Giorgio Pontico

Sanyo e la batteria dei record

Un'automobile alimentata esclusivamente a energia elettrica ha percorso senza mai fermarsi la distanza che separa Tokyo da Osaka

Roma - Sono occorsi quasi sei mesi alla commisione di Guinness World Record per riconoscere all'azienda giapponese Sanyo il primato per il maggior numero di chilometri percorsi con un automobile ad alimentazione esclusivamente elettrica.

Una Daihatsu Mira appositamente modificata ha percorso lo scorso 17 novembre i 556,6 chilometri che separano Tokyo da Osaka senza dover ricaricare o sostituire le 8320 batterie cilindriche (tipo 18650) che compongono il sistema di alimentazione. Nella registrazione del record tuttavia non è stato menzionato il tempo impiegato per il completamento della tratta.

Ciò che negli ultimi anni aveva ostacolato la diffusione di veicoli alimentati solamente con energia elettrica era la scarsa autonomia, ma se l'esperimento compiuto da Sanyo dovesse essere ripetuto con successo l'era delle green car potrebbe non sembrare più così distante. Solo la Toyota Prius ha raggiunto finora un livello di diffusione tangibile: ma si tratta in ogni caso di un modello di automobile ibrida, ovvero a doppia alimentazione.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
74 Commenti alla Notizia Sanyo e la batteria dei record
Ordina
  • Il vero problema dell'auto elettrica non è l'autonomia, ma il tempo di ricarica. Provate a pensare alle auto attuali con un serbatoio da soli 10 litri: ogni 100 Km dovresti perdere 5 minuti per fare il pieno, in pratica come fanno quelli che vanno avanti a 10€ alla volta.
    Ad oggi l'unica soluzione è la sostituzione rapida delle batterie, ma per me non è applicabile su larga scala, primo perchè si dovrebbero standardizzare le batterie (quindi anche i veicoli), poi bisognerebbe produrre una quantità di batterie doppia o tripla rispetto ai veicoli in circolazione.
    Se ci fossero batterie che si caricano in pochi minuti si dovrebbe "solo" risolvere il problema di avere prese di corrente che erogano sufficiente energia. Per un po' di anni la vedo dura, accontentiamoci di ibride o elettriche con a bordo anche un motore/generatore.
  • Scusate, ma le batterie per accumulare l'energia elettrica, sono facili da smaltire? Quanto durano? Se oggi tutte le macchine della terra passassero ad un motore elettrico con le batterie migliori in circolazione, siamo sicuri che la produzione e smaltimento di milioni di batterie non inquini più della benzina?
    Inoltre ci sono i problemi già citati: autonomia, tempo di ricarica, potenza.
    Mi rendo conto che quello che oggi non fattibile, domani lo potrebbe essere... ma ho la sensazione che i motori elettrici non siano ancora pronti.

    Discorso diverso sarebbe per una astronave con centrale nucleare incorporata e motore elettrico che riesca a creare una propulsione non basata sul principio di azione e reazione...Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: poiuy
    > Inoltre ci sono i problemi già citati: autonomia,
    > tempo di ricarica,
    > potenza.

    secondo me sono falsi problemi, quanta gente fa più dei km che attualmente hanno queste auto come autonomia? nel senso, se tu la macchina la usi per viaggiare è un conto ma se (come penso molti di noi) ci fai casa-lavoro probabilmente ti basta quella durata, per la potenza, basterebbe che ci abituassimo a correre di meno, ad ora con un benzina tu hai potenza ma ricorda che legalmente non potresti usarla su strada (parlo di velocità, la potenza di un camion la considero diversa).
    per il tempo di ricarica effettivamente è un pò lungo, ma a parte dipende quanto tempo libero hai da poterla lasciare in carica, ma proprio ieri vedevo la notizia di Better Place (http://www.betterplace.com/) e sinceramente trovo la loro idea geniale

