Alfonso Maruccia

Docs.com, Microsoft amica di Facebook

Annunciato un nuovo servizio pensato espressamente per la condivisione dei documenti tra "amici" della piattaforma di social networking più popolare. Redmond parte alla carica contro Google con l'aiuto di Facebook

Roma - La nuova iniziativa congiunta Microsoft-Facebook è figlia di una partnership oramai consolidata fra le due società, ma anche e soprattutto della volontà di dar battaglia a Google sul doppio fronte della produttività in salsa cloud e dell'utilizzo proficuo delle informazioni presenti sul social network al netto delle ricerche via web. Microsoft ha annunciato la disponibilità in beta di Docs.com, applicazione per la collaborazione e la condivisione online di documenti Office, e il founder di Facebook ne ha ripreso le caratteristiche nella conferenza degli sviluppatori F8 che si è tenuta a San Francisco.

"Uno dei vostri amici può creare un documento e condividerlo con voi - spiega il CEO di Facebook Mark Zuckerberg - ed è davvero facile e va a finire nella vostra inbox. È tutta la forza della suite Microsoft Office online con una semplice integrazione su Facebook". Una volta autenticati con le proprie credenziali di accesso Facebook, gli utenti potranno immettere in rete documenti già disponibili in locale (in formato Word, Excel o PowerPoint) o crearne di nuovi richiedendo, all'occorrenza, la collaborazione o la visione condivisa di altri utenti del social network fondato da Zuckerberg.

Frutto delle idee cucinate all'interno del FUSE Lab di Microsoft - di cui fa parte anche il Chief Software Architect della corporation Ray Ozzie - rappresenta l'ultima risposta di Redmond ai servizi di produttività di Google anch'essi abbreviati (ancorché familiarmente) in Docs.
Mountain View ha recentemente rifondato le sue app ponendo l'accento proprio sulla collaborazione tra utenti in rete, e l'annuncio della disponibilità di Docs.com non fa che aumentare il livello dello scontro - già in atto da anni - tra la fazione del "vecchio" modello del software in scatola capitanato da Microsoft e quella del cloud computing con connessione permanente guidata da Google.

Docs.com è al momento in stato di beta e offre di base la semplice visualizzazione dei documenti, mentre per mettere alla prova ogni sua caratteristica, editing incluso, occorrerà attendere il proprio turno nella lista di attesa di chi ha già scelto di usare il servizio. Microsoft promette inoltre di fornire il pieno controllo sulle funzionalità di "pubblicazione" dei documenti per gli utenti più attenti alla privacy, che potranno scegliere se condividere o meno il proprio operato all'interno del proprio circolo di "amici" su Facebook.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • Digital LifeFacebook, il Web sono ioIl social network di Palo Alto punta a essere il collante della Rete. Zuckerberg cancella la privacy dalla lista dei suoi amici e pensa a stravolgere i canoni del World Wide Web
  • TecnologiaGoogle Docs, la rinascitaMountain View annuncia di aver ricostruito le fondamenta della sua suite di produttività online per meglio posizionarla in futuro. Collaborazione e velocità per contrastare l'impero del software in mano a Microsoft
  • BusinessFacebook, Bing e pubblicità in proprioMicrosoft cede il controllo dell'advertising sul social network in blu. Aumenta però l'integrazione con Bing
14 Commenti alla Notizia Docs.com, Microsoft amica di Facebook
Ordina
  • Strano dissolito approvo fatti Microsoft ma sta volta no. A meno che, cosa piutosto probabile, non si siano decisi di comperare Facebook. Ma speriamo: così lo cancellano una volta per tutte
    non+autenticato
  • Il guadagno di Facebook nel 2009 è stato di circa 550 milioni di dollari. L'anno precedente si parla di 300 milioni di dollari ed è stato fondato nel 2004. Qual'è il pazzo malato di mente che chiuderebbe una fabbrica d'oro del genere? E soprattutto, perché mai uno dovrebbe perder mesi a sviluppare un'applicazione per Facebook per poi chiuderlo? Senza contare che l'antitrust impedirebbe, molto probabilmente, l'acquisizione. Mah.
    non+autenticato
  • Qualcuno può spiegarmi un paio di cose?

