Alessandro Del Rosso

Ubuntu 10.10 non vestirÓ GNOME Shell

Il papÓ della distro, Mark Shuttleworth, ha chiarito che la prossima release non includerÓ il nuovo windows manager di GNOME 3.0. Se piacerÓ agli utenti, poi si vedrÓ

Roma - Al contrario di quanto ipotizzato da molti, GNOME Shell non farà parte dei componenti standard di Ubuntu 10.10 (Maverick Meerkat). Ad affermarlo è stato lo stesso patron di Ubuntu, Mark Shuttleworth, che in questo Q&A ha risposto a molte domande attinenti il futuro sviluppo di Ubuntu.

UbuntuCome molti sanno, GNOME Shell è un nuovo window manager candidato per l'integrazione nella futura major release 3.0 di GNOME. Questa tecnologia, che promette di rivoluzionare l'interfaccia grafica utente di GNOME, si integra con il compositing window manager Mutter, capace di accelerare gli effetti grafici 3D in hardware. Questa caratteristica è anche quella più criticata dalla comunità del software libero, perché di fatto ostacola l'uso di compositing window manager alternativi, incluso il celebre Compiz.

Shuttleworth ha preferito non entrare nel merito di questa polemica, limitandosi a dire che, almeno per la prossima versione di Ubuntu, GNOME Shell non sarà il window manager predefinito e non verrà distribuito insieme al sistema operativo: gli utenti potranno comunque scaricarlo attraverso i repository Universe.
Shuttleworth non scoraggia però gli utenti dal provare GNOME Shell, tutt'altro: "Più gente lo userà e si dimostrerà interessata ad esso, più azzeccata sarà la nostra decisione in vista di Ubuntu 11.04" ha commentato il fondatore di Canonical. Il rilascio di Ubuntu 10.10 è stato recentemente fissato per il 28 ottobre, mentre GNOME 3.0 dovrebbe vedere la luce nel corso di settembre.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
131 Commenti alla Notizia Ubuntu 10.10 non vestirÓ GNOME Shell
Ordina
  • ennesima dimostrazione di come il mondo linux sia troppo frammentario, cambiano continuamente i componente, senza mai trovare una soluzione a lungo termine
    non+autenticato
  • - Scritto da: vinnie
    > ennesima dimostrazione di come il mondo linux sia
    > troppo frammentario, cambiano continuamente i
    > componente, senza mai trovare una soluzione a
    > lungo
    > termine

    Dipende dai punti di vista, per me lo è pure troppo poco
  • Nell'articolo c'è scritto che Ubuntu 10.10 uscirà il 28 ottobre: in realtà Mark ha deciso che uscirà il 10 ottobre così può farci su un bel po' di battute:
    - si chiama 10.10 ed esci il 10.10
    - esce il giorno 101010 che in binario significa 42 = il senso della vita
  • - Scritto da: advange
    > Nell'articolo c'è scritto che Ubuntu 10.10 uscirà
    > il 28 ottobre: in realtà Mark ha deciso che
    > uscirà il 10 ottobre così può farci su un bel po'
    > di
    > battute:
    > - si chiama 10.10 ed esci il 10.10
    > - esce il giorno 101010 che in binario significa
    > 42 = il senso della
    > vita

    O meglio: la RISPOSTA definitiva alla vita l'universo e tutto quanto!!! A bocca aperta
  • - Scritto da: advange
    > Nell'articolo c'è scritto che Ubuntu 10.10 uscirà
    > il 28 ottobre: in realtà Mark ha deciso che
    > uscirà il 10 ottobre così può farci su un bel po'
    > di
    > battute:
    > - si chiama 10.10 ed esci il 10.10
    > - esce il giorno 101010 che in binario significa
    > 42 = il senso della
    > vita

    Che fa il paio con il nome in codice di KDE 4.2: "the answer"Sorride
    Funz
    12989
  • Errata. Scrivo per sottolineare l'errore "Windows manager". In realta` si tratta di un "window manager". Il nome non andrebbe confuso anche per altre ragioni, dato che Windows e` un sistema operativo. Grazie
    non+autenticato
  • - Scritto da: Piero Dalle Pezze
    > Errata. Scrivo per sottolineare l'errore "Windows
    > manager". In realta` si tratta di un "window
    > manager". Il nome non andrebbe confuso anche per
    > altre ragioni, dato che Windows e` un sistema
    > operativo.
    > Grazie

    Se leggi attentamente è proprio il sogno espresso nel 1 bug di ubuntu.Sorride
  • - Scritto da: Piero Dalle Pezze
    > Errata. Scrivo per sottolineare l'errore "Windows
    > manager". In realta` si tratta di un "window
    > manager". Il nome non andrebbe confuso anche per
    > altre ragioni, dato che Windows e` un sistema
    > operativo.
    > Grazie

    Hai perfettamente ragione Occhiolino Corretto, grazie per la segnalazione!
  • A seguito dell'evidenza dell'attrazione macaca di ubuntu, espressa già dal suo buggato 1 bug, indistinguibile da un bug macaco, e spintasi fino alla vendita di mp3! Imho, si dovrebbe cercare di sviluppare edizioni locali, secondo le esigenze del territorio, per dare infine all'uso sul campo la possibilità di incidere sulle scelte del centro.

