Fabrizio Bartoloni

Speciali/ Matt Asay e la lince lucida

Il COO di Canonical illustra a Punto Informatico le novitÓ della nuova Ubuntu. Che, pur con qualche polemica, Ŕ un importante tassello nella sfida che vede Linux impegnato a diventare un desktop adatto al mondo consumer

Roma - Sono trascorsi solo pochi giorni dall'uscita di Ubuntu 10.04, ribattezzata Lucid Lynx, la nuova release LTS (ovvero con 3 anni di supporto previsti) della popolare distro Linux (qui anche una prova di PcTuner). Molti i cambiamenti sostanziali, e altrettanti quelli estetici: dal boot più rapido al nuovo tema grafico, all'integrazione dei social network nel desktop tramite MeMenu a molto altro. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Matt Asay, COO di Canonical, per chiarire alcuni dubbi e saperne di più:

Punto Informatico: LL promette di unificare il sistema distributivo delle applicazioni, vi state muovendo verso il modello "AppStore"?
Matt Asay: Sì e no. Sì nel senso, stiamo di certo attingendo dalla popolarità e familiarità che ormai gli utenti hanno verso gli app store e vogliamo costruire un'esperienza dove gli utenti possano con facilità scoprire e godersi una vasta gamma di software. Se l'implicazione del modello app store è "vi faremo pagare", allora la risposta è che la maggior parte delle applicazioni disponibili sono e saranno open source e non ve le faremo mai pagare.

PI: Solo open source?
MA: Forniremo anche un certo numero di applicazioni libere ma non open-source, come facciamo ora attraverso un canale partner. Ed eventualmente potremmo pure fornire alcune applicazioni dietro un piccolo compenso. Ma l'obiettivo è di renderle tutte disponibili agli utenti in modo che possano trovare il software di cui hanno bisogno nel modo più facile possibile, il che aiuta gli autori a diffondere i propri prodotti.
il marketplace per le applicazioni


PI: Ubuntu One Music Store, come d'altronde Ubuntu One e l'annunciata partnership con Yahoo!, tutti questi servizi sono intesi per rendere questa distro redditizia. Qual è il loro vantaggio rispetto ai preesistenti modelli di business?
MA: Supponendo che si intenda "vantaggi rispetto ai preesistenti modelli di business di Canonical stessa", penso che al momento siano semplicemente un'estensione di come facciamo già affari. Il nostro business consiste nel vendere servizi a valore aggiunto riguardo Ubuntu, che è quel che facciamo sul desktop, server e cloud, e ora lo stiamo esprimendo attraverso Ubuntu One e Ubuntu One Music Store. Il loro vantaggio, in generale, è di dipendere dalla relativa ubiquità di Ubuntu, ma a loro volta contribuiscono ad accrescerne l'adozione rendendola una distro più accessibile e utile ad un maggiore bacino di clienti.

PI: I recenti drastici cambiamenti nel "look and feel" della GUI, su tutti lo spostamento a sinistra dei pulsanti delle finestre, hanno riscontrato critiche già dalle prime beta: d'altro canto quasi nessuno ha commentato in positivo o negativo sulle differenze intervenute sul fronte più tecnico (per citarne una, l'abbandono di HAL). Gli utenti Ubuntu guardano più alla carrozzeria che a cosa accade sotto il cofano?
MA: Credo sia corretto dire che i nostri utenti siano interessati a entrambe. Un'auto può avere una linea elegante ma è solo un ornamento se il motore è fermo. Pertanto anche quelli che dicono di importarsi solo dell'UI hanno a cuore pure "cosa accade sotto il cofano". Detto questo, nessuno può dire davvero cosa importi davvero agli Ubuntisti: ce ne sono svariati milioni e hanno un ampio spettro di interessi.