    > Mi rendo conto che quello che oggi non fattibile,
    > domani lo potrebbe essere... ma ho la sensazione
    > che i motori elettrici non siano ancora
    > pronti.
    >
    > Discorso diverso sarebbe per una astronave con
    > centrale nucleare incorporata e motore elettrico
    > che riesca a creare una propulsione non basata
    > sul principio di azione e reazione...
    >Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: poiuy
    > Scusate, ma le batterie per accumulare l'energia
    > elettrica, sono facili da smaltire? Quanto
    > durano? Se oggi tutte le macchine della terra
    > passassero ad un motore elettrico con le batterie
    > migliori in circolazione, siamo sicuri che la
    > produzione e smaltimento di milioni di batterie
    > non inquini più della
    > benzina?

    il problema è alla fonte, cioè la produzione di energia da fonti non inquinanti e rinnovabili.
    è quello il grande investimento da fare.
    comunque credo che l'auto elettrica aiuterebbe già oggi a diminuire l'inquinamento per lo meno nelle città dove tende a concentrasi di più, e quindi avremmo risolto almeno quel problema, non da poco, dell'aria cittadina avvelenata.
    sul bilancio totale degli inquinanti prodotti è difficile a dirsi, forse cambierebbe poco.
    non+autenticato
  • 1. Rendimento
    Ho trovato su internet (www.carlobertocchi.it/rendimenti.htm) che il rendimento di un'auto elettrica (partendo dal petrolio, trasformandolo in elettricita' in una centrale, distribuendolo e usandolo nel motore elettrico) e' del 43% contro il 33% di un diesel tradizionale. Non sono pero' sicuro che questi numeri siano attendibili. A naso avrei detto che il rendimento di un auto elettrica, dovendo passare attraverso due "motori" piu' una distribuzione (ci sono perdite fisiologiche nella distribuzione dell'elettricita' pari a circa 8% per portare l'elettricita' dalla centrale a una casa) piu' un processo di carica/scarica fosse minore di quello di un motore tradizionale. Qualcuno hai dei dati attendibili?

    2. Costo
    Ho la sensazione che un auto elettrica abbia un costo al Km d molto superiore a quello di un'auto tradizionale. Non ho pero' dati, e' solo una sensazione.

    3. Produzione
    Se tutte le auto fossero elettriche sarebbero necessarie molte piu' centrali per la produzione di energia elettrica e noi siamo da anni in deficit di energia (acquistiamo da altri paesi). Che tipo di centrali potremmo costruire? Dove? Quante ne servirebbero? Se dicessero che servono 10 nuove centrali nucleari (oltre a quelle gia' annunciate) saremmo ancora tutti favorevoli alle auto elettriche?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > 1. Rendimento
    > Ho trovato su internet
    > (www.carlobertocchi.it/rendimenti.htm) che il
    > rendimento di un'auto elettrica (partendo dal
    > petrolio, trasformandolo in elettricita' in una
    > centrale, distribuendolo e usandolo nel motore
    > elettrico) e' del 43% contro il 33% di un diesel
    > tradizionale. Non sono pero' sicuro che questi
    > numeri siano attendibili. A naso avrei detto che
    > il rendimento di un auto elettrica, dovendo
    > passare attraverso due "motori" piu' una
    > distribuzione (ci sono perdite fisiologiche nella
    > distribuzione dell'elettricita' pari a circa 8%
    > per portare l'elettricita' dalla centrale a una
    > casa) piu' un processo di carica/scarica fosse
    > minore di quello di un motore tradizionale.
    > Qualcuno hai dei dati
    > attendibili?

