Alfonso Maruccia

Opera: Flash è bollito, Adobe si muova

La software house nel corrente sulle tecnologie web. Perplessità sulle prestazioni di Flash, certezze sul suo ruolo. E l'invito ad Adobe per l'apertura alla community: il web è di tutti, d'altronde

Roma - Dopo il là dato da Steve Jobs, la discussione sul presente, il futuro o anche la legittimità di Adobe Flash come tecnologia per il web continua ad animarsi e a registrare pareri eterogenei. Ultimo in ordine di tempo arriva quello di Opera Software, azienda norvegese sviluppatrice dell'omonimo browser che non la manda a dire: e definisce senza remore Flash come un qualcosa che ha poco senso, e consuma troppo, per la semplice visualizzazione di filmati online.

Non che Flash stia per sparire dalla circolazione o non rappresenti una piattaforma valida per lo sviluppo di contenuti e applicazioni, dice il product analist di Opera Phillip Gronvold: "I contenuti della Internet di oggi dipendono da Flash - concede Gronvold - se si elimina Flash non si può avere Internet com'è oggi". Flash ha una sua utilità e soprattutto per i contenuti dinamici, aggiunge Gronvold, ma in futuro le cose cambieranno in maniera radicale.

Opera è impegnata a immaginarsi il futuro del web, e nel futuro del web ci sono gli standard aperti: "Flash non è una tecnologia che fa parte degli standard aperti del web". Tanto più che, considerando il player di Adobe come video container per la fruizione di contenuti multimediali in streaming, "Flash ha ben poco senso per l'utilizzo della CPU, del WiFi, della batteria eccetera". "Puoi cuocere un uovo su un dispositivo una volta avviato Flash" dice Gronvold.
Allora come se ne esce? Gronvold dice che per alcuni motivi Flash "non fa parte della natura autentica del web e deve integrarsi nel futuro del web e negli standard aperti, o la sua tecnologia finirà per essere costantemente sotto attacco su tutti i fronti". Gronvold concede ad Adobe 18 mesi di tempo per sfruttare la "criticità" dell'importanza di Flash ed evolversi,aprendo le sue casseforti tecnologiche al resto della "community".

Opera non sposa le opinioni di Steve Jobs sulla "irrilevanza" di Flash e le presunte problematiche che ne fanno un prodotto inferiore rispetto alle iMeraviglie dell'iMondo, piuttosto si pone nel mezzo della querelle tra Apple e Adobe rifacendosi alla natura imperfetta della Internet interattiva e alla sua possibile evoluzione nel breve-medio termine.

Intanto il dibattito su Flash, HTML 5 e web prosegue, e coinvolge anche singole personalità e sviluppatori come Tim Bray, nella cui idea di web il formato HTML non è affatto quella componente fondamentale che i detrattori di Flash pretenderebbero fosse. Per Bray, Flash fa parte a pieno titolo della sfaccettata infrastruttura che "anima" Internet, ha i suoi (pessimi) difetti ma anche HTML 5 non scherza in quanto a difficoltà nello sviluppo di appliance e nella presentazione dei contenuti.

HTML 5 quindi non sarà perfetto, ma si è appena guadagnato il supporto di un importante servizio di "condivisione sociale" di documenti. Il co-founder e CTO di Scribd, Jared Friedman, ha infatti annunciato l'intenzione di convertire tutti i contenuti presenti sui server del discusso e popolare portale di sharing alla nuova versione di HTML, abbandonando Flash e i problemi connessi al far girare una applicazione esterna (come Flash effettivamente è) all'interno del browser. Comunque vada, la polemica Adobe-Apple ha dato vita a un'autentica rivoluzione per formati, codec e standard sul world wide web.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
91 Commenti alla Notizia Opera: Flash è bollito, Adobe si muova
Ordina
  • Secondo me tutta questa storia tra html5 e adobe flash e solo una guerra mediatica per aggiudicarsi il monopolio. Flash sicuramente allo stato attuale é avanti da molti anni nello sviluppo di questa tecnologia, e non sará facile buttarla fuori.
    non+autenticato
  • vuoi vedere un filmato? html5
    vuoi un'applicazione ad elevata interattività? flash/flex, o se ce la fa silverlight
    poi il futuro è sempre diverso, ma mi sembra che si voglia fare un processo a flash per cose che non è (tra un po' forse era, ma diamogli il tempo) tenuto a fare. E non è detto che le identiche cose, sviluppate con identica maestria in flash o html5, siano meno pesanti in html5.
    Mah... spero che non si torni a vedere cose dei tempi delle applet java solo perchè la gente con le fette di mela davanti agli occhi sono convinte che "flash fa schifo".
    non+autenticato
  • si scrive senza accento...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > http://www.macitynet.it/macity/articolo/Sar-Giandu