PI: Cosa dire allora, come risolvere la questione?
MA: Posso dirvi cosa importa a Canonical e alla community: ovvero fornire un bel sistema che giri estremamente bene su una vasta gamma di hardware e supporti una ancora più vasta gamma di periferiche. Si tratta di un'enorme quantità di lavoro sotto il cofano e nessuna decisione relativa alla GUI verrà presa se comprometterà l'esecuzione snella di Ubuntu per gli utenti. Stiamo espandendo l'universo Ubuntu oltre la folla di tecnofili entusiasti fino all'utente mainstream, ma non sacrificheremo mai la qualità della tecnologia sottostante in nome dell'esperienza nell'interfaccia.

PI: Alcune applicazioni popolari quali GIMP e Pidgin sono state escluse da questa nuova release per varie ragioni, qual'è la politica dietro la scelta di cosa includere e cosa no?
MA: Cerchiamo di includere di default i software migliori e più usati, tutto quel che ragionevolmente si possa infilare nell'ISO di un CD. Quando non possiamo, rendiamo quel software liberamente disponibile agli utenti via Web. Quindi qualsiasi utente che effettui l'upgrade alla 10.04 e che attualmente usi GIMP e Pidgin si aggiornerà mantenendo GIMP e Pidgin al loro posto. Chi invece compia una installazione ex-novo può sempre aggiungerli con un semplice click dal software center.

PI: ╚ comunque un cambiamento significativo.
MA: Faccio notare che il nostro cambio di politica è solo che GIMP non viene più installato di default, sebbene sia ancora disponibile e del tutto supportato. Pidgin, al contrario, è stato rimpiazzato da Empathy, il quale fornisce funzionalità equivalenti nell'installazione di default. Nel caso di GIMP, abbiamo parlato coi gestori del progetto "upstream", e hanno concordato col nostro approccio.

PI: Come avviene questo processo di selezione delle applicazioni?
MA: Le decisioni relative ai pacchetti e alle applicazioni sono di consueto dibattute apertamente negli Ubuntu Developer Summit (UDS) e nei forum, la decisione finale viene presa dal team del desktop team. Il nostro obiettivo è sempre di migliorare l'esperienza utente mantenendo il massimo della scelta.

PI: C'è qualcosa che avreste voluto in questa release ma che non ce l'ha fatta in tempo?
MA: Puoi sempre essere insoddisfatto, ma in tutta onestà posso dire che questa release ha superato di gran lunga le mie aspettative. ╚ davvero il culmine delle innovazioni degli ultimi due anni e le migliorie nell'interfaccia mi hanno spiazzato. Sono un utente Mac di lungo corso e questa è la prima volta che mi trovo a mio agio nell'abbandonare i miei Mac (ne ho quattro) per Linux.

PI: Qualche menzione d'onore?
MA: Thunderbird 3, ad esempio, pur non essendo installato di default in Ubuntu, è fantastico. Ubuntu One ha presentato più di quanto aspettassi in termini di integrazione nel desktop, sincronia col cellulare e il music store è stupefacente. Quindi non ho una risposta facile alla vostra domanda. Sono sicuro mi verranno in mente dettagli mancanti, ma per allora la 10.10 avrà risolto tutto e mi avrà dato ancora di più.

lo store musicale


PI: Le raccomandazioni finali.
MA: Questa è davvero la prima release di Linux - Ubuntu o altra distribuzione - che posso raccomandare a familiari e amici senza riserve. Si tratta di un abitante del desktop di prima classe.