    Questi dati sono considerati attendibili e puoi trovare i calcoli in rete



    > 2. Costo
    > Ho la sensazione che un auto elettrica abbia un
    > costo al Km d molto superiore a quello di un'auto
    > tradizionale. Non ho pero' dati, e' solo una
    > sensazione.
    >
    Si, difatti è solo una sensazione, rendendo 1l 43% anziché il 33% non ci sta paragone, oltretutto si potrebbero usare fonti rinnovabili per le elettriche ed il motore elettrico rende anche l'80-90% a differenza di quello a benzina che invece a stento raggiunge il 30%, una grossa perdita la si ha nella trasmissione di energia dalla centrale, un esempio: per andare da casa al lavoro consumerei poca batteria che potrei ricaricare con un pannello solare anche piccolo. Per la benzina ci vuole comunque il pozzo petrolifero, il trasporto, la raffinazione etc etc etc...

    Oltretutto il motore elettrico non deve restare acceso durante le pause non consumando a differenza di quello a scoppio che deve restare acceso anche al semaforo...


    > 3. Produzione
    > Se tutte le auto fossero elettriche sarebbero
    > necessarie molte piu' centrali per la produzione
    > di energia elettrica e noi siamo da anni in
    > deficit di energia (acquistiamo da altri paesi).
    > Che tipo di centrali potremmo costruire? Dove?
    > Quante ne servirebbero? Se dicessero che servono
    > 10 nuove centrali nucleari (oltre a quelle gia'
    > annunciate) saremmo ancora tutti favorevoli alle
    > auto
    > elettriche?

    Leggi sopra, comunque ogni automobile è una piccola centrale.

    Oltretutto un motore elettrico consente di creare veicoli leggeri che diminuirebbero drasticamente la necessità di energia, ad esempio una delle automobili più leggere è la smart di 950kg, applicando invece un motore elettrico ad una velomobile ( magari a 3 ruote ) potrei stare tranquillamente al di sotto dei 100kg (magari compreso il guidatore) di peso, non c'è confronto direi...

    Bisognerebbe poi fare un paio di considerazioni proprio sulla massa delle automobili, siamo sicuri che siano necessari 2500 kg per potersi spostare?

    Non solo serve una quantità di energia mostruosa per muovere un mezzocosì pesante ma oltretutto la quantità di moto di un mezzo così pesante lo rende socialmente pericoloso, ed infine, visto che la velocità media di spostamento urbano è di 13 Km orari, a che serve un mezzo di 1500-2500 Kg che si sposta a 80 km/h in città?
  • - Scritto da: puttezzo
    > Oltretutto un motore elettrico consente di creare
    > veicoli leggeri che diminuirebbero drasticamente
    > la necessità di energia, ad esempio una delle
    > automobili più leggere è la smart di 950kg,
    > applicando invece un motore elettrico ad una
    > velomobile ( magari a 3 ruote ) potrei stare
    > tranquillamente al di sotto dei 100kg (magari
    > compreso il guidatore) di peso, non c'è confronto
    > direi...

    Bisogna lavorare sulle batterie. In un commento precedente qualcuno citava la Tesla: ho visto la prova di Top Gear e mentre il motore elettrico permetteva accelerazione e velocità pazzesche, il peso delle batterie la rendeva difficile da guidare in curva...

    > Bisognerebbe poi fare un paio di considerazioni
    > proprio sulla massa delle automobili, siamo
    > sicuri che siano necessari 2500 kg per potersi
    > spostare?
    >
    > Non solo serve una quantità di energia mostruosa
    > per muovere un mezzocosì pesante ma oltretutto la
    > quantità di moto di un mezzo così pesante lo
    > rende socialmente pericoloso, ed infine, visto
    > che la velocità media di spostamento urbano è di
    > 13 Km orari, a che serve un mezzo di 1500-2500 Kg
    > che si sposta a 80 km/h in
    > città?

