Alessandro Del Rosso

Office 2010 incontra le aziende

Microsoft ha messo a disposizione la sua suite ai clienti aziendali di tutto il mondo, anticipando di circa un mese il debutto nei negozi. Rilasciato anche Office Mobile 2010 per Windows Mobile 6

Roma - Microsoft ha ufficialmente lanciato sul mercato business le edizioni 2010 di Office, SharePoint, Visio e Project, rendendone disponibili le licenze ai clienti enterprise di tutto il mondo: BigM parla di un potenziale bacino d'utenza di 90 milioni di aziende.

"I programmi beta di Microsoft Office 2010 e Microsoft SharePoint 2010 hanno avuto una diffusione senza precedenti, con il triplo dei partecipanti rispetto ai programmi beta delle precedenti versioni di Office" ha dichiarato l'azienda di Redmond. "Per questo motivo, 8,6 milioni di persone utilizzano già Office 2010 e i prodotti correlati. Più di 1.000 partner sono inoltre già impegnati nella creazione di soluzioni per il set di prodotti 2010".

Insieme alle tradizionali edizioni di Office 2010, Microsoft ha messo a disposizione dei clienti con contratto Volume Licensing anche Office Web Applications, la versione web-based della nuova suite per l'ufficio made in Redmond. Le aziende potranno acquistare un abbonamento a Office Web Apps come parte di Microsoft Online Services, la costellazione di applicazioni Microsoft basate su cloud.
Il big di Redmond sostiene che Office 2010 migliora la produttività aziendale grazie a nuovi strumenti per la collaborazione e la condivisione, alla capacità di rendere i documenti facilmente accessibili da qualsiasi luogo e con qualsiasi dispositivo, e all'integrazione di nuove funzioni per la business intelligence.

Per quanto riguarda la programmazione e lo sviluppo di applicazioni, Office 2010 si integra a Visual Studio 2010, ed offre agli sviluppatori di Windows strumenti a loro già familiari per creare, assemblare ed eseguire il debug delle soluzioni SharePoint. Microsoft afferma poi lo sviluppo delle applicazioni è reso più veloce grazie all'adozione di API più complete e al supporto a tecnologie quali Open XML, Silverlight, REST e LINQ. "Gli sviluppatori possono scrivere applicazioni in grado di connettere dati line-of-business, utilizzare workflow personalizzati e fornire dashboard e dati di business intelligence a un'intera organizzazione" afferma Microsoft.

Nella reclamizzata possibilità di accedere ai documenti ovunque ci si trovi un ruolo chiave è svolto dal nuovo Office Mobile 2010, lanciato contestualmente alle versioni desktop e cloud. La nuova versione di Office per smartphone sarà disponibile tramite Windows Phone Marketplace come aggiornamento gratuito per tutti i telefoni Windows Mobile 6.x (e in futuro Windows Phone 7) che includano una versione precedente di Office Mobile.

Office Mobile 2010 porta con sé novità quali un client per l'accesso a SharePoint, la possibilità di controllare le presentazioni via Bluetooth, funzioni per la condivisione dei documenti via social network, una funzione per visualizzare le presentazioni PowerPoint come video stream (anziché come versioni semplificate del documento) e un miglior supporto all'uso delle dita. Una panoramica delle novità di Office Mobile 2010 viene fornita qui, insieme a vari screenshot delle applicazioni che compongono la suite, da Ars Technica.

Microsoft ha pianificato l'introduzione di Office 2010 sul mercato retail a partire dal prossimo 15 giugno: a partire da questa data gli utenti consumer e le azende prive di contratti Volume Licensing potranno acquistare il nuovo Office nei negozi o insieme ad un nuovo PC.

Su Office 2010 si veda anche la FAQ "Quale versione installare? 32 bit o 64 bit?" e questo post contenente il link a video, articoli e altre risorse sul prodotto, entrambi apparsi sul Blog Team TechNet Italia.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaOffice 2010 pronto al debuttoAnnunciata la RTM, si concludono i lavori per questa versione. Nelle prossime settimane la suite verrà messa a disposizione di OEM e partner. I consumatori dovranno attendere giugno
83 Commenti alla Notizia Office 2010 incontra le aziende
Ordina
  • <<Io con OpenOffice lo faccio così... >>
    <<No... no guarda; io con iWork così... >>
    <<Ma che! con MSoffice... tutto così faccio...>>

    beati voi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: una domanda leggittima
    > <<Io con OpenOffice lo faccio così... >>
    > <<No... no guarda; io con iWork così... >>
    > <<Ma che! con MSoffice... tutto così faccio...>>
    >
    > beati voi...