a cura di Fabrizio Bartoloni
Notizie collegate
  • TecnologiaAndroid tornerà nel kernel Linux?Google sembra intenzionata a riprendere la collaborazione con il team di sviluppo del kernel Linux. Primo obiettivo, riportare i driver di Android nel ramo di sviluppo principale di Linux
  • TecnologiaMeeGo guarda anche ai desktopIntel ha svelato l'intenzione di sviluppare un'edizione di MeeGo ottimizzata per i suoi processori Core e, di conseguenza, capace di girare su laptop e PC dektop
  • AttualitàLa class action dei Pinguini contro SonyUn gamer californiano si Ŕ messo alla guida di una causa legale contro l'azienda nipponica. Che sarebbe venuta meno agli obblighi contrattuali verso i suoi clienti: sfrattando Linux dall'interfaccia della PS3
294 Commenti alla Notizia Speciali/ Matt Asay e la lince lucida
Ordina
  • C'e stato un blocco da dotto ma poi
    ho cambiato idea visto che c'è zio Me

    licenza poetica on

    la questione è genetica dei codici, filologia della scrittura, quasi dimenticavo del blocco da dotti di scienze tecnoburocrate? Che è evidente non può essere, la scienza risponde sempre continuamente e avanza, il resto segue, che altro? Il contrario? La tecnoGEEKburocrazia determina scienza? E quando? Insomma la solita mania da potenza da tecnologia che porta a provare cosa può fare. Può fare tutto, si sa già da pezzi, solo è una parte, una parte sola, con la stessa potenza prometea
    nella versione più geek pandoriana avremmo fatto a carbone la storia e il suo errore d'orrore finora.


    La tecnica è mezzo e mezza ragione, e sola fa niente se non confusione, senza il linguaggio più potente di tutti: la lingua dialettica che esprime l'amore, ragione, la scienza, sapienza, l'umore e ogni carattere dato da vita che lascia il suo segno tra le altre parole. E i Greci d'antica fattura di glorie trovarono il verso di mettere accenti che battono tempo per dare un gran volo a ogni cadenza dell'arte di allora, e senza dialettica di libere voci che avrebbero fatto per segnare la gloria e imparare romani?

    licenza poetica special

    Vista da qui, cluster di chip a sapienza crescente, banda larga, memoria accentata, e consapevolezza della forza nascosta nella parola che gode d'idea che non ha la somma numerica facile perché moltiplica e produce sapienza da intelligenza per la politica delle città.

    Quindi in sintesi geek: moltiplicazione mitologica dell'intelligenza individuale e sociale per la via libera. ╚ la tecnica mezza aumentata più mezzo dal dialogo vario che riscalda città e scolpisce divario sulle altre realtà.


    dal blocco


    dal quarto bug del 1 bug di ubuntu

    leggere il primo bug e considerate quanto sia in linea coi desiderata dell'utonza macaca

    da cui per i macachi ubuntu è vista come due piccioni con una fava, software libero disponibile, imho da negoziare linea per linea agli stessi prezzi markettari con cui trattano loro il digitale e non fare un passo avanti senza la liberazione del loro stesso digitale, non dal prezzo e neanche da eule o altre catene virtuali sulla copia, dal peso dei chip. Che zio Bill faccia prove d'intelligenza software, mi può stare pure bene, che altri, senza necessità se non markettara, limiti il software dentro un aggeggio, un personal addirittura, tanto personal, da essere personalmente pesante per tutti i macachi come digitale molecolare, non si potrebbe trasmettere senza i chip macachi, non ha autonomia da loghi hardware!!! Totale: non è digitale. Non ne possiede una caratteristica peculiare, piegata alla tassa del chip macaco. Il digitale meno libero del mondo che porta la sua intelligenza markettara da ignoranza dell'utonza macaca dentro uno store stonato, per far sentire a loro agio gli utonti macachi, che hanno Zio Bill per cattivone e la loro ignoranza utonta pesante quanto i chip macachi non ha nulla da dire sul digitale molecolare.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 06 maggio 2010 04.44
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 06 maggio 2010 04.45
    -----------------------------------------------------------
  • Tecnicamente grandioso, anche se si sofferma molto sul motore e poco sulla carrozzeria.
  • Mi auto correggo: qualcuno più bravo e con vista migliore di me mi ha fatto notare che l'articolo è su più pagine.
    Quindi posso affermare che quello è il miglior articolo su Lucid a 360░ (cit.)
  • Grazie, appena ho un minuti me lo leggo Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnulinux86
    > http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=6204