    80 km/h? a treviso, in bici, sono più veloce di una jaguar! Rotola dal ridere
    un problema rimane: il baüscia milanès vorrà sempre el SUV!
  • - Scritto da: soulista
    > - Scritto da: puttezzo
    > > Oltretutto un motore elettrico consente di
    > creare
    > > veicoli leggeri che diminuirebbero drasticamente
    > > la necessità di energia, ad esempio una delle
    > > automobili più leggere è la smart di 950kg,
    > > applicando invece un motore elettrico ad una
    > > velomobile ( magari a 3 ruote ) potrei stare
    > > tranquillamente al di sotto dei 100kg (magari
    > > compreso il guidatore) di peso, non c'è
    > confronto
    > > direi...
    >
    > Bisogna lavorare sulle batterie. In un commento
    > precedente qualcuno citava la Tesla: ho visto la
    > prova di Top Gear e mentre il motore elettrico
    > permetteva accelerazione e velocità pazzesche, il
    > peso delle batterie la rendeva difficile da
    > guidare in
    > curva...
    Si, sono d'accordo, bisognerebbe lavorare su batterie e peso del mezzo.


    > > Bisognerebbe poi fare un paio di considerazioni
    > > proprio sulla massa delle automobili, siamo
    > > sicuri che siano necessari 2500 kg per potersi
    > > spostare?
    > >
    > > Non solo serve una quantità di energia mostruosa
    > > per muovere un mezzocosì pesante ma oltretutto
    > la
    > > quantità di moto di un mezzo così pesante lo
    > > rende socialmente pericoloso, ed infine, visto
    > > che la velocità media di spostamento urbano è di
    > > 13 Km orari, a che serve un mezzo di 1500-2500
    > Kg
    > > che si sposta a 80 km/h in
    > > città?
    >
    > 80 km/h? a treviso, in bici, sono più veloce di
    > una jaguar!
    > Rotola dal ridere
    UAU! io invece mi muovo sempre in bici e sono lentissimo (15-18 Km/h), con le salite e le discese di Roma non potrei fare di meglioOcchiolino

    > un problema rimane: il baüscia milanès vorrà
    > sempre el
    > SUV!

    e limo...cci sua...
  • Dammi un paio di pannelli fotovoltaici a mo' di tettoia sul posto di lavoro,arrivi e mentre lavori in una giornata di sole ricarichi,prezzo gratis!Non credo che nei rendimenti del petrolio abbiano calcolato il consumo di energia ricerca estrazione raffinazione e trasporto del prodotto finito,+ danni ambientali quando spesso una bella petroliera affonda o una rampa petrolifera si spacca lasciando fuoriuscire un po' di m...a nera!!!Prendiamo vento sole(rinnovabili e gratis per tutti) e altro e lasciamo stare l'oro nero se lo bevano gli arabi.IL lavoro che sarebbe prodotto dall'aumento delle rinnovabili compenserebbe le perdite dall'altro lato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo
    > Dammi un paio di pannelli fotovoltaici a mo' di
    > tettoia sul posto di lavoro,arrivi e mentre
    > lavori in una giornata di sole ricarichi,prezzo
    > gratis!Non credo che nei rendimenti del petrolio
    > abbiano calcolato il consumo di energia ricerca
    > estrazione raffinazione e trasporto del prodotto
    > finito,+ danni ambientali quando spesso una bella
    > petroliera affonda o una rampa petrolifera si
    > spacca lasciando fuoriuscire un po' di m...a
    > nera!!!Prendiamo vento sole(rinnovabili e gratis
    > per tutti) e altro e lasciamo stare l'oro nero se
    > lo bevano gli arabi.IL lavoro che sarebbe
    > prodotto dall'aumento delle rinnovabili
    > compenserebbe le perdite dall'altro
    > lato.

    Quoto, sottoscrivo e firmo col sangueSorride
  • 1.
    Ok, grazie. Appena ho il tempo li cerchero'.

    2.
    usare le rinnovabili solo per le auto elettriche non mi sembra fair.
    Diciamo che useranno l'elettricita' presa dalla rete, quindi il 90% sara' non rinnovabile, quindi i costi di ricerca, perforazione, estrazione ecc... saranno da ribaltare anche sulle auto elettriche.