    Beh una volta usciti dalla cantina, quando il contratto non è più a progetto e lo stipendio mensile comincia ad essere a 4 cifre, gli strumenti di lavoro smettono di essere gcc e vi per diventare excel, power point e word
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: una domanda leggittima
    > > <<Io con OpenOffice lo faccio così... >>
    > > <<No... no guarda; io con iWork così... >>
    > > <<Ma che! con MSoffice... tutto così
    > faccio...>>
    > >
    > > beati voi...
    >
    > Beh una volta usciti dalla cantina,

    era una cantina spaziosa, visto che ci stavano utenti Linux Windows e Apple...

    Non vorrei offendere qualcuno (per quanto il discorso mi sembra avere un accanimento insolito), forse sono dei geni tuttologi...
    non+autenticato
  • Se la tua prospettiva una volta emancipato è quella di usare strumenti di lavoro come excel word e PP mi sa che il primo numero delle quattro cifre sarà 1 seguito da tre zeri: non vedo un futuro molto più roseo rispetto a usare OO (sempre roba da esecutori che mettono in bella i progetti del capoOcchiolino)

    - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: una domanda leggittima
    > > <<Io con OpenOffice lo faccio così... >>
    > > <<No... no guarda; io con iWork così... >>
    > > <<Ma che! con MSoffice... tutto così
    > faccio...>>
    > >
    > > beati voi...
    >
    > Beh una volta usciti dalla cantina, quando il
    > contratto non è più a progetto e lo stipendio
    > mensile comincia ad essere a 4 cifre, gli
    > strumenti di lavoro smettono di essere gcc e vi
    > per diventare excel, power point e
    > word
    non+autenticato
  • - Scritto da: a volte passo
    > Se la tua prospettiva una volta emancipato è
    > quella di usare strumenti di lavoro come excel
    > word e PP mi sa che il primo numero delle
    > quattro cifre sarà 1 seguito da tre zeri: non
    > vedo un futuro molto più roseo rispetto a usare
    > OO (sempre roba da esecutori che mettono in bella
    > i progetti del
    > capoOcchiolino)

    La demografia degli utilizzatori di Office mi sembra assai più complessa. Su Word non mi esprimo ma Excel e PowerPoint spesso sono usati da dirigenti. Personalmente prevedo che il nuovo Excel (magari con PowerPivot) sarà molto apprezzato da queste figure.
    non+autenticato
  • - Scritto da: a volte passo
    > Se la tua prospettiva una volta emancipato è
    > quella di usare strumenti di lavoro come excel
    > word e PP mi sa che il primo numero delle
    > quattro cifre sarà 1 seguito da tre zeri: non
    > vedo un futuro molto più roseo rispetto a usare
    > OO (sempre roba da esecutori che mettono in bella
    > i progetti del
    > capoOcchiolino)

    Beh il capo la brutta te la da in powerpoint... quindi meglio iniziare e comunque hai una vaga idea di quanto prenda una segretaria di direzione?
    non+autenticato
  • È evidente che non conosci iWork se credi sia un programma solo per segretarie.
  • Ecco cui: risposta concreta che dimostra il grado d'interesse alla domande posta... Ma scusa ti ha detto che contunuate a fare polemiche e tu continue. Bah... tiente il tuo iwork nessuno ti dice che è per segretarie. "E' il migliore!" Così magari t'accontenti e la smetti!
    non+autenticato
  • La mia risposta alla sua domanda sarebbe polemica?

    Forse lo è la tua risposta alla mia.

    O forse non ti sei accorto che i post e le opinioni fanno parte di un forum.

    Se non ti vanno bene queste cose, cercati un altro sito.
  • E poi c'è gente che si diverte a fare commenti piccanti, e a leggerli. Che se ne frega del articolo! Risposta posta solo dopo 7 min cca. Che dire devi proprio dedicarci tanto del tuo tempo su questi commenti, che dovrebbero essere rifferiti al articolo. Mi risulta che un forum è mediamente diverso. Non credi? O devi leggere "Risposta al commento" per capirlo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mbdf
    > E poi c'è gente che si diverte a fare commenti
    > piccanti, e a leggerli.

    Ciao MbdfSorride
    Purtroppo a quanto leggo anche sotto altri articoli, credo sia stato il mio intervento ad essere fuori luogo.