    E anche gli altri articoli non sono male.
    krane
    22544
  • So che questo post non lo leggerà nessuno, ma penso sia importante sfatare qualche inutile mito riguardo il supporto HW riportando un'esperienza di vita vissuta.
    Ad un dipendente di un'azienda con cui collaboro si rompe il mouse: ne trovano uno USB marchiato Microsoft; lo attaccano al PC (Windows XP) e mi chiamano perché non riescono a farlo funzionare. Verifico e in effetti non sta partendo la finestra di installazione automatica: qualcosa di complicato per un utonto se non si ha un mouse. Dopo un primo avanti mi chiede se sono sicuro di continuare perché si tratta di HW non certificato MS (?!?!?!?!?); giunto alla fine del primo giro, si riapre la stessa finestra e il giro viene rifatto 3 volte (con poche differenze) prima di poterlo usare. Questo sul SO più diffuso al mondo.
    Per curiosità provo la stessa cosa con Vista e 7: stavolta fa tutto da solo e in meno di un minuto è pronto.
    Provate a fare lo stesso con Ubuntu: lo attacchi e funziona. Subito. E non da questa versione, ma almeno dalla 8.04. A voi le conseguenze.
  • - Scritto da: advange
    > So che questo post non lo leggerà nessuno, ma
    > penso sia importante sfatare qualche inutile mito
    > riguardo il supporto HW riportando un'esperienza
    > di vita
    > vissuta.
    > Ad un dipendente di un'azienda con cui collaboro
    > si rompe il mouse: ne trovano uno USB marchiato
    > Microsoft; lo attaccano al PC (Windows XP) e mi
    > chiamano perché non riescono a farlo funzionare.
    > Verifico e in effetti non sta partendo la
    > finestra di installazione automatica: qualcosa di
    > complicato per un utonto se non si ha un mouse.
    > Dopo un primo avanti mi chiede se sono sicuro di
    > continuare perché si tratta di HW non certificato
    > MS (?!?!?!?!?); giunto alla fine del primo giro,
    > si riapre la stessa finestra e il giro viene
    > rifatto 3 volte (con poche differenze) prima di
    > poterlo usare. Questo sul SO più diffuso al
    > mondo.
    > Per curiosità provo la stessa cosa con Vista e 7:
    > stavolta fa tutto da solo e in meno di un minuto
    > è
    > pronto.
    > Provate a fare lo stesso con Ubuntu: lo attacchi
    > e funziona. Subito. E non da questa versione, ma
    > almeno dalla 8.04. A voi le
    > conseguenze.

    Io lo ho letto il post.
    Comunque confermo quel che dici, spesso il problema è che la gente che usa una distribuzione linux non trova vicino a se o tra i suoi conoscenti qualcuno che sappia dirgli cosa fare al contrario dello strausatissimo windows in cui bene o male (male) quasi tutti hanno un minimo di esperienza...
  • ╚ un fenomeno sottile, che però sfugge: se usi Windows hai il "supporto" di tutte quelle persone che, anche se magari capiscono poco o nulla di informatica, lo usano tutti i giorni.
    Per Ubuntu sarebbe importante intaccare quella massa di utenti che "nel giro" sono definiti "esperti"; in pratica la persona che è capace di formattare il PC e installare Windows.
  • E cosa dire del fatto che se per sbaglio il mouse lo attacchi ad una usb diversa dalla solita il pc con win xp inizia a frullare come un dannato per poi far uscire la notifica che ti avverte che ha trovato "un nuovo hardware". Bha!
    non+autenticato
  • Magari faccio anche questo esperimento: non l'avevo mai notato.
  • Non l'hai notato forse perchè hai sempre avuto pc potentissimi che procedono con l'operazione velocissimamente!Sorride
    non+autenticato
  • O forse il fatto che sui miei PC non c'è traccia di Windows da 3 anni mi ha aiutato a dimenticare Sorride
  • In realtà anche linux e osx fanno la stessa cosa.