    1) Differenza tra Docs.com, Office Live (http://workspace.officelive.com/it-IT/) e Office Web App

    2)Se microsoft si appoggia a un social network di terze parti (facebook) per applicazioni innovative come queste, vuol dire che vorrebbe decretare la fine di livespace?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Miko
    > Qualcuno può spiegarmi un paio di cose?
    >
    > 1) Differenza tra Docs.com, Office Live
    > (http://workspace.officelive.com/it-IT/) e Office
    > Web
    > App

    Docs.com è l'area di collaborazione e condivisione di documenti tra amici di Facebook, permette di condividere, visualizzare e modificare anche in contemporanea documenti Office online.
    Office Web App è la versione web delle applicazioni Office 2010 Word, Excel, PowerPoint e OneNote; può essere usata gratuitamente su SkyDrive ed è evidentemente anche alla base di Docs.com.
    Office Live è uno strumento web per la collaborazione e condivisione di documenti Office tra account Windows Live ID, per altro sempre rimasto in Beta. Consente di condividere documenti, ma non di visualizzarli e modificarli, immagino andrà prestoo dismesso.

    > 2)Se microsoft si appoggia a un social network di
    > terze parti (facebook) per applicazioni
    > innovative come queste, vuol dire che vorrebbe
    > decretare la fine di
    > livespace?

    Chi può dirlo? Potrebbe fare la stessa ingloriosa fine di Soapbox, lo YouTube di Microsoft. Anche se di fatto Windows Live Space non si è mai posto in antagonismo a Facebook, ma, IMHO, ha sempre e solo cercato di dare un tocco un po' più "social" al profilo utente di Windows Live.
    non+autenticato
  • google docs permette di creare documenti e:

    * invitare altri utenti gmail x l'editing
    * inviare il link al documento a CHIUNQUE
    * monitorare gli accessi al documento
    * inviarlo come allegato per email
    * pubblicarlo come pagina web

    il tutto gratis e rimanendo indipendenti dalla suite office.

    tra l'altro l'uso di office online è possibile solo con windows (mi sono iscritto e alla creazione di un documento mi è stato chiesto di installare 'setup.exe')

    ma dimmi te di solito uno fa un sw per browser proprio per slegarsi dalla piattaforma...

    ps. facebook sempre più anacronistico
    non+autenticato
  • Quoto ed inoltre il vero fulcro di Google ed al contempo lo
    strategico collante è Googlemail, che con Google Docs e gli
    altri servizi si mangia a colazione tutti gli altri "esperimenti"
    di suite per l'ufficio on-line.
  • - Scritto da: sentinel
    > Quoto ed inoltre il vero fulcro di Google ed al
    > contempo lo strategico collante è Googlemail,
    > che con Google Docs e gli altri servizi si mangia
    > a colazione tutti gli altri "esperimenti"
    > di suite per l'ufficio on-line.
    Straquoto. Microsozz è perdente in partenza, è un terreno dove è indietro anni luce e oltretutto ormai ha un velo (un lenzuolo) di negatività che la rende invisa (e a ragione) a mezzo mondo. E sulla qualità dei servizi Google vince a mani basse e gli occhi chiusi.
    non+autenticato
  • Quoto anche io.
    Però sono del parere che un utenza medio bassa troverà allettante una cosa del genere, non pretendendo un'affidabilità e una versatilità grandiose. Inoltre venendo da MSOffice si troveranno a loro agio.
    Secondo me è su questo che MS punta, o pensava, ma penso anche che chi avrà qualche esigenza in più darà appena il beneficio del dubbio a una cosa del genere lasciandola nel dimenticatoio una volta provata e andando su altri lidi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Quotiamo tutti insieme
    > - Scritto da: Marsh
    > > Quoto anche io.
    > http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Sindrome_del_q...

