Alfonso Maruccia

Hulu: HTML 5 è ancora acerbo

Il portale di streaming a stelle e strisce si aggiorna ma snobba HTML 5. E spiega: il nostro player ha bisogno di cose che solo Flash può darci. In futuro si vedrà

Roma - È meglio HTML 5 con codec H.264 o Flash? Nella sempre calda contesa tra le nuove specifiche dello standard web (appoggiato tra gli altri dal feudo tecnologico di Cupertino) e il vasto mercato dei contenuti che si appoggia al plugin di Adobe si inserisce un nuovo elemento, vale a dire la rinnovata versione di Hulu e le motivazioni che hanno portato il management della dot.com a scegliere ancora Adobe piuttosto che HTML 5.

Introducendo le funzionalità della nuova interfaccia, il vicepresidente di Hulu Eugene Wei trova il tempo di anticipare le domande sulla questione e spiega perché il servizio di streaming "USA-only" che piace alle major continuerà a utilizzare Flash anche nel prossimo futuro: "Continuiamo a monitorare lo sviluppo di HTML5 - spiega Wei - ma al momento la tecnologia non risponde a tutte le nostre necessità come clienti".

"Il nostro lettore non si limita semplicemente a gestire gli strem video - dice ancora Wei - ma deve anche blindare i contenuti, gestire i report per i nostri inserzionisti, renderizzare il video usando un codec ad alte prestazioni per garantire una qualità visiva di primo livello, comunicare con il server per determinare quanto a lungo bufferizzare e che tipo di bitrate trasmettere, e dozzine di altre cose che non sono necessariamente visibili per l'utente finale"
Le nostre esigenze non sono comuni a tutti i siti web che "vivono" di video, concede il VP di Hulu, ma noi ce le abbiamo e le dobbiamo rispettare per esigenze sostanzialmente contrattuali. Come già anticipato da qualche commentatore nelle scorse settimane, dunque, uno degli aghi della bilancia capace di favorire con larghissima maggioranza la tecnologia Flash è la sua notevole abilità di offrire caratteristiche appropriate per ogni genere di esigenza, non ultima quella di blindare i contenuti con un sistema di protezioni DRM capace di interferire con i tentativi di salvataggio in locale degli stream video remoti da parte dell'utente/spettatore.

HTML 5 è una tecnologia ancora in via di sviluppo e finalizzazione da parte del World Wide Web Consortium (W3C), ma così com'è non è utile a chi sul video ci ha costruito un business. Google e YouTube a parte, infatti, ben pochi hanno al momento adottato le nuove specifiche dello standard web par excellence: stando a uno studio di MeFeedia, solo il 26 per cento dei video online è disponibile anche in formato H.264, e senza il gran bailamme di queste settimane probabilmente la percentuale sarebbe persino inferiore (era il 10 per cento a gennaio 2010).

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaFlash contro HTML 5, lotta senza vincitoriIl futuro multimediale dentro il browser è incerto. E mancano ancora tutti i tasselli del mosaico per stabilire la futura leadership. Cambiando browser e OS, la faccenda non cambia
  • TecnologiaCodec HTML 5, Google apre VP8Il colosso di Mountain View preannuncia il rilascio sotto licenza open source del codec recentemente acquisito. Più roseo il futuro dei contenuti video sul web basati su standard aperti?
  • AttualitàMicrosoft: ma che c'avete contro H.264?Sul blog ufficiale di Internet Explorer si torna a parlare del codec. Quasi una panacea contro il patent trolling. In futuro si vedrà. Sul tema Apple e Adobe interviene poi anche Leonardo Chiariglione
38 Commenti alla Notizia Hulu: HTML 5 è ancora acerbo
Ordina
  • "Come già anticipato da qualche commentatore nelle scorse settimane, dunque, uno degli aghi della bilancia capace di favorire con larghissima maggioranza la tecnologia Flash è la sua notevole abilità di offrire caratteristiche appropriate per ogni genere di esigenza, non ultima quella di blindare i contenuti con un sistema di protezioni DRM capace di interferire con i tentativi di salvataggio in locale degli stream video remoti da parte dell'utente/spettatore."