    La differenza è che il messaggio è invisibile.

    Con dmesg appare in tutto il suo splendoreA bocca aperta
    non+autenticato
  • Credo tu abbia ragione, anche se grazie al cielo l'operazione è istantanea !

    usb 3-1: USB disconnect, address 2
    [ 1146.704218] usb 2-1: new low speed USB device using uhci_hcd and address 2
    [ 1146.880706] usb 2-1: configuration #1 chosen from 1 choice
    [ 1146.897213] input: Logitech USB Optical Mouse as /devices/pci0000:00/0000:00:1d.0/usb2/2-1/2-1:1.0/input/input11
    [ 1146.897590] generic-usb 0003:046D:C019.0002: input,hidraw0: USB HID v1.11 Mouse [Logitech USB Optical Mouse] on usb-0000:00:1d.0-1/input0
    [ 1223.057147] usb 2-1: USB disconnect, address 2
    non+autenticato
  • c'è una bella differenza però e cioè che linux non reinstalla daccapo i driver

    il driver è attivo e semplicemente si rende conto che la porta è cambiata e produce quell'output
    non+autenticato
  • - Scritto da: mecco
    > Non l'hai notato forse perchè hai sempre avuto pc
    > potentissimi che procedono con l'operazione
    > velocissimamente!
    >Sorride

    O tu hai una baracca...
    non+autenticato
  • Invece di pensare allo schermino colorato e i bottoni dalla parte sbagliata, dalla 9,04 alla 9.1 l'upgrade di gdm ha rotto il supporto a x11vnc.
    E' mai possibile che con un upgrade di versione un software che usa mezzo mondo smetta di funzionare cosi'...
    non+autenticato
  • Linux e l'open-source in genere sono sempre alla rincorsa dei prodotti closed. Nel caso di Imbuto le fonti di ispirazione sono Windows e OSX. Come sempre su Linux le novità arrivano 3 anni dopo Windows e 2 anni dopo OSX (Apple prima ha a sua volta copiato da MS, ma in tempi più rapidi).

    Seconda cosa mi fa ridere leggere i commenti dei cantinari che prima di comprarsi un componente hardware sono costretti a leggere i forum sperando di trovare indicazioni sulla sua compatibilità, e se la compatibilità c'è non è detto che l'hw venga sfruttato al 100%.

    Infine è comico vedere come vengano incluse applicazioni e librerie in beta, segno che Linux era/è/sarà un campo di sperimentazione eternamente work-in-progress. Linux va bene per i ragazzini mantenuti dai genitori che non sanno come passare la giornata, in ambito aziendale Windows è in costante crescita (dove già non detiene il 100% di share).

    Caro Shuttleworth era meglio se continuavi a fare i viaggi spaziali, piuttosto che lanciarti in questa mission impossible: diffondere Linux!!!
    non+autenticato
  • Finalmente una trollata con i fiocchi; qualche volta calchi troppo la mano, ma nel complesso un 8 te lo darei.
    Peccato che sei fuori tempo massimo e non scatenerai il flame voluto.
  • - Scritto da: advange
    > Finalmente una trollata con i fiocchi; qualche
    > volta calchi troppo la mano, ma nel complesso un
    > 8 te lo
    > darei.
    > Peccato che sei fuori tempo massimo e non
    > scatenerai il flame
    > voluto.