    Ma non ho capito, sempre di fare animazioni e GUI con una tastiera e nozioni di programmazione si tratta, nulla che abbia una timeline... o no?

    Fan LinuxFan Apple
  • Perchè un nome simile ????????
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Perchè un nome simile ????????


    "Like Cappuccino, Gianduia takes a Cocoa-inspired name (Cocoa is itself a Java-inspired name) to describe its role as a way for Cocoa developers to bring their skills to rich online applications built using web standards, with no need for a proprietary web plugin like Flash or Silverlight,"

    http://www.appleinsider.com/articles/10/05/07/appl...

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: ruppolo
    > http://www.macitynet.it/macity/articolo/Sar-Giandu

    <metro apple>
    Apple non vuole che si utilizzi i propri marchi compresa la "i" iniziale minuscola poi lei utilizza il marchio di un cioccolato torinese, si dovrebbe autodenunciare.
    </metro apple>
  • Hmmm.... almeno che non lo registri come "apple Gianduia"... hmm..
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Hmmm.... almeno che non lo registri come "apple
    > Gianduia"...
    > hmm..

    Duplo-Matic, Gnutella, Apple Gianduia, Ford Fiesta, che golosoni.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 maggio 2010 14.37
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: pippo75
    > - Scritto da: ruppolo
    > >
    > http://www.macitynet.it/macity/articolo/Sar-Giandu
    >
    > <metro apple>
    > Apple non vuole che si utilizzi i propri marchi
    > compresa la "i" iniziale minuscola poi lei
    > utilizza il marchio di un cioccolato torinese, si
    > dovrebbe
    > autodenunciare.
    > </metro apple>

    gianduia non è un marchio, ma un tipo di cioccolato. Nutella è un marchio, ed è appunto un impasto di gianduia.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > http://www.macitynet.it/macity/articolo/Sar-Giandu

    Bisogna dirgli che carnevale è finito da un pezzo
    Funz
    13000
  • Entro la fine dell'anno in corso le maggiori realtà mondiali lo avranno già soppiantato, per quanto riguarda i semplici filmati.
    ruppolo
    33147
  • Ma devono ancora decidere lacodifica standard per html5
    Sgabbio
    26177
  • si, nel frattempo tutti hanno già scelto h.264
    MeX
    16902
  • Già, perfino Canonical ha fatto accordi per h.264. VP8 sarebbe molto meglio, ma se Google ha piani a riguardo, il tempo è agli sgoccioli. Immaginate però se lo standard fosse stato definito 10 anni fa: ora saremmo bloccati nell'usare un codec schifoso. Va bene che tutti si mettano d'accordo, ma preferirei che lo standard fosse man mano aggiornabile, che so ogni tot anni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Codec
    > Già, perfino Canonical ha fatto accordi per
    > h.264.

    Piccolo chiarimento sulla questione:

    http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?ID=6207
  • Ma gli standard sono aggiornabili per definizione.
    Sgabbio
    26177
  • Non è che lo hanno scelto, è il formato che flash usa da 3 anni, per cui non devono ricodificare tutti i video.
    non+autenticato
  • certo certo
    MeX
    16902
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Ma devono ancora decidere lacodifica standard per
    > html5

    Chi dovrà fare il lavoro ha già deciso. Anche perché c'è poco da scegliere, lo standard è quello.
    ruppolo
    33147
  • Assolutamente no.
    Come al solito, non è perchè una cosa viene usata, viene retificato come stantard, sopratutto per le incognite legali che esso avrà in futuro.
    Sgabbio
    26177
  • Ricordo \r\n vs \r vs \n
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)