    Le auto tradizionali ora montano il sistema start&stop per spegnere il motore al semaforo (riduzione consumi dichiarata 4-8%)

    Non conosco bene quanta energia produce un fotovoltaico di piccole dimensioni, ma per ricaricare una macchina servono oltre 3h con una 240V. Credo che con un pannello ci vogliano piu' di 15 ore di sole.

    3.
    Vero, ogni automobile e' una piccola centrale, ma le domande rimangono. Quali centrale? Dove le costruiamo?

    Su una macchina da 100Kg non mi sento molto al sicuro. Vedi casi recenti di minicar. Non hanno alcun sistema di protezione. Un impatto a 40Km/h rischia di essere mortale o gravemente invalidante (poca protezione delle gambe). Poi certo, tra una Yaris e un SUV la differenza di peso c'e' e per la citta' la prima e' molto piu' indicata della seconda (a meno che non si abiti a Milano).
    Per quanto riguarda la velocita': 13Km in citta' e' la media, se la macchina non potesse andare a piu' di 40Km/h la media si abbasserebbe ulteriormente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > 1.
    > Ok, grazie. Appena ho il tempo li cerchero'.
    >
    > 2.
    > usare le rinnovabili solo per le auto elettriche
    > non mi sembra
    > fair.
    > Diciamo che useranno l'elettricita' presa dalla
    > rete, quindi il 90% sara' non rinnovabile, quindi
    > i costi di ricerca, perforazione, estrazione
    > ecc... saranno da ribaltare anche sulle auto
    > elettriche.

    Che non devono necessariamente essere a petrolio o altro combustibile fossile...


    > Le auto tradizionali ora montano il sistema
    > start&stop per spegnere il motore al semaforo
    > (riduzione consumi dichiarata
    > 4-8%)
    Un'infinità in confronto allo 0% che un motore elettrico consuma da spento.



    > Non conosco bene quanta energia produce un
    > fotovoltaico di piccole dimensioni, ma per
    > ricaricare una macchina servono oltre 3h con una
    > 240V. Credo che con un pannello ci vogliano piu'
    > di 15 ore di
    > sole.
    Si se la devi ricaricare tutta ma se fai un breve percorso (10-20 Km per andare al lavoro) ci vuole veramente poco.

    > 3.
    > Vero, ogni automobile e' una piccola centrale, ma
    > le domande rimangono. Quali centrale? Dove le
    > costruiamo?
    Non mi sembra un problema insormontabile e si potrebbe usare una rete distribuita sull'esempio di quello che stanno facendo in Germania.

    >
    > Su una macchina da 100Kg non mi sento molto al
    > sicuro. Vedi casi recenti di minicar. Non hanno
    > alcun sistema di protezione. Un impatto a 40Km/h
    > rischia di essere mortale o gravemente
    > invalidante (poca protezione delle gambe).
    Questo è vero ma il pericolo sono gli altri per te, ti trovi su di un mezzo ultraleggero in mezzo ad una massa di bisonti inferociti.
    Un calcolo semplice, un mezzo di massa complessiva intorno ai 10 Kg che si muove ad una velocità di 12 m/s ha la stessa quantità di moto di un mezzo con massa complessiva di 100 Kg e velocità di 1,2 m/s...

    Questo vuol dire che essere acciaccati da un mezzo ultraleggero che viaggia a 40 Km/h ha la stessa quantità di moto ( e per inciso la 'stessa botta') che avrebbe una smart che viaggia a 4 Km/h.

    Oltretutto come ho detto prima in città non c'è nessun motivo per viaggiare a 40 km/h e per le gambe mi sembra non sia così difficile trovare una soluzione proprio vista l'esiguità della quantità di moto in gioco, ripeto che l'unico vero pericolo per le strade è rappresentato dalle automobili ed in generale dai mezzi di locomozione a carburante, pesanti e veloci.


    Poi
    > certo, tra una Yaris e un SUV la differenza di
    > peso c'e' e per la citta' la prima e' molto piu'
    > indicata della seconda (a meno che non si abiti a
    > Milano).
    > Per quanto riguarda la velocita': 13Km in citta'
    > e' la media, se la macchina non potesse andare a
    > piu' di 40Km/h la media si abbasserebbe
    > ulteriormente.

