Claudio Tamburrino

ICQ indossa il colbacco

Ufficializzata la vendita. Da oggi il servizio diventa russo

Roma - Come ci si attendeva da tempo, AOL ha venduto il servizio di messaggistica istantanea ICQ: l'acquirente è Digital Sky Technologies (DST), un investitore russo che ha sborsato 187,5 milioni di dollari (AOL l'aveva invece acquistata per 287 milioni di dollari nel 1998).

Le trattative tra le due risalgono a dicembre e non sorprende che il maggior interessato fosse un imprenditore russo: dei 32 milioni di visitatori unici al mese di ICQ, il 25 per cento sono proprio russi (il resto degli utenti si registrano per la maggior parte in Israele - dove il servizio ha avuto origine - Germania e Repubblica Ceca), dove è il numero uno fra i servizi di messaggistica.

Fra i possibili interessati erano dati anche Naspers, Google e Skype.
Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessAOL svende ICQ e Bebo?Dopo lo spin off il più grande provider del mondo vorrebbe sbarazzarsi di tutto ciò che non fa parte del suo core business
  • BusinessPer AOL, Bebo è da buttareEntro maggio, se non si faranno avanti acquirenti, il social network verrà chiuso. Facebook ha vinto e resistere è inutile
  • BusinessRussia, dasvidania al VoIP?Le telco vogliono che le chiamate vocali su rete telematica vengano regolate in maniera più stringente. Sono un pericolo per i business locali, ragion per cui vanno imposti regole, balzelli e steccati
18 Commenti alla Notizia ICQ indossa il colbacco
Ordina
  • Fa parte della mia storia...modem 33.6 (con i led che uscivano da fuori per i cazzotti di rabbia quando cadeva la linea se qualcuno provava a chiamarmi e trovava occupato) e ICQ grazie al quale ho conosciuto qualche ragazza e uscito nel mondo "reale"...è vero...PIONIERI!!! (c'era anche la chat di libero, ma quella è un'altra storia)
  • - Scritto da: Internetcrazia
    > Fa parte della mia storia...modem 33.6 (con i led
    > che uscivano da fuori per i cazzotti di rabbia
    > quando cadeva la linea se qualcuno provava a
    > chiamarmi e trovava occupato) e ICQ grazie al
    > quale ho conosciuto qualche ragazza e uscito nel
    > mondo "reale"...è vero...PIONIERI!!! (c'era anche
    > la chat di libero, ma quella è un'altra
    > storia)

    Veramente c'era soprattutto IRC...quella si che è una vera chat, senza queste cavolo di emoticon che sputano dapperttutto in una frase...

    Comunque ICQ credo sia stato soppiantato da messenger per due fondamentali ragioni: la prima è che era già installato in windows xp, la seconda è che ci sono quelle ca**o di emoticon che piacciono così tanto e nel contempo sono un veicolo incredibile virus.
  • vero, però ad IRC aggiungeva una caratteristica che oggi diamo per scontata ma che allora era una novità: la notifica in (quasi) realtime di chi era online e quando, cosa tutt' altro che scontata in un periodo in cui appunto ci si connetteva con il modem a 33K pagando tipo 2mila lire all' ora di connessione (+ costo telefonico).

    E per farti capire quanto io apprezzo IRC, tempo fa lessi su una rivista pseudoscientifica la classica domanda alla redazione "chi ha inventato la chat" e mi scorse un brivido lungo la schiena quando lessi la risposta: "ICQ" nel 199x (non ricordo l' anno preciso). Voleva mandargli una mail di protesta per la vaccata che avevano scritto ma poi non ebbi voglia di farlo, tempo perso.
  • irc l'hanno inventato nel 1988 (il web HTTP un anno dopo 1989)
    non+autenticato
  • Lo usavo a metà anni '90 quando era l' unico servizio di IM esistente (non credo che allora si chiamasse IM...), tuttavia dispersi l' account! Non mi sarebbe dispiaciuto usare un ID ICq a 6 cifre...

    Ma ultimamente era diventato fonte di tanto di quello spam che ho deciso di abbandonarlo!
  • sarebbe curioso indagare sui muovimenti geografici delle preferenze degli utenti vedere come migrano le mode globali

    icq era il più usato negli usa in europa e poi nel mondo poi cala e resiste e cresce in russia

    sarebbe curioso vedere una mappa\filmato di questi e atri programmi simili


    come mai da noi ha perso campo e in russia resiste ?
    non+autenticato
  • > come mai da noi ha perso campo e in russia
    > resiste

    Perchè Messenger ha avuto la sua web application tardi mentre ICQ è stato uno dei primi ad averla.

    E questo è fondamentale in un paese dove l'internet cafè è ancora la modalità di accesso più diffusa

    (fonte: osservazioni personali durante un viaggio in Bielorussia)
  • Però in effetti è curioso; per esempio in Romania dove è molto diffuso l' accesso "nomade" col portatile ho avuto l' impressione che fosse diffusissimo Yahoo Messeneger, che da noi direi proprio che è di nicchia.

    Insomma sarebbe interessante un "filmato" come quello che propone aid85 Sorride
  • - Scritto da: aid85
    quoto quanto hai scritto, sarebbe interessante vedere l' evoluzione dei vari servizi.

    > come mai da noi ha perso campo e in russia
    > resiste
    > ?
    penso sia un fatto di mode e di effetto virale; io inizio ad usarlo, convinco qualche amico e così via, da un nucleo iniziale si forma una massa critica che poi trascina tutti gli altri.
    Quale sia il prodotto specifico che raggiunge per primo tale massa critica penso sia all' incirca casuale.
  • Quanti ricordi i primi tempi che si usava ICQ su internet in Italia eravamo veramente 4 gatti:)

    Pure io ho smarrito la pass del mio uin a 6 cifre e non si può recuperare visto che la mail che usavo al tempo era di un micro isp locale che è morto e sepolto da più di un decennio, mi ricordo che pagavo 200mila lire per l'abbonamento 56k.......

    - Scritto da: pentolino
    > Lo usavo a metà anni '90 quando era l' unico
    > servizio di IM esistente (non credo che allora si
    > chiamasse IM...), tuttavia dispersi l' account!
    > Non mi sarebbe dispiaciuto usare un ID ICq a 6
    > cifre...
    >
    > Ma ultimamente era diventato fonte di tanto di
    > quello spam che ho deciso di
    > abbandonarlo!
    non+autenticato
  • abbiamo proprio vissuto lo stesso periodo Sorride
    Pionieri!
  • - Scritto da: pentolino
    > abbiamo proprio vissuto lo stesso periodo Sorride
    > Pionieri!

    ROTFL...tra 15 anni sentiremo "i pionieri" che usavano fessbuk.
    non+autenticato
  • guarda io per pioniere intendo chi popolava una nicchia; nel 95 indubbiamente l' IM era una piccolissima nicchia come pure l' accesso internet casalingo.
    Chi ha iniziato ad usare fessbuk nell' ultimo anno - anno e mezzo di sicuro non è un pioniere, rientra nella massa
  • - Scritto da: pentolino
    > guarda io per pioniere intendo chi popolava una
    > nicchia;

    Ah! Che strano!!! Io invece intendo chi inizia ad
    occuparsi di qualcosa di nuovo e innovativo
    che in precedenza non era mai stato fatto...
    non+autenticato
  • se fosse come dici tu allora non avrebbe senso il plurale di pioniere, in quanto per definizione tale parola si potrebbe associare ad una sola persona (per esempio esattamente la prima persona che mette un piede in una terra sconosciuta, già il secondo è un imitatore).