    Come sempre i cantinari non sono in grado di argomentare, perchè sanno di essere dalla parte del torto, quindi vanno OT.
    non+autenticato
  • > Come sempre i cantinari non sono in grado di
    > argomentare, perchè sanno di essere dalla parte
    > del torto, quindi vanno OT.
    "Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati" (cit.)
    Comunque, ottima anche la risposta: ripeto, l'unico peccato è che è fuori tempo massimo; se lo postavi venerdì ti beccavi un centinaio di risposte. Hai passato tutto il weekend a pensarci?
  • Tra un po' gli darai anche una caramella Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife
    > Linux e l'open-source in genere sono sempre alla
    > rincorsa dei prodotti closed. Nel caso di Imbuto
    > le fonti di ispirazione sono Windows e OSX. Come
    > sempre su Linux le novità arrivano 3 anni dopo
    > Windows e 2 anni dopo OSX (Apple prima ha a sua
    > volta copiato da MS, ma in tempi più
    > rapidi).

    In realtà è il contrario, ma sei pur sempre uno che usa l'NTFS...
    non+autenticato
  • hahahaha quante risate

    - Scritto da: WinForLife
    > Linux e l'open-source in genere sono sempre alla
    > rincorsa dei prodotti closed. Nel caso di Imbuto
    > le fonti di ispirazione sono Windows e OSX. Come

    quindi è per questo che windows settete ha copiato kde4?

    > sempre su Linux le novità arrivano 3 anni dopo
    > Windows e 2 anni dopo OSX (Apple prima ha a sua

    mmm a parte che è risaputo che osx è avanti a windows, quindi quei 2 e 3 vanno invertiti

    poi mi ricordo che noi abbiamo il supporto esata, usb3, uvc, sata3 da molto prima che ce l'avessero i winari

    mi sa che dovresti informarti un pò meglio

    > volta copiato da MS, ma in tempi più
    > rapidi).
    >

    si certo infatti ricordiamo tutti la causa di apple contro ms, quest'ultima accusata di aver copiato il sistema opeativo del mac di sana pianta

    > Seconda cosa mi fa ridere leggere i commenti dei
    > cantinari che prima di comprarsi un componente
    > hardware sono costretti a leggere i forum

    no guardo semplicemente sulla scatola se c'è il pinguino disegnato

    > sperando di trovare indicazioni sulla sua
    > compatibilità, e se la compatibilità c'è non è
    > detto che l'hw venga sfruttato al
    > 100%.
    >

    mi verrebbe da farti leggere la filippica di un tuo collega winaro che alle mie provocazioni circa i virus per windows rispose che il problema era dell'utente, che l'utente quando compare la finestra dell'antivirus deve leggere i forum e capire cosa sta succedendo e blah blah

    insomma avete poche idee e ben confuseA bocca aperta

    > Infine è comico vedere come vengano incluse
    > applicazioni e librerie in beta, segno che Linux
    > era/è/sarà un campo di sperimentazione
    > eternamente work-in-progress. Linux va bene per i

    beta? quali? esempi? io non ne vedo

    > ragazzini mantenuti dai genitori che non sanno
    > come passare la giornata, in ambito aziendale
    > Windows è in costante crescita (dove già non
    > detiene il 100% di
    > share).
    >

    crescita? si si certo, il 10% l'anno di ie in perdita, un altro 3% di windows, windows ce morto, windows fogna o come si chiama che è nato morto

    beh basta crederci che è in crescita, in fondo quando la realtà è difficile da accettare ci si rifugia nella fantasiaA bocca aperta

    > Caro Shuttleworth era meglio se continuavi a fare
    > i viaggi spaziali, piuttosto che lanciarti in
    > questa mission impossible: diffondere
    > Linux!!!

    peccato che linux sia già diffuso ovunque, dai decoder dtt fino ai frigoriferi, tv lcd, videotelefoni, router

    bye bye fanboy winaro Rotola dal ridere

    attento ai russi, so che ce l'hanno enormeA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife
    > Linux e l'open-source in genere sono sempre alla
    > rincorsa dei prodotti closed. Nel caso di Imbuto
    > le fonti di ispirazione sono Windows e OSX.

    Strano Win7 sembra la copia di KDE4, oltre tutto i manager a Redmond affermano di ispirarsi al Mac:

    http://www.pcr-online.biz/features/328/Microsofts-...