    Ho esperienze sui forum, anche non come semplice utente, e non in piccoli forum, credo che si sia instaurata una sorta di circolo vizioso, in questo che porta tutti a discutere in maniera anomala, sia chi ne sarebbe capace, sia chi non ne sarebbe a prescindere...
    Ti ringrazio comunque del tuo appoggia... alla prossima volta se ci saràSorride
    non+autenticato
  • Da una lato Oracle e Sun che non danno certezze sul futuro di OpenOffice, dall'altro la superiorità schiacciante di MS Office, che se abbinato a Windows 7 garantisce una produttività estrema... il destino dell'Ufficio Aperto è segnato... bye bye!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: WinForLife
    > Da una lato Oracle e Sun che non danno certezze
    > sul futuro di OpenOffice, dall'altro la
    > superiorità schiacciante di MS Office, che se
    > abbinato a Windows 7 garantisce una produttività
    > estrema... il destino dell'Ufficio Aperto è
    > segnato... bye
    > bye!!!

    http://punto-informatico.it/2882337/PI/News/brevet...
    ruppolo
    33147
  • Concordo
    non+autenticato
  • Stamattina dovevo esportare come immagine una slide di PowerPoint (non fatta da me), per inserirla in una relazione che sto facendo ovviamente con OpenOffice.

    Apro il ppt con la versione 2007. Il comando "esporta" non esiste, ma c'è il salva con nome che fa al caso mio. Esporto sia in PNG che in JPG.
    Che bello, non compare nessuna finestra per impostare la dimensione o risoluzione, la compressione, ecc.
    L'immagine viene salvata ad una risoluzione oscena. Sempre. Cerco sul web.

    Per avere un'immagine a 300 dpi devo impostare un parametro nel registry. Molto comodo. Il sito m$ avverte che con office 2007 sp1 il parametro non funziona. Vediamo che versione ho. Ah che bello, in mezzo a sti ribbon non si riesce più a trovare la finestra "Informazioni". La trovo, che culo ho sp2. Adesso però ho cambiato il parametro e se lo lascio così mi esporta sempre immagini gigantesche.

    Che pena... fanno di tutto per ostacolare l'utilizzo di formati diversi dai loro.

    Hanno già un piede nella fossa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: the_m
    > Stamattina dovevo esportare come immagine una
    > slide di PowerPoint (non fatta da me), per
    > inserirla in una relazione che sto facendo
    > ovviamente con
    > OpenOffice.
    >
    > Apro il ppt con la versione 2007. Il comando
    > "esporta" non esiste, ma c'è il salva con nome
    > che fa al caso mio. Esporto sia in PNG che in
    > JPG.
    > Che bello, non compare nessuna finestra per
    > impostare la dimensione o risoluzione, la
    > compressione,
    > ecc.
    > L'immagine viene salvata ad una risoluzione
    > oscena. Sempre. Cerco sul web.
    >
    >
    > Per avere un'immagine a 300 dpi devo impostare un
    > parametro nel registry. Molto comodo. Il sito m$
    > avverte che con office 2007 sp1 il parametro non
    > funziona. Vediamo che versione ho. Ah che bello,
    > in mezzo a sti ribbon non si riesce più a trovare
    > la finestra "Informazioni". La trovo, che culo ho
    > sp2. Adesso però ho cambiato il parametro e se lo
    > lascio così mi esporta sempre immagini
    > gigantesche.
    >
    > Che pena... fanno di tutto per ostacolare
    > l'utilizzo di formati diversi dai
    > loro.
    >
    > Hanno già un piede nella fossa.

    Io ho fatto così:

    Ho aperto il documento di PoVerPoint in Keynote , quindi ho esportato in PDF.
    Aperto il PDF con Anteprima, ho potuto trascinare le slide dentro un documento di Pages, man mano che servivano.
    Naturalmente le slide hanno mantenuto le informazioni vettoriali (testo e oggetti vari) e le immagini ad alta risoluzione.
    Dovendo poi il tutto finire stampato in tipografia, ho esportato in PostScript (cosa che si può fare dal dialogo di stampa e quindi da qualsiasi applicazione).

    La tipografia ha quindi dato in pasto il file PostScript ad Acrobat Distiller selezionando il profilo X1a, generando così un PDF con i colori convertiti in quadricromia.
    Una successiva applicazione di una azione in Acrobat per convertire il nero ricco in nero di quadricromia et voilà, libro pronto per successivo imposition e stampa.