    E di questo ne sarei veramente felice.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 aprile 2010 15.44
    -----------------------------------------------------------
  • alcuni dubbi te li posso provare a chiarire io:

    - rendimento: i dati che citi sono probabilmente veri. il rendimento della conversione del petrolio e' sicuramente molto piu alto nel sistema caldaia turbina di una centrale che in un motore d'auto, mentre il rendimento di un motore elettrico e' quasi il 100% se ci togli la parte di "trazione meccanica" che resta per entrambi i motori. Devi pero anche aggiungere che il controllo di un motore elettrico puo raggiungere rendimenti elevatissimi mentre il controllo di un motore a benzina proprio no. Le perdite per distribuzione elettrica sono una percentuale che devi applicare sul 100%, per cui su un 40% sono una frazione (appunto il 40%). Credo non siano trascurabili le perdite di carica delle batterie.

    -per il solo "combustibile" credo di no, facendo i conti a braccio, il costo casalingo di un kwh canone compreso e' sui 20eurocent (industriale credo molto meno), un motore che lavori sui 20kw credo possa andare sugli 80km/h, sono 80km con 20kwh, 20km/euro... conti a braccio, se cerchi in rete trovi dati piu affidabili.

    -si tratta di sostituire milioni di motori molto inquinanti e poco efficienti, con un certo numero di centrali ben piu efficienti e controllabili, nonche messe in posti dove non ci sia la densita di popolazione del centro di una citta... al limite alla periferia (poco abitata) della stessa citta. Il combustibile totale richiesto sara comunque meno del petrolio usato oggi per le stesse auto.. percio' il nucleare non centra, qualsiasi combustile puo andare, mentre oggi per le auto c'e solo il petrolio (o il gas).

    sono risposte a braccio ma credo abbastanza valide. saluti
    non+autenticato
  • dipende da quanto assorbono, considera che la tesla ci mette 10/15 ore a casa ma non è detto hce in un futuro uno non possa avere pannelli fotovoltaici e generatori eolici "personali" adatti a questi scopi. ad esempio io mi immaginerei bene dei pannelli fotovoltaici nel deserto del sahara, non c'è nessuno a cui danno fastidio e c'è tanto di quello spazio; è che costano ma la tenologia sono sicuro che ci sia è solo che nessuno vuole applicarla.

    io a casa con 2 generatori eolici da fuoribordo e due pannelli solari 100x60cm ci alimentavo tranquillamente tutte le lampadine (a basso consumo) di casa (4 piani, circa 200mq), è vero che servivano solo per le lampadine però già quello è un buon risultato a mio parere, non ho conti alla mano ma magari con una decina di pannelli uguali riesci ad avere i 3kw ordinari, altrimenti vedevo giusto l'altro giorno una pala come questa (http://www.marcobalzerani.it/wp-content/uploads/20...) e dai dati di resa e dai dati del vento nella mia zona ho calcolato che sarebbero (in media) bastate 4 di queste per tutta casa (ovvio, in media...poi quando il vento non c'è devi attingere dalle riserve), solo che costano 4000€ circa l'una, quindi solo per avere le pale devi spendere 16.000€ più le batterie, più l'/gli inverter, ecc...

    certo magari vai a spendere 20000€ però da quel momento tu non spendi nient'altro se non la manutenzione, e all'enel gli fai ciao ciao
    non+autenticato
  • > io a casa con 2 generatori eolici da fuoribordo e
    > due pannelli solari 100x60cm ci alimentavo
    > tranquillamente tutte le lampadine (a basso
    > consumo) di casa (4 piani, circa 200mq),
    > è vero

    lampadine che però non hanno un grande assorbimento senza considerare che difficilmente si tengono le lampadine accese in tutte le stanze.

    > che servivano solo per le lampadine però già
    > quello è un buon risultato a mio parere, non ho
    > conti alla mano ma magari con una decina di
    > pannelli uguali riesci ad avere i 3kw ordinari,
    > altrimenti vedevo giusto l'altro giorno una pala
    > come questa
    > (http://www.marcobalzerani.it/wp-content/uploads/2
    >
    > certo magari vai a spendere 20000€ però da quel
    > momento tu non spendi nient'altro se non la
    > manutenzione, e all'enel gli fai ciao
    > ciao

    il problema è se ti becchi un periodo di bonaccia con giornata nuvolosa. Da dove prendi l'energia che ti servirebbe ?
  • Si si, avranno anche fatto il record di durata.. ma oltre non dire nulla riguardo al tempo.. dalle immagini si vede sempre che, in fondo, e' la solita carabattola elettrica a forma di buondi'.

    Ma per 100km in meno di autonomia (ossia 400) e per una accelerazione degna di una Ferrari (da 0 a 100 in 4") e con in optional il pannello solare sull'hard top .. preferisco decisamente la Roadster Tesla.

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • Se fai i 20 all'ora arriva a 390Km di autonomia, ma se vai veloce non arriva a 90Km... e ci vogliono almeno 3,5h per ricaricarla.
    E poi costa pur sempre piu' di 80 mila euro!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Se fai i 20 all'ora arriva a 390Km di autonomia,
    > ma se vai veloce non arriva a 90Km... e ci
    > vogliono almeno 3,5h per
    > ricaricarla.

    Fonti ?

    > E poi costa pur sempre piu' di 80 mila euro!

    Beh.. quello siTriste
  • - Scritto da: xWolverinex
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Se fai i 20 all'ora arriva a 390Km di autonomia,
    > > ma se vai veloce non arriva a 90Km... e ci
    > > vogliono almeno 3,5h per
    > > ricaricarla.
    >
    > Fonti ?

    test di Top Gear Sorride
  • - Scritto da: Anonimo
    > http://en.wikipedia.org/wiki/Tesla_Roadster

    "The EPA combined range (specifying distance traveled between charges) measured in February 2008 for early production Roadsters was 231 mi (372 km) city, 224 mi (360 km) highway, and 227 mi (365 km) combined (city/highway).[70] In August 2008, additional testing with the newer Powertrain 1.5 resulted in an EPA combined range of 244 mi (393 km).[6] The vehicle set a new distance record when it completed the 241-mile (388 km) Rallye Monte Carlo d'Energies Alternatives with 36 miles (58 km) left on the charge.[71]"

    Beh conferma quanto avevo scritto io ... o no ? Deluso
  • La fonte di quei dati e' il produttore. La fonte fonte dell'autonomia di 89Km e' Top Gear... forse hanno scannato la macchina in pista, ma comunque mi fido di piu' del test di top gear.
    non+autenticato
  • Aspettate un annetto che esca la Tesla model S figlioli. Li si che ci divertiremo...
    berlina, 7 posti (5+2 "per bambini"), a 45mila euro, e viene con un battery pack da 160 miglia, (bp da 230 e 300 miglia come optioal), cambiabili in 5 minuti. E ha il quickcharge in 45 minuti...
    fare viaggi da 1000 kilometri sembrerebbe possibile. Staremo a vedere


    http://www.teslamotors.com/models/index.php

    1st drive: http://www.youtube.com/watch?v=x8YN3MAHmhY
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 aprile 2010 22.02
    -----------------------------------------------------------
  • Quelle 8320 pile hanno ognuna 3000mhA a 3,7V di potenza e costano circa 20€ l'una.
    Forse con circa 170.000€ da ammortizzare in 500 ricariche il costo a Km. sara' un po' sproporzionato. Occhiolino
  • vero, 333 euro per ogni "pieno" sono tanti, ma si tratta pur sempre di un prototipo quindi molto lontano dai costi di produzione di massa...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)