi non stai considerando il fatto
    > che i netbook con chromeos sono pensati per la
    > mobilità estrema e il cloud computing, quindi si
    > rivolgono al 90% alle
    > aziende
    >

    Non sono affatto d'accordo. Prima di tutto microsoft è una certezza per gli utenti che lo conoscono e lo usano, nel senso che sanno cosa stanno comprando (bene o male che sia), mentre con chromeos sarebbe un autentico salto nel buio. E compiere questo salto sarebbe giustificato soltanto da un prezzo sensibilmente più basso.
    In quanto al discorso delle aziende sono molto scettico, questo è un sistema operativo che non sembra avere alcuna pretesa in ambito aziendale, considerando che il parco software è praticamente zero. In ambieto aziendale ha molte più chance ipad o android, che questo chromeos.

    > ma il punto sarà che tipo di applicazioni
    > riusciranno a portare su
    > chromeos
    >

    Ah boh...fino ad ora è zero, che non è affatto un segnale positivo.

    > se chromeos ti garantisce un sistema zero
    > configuration, senza rogne con virus, spyware e
    > compagnia e totale interoperabilità ( persino i
    > giochi secondo google gireranno nel browser
    > tramite webgl ) non ci sarà motivo di scegliere
    > windows
    >

    E' tutto da vedere, dalla demo che ho visto mi pare un mezzo schifo.

    > ma le somme si potranno tirare solo dopo
    > l'avvento dei cortex a9 e il prevedibile boom
    > degli
    > smartbook
    >
    > atom fa pena ed è inutile che lo neghiamo, cortex
    > a9 vuole colmare questo gap unendo ad un sistema
    > abbastanza potente un'autonomia d'uso senza
    > eguali
    >

    Si, però come i macachi ci ricordano, l'hardware non è tutto...se il software fa pena...

    > staremo a vedere, magari sarà invece un grande
    > successo come
    > android

    Speriamo, ma ci credo poco...
  • - Scritto da: DarkOne

    > Scusa, non l'hai vista la presentazione di
    > chromeos? E' un
    > aborto...
    >

    si ma era appena un prototipo

    è come dire che l'ipad è un aborto perchè fino ad oggi abbiamo solo visto una tavoletta senza webcam, programmi di un certo rilievo, ecc...

    non penso che chromeos uscirà con quei 4-5 programmi offerti da google

    > Blindato è una parola grossa...ancora non c'è in
    > giro ufficialmente, è difficile capire se è
    > veramente così, oppure basta una cazzata a farlo
    > cadere.
    >

    beh un sistema crittografato pure nel kernel ( come ps3 dimostra ) è decisamente difficile da violare

    poi c'è il fatto che controlla i checksum online e verifica che gli eseguibili di sistema sono stati modificati

    forse non sarà invulnerabile ma sicuramente è un passo in avanti anche se è una tecnologia usata dalle consolle da anni

    > Non sono affatto d'accordo. Prima di tutto
    > microsoft è una certezza per gli utenti che lo
    > conoscono e lo usano, nel senso che sanno cosa
    > stanno comprando (bene o male che sia), mentre
    > con chromeos sarebbe un autentico salto nel buio.

    per questo esiste il marketing, le presentazioni, gli expo, ecc...

    nessuno comprerebbe chromeos a scatola chiusa, ma windows è obiettivamente inadatto all'uso per cui sono nati i netbook, motivo per cui apple sta vincendo nel settore mobile

    > E compiere questo salto sarebbe giustificato
    > soltanto da un prezzo sensibilmente più
    > basso.

    si forse il prezzo è un problema, ma apple insegna che non sempre è così

    > In quanto al discorso delle aziende sono molto
    > scettico, questo è un sistema operativo che non
    > sembra avere alcuna pretesa in ambito aziendale,
    > considerando che il parco software è praticamente
    > zero. In ambieto aziendale ha molte più chance
    > ipad o android, che questo
    > chromeos.
    >

    apple è partita da zero più volte eppure ogni volta è riuscita a coinvolgere centinaia di migliaia di sviluppatori

    android stesso viaggia al ritmo di 10000 nuove applicazioni al mese, non penso che per google sarà un problema popolare chromeos in tempi brevi

    poi molti servizi chromeos li porterà nel cloud e questo per molti è un bel vantaggio

    le aziende useranno i netbook ovviamente non per stoccarci i db aziendali ma per permettere ai loro dipendenti di accedere ai database aziendali da remoto e questo lo si può già fare con qualsiasi distribuzione linux e software opensource