    Naturalmente con Mac e 79 euro di iWork (59 se comprato insieme).
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: the_m
    > > Stamattina dovevo esportare come immagine una
    > > slide di PowerPoint (non fatta da me), per
    > > inserirla in una relazione che sto facendo
    > > ovviamente con
    > > OpenOffice.
    > >
    > > Apro il ppt con la versione 2007. Il comando
    > > "esporta" non esiste, ma c'è il salva con nome
    > > che fa al caso mio. Esporto sia in PNG che in
    > > JPG.
    > > Che bello, non compare nessuna finestra per
    > > impostare la dimensione o risoluzione, la
    > > compressione,
    > > ecc.
    > > L'immagine viene salvata ad una risoluzione
    > > oscena. Sempre. Cerco sul web.
    > >
    > >
    > > Per avere un'immagine a 300 dpi devo impostare
    > un
    > > parametro nel registry. Molto comodo. Il sito m$
    > > avverte che con office 2007 sp1 il parametro non
    > > funziona. Vediamo che versione ho. Ah che bello,
    > > in mezzo a sti ribbon non si riesce più a
    > trovare
    > > la finestra "Informazioni". La trovo, che culo
    > ho
    > > sp2. Adesso però ho cambiato il parametro e se
    > lo
    > > lascio così mi esporta sempre immagini
    > > gigantesche.
    > >
    > > Che pena... fanno di tutto per ostacolare
    > > l'utilizzo di formati diversi dai
    > > loro.
    > >
    > > Hanno già un piede nella fossa.
    >
    > Io ho fatto così:
    >
    > Ho aperto il documento di PoVerPoint in Keynote ,
    > quindi ho esportato in
    > PDF.
    > Aperto il PDF con Anteprima, ho potuto trascinare
    > le slide dentro un documento di Pages, man mano
    > che
    > servivano.
    > Naturalmente le slide hanno mantenuto le
    > informazioni vettoriali (testo e oggetti vari) e
    > le immagini ad alta
    > risoluzione.
    > Dovendo poi il tutto finire stampato in
    > tipografia, ho esportato in PostScript (cosa che
    > si può fare dal dialogo di stampa e quindi da
    > qualsiasi
    > applicazione).
    >
    > La tipografia ha quindi dato in pasto il file
    > PostScript ad Acrobat Distiller selezionando il
    > profilo X1a, generando così un PDF con i colori
    > convertiti in
    > quadricromia.
    > Una successiva applicazione di una azione in
    > Acrobat per convertire il nero ricco in nero di
    > quadricromia et voilà, libro pronto per
    > successivo imposition e
    > stampa.
    >
    > Naturalmente con Mac e 79 euro di iWork (59 se
    > comprato
    > insieme).

    Io ho fatto così ho trascinato le slide da power point direttamente nel documento word (ovviamente le immagini mantengono le informazioni vettoriali e le immagini ad alta risoluzione) , ho dato qualche ritocco alle slide senza riaprire powerpoint e stampa su file direttamente in postscript (cosa che si può fare dal dialogo di stampa e quindi da qualsiasi applicazione).
    Poi ho alzato il telefono e ho scoperto che la tipografia accetta direttamente il docx.

    E voilà ... due step invece di una pagina di vaccate, naturalmente senza mac, senza iDoesnotwork e con office home da 100 euro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > Io ho fatto così ho trascinato le slide da power
    > point direttamente nel documento word (ovviamente
    > le immagini mantengono le informazioni vettoriali
    > e le immagini ad alta risoluzione) , ho dato
    > qualche ritocco alle slide senza riaprire
    > powerpoint e stampa su file direttamente in
    > postscript (cosa che si può fare dal dialogo di
    > stampa e quindi da qualsiasi applicazione).

    Si? Mi fai vedere il dialogo di stampa che salva il PostScript?

    > Poi ho alzato il telefono e ho scoperto che la
    > tipografia accetta direttamente il docx.

    Certo, per reimpaginarlo in InDesign a €30/h.

    > E voilà ... due step invece di una pagina di
    > vaccate, naturalmente senza mac, senza
    > iDoesnotwork e con office home da 100
    > euro.

    Certo, solo che io con i 21 euro risparmiati vado a cena al ristorante, mentre tu discuti con la tipografia sul come mai al posto del font che avevi utilizzato ne è uscito un altro, come mai ci sono un paio di foto in bassa risoluzione e come mai il testo sulle foto è fuori registro.
    ruppolo
    33147
  • > Si? Mi fai vedere il dialogo di stampa che salva
    > il
    > PostScript?

    http://www.hawaii.edu/askus/637

    Oh prima che il tuo spirito macaco si ribelli, i driver ps sono inclusi in windows.

