Alfonso Maruccia

Germania, WiFi protette per legge

Una corte tedesca si pronuncia in merito a un caso di download illegale: parzialmente responsabile il proprietario del network wireless da cui è stata scaricata la canzone

Roma - Utenti Internet teutonici con reti WiFi: achtung. La Corte Federale con sede a Karlsruhe ha stabilito l'obbligo, per chi affida le proprie sessioni online a un network wireless domestico, di tenere al sicuro la connessione con una password. Il rischio che si corre altrimenti, dice ancora la corte, è quello di essere corresponsabili di un eventuale infrazione di copyright a opera di terzi versati nella (poco) nobile pratica del wardriving.

L'alta corte di Karlsruhe ha emesso la sentenza in seguito alla denuncia di un ignoto musicista nei confronti di un netizen, proprietario di una rete WiFi privata, usata per scaricare un brano non autorizzato che è poi finito sui circuiti del file sharing. Ma l'utente era in vacanza al momento del download incriminato, ragion per cui non poteva essere stato lui a scaricare il brano.

La Corte Federale ha dunque sancito la parziale corresponsabilità del proprietario della rete WLAN, a cui non può essere addebitato il fatto specifico del download illegale, ma di certo quello della scarsa attenzione per la sicurezza del proprio network. "Gli utenti privati sono obbligati a controllare se la loro connessione wireless è messa adeguatamente in sicurezza dal rischio di abuso da parte di terzi per commettere un infrazione di copyright", ha deciso la corte tedesca.
In caso di download illegale, l'utente della WLAN "abusata" rischia di essere multato per un massimo di 100 euro. Una somma non eccessiva, certamente, ma che sicuramente avrà conseguenze non positive sulle possibilità di condivisione delle reti wireless private e le tematiche connesse all'accesso a Internet distribuito sul territorio.

Sia come sia, i giudici tedeschi non chiedono la luna agli utenti in WiFi, né la necessità di aggiornare in maniera costante le misure di sicurezza della propria connessione: basterà inserire una password al momento dell'installazione della WLAN e la legge potrà dirsi rispettata.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
75 Commenti alla Notizia Germania, WiFi protette per legge
Ordina
  • é un caso di "incauta custodia"
    MeX
    16897
  • E poi ci si lamenta che la cina e l'asia in generale ci stiano superando, in quei posti tutto è aperto, libero, e difficilmente si trova in città una zona priva di un WiFi libero... se poi, andiamo a cercare le cause che impongono ai giudici dilimitare il nostro progredire, scopriamo che sulla bilancia mettiamo da una parte i valori fondamentali della nostra civiltà, come la libertà di comunicare e di espressione, assieme ai valori primari di altruismo e solidarietà del cristianesimo, mentre, dall'altra parte della bilancia mettiamo il quartetto dei metallica...
    E secondo alcuni giudici, che evidentemente hanno perduto il senno, ulrich e compagnia valgono di più della nostra stessa civiltà... non è un caso che la grecia sia la prima ad affondare!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cavallo Pazzo
    > E poi ci si lamenta che la cina e l'asia in
    > generale ci stiano superando, in quei posti tutto
    > è aperto, libero, e difficilmente si trova in
    > città una zona priva di un WiFi libero... se poi,
    > andiamo a cercare le cause che impongono ai
    > giudici dilimitare il nostro progredire,
    > scopriamo che sulla bilancia mettiamo da una
    > parte i valori fondamentali della nostra civiltà,
    > come la libertà di comunicare e di espressione,
    > assieme ai valori primari di altruismo e
    > solidarietà del cristianesimo, mentre, dall'altra
    > parte della bilancia mettiamo il quartetto dei
    > metallica...
    > E secondo alcuni giudici, che evidentemente hanno
    > perduto il senno, ulrich e compagnia valgono di
    > più della nostra stessa civiltà... non è un caso
    > che la grecia sia la prima ad
    > affondare!

    In Cina tutto libero? In Cina pieno di Wi-Fi ?
    Ma dove?
    Giusto in zone di Shangai come specchietto per le allodole per attirare soldi e tecnologia degli imprenditori occidentali che licenziano qui per aprire lì assumendo gente schiavizzata a $50 al mese... ehh!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cavallo Pazzo
    > E poi ci si lamenta che la cina e l'asia in
    > generale ci stiano superando, in quei posti tutto
    > è aperto, libero, e difficilmente si trova in
    > città una zona priva di un WiFi libero... se poi,
    > andiamo a cercare le cause che impongono ai
    > giudici dilimitare il nostro progredire,
    > scopriamo che sulla bilancia mettiamo da una
    > parte i valori fondamentali della nostra civiltà,
    > come la libertà di comunicare e di espressione,
    > assieme ai valori primari di altruismo e
    > solidarietà del cristianesimo, mentre, dall'altra
    > parte della bilancia mettiamo il quartetto dei
    > metallica...
    > E secondo alcuni giudici, che evidentemente hanno
    > perduto il senno, ulrich e compagnia valgono di
    > più della nostra stessa civiltà... non è un caso
    > che la grecia sia la prima ad
    > affondare!


    non sono mai stato in cina per smentirti...ma da quel che se ne dice non credo ci sia poi tanta libertà...su internet soprattutto!!!

    non mi va di linkare, basta una minima ricerca su google "cina internet censura" e vedi quanta roba esce...
  • Sei liberissimo di usare Internet in Cina, a patto che tu sappia che "tutto quello che fai sarà usato contro di te"...