    >
    > Ah boh...fino ad ora è zero, che non è affatto un
    > segnale
    > positivo.
    >

    per forza, chromeos nemmeno esiste ancora a livello ufficiale

    chromeos è in sviluppo e per oggi c'è solo una specie di beta della versione per sviluppatori

    però il suo fratellastro android attira parecchi sviluppatori, il che è un buon segno anche per chromeos

    >
    > E' tutto da vedere, dalla demo che ho visto mi
    > pare un mezzo
    > schifo.
    >

    puoi provarlo scaricandone una build da qui http://chromeos.hexxeh.net/

    non è così male come potrebbe sembrare

    > Si, però come i macachi ci ricordano, l'hardware
    > non è tutto...se il software fa
    > pena...
    >

    e infatti chromeos non fa pena, anzi molte testate IT pensano che sia una grande rivoluzione

    > > staremo a vedere, magari sarà invece un grande
    > > successo come
    > > android
    >
    > Speriamo, ma ci credo poco...

    molti credevano poco pure in android e guarda invece che sta succedendo
    non+autenticato
  • Apple sta vincendo nel settore mobile per l'appeal estetico-qualitativo (strapagati)
    Ho anche un MacBook 13", che spesso tra l'altro uso con Windows.
    E' mai possibile che HP o Dell non siano capaci di faer un PC più sottile e leggero dei mattoni che producono, e ad un prezzo decente?
    Continuano con arnesi grossi e pesanti. Anche se molto più completi e perchè non, potenti, dei macbook.
    non+autenticato
  • Di potenza, al giorno d'oggi, ne avanza parecchia... la differenza la fa l'usabilità del software, e alcuni dettagli costruttivi che non sono "il mio PC ha 50 porte, e il tuo solo 3", ma piuttosto (parlando di portatili) leggerezza e autonomia
  • lo so e per questo m'incazzo parecchio

    adesso corrono tutti a copiare l'ipad ma arrivare prima era così difficile? o comunque proporre un concetto di slate pc ancora più avanzato di ipad è talmente assurdo?

    perchè apple ci riesce e gli altri no? mi sa che gli altri non ci provano nemmeno, non vogliono spendere in sviluppo, a loro conviene fare i bottegai che ordinano l'ennesimo computer clone a foxconn e lo rivendono da noi ad un prezzo 5-6 volte superiore

    dell c'ha provato con adamo ma il prezzo è alto quanto quello dei macbook
    non+autenticato
  • Hai ragione.
    Ho un netbook che uso quando sono in giro, in aggiunta al PC aziendale su cui non posso installare quello che mi pare.
    Quindi se foglio fare qualcosina che non sia solo navigare mi serve per forza Windows
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enterprise Profession al
    [...]
    > Potrebbe essere un nuovo rinascimento
    > informatico.

    a sembra invece più probabile che (cloud computing, SaS, DRM ecc.) si stia andando verso un nuovo medioevo, non solo informatico...
    non+autenticato
  • dopo wave, buzz, e il nexus-one, arriverà il quarto flop di google, ma questo farà più rumore...
  • - Scritto da: sadness with you
    > dopo wave, buzz, e il nexus-one, arriverà il
    > quarto flop di google, ma questo farà più
    > rumore...

    Secondo il tuo ragionamento, dopo l'Air e il primo iPhone, Apple sarebbe dovuta fallire. Magari però le tue previsioni sono solo sparate dettate dalla noiaSorride
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 23 aprile 2010 01.36
    -----------------------------------------------------------
    Shiba
    4103
  • - Scritto da: Shiba
    > - Scritto da: sadness with you
    > > dopo wave, buzz, e il nexus-one, arriverà il
    > > quarto flop di google, ma questo farà più
    > > rumore...
    >
    > Secondo il tuo ragionamento, dopo l'Air e il
    > primo iPhone, Apple sarebbe dovuta fallire.
    > Magari però le tue previsioni sono solo sparate
    > dettate dalla noia
    >Sorride