    DRM... praticamente un motivo in più per abbandonarlo?
  • Esatto! Tutti gli altri commenti non hanno centrato il punto.
    DRM! Vogliono rendere impossibile il download dello stream. E il bello è che non ci riescono!Sorride
    non+autenticato
  • "solo il 26 per cento dei video online è disponibile anche in formato H.264, ... (era il 10 per cento a gennaio 2010)."

    Be, se si è passati dal 10% al 26% in 4 mesi direi che sta prendendo piede in modo impressionante...
    non+autenticato
  • Mah mica h264 vuol dire html5? Anche flash e silverlight supportano l'h264.
    non+autenticato
  • si infatti. flash player 10.1 vuol dire h264.
    non+autenticato
  • tra sei mesi avranno cambiato idea
  • - Scritto da: LaNberto
    > tra sei mesi avranno cambiato idea

    Ah, la W3C rilascerà lo standard definitivo? Internet Explorer lo supporterà da IE6 a IE8?
    non+autenticato
  • Perché, gli altri (tipo Scribd) si sono fatti problemi?
  • diciamo che Adobe ci e' andato sotto con una bella bustarella e di punto in bianco hulu non vuole piu' html5.

    Con contenuti protetti e pubblicita abc fa tutto benissimo senza flash.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Loris Batacchi
    > diciamo che Adobe ci e' andato sotto con una
    > bella bustarella

    Diciamo che non è neppure ancora definito il formato video di html5.
    Shiba
    4103
  • Flash deve morire, punto!

    Internet deve potere essere fruita da chiunque con qualsiasi piattaforma. Ma soprattutto le tecnologie su cui deve poggiare Internet devono essere libere e aperte!
    iRoby
    9696
  • - Scritto da: Shiba
    > Diciamo che non è neppure ancora definito il
    > formato video di
    > html5.

    Beh ormai sì. Quando hai M$, Google e Apple che spingono per H264, il formato è quello, punto.
    Solo Mozilla ancora insiste per OGG Vorbis, ma è impossibile che sarà mai scelto per questioni sia tecniche che commerciali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacBoy
    > - Scritto da: Shiba
    > > Diciamo che non è neppure ancora definito il
    > > formato video di
    > > html5.
    >
    > Beh ormai sì. Quando hai M$, Google e Apple che
    > spingono per H264, il formato è quello,
    > punto.
    > Solo Mozilla ancora insiste per OGG Vorbis, ma è
    > impossibile che sarà mai scelto per questioni sia
    > tecniche che
    > commerciali.

    Sì. Google ha acquistato la società che possiede VP8 solamente perché, come tutti fanno nei weekend, aveva voglia di comprarsi un codec. Poi ha finanziato un progetto per la decodifica hardware per OGG Theora (appunto: chiamasi anche VP3) sempre per lo stesso motivo. Supporta già Ogg Theora come formato invece perché aveva dello spazio che gli avanzava.

    A me piacciono certe pseudo-analisi che leggo su PI da parte di gente che pensa d'avere la Verità Assoluta nonché l'Unica Certezza, le trovo uno svago quasi migliore delle domande idiote di Y! Answers.
    non+autenticato
  • non sperate su Theora, è veramente peggio di H264
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 maggio 2010 08.44
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: LaNberto
    > non sperate si Theora, è veramente peggio di H264

    Mah, solo per dovere di cronaca, a bassi bitrate per i (pochi) test che ho fatto io si è dimostrato di migliore qualità. Detto questo, io spero in VP8 (e spero, perché mancano elementi concreti). Dare per scontato che Google appoggi H.264 comunque è non avere una chiara visione della situazione.
    non+autenticato
  • non do per scontato nulla. è che H264 è già standard di mercato, e Google le sue cazzate le fatte e coome
  • Bla bla bla standard di mercato, vediamo quando cominceranno a chiedere i denari....
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Bla bla bla standard di mercato, vediamo quando
    > cominceranno a chiedere i
    > denari....