    > > Poi ho alzato il telefono e ho scoperto che la
    > > tipografia accetta direttamente il docx.
    > Certo, per reimpaginarlo in InDesign a €30/h.

    Beh il mio tempo costa parecchio di più.

    > Certo, solo che io con i 21 euro risparmiati vado
    > a cena al ristorante, mentre tu discuti con la
    > tipografia sul come mai al posto del font che
    > avevi utilizzato ne è uscito un altro, come mai
    > ci sono un paio di foto in bassa risoluzione e
    > come mai il testo sulle foto è fuori
    > registro.

    Con i 1000 euro risparmiati dall'acquisto del mac non solo vado al ristorante e al contrario di te posso permettermi un po' più di una pizza e birra ma posso pagare direttamente uno schiavo per sistemare il documento al posto mio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > > Si? Mi fai vedere il dialogo di stampa che salva
    > > il
    > > PostScript?
    >
    > http://www.hawaii.edu/askus/637
    >
    > Oh prima che il tuo spirito macaco si ribelli, i
    > driver ps sono inclusi in
    > windows.
    >

    The following steps must be done:

    1. Install a PostScript Printer Driver


    Come si dice: il buongiorno si vede dal mattino.

    Evidentemente abbiamo due concetti diversi di "incluso".

    Comunque, 12 passi per installare il driver (che senza istruzioni col cazzo che lo installi) e altre 7 per ottenere il file PostScript.

    > > > Poi ho alzato il telefono e ho scoperto che la
    > > > tipografia accetta direttamente il docx.
    > > Certo, per reimpaginarlo in InDesign a €30/h.
    >
    > Beh il mio tempo costa parecchio di più.

    Appunto, infatti te ne accorgi usando OO quanto sale il tuo tempo...

    >
    > > Certo, solo che io con i 21 euro risparmiati
    > vado
    > > a cena al ristorante, mentre tu discuti con la
    > > tipografia sul come mai al posto del font che
    > > avevi utilizzato ne è uscito un altro, come mai
    > > ci sono un paio di foto in bassa risoluzione e
    > > come mai il testo sulle foto è fuori
    > > registro.
    >
    > Con i 1000 euro risparmiati dall'acquisto del mac
    > non solo vado al ristorante e al contrario di te
    > posso permettermi un po' più di una pizza e birra
    > ma posso pagare direttamente uno schiavo per
    > sistemare il documento al posto
    > mio.

    Tu non risparmi 1000 euro, me ne spendi 1000 in più per il tempo in più che perdi usando un software farraginoso su un sistema operativo farraginoso su un computer farraginoso, più altri 2000 di danni da pagare quando una volta stampato il libro (in poche copie, altrimenti altro che duemila euro di danni) verranno alla luce tutti gli errori generati col tuo sistema.
    ruppolo
    33147
  • 2000 euro di danni?

    Vuoi dire almeno 20 mila.
  • - Scritto da: alexjenn
    > 2000 euro di danni?
    >
    > Vuoi dire almeno 20 mila.

    Si, hai ragione, duemila euro se vanno solo in lastre.
    ruppolo
    33147
  • > Comunque, 12 passi per installare il driver (che
    > senza istruzioni col cazzo che lo installi) e
    > altre 7 per ottenere il file
    > PostScript.

    Ma lol... perchè sono istruzioni per macachi, l'utente windows sa che per aggiungere una stampante clicca su "aggiungi stampante" poi sceglie tra le migliaia incluse in windows una che supporta PS (che guardacaso sono quelle con scritto PS a fianco), spunta la casellina "stampa su file" e la cosa è finita. Oh si fa una volta sola, capisci la differenza che passa tra questo e convertire in pdf un file per passarlo tra due programmi della stessa suite?

    > > Beh il mio tempo costa parecchio di più.
    >
    > Appunto, infatti te ne accorgi usando OO quanto
    > sale il tuo
    > tempo...

    Infatti io non lo uso. Uso O quello che il tempo lo fa risparmiare.

    > Tu non risparmi 1000 euro, me ne spendi 1000 in
    > più per il tempo in più che perdi usando un
    > software farraginoso su un sistema operativo
    > farraginoso su un computer farraginoso, più altri
    > 2000 di danni da pagare quando una volta stampato
    > il libro (in poche copie, altrimenti altro che
    > duemila euro di danni) verranno alla luce tutti
    > gli errori generati col tuo
    > sistema.