    A parte il fatto che non è una questione di causa->effetto, ma solo la mia ipotesi che si tratterà di un *altro* flop (e non un flop che deriva dai precedenti), la tua argomentazione è fallace:
    -l'Air, checché se ne dica, sta vendendo bene
    -il primo iPhone ha venduto infinitamente di più rispetto al NexusOne
  • - Scritto da: sadness with you
    > - Scritto da: Shiba
    > > - Scritto da: sadness with you
    > > > dopo wave, buzz, e il nexus-one, arriverà il
    > > > quarto flop di google, ma questo farà più
    > > > rumore...
    > >
    > > Secondo il tuo ragionamento, dopo l'Air e il
    > > primo iPhone, Apple sarebbe dovuta fallire.
    > > Magari però le tue previsioni sono solo sparate
    > > dettate dalla noia
    > >Sorride
    >
    > A parte il fatto che non è una questione di
    > causa->effetto, ma solo la mia ipotesi che si
    > tratterà di un *altro* flop (e non un flop che
    > deriva dai precedenti), la tua argomentazione è
    > fallace:
    > -l'Air, checché se ne dica, sta vendendo bene
    > -il primo iPhone ha venduto infinitamente di più
    > rispetto al
    > NexusOne

    Sarà dunque che non guardiamo al di là nel nostro naso: l'Air è stato criticato in lungo e in largo perché fragile, lento, poco espandibile; il primo iPhone... beh, dubito ci sia qualcuno sano di mente che lo usa ancora.
    Allo stesso modo, io uso wave, e ho più di 20 contatti su di essoSorride
    Shiba
    4103
  • - Scritto da: Shiba

    > Sarà dunque che non guardiamo al di là nel nostro
    > naso: l'Air è stato criticato in lungo e in largo
    > perché fragile, lento, poco espandibile;

    il che non toglie che venda bene...

    > il primo iPhone... beh, dubito ci sia qualcuno sano di
    > mente che lo usa ancora.

    il che non toglie che abbia venduto molto più del Nexus-One... ma proprio tanto di più... non c'è paragone

    http://blog.flurry.com/bid/29658/Flurry-Special-Re...

    http://it.wikipedia.org/wiki/IPhone#Successo_comme...

    > Allo stesso modo, io uso wave, e ho più di 20
    > contatti su di esso
    >Sorride

    il fatto che tu usi non significa che non sia stato un flop... tutti quelli che conosco e che ce l'hanno (me compreso) non sanno cosa farsene... e lasciamo perdere buzz...
  • - Scritto da: sadness with you

    > il fatto che tu usi non significa che non sia
    > stato un flop... tutti quelli che conosco e che
    > ce l'hanno (me compreso) non sanno cosa
    > farsene... e lasciamo perdere
    > buzz...

    Questo è ciò che mi interessa e per cui ho detto che non guardiamo al di là del nostro naso: se tu non lo usi non vuol dire che non lo usino gli altri. Io ad esempio non conosco nessuno che abbia o che vorrebbe avere un Air o che non si sia sbarazzato del primo iPhone dopo 2 mesi (mi ricorda tanto la storia dei netbook...)
    Shiba
    4103
  • Free as in Freedom, non Free as Free Beer. Il software costa, lo sviluppo del software costa, etc. etc. Quindi è giusto che chi vuole comprare quei netbook paghi un prezzo onesto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nedanfor non loggato
    > Free as in Freedom, non Free as Free Beer. Il
    > software costa, lo sviluppo del software costa,
    > etc. etc. Quindi è giusto che chi vuole comprare
    > quei netbook paghi un prezzo onesto.

    il "prezzo onesto" -nel senso che sembra intendere il tuo post- non esiste, quale che sia la merce...

    trattandosi di merce il prezzo è determinato da svariati fattori "di mercato" primi fra tutti il profitto e le strategie commerciali e di marketing... ultimi fra tutti i fattori che dovrebbero incidere sulla parte più "onesta" del prezzo: qualità, costo (leggi pure: sfruttamento) della manodopera e delle risorse ambientali...
    non+autenticato
  • - Scritto da: CCC
    ..
    > trattandosi di merce il prezzo è determinato da
    > svariati fattori "di mercato" primi fra tutti il
    > profitto e le strategie commerciali e di
    > marketing... ultimi fra tutti i fattori che
    > dovrebbero incidere sulla parte più "onesta" del
    > prezzo: qualità, costo (leggi pure: sfruttamento)
    > della manodopera e delle risorse
    > ambientali...

    non in quella sequenza, il primo fattore è la concorrenza se un concorrente lo vende a meno o abbasso il prezzo o chiudo.
    Al secondo posto ci sono i costi, non lo posso vedere (per tempi lunghi) a un prezzo inferiore ai miei costi, il profitto è una conseguenza dei due fattori precedenti.
    Le strategie sono funzionali ai primi due fattori devono far abbassare i costi e produrre qualcosa che i concorrenti non hanno così non possono fare concorrenza (o farlo credere ai clienti)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)