    La mia preoccupazione è che ci sarà un web dei ricchi (che possono pagare il pizzo per il codec) e un web dei meno-ricchi (che se pagassero quelle assurdità chiuderebbero ci rimetterebbero troppo). Considerando poi che i browser più diffusi non si cagheranno il web dei poveri questo non farà altro che consolidare la forza di alcuni servizi streaming e impedire ad altri di nascere/svilupparsi. Se vogliamo un web uguale per tutti dobbiamo scegliere solo standard royalty-free...
    non+autenticato
  • Esattamente!
    Sgabbio
    26177
  • Hulu: mi ricorda tanto il modello di scarpe lelly kelly di mia figlia.A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    Che dire. Peggiore stupidata mai sentita. E sto sito? Chi lo conosce? Chi si credono di essere per giudicare una tecnologia come HTML 5?
    non+autenticato
  • Accendere il cervello please

    http://en.wikipedia.org/wiki/Hulu

    Owner:
    NBC Universal (32%)
    Fox Entertainment Group (32%)
    ABC, Inc (27%)

    azienducole...

    e poi hanno solo detto che

    > deve anche blindare i contenuti, gestire i
    > report per i nostri inserzionisti, renderizzare
    > il video usando un codec ad alte prestazioni per
    > garantire una qualità visiva di primo livello,
    > comunicare con il server per determinare quanto
    > a lungo bufferizzare e che tipo di bitrate
    > trasmettere, e dozzine di altre cose che non sono
    > necessariamente visibili per l'utente finale

    Mica ti hanno detto che loro sono i bestintheuorld e tutti si devono adattare (come fa qualcun'altro)
  • Probabilmente non hanno in casa grandi competenze in HTML5.

    Però le grandi speranze nei confronti di HTML5 vengono un po' disattese se arrivano aziende come queste che lo criticano.

    Basta un piccolo sforzo e collaborazione, e se lo considerano ancora acerbo possono aiutare a farlo maturare.
    iRoby
    9696
  • si certo
    aspettano te
    non+autenticato
  • Hanno detto che aspettano che migliori, cosa razionale dato che è ancora senza standard. Tutto ciò che c'è ora domani potrebbe cambiare, a loro che ne verrebbe? Senza contare il grosso problema del codec video, che qui tutti danno per scontato. Al W3C non cambia niente se Hulu usa HTML5 quando è ancora in Alpha/Beta o lo usa quando è definitivo... Hulu invece potrebbe solo rimetterci.
    non+autenticato
  • Se mettono un mega sistema DRM nello standard come frignava Nokia, vedevi che supporto...
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Se mettono un mega sistema DRM nello standard
    > come frignava Nokia, vedevi che
    > supporto...

    Mah, per quanto mi risulta è già possibile. Non servono sistemi ad-hoc... Il divertente è che qualsivoglia sistema integrino sarà sempre e comunque aggirabile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dbfg
    > Hulu: mi ricorda tanto il modello di scarpe lelly
    > kelly di mia figlia.A bocca apertaA bocca aperta
    >A bocca aperta
    > Che dire. Peggiore stupidata mai sentita. E sto
    > sito? Chi lo conosce? Chi si credono di essere
    > per giudicare una tecnologia come HTML
    > 5?

    La peggiore stupidata mai sentita è la tua. Hulu è un sito famosissimo in america. Non possiamo vedere i loro video in Italia per questioni di diritti.
    non+autenticato
  • fino a qualche mese fa funzionava... uffa
  • - Scritto da: Dbfg
    > Che dire. Peggiore stupidata mai sentita. E sto
    > sito? Chi lo conosce? Chi si credono di essere
    > per giudicare una tecnologia come HTML
    > 5?
    Milioni di persone. Inoltre hanno tutto il diritto di dire che HTML5 non è ancora maturo, lo dice pure il W3C.
    non+autenticato