    Ti ho gia detto che non mi passa nemmeno per la testa di comprare un mac. Un sistema operativo farraginoso su hardware farraginoso con prezzo folle.
    non+autenticato
  • iWork 59/79 euro.

    Office Pro 570 euro.

    520 euro in più e poi PowerPoint non supporta files non RGB, TIFF a livelli, PNG, PSD, trasparenze e maschere Alfa e non esporta in PDF, PSD né Flash.

    Bah.
  • - Scritto da: alexjenn
    > iWork 59/79 euro.
    >
    > Office Pro 570 euro.
    >
    > 520 euro in più e poi PowerPoint non supporta
    > files non RGB, TIFF a livelli, PNG, PSD,
    > trasparenze e maschere Alfa e non esporta in PDF,
    > PSD né
    > Flash.
    >
    > Bah.

    Stento a crederci!!! Ma no dai, non è possibile...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Crash!

    Splat! C'era in mezzo una mela...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Crash!

    > Splat! C'era in mezzo una mela...

    E il povero office ci si e' schiacciato contro...
    krane
    22544
  • Uno scenario da incubo. Macerie aziendali fumanti, frammentate da rottami di finestre e cocci di vetro, il tutto ricoperto da una glassa appiccicosa di frullato di mela... Brrr ! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ah ecco... sta arrivando un buldezer a fare piazza pulita di sto casino.
    Che strano, è guidato da un pinguino...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eretico
    > Ah ecco... sta arrivando un buldezer a fare
    > piazza pulita di sto
    > casino.
    > Che strano, è guidato da un pinguino...

    Stiamo freschi. Il bulldozer si romperà a metà strada uccidendo il pinguino.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: Eretico
    > > Ah ecco... sta arrivando un buldezer a fare
    > > piazza pulita di sto
    > > casino.
    > > Che strano, è guidato da un pinguino...

    > Stiamo freschi. Il bulldozer si romperà a metà
    > strada uccidendo il pinguino.

    Due patch una ricompilara e via si riparte.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: nome e cognome
    > > - Scritto da: Eretico
    > > > Ah ecco... sta arrivando un buldezer a fare
    > > > piazza pulita di sto
    > > > casino.
    > > > Che strano, è guidato da un pinguino...
    >
    > > Stiamo freschi. Il bulldozer si romperà a metà
    > > strada uccidendo il pinguino.
    >
    > Due patch una ricompilara e via si riparte.

    Nel frattempo oltre al pinguino è morta tutta la sua discendenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: nome e cognome
    > > > - Scritto da: Eretico
    > > > > Ah ecco... sta arrivando un buldezer a fare
    > > > > piazza pulita di sto casino.
    > > > > Che strano, è guidato da un pinguino...

    > > > Stiamo freschi. Il bulldozer si romperà a metà
    > > > strada uccidendo il pinguino.

    > > Due patch una ricompilara e via si riparte.

    > Nel frattempo oltre al pinguino è morta tutta la
    > sua discendenza.

    Guarda che abbiamo ricompilato anche il pinguino eh.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: nome e cognome
    > > - Scritto da: krane
    > > > - Scritto da: nome e cognome
    > > > > - Scritto da: Eretico
    > > > > > Ah ecco... sta arrivando un buldezer a
    > fare
    > > > > > piazza pulita di sto casino.
    > > > > > Che strano, è guidato da un pinguino...
    >
    > > > > Stiamo freschi. Il bulldozer si romperà a
    > metà
    > > > > strada uccidendo il pinguino.
    >
    > > > Due patch una ricompilara e via si riparte.
    >
    > > Nel frattempo oltre al pinguino è morta tutta la
    > > sua discendenza.
    >
    > Guarda che abbiamo ricompilato anche il pinguino
    > eh.


    Ma nooo... perchè me l'hanno censurato, avevo scritto che ricompilando era diventato ...

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    E' bellissimo... non cancellate.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: Eretico
    > > Ah ecco... sta arrivando un buldezer a fare
    > > piazza pulita di sto
    > > casino.
    > > Che strano, è guidato da un pinguino...
    >
    > Stiamo freschi. Il bulldozer si romperà a metà
    > strada uccidendo il
    > pinguino.

    Non è mica un bulldozer made in M$ che si rompe così... da solo e poi il pinguino ha il casco perchè rispetta gli standard lavorativi ed è immortale.
    non+autenticato