    Cordiali saluti
  • Continuiamo pure a credere che in cina sono tutti contadini di riso e in europa tutti manager e imprenditori... continuiamo pure a credere che in europa ci sia la libertà e in cina la dittatura del comunismo, quando poi però vediamo che l'europa è in forte declino mentre l'asia in forte crescita, non püiangiamoci addosso, basterebbe farsi un viaggetto in quel di shangai o in quel di bangkok o di saigon per capire qualcosa di più della loro dinamicità modesta e della nostro staticismo presuntuoso
    non+autenticato
  • Per carità e chi ha detto niente sull'economia. Rimane il fatto che in tutti i maggiori hotel intercettano tutte le tue email e persino le connessioni VPN e se le setacciano per benino. Ora secondo te questo ha a che fare con l'espansione economica? non sono uno che ama mettere le etichette come "comunismo", guardo soltanto ai fatti. Che prezzo bisogna pagare per l'industrializzazione coatta?


    Cordiali saluti
  • Libertà in Cina.
    Un ossimoro da mandare alla storia.
  • Di questo passo si dirà che in Corea del Nord c'è la democrazia
  • Ma saro libero di fare quello che cz voglio io a casa mia, o no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Difensore
    > Ma saro libero di fare quello che cz voglio io a
    > casa mia, o
    > no?

    ma da quando? La democrazia non esiste, lo sai?
    non+autenticato
  • Certo, poi però ne paghi le conseguenze. Logico!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Difensore
    > Ma saro libero di fare quello che cz voglio io a
    > casa mia, o
    > no?

    Ovviamente no.

    Ma a scuola non vi insegnano un po' di diritto?
    ruppolo
    33147
  • giusto! ora scusa che devo finire di picchiare mia moglie e filmare mia figlia mentre fa il bagno...
    MeX
    16897
  • Se uccidete qualcuno con il cortello che io tengo in casa, (ho lasciato la porta aperta), sono parzialmente responsabile.
    Se io lascio la macchina aperta, voi la rubate e fate un crimine, io sono parzialmente reopnsabile.

    Ma va la
    non+autenticato
  • Nel momento in cui tu hai una qualunque cosa che può essere usata per arrecare danno a cose o persone devi prendere tutte le precauzioni affinché ciò non accada. Nell'esempio che proponi tu dell'auto, non è che sei obbligato o dotare la tua auto di antifurto ma basta semplicemente che la chiudi o, almeno, non gli lasci le chiavi sul cruscotto. Se invece lasci l'auto aperta e con le chiavi inserite sei (anche se solo in minima parte, e del resto in questo caso il tribunale ha dato sono solo 100 euro di multa) corresponsabile se uno la prende e poi causa un danno a terzi. E' la legge, e personalmente sono perfettamente d'accordo.
    non+autenticato
  • In tutti i paesi civili, se possiedi armi da fuoco in casa devi tenerle chiuse e non accessibili. Non mi sembra che questa sentenza dica niente di così straordinario, in fondo.

    Se lasci l'auto aperta con le chiavi dentro e un cartello "rubami" non meravigliarti se l'assicurazione non ti ripaga.


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: Difensore
    > Se io lascio la macchina aperta, voi la rubate e
    > fate un crimine, io sono parzialmente responsabile.
    > Ma va la

    Da come l'hai scritta, non si capisce al 100% da che parte stai,
    comunque "intuisco" che metteresti un "?" dopo "responsabile".
    Nel mondo del diritto, dove la responsabilità penale è personale,
    logica vorrebbe che chi ruba ha tutta e solo la colpa,
    eppure quello che scrivi è la perfetta verità. In sostanza, se stai in un posto di persone oneste che non rubano, tutto bene, invece se abiti in un posto pieno di ladri, rischi pure di rimetterci tu per loro! Sorride
    Trattandosi di auto, che come si sa viene gestita come "arma impropria" (per es., non esiste un "diritto" ad avere la patente), una sua logica c'è,
    però la mia impressione è che parecchia parte ce l'abbiano le assicurazioni... perché io posso anche capire se ci lasci le chiavi,
    ma se la lasci aperta ma senza chiavi... comunque, come dire, meglio saperlo, prima, per comportarsi di conseguenza. ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: Osvy
    > - Scritto da: Difensore
    > > Se io lascio la macchina aperta, voi la rubate e
    > > fate un crimine, io sono parzialmente responsabile.
    > > Ma va la

    Ah, preciso: non mi risulta che sei responsabile per il crimine
    (almeno in quanto "rapina a banca" ad es.), lo sei se con quella macchina ci fanno un incidente. Risaluto
    non+autenticato
  • ovvio perché la rapina non la fai mica con la macchina, mentre se investi qualcuno lo investi con l'auto
    MeX
    16897
  • > Se io lascio la macchina aperta, voi la rubate e
    > fate un crimine, io sono parzialmente
    > reopnsabile.

    questa si... tant'é che l'assicurazione non ti paga nemmeno il danno per furto
    MeX
    16897
  • Perchè è come non mettere la password, è facilmente violabile in pochi minuti, usate il WPA.
    non+autenticato
  • Usate WEP invece
    AIrcrack-ng
    WIreshark
    non+autenticato
  • E direi pure di disabilitare DHCP, UPnP, "Virtual Server" e porte aperte e mazzi vari... Seh come no, stì ca... Con la lingua fuori
  • Bhe, come volete, io parlo per esperienza, la WEP cade dopo pochi minuti, se uno vole entrare entra senza troppi problemi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)