Mauro Vecchio

ARM: nessun boccone per la Mela

Dopo le recenti speculazioni riportate da un tabloid britannico, arriva la smentita ufficiale del CEO del designer. Apple non sconvolgerà il panorama mobile pappandosi ARM

Roma - Sono di ieri alcune indiscrezioni provenienti dal cuore finanziario di Londra, poi riportate dal tabloid britannico Evening Standard. Apple avrebbe prossimamente acquisito ARM Holdings, il designer d'Albione che gestisce le licenze relative alla stragrande maggioranza dei chip mobile del mondo. Notizia ora smentita.

8 miliardi di dollari sarebbero stati pronti per il trasferimento di proprietà, almeno secondo gli operatori della City. Dollari che avrebbero provocato un vero e proprio terremoto nel panorama mondiale del mobile, dal momento che aziende come Nokia, Samsung, Sony e HTC (per non parlare di Google e i suoi androidi) implementano attualmente chip licenziati da ARM.

Alla notizia, le azioni del designer britannico sono schizzate alle stelle, salendo del 3,4 per cento a 258.9 punti. Un risultato che non si vedeva dall'aprile del 2002. E infatti il CEO di ARM Warren East non ha celato una certa soddisfazione per la percentuale rilevata in borsa dopo le speculazioni dell'Evening Standard.
Ma di mere speculazioni si può parlare. "Il senso comune ci dice che il nostro modello standard di business rappresenta una modo eccellente per le aziende tecnologiche di avere accesso alle nostre tecnologie - ha spiegato East - Nessuno comprerà ARM". Nokia e compagnia potranno quindi tirare un sospiro di sollievo.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
7 Commenti alla Notizia ARM: nessun boccone per la Mela
Ordina