    Da cui le ubuntuLocal potrebbero fondarsi su un bug meno macaco come: 1 bug di ubuntuLocal: ubuntu non è l'os più popolare nello universal ballot screen.

    Le ubuntuLocal dovrebbero guardare meno al software e più alle risposte utili per gli utilizzatori finali, da ottenere da quel software, spesso ricchissimo di opportunità, ma non nello stadio stabile utile all'uso su strada geolocalizzato, specie per le attività lavorative. Le ubuntuLocal non dovrebbero essere le offerte di un gruppo di sviluppo a un territorio, ma le risposte alle sue domande.
  • Io una domanda ce l'avrei... Ma che senso ha il tuo POST?
    Con tutte queste guerre di religione, pro questo, pro quello, me?da su quell'altro, mi si sono fritti i neuroni.
    W iPhone OS, W OSX, abbasso i Linariii...
    non+autenticato
  • - Scritto da: angros
    > Io una domanda ce l'avrei... Ma che senso ha il
    > tuo
    > POST?
    Il senso è dare strade al software libero che non ricalchino quelle già battute dai software chiusi e le scelte conseguenza della chiusura, e quindi evidentemente inadatte al libero. Così il 1 bug di ubuntu attuale, fa riferimento al market share di Zio Bill, ma il libero non può nemmeno misurarsi col market solo, non è fatto solo per quello, i benefici che offre non sono solo economici per chi lo vende, il libero non si vende alla closed e non può considerare quel tipo di vendita una sua opzione.

    > Con tutte queste guerre di religione, pro questo,
    > pro quello, me?da su quell'altro, mi si sono
    > fritti i
    > neuroni.

    La via è, in linea col metodo artistico di zio Me, la più proficua che offre l'intelligenza: ama abbraccia cresciamo.

    > W iPhone OS, W OSX, abbasso i Linariii...

    Ma se ubuntu ha pure il suo bug fondante macaco? E comunque zio Me sono per w pure i machachi, basta che tengano per loro la loro fuffa, e unbuntuLocal la vedo come una macachizzazione ulteriore di ubuntu, attenzione macaca per semplificare la vita all'utente col software libero.
  • Ma non rispondergli, quello è un troll (di nome Giorgio) che usa spesso i nick degli altri.
    non+autenticato
  • Quello è il bug dei non registrati che vogliono identificarsi lo stesso.
    I troll svolgono la loro funzione di involontario controllo sempre.
    E odi, odi, anche quello ha dato il suo contributo alla mia ispirazione!
    Da cui, credo che il problema sia tuo, quello fa il suo mestiere e approfitta del bug del tuo nick, nick che non ti consente di partecipare alle discussioni non aperte ai non registrati, cioè la tua scelta grava pure su di me.
  • - Scritto da: angros
    > Io una domanda ce l'avrei... Ma che senso ha il
    > tuo POST?

    che ingenuo, bastava leggere in $_POST['Africano']
    non+autenticato
  • Sinceramente non so cosa stiano facendo quelli di Gnome e con che criteri stiano lavorando, se il nuovo progetto, sarà una seria reingegnerizzazione (magari ad oggetti) di quello vecchio, o la classica Icaza way del codice che si trasporta e duplica qui e là.

    Quello che ho visto fino ad ora non mi convince molto ma una cosa è comunque certa : se le innovazioni di Gnome 3 faranno di Gnome quello che le innovazioni di Kde 4 hanno fatto di Kde, il mio prossimo window manager sarà twm.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ZZZzzzzzz.. ..

    > il mio prossimo window manager sarà
    > twm.

    ROTFL

    Prova fluxbox, lo uso per macchine ultravetuste (p200 mmx)
    non+autenticato
  • > molto ma una cosa è comunque certa : se le
    > innovazioni di Gnome 3 faranno di Gnome quello
    > che le innovazioni di Kde 4 hanno fatto di Kde,
    > il mio prossimo window manager sarà
    > twm.

    Sorride xfce...
    non+autenticato
  • E di lxde che mi dite ? (Io finora l'ho usato solo sotto Knoppix e mi è sembrato valido)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marcello Romani
    > E di lxde che mi dite ? (Io finora l'ho usato
    > solo sotto Knoppix e mi è sembrato
    > valido)

    io lo uso su un eeepc 701 (ssd 4 GB) con debian lenny, una scheggia.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)