    > Come
    > sempre su Linux le novità arrivano 3 anni dopo
    > Windows e 2 anni dopo OSX (Apple prima ha a sua
    > volta copiato da MS, ma in tempi più
    > rapidi).

    Esempi?? tipo dopo 20 anni Microsoft è riuscita a copiare sudo chiamandolo UAC!? Rotola dal ridere

    > Seconda cosa mi fa ridere leggere i commenti dei
    > cantinari che prima di comprarsi un componente
    > hardware sono costretti a leggere i forum
    > sperando di trovare indicazioni sulla sua
    > compatibilità, e se la compatibilità c'è non è
    > detto che l'hw venga sfruttato al
    > 100%.

    http://social.answers.microsoft.com/Forums/it-IT/w...
    Si, mentre su Windows tutto funziona alla perfezione... Rotola dal ridere

    > Infine è comico vedere come vengano incluse
    > applicazioni e librerie in beta, segno che Linux
    > era/è/sarà un campo di sperimentazione
    > eternamente work-in-progress.

    Esempi?? a me quando si parla di beta work-in-progress mi ricorda Windows Svista....Rotola dal ridere

    > Linux va bene per i
    > ragazzini mantenuti dai genitori che non sanno
    > come passare la giornata,

    Quindi perchè usi Windows!?Rotola dal ridere

    > in ambito aziendale
    > Windows è in costante crescita (dove già non
    > detiene il 100% di
    > share).

    Un dato a sostegno dei tuoi deliri no ...e..!????

    > Caro Shuttleworth era meglio se continuavi a fare
    > i viaggi spaziali, piuttosto che lanciarti in
    > questa mission impossible: diffondere
    > Linux!!!

    No, i troll come te altrimenti come sarebbero saltati fuori!? Rotola dal ridere
  • - Scritto da: WinForLife
    > Linux e l'open-source in genere sono sempre alla
    > rincorsa dei prodotti closed. Nel caso di Imbuto
    > le fonti di ispirazione sono Windows e OSX. Come
    > sempre su Linux le novità arrivano 3 anni dopo
    > Windows e 2 anni dopo OSX (Apple prima ha a sua
    > volta copiato da MS, ma in tempi più
    > rapidi).

    lol beryl è di qualche anno fa.. nulla di cosi spettacolare è stato ancora portato ne su apple ne su microsoft

    >
    > Seconda cosa mi fa ridere leggere i commenti dei
    > cantinari che prima di comprarsi un componente
    > hardware sono costretti a leggere i forum
    > sperando di trovare indicazioni sulla sua
    > compatibilità, e se la compatibilità c'è non è
    > detto che l'hw venga sfruttato al
    > 100%.

    le specifiche non vengono rilasciate dalle case produttrici e se lo facessero microsoft potrebbe decidere di inchiodarle ad ogni modo è poco l'HW non supportato..
    >
    > Infine è comico vedere come vengano incluse
    > applicazioni e librerie in beta, segno che Linux
    > era/è/sarà un campo di sperimentazione
    > eternamente work-in-progress.

    meno male che è sempre work-in-progress.. almeno è difficile che quando patchi apri altri buchi nel sistema come altri sono abituati a fare..

    Linux va bene per i
    > ragazzini mantenuti dai genitori che non sanno
    > come passare la giornata,

    quindi io che ne ho 50 non vado bene?.. e pensa che gioco pure coi videogiochi.. su linux addirittura.. che cosa terribile eh?

    in ambito aziendale
    > Windows è in costante crescita (dove già non
    > detiene il 100% di
    > share).

    e bravo windows.. ma con questo?.. non capisco dove vuoi andare a parare
    >
    > Caro Shuttleworth era meglio se continuavi a fare
    > i viaggi spaziali, piuttosto che lanciarti in
    > questa mission impossible: diffondere
    > Linux!!!

    ecco qui l'ho capita ancora meno.. saranno cazzi suoi?
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)