    quotoCon la lingua fuori
  • - Scritto da: Palmipedone
    >
    > tra l'altro l'uso di office online è possibile solo con windows
    > (mi sono iscritto e alla creazione di un documento mi è stato
    > chiesto di installare 'setup.exe')

    Questa informazione non è corretta: anche Office Web App è disponibile gratuitamente per chi possiede un Windows Live ID attraverso SkyDrive; i documenti Office possono essere letti e modificati attraverso diversi browser (Firefox, Safari e IE, quindi anche su Linux e Mac OS X) e senza installare nulla sul sistema operativo locale.

    La notizia qui riportata, che dovremmo commentare, dice che oltre a SkyDrive anche Facebook darà accesso gratuito alle Office Web App ai suoi iscritti per condividere e modificare online documenti office.

    Detto questo, trovo che la disponibilità gratuita di uno strumento browser based per la gestione di documenti office è un gran vantaggio per tutti sia che lo strumento sia reso disponibile da Google, sia che lo faccia Microsoft. La cosa importante è che lo strumento funzioni in modo sicuro e adeguato alle esigenze dei più.
    non+autenticato
  • - Scritto da: stefman
    > - Scritto da: Palmipedone
    > >
    > > tra l'altro l'uso di office online è possibile
    > solo con windows
    >
    > > (mi sono iscritto e alla creazione di un
    > documento mi è stato
    >
    > > chiesto di installare 'setup.exe')
    >
    > Questa informazione non è corretta: anche Office
    > Web App è disponibile gratuitamente per chi
    > possiede un Windows Live ID attraverso SkyDrive;
    > i documenti Office possono essere letti e
    > modificati attraverso diversi browser (Firefox,
    > Safari e IE, quindi anche su Linux e Mac OS X) e
    > senza installare nulla sul sistema operativo
    > locale.
    >
    > La notizia qui riportata, che dovremmo
    > commentare, dice che oltre a SkyDrive anche
    > Facebook darà accesso gratuito alle Office Web
    > App ai suoi iscritti per condividere e modificare
    > online documenti
    > office.
    >
    > Detto questo, trovo che la disponibilità gratuita
    > di uno strumento browser based per la gestione di
    > documenti office è un gran vantaggio per tutti
    > sia che lo strumento sia reso disponibile da
    > Google, sia che lo faccia Microsoft. La cosa
    > importante è che lo strumento funzioni in modo
    > sicuro e adeguato alle esigenze dei
    > più.

    "You must install the free Microsoft Office 2010 Beta before using Office Web Apps. Install it today, and then get started using Office Web Apps."

    Che ovviamente è disponibile per Linux e MacOS. Fail.
    non+autenticato
  • > "You must install the free Microsoft Office 2010
    > Beta before using Office Web Apps. Install it
    > today, and then get started using Office Web
    > Apps."
    >
    > Che ovviamente è disponibile per Linux e MacOS.
    > Fail.

    Sorry, ma qui chi sbaglia sei tu; non facciamo disinformazione.

    Per il mercato consumer Microsoft rende disponibile gratuitamente le "Office Web App" installate nei propri datacenter attraverso SkyDrive (agli account Windows Live ID) e Doc.com (agli account Facebook) per l'utilizzo tramite browser. I browser supportati sono IE7 o successivi, Safari 4 o successivi per Mac, Firefox 3.5 o successivi per Windows, Mac e Linux.

    Trovi tutto qui:
    http://www.microsoft.com/office/2010/en/office-web...
    per il supporto ai diversi browser vedi la nota in fondo alla pagina.
    non+autenticato
  • Penso che Microsoft possa vincere più che riguardo allo sharing, dove Google Docs è buono, sull'editor web, dove invece Google Docs è poco più di un giocattolo poco funzionante.